Associazione Sportiva Roma 2009-2010

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

1leftarrow blue.svgVoce principale: Associazione Sportiva Roma.

AS Roma
Stagione 2009-2010
AllenatoreItalia Luciano Spalletti (fino al 01/09/09[1])
Italia Claudio Ranieri (dal 01/09/09[2])
All. in secondaItalia Marco Domenichini (fino al 01/09/09)
Francia Christian Damiano (dal 01/09/09)
PresidenteItalia Rosella Sensi
Serie A2º posto (in Champions League)
Coppa ItaliaFinalista
Europa LeagueSedicesimi di finale
Maggiori presenzeCampionato:
Norvegia John Arne Riise (36)
Miglior marcatoreCampionato:
Italia Francesco Totti (14)
Montenegro Mirko Vučinić (14)
Totale:
Italia Francesco Totti (25)
Maggior numero di spettatori61.898 (Campionato)
Minor numero di spettatori28.022 (Campionato)
Media spettatori40.975 (Campionato)

Questa pagina raccoglie i dati riguardanti l'Associazione Sportiva Roma nelle competizioni ufficiali della stagione 2009-2010.

Stagione[modifica | modifica wikitesto]

La stagione 2009-2010 è la 77ª stagione in Serie A della Roma e la 81ª nel campionato di massima serie italiano.

Luciano Spalletti viene riconfermato alla guida della squadra, ma poi, dopo le sconfitte con Genoa e Juventus decide di dimettersi: al suo posto viene chiamato Claudio Ranieri.[3][4][5] Il debutto di Ranieri, che aveva anche giocato per i giallorossi da giovane, è segnato dalla vittoria per 2-1 sul campo del Siena.[6] La Roma, nelle cinque partite seguenti ottiene 8 punti, frutto di 2 pareggi (con Palermo e Catania) e 2 vittorie (ottenute con Fiorentina e Napoli).[7][8][9][10] La Roma poi perde le seguenti 3 partite, tornando alla vittoria contro il Bologna, per 2-1.[11][12][13][14] La settimana seguente i giallorossi pareggiano 1-1 con l'Inter capolista e inanellano una serie di 24 risultati utili consecutivi, in cui sconfiggono la Lazio nel derby, la Juventus a Torino e la Fiorentina a Firenze, vittoria a seguito della quale raggiunge il secondo posto in classifica, superando il Milan, che però riprende immediatamente il 2º posto dopo aver recuperato la partita con la Fiorentina.[15][16][17][18] La Roma nonostante tre pareggi consecutivi, resta a 4 punti dall'Inter e nella 31ª giornata, batte per 2-1 i nerazzurri e si porta a un solo punto dai Campioni d'Italia in carica.

Nella 33ª giornata battendo l'Atalanta e grazie al pareggio fra Fiorentina e Inter, ottiene il primo posto solitario in classifica[19] La settimana dopo, vince anche il derby di ritorno per 2-1 dopo che era stata in svantaggio e consolida la testa della classifica. Tuttavia, due giornate dopo, perdendo 2-1 in casa con la Sampdoria, non solo conclude la serie di risultati utili consecutivi (fermandosi a 24) ma perde anche il primo posto in classifica a favore proprio dell'Inter, che batte l'Atalanta 3-1 a Milano e si porta a +2 dai giallorossi.[20] Pur vincendo le ultime 3 partite, la Roma non riesce a raggiungere la vetta e chiude il campionato al 2º posto con 80 punti, due in meno dell'Inter capolista, con un posto in Champions League per la stagione successiva.[21] Inoltre la squadra è stata la migliore nel girone di ritorno, conquistando ben 48 punti contro i 37 dei Campioni d'Italia l'Inter.

In Coppa Italia la Roma parte dagli ottavi di finale, dove sconfigge la Triestina per 3-1.[22] Nella partita seguente estromette dalla competizione il Catania per 1-0.[23] In semifinale affronta l'Udinese, imponendosi 2-0 nella gara di andata e perdendo 1-0 nel ritorno. Per la differenza reti raggiunge la finale.[24] Nella finale del 5 maggio, viene sconfitta dall'Inter, che si impone nell'incontro svolto all'Olimpico per 1-0.[25]

In Europa League la Roma supera agevolmente i preliminari, sconfiggendo il Gent 3-1 all'andata e 7-1 in Belgio, al turno successivo affronta il club slovacco del Kosice, pareggiando 3-3 all'andata e imponendosi 7-1 a Roma.[26][27][28][29] Nella fase a gironi la Roma viene sorteggiata con Basilea, Fulham e CSKA Sofia nel Girone E. Dopo aver perso la gara inaugurale del girone per 2-0 con il Basilea in Svizzera, la Roma sconfigge il CSKA Sofia per 2-0 in casa, dopodiché pareggia 1-1 con il Fulham a Londra. Nella seconda fase, la Roma si impone in tutte le tre gare, sconfiggendo Fulham e Basilea per 2-1 e il CSKA Sofia per 3-0 in Bulgaria.[30]
Per i sedicesimi di finale, la Roma viene sorteggiata con i greci del Panathinaikos, venendo eliminata per un totale di 6-4 (i greci si impongono 3-2 in entrambi i confronti).[31][32]

La Lupa partecipa anche alla Superleague Formula 2010 arrivando ottava.[33]

Maglie e sponsor[modifica | modifica wikitesto]

Lo sponsor tecnico per la stagione 2009-2010 è Kappa, mentre lo sponsor ufficiale è Wind. La prima divisa è costituita da maglia rossa con bordi manica e colletto gialli, pantaloncini bianchi e calzettoni neri. In trasferta i Lupi usano una costituita da maglia bianca con banda giallorossa orizzontale nel torace, pantaloncini bianchi, calzettoni bianchi. Come terza divisa viene usato un kit completamente nero con il "lupetto" di Piero Gratton al posto dello stemma societario. I portieri usano tre divise: una nera, una gialla, una grigia, tutte con dettagli giallorossi.[34]

Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Trasferta
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Terza Divisa
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
1ª Portiere
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
2ª Portiere
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
3ª Portiere

Organigramma societario[modifica | modifica wikitesto]

Di seguito l'organigramma societario.[35][36]

Area direttiva

Area organizzativa

  • Coordinatore e ottimizzatore delle risorse umane dell'area sportiva: Gian Paolo Montali
  • Responsabile organizzativo e logistica: Antonio Tempestilli
  • Responsabile organizzazione e stadio: Maurizio Cenci
  • Team manager: Salvatore Scaglia
  • Dirigente addetto agli arbitri: Vittorio Benedetti

Area comunicazione

  • Responsabile comunicazione: Elena Turra

Area tecnica

Area sanitaria

  • Responsabile sanitario: Vincenzo Affinito
  • Massaggiatore: Giorgio Rossi

Rosa[modifica | modifica wikitesto]

Di seguito la rosa.[37]

N. Ruolo Giocatore
1 Romania P Bogdan Lobonț
2 Brasile D Cicinho [38]
3 Italia D Marco Andreolli
4 Brasile D Juan
5 Francia D Philippe Mexès
7 Cile C David Pizarro
9 Montenegro A Mirko Vučinić
10 Italia A Francesco Totti
11 Brasile C Rodrigo Taddei
12 Italia P Pietro Pipolo
13 Italia D Marco Motta
14 Francia C Ricardo Faty
15 Portogallo D Vitorino Antunes [38]
16 Italia C Daniele De Rossi
17 Norvegia D John Arne Riise
18 Italia C Mauro Esposito [38]
19 Brasile A Júlio Baptista
20 Italia C Simone Perrotta
N. Ruolo Giocatore
21 Italia C Stefano Guberti [38]
22 Italia D Max Tonetto
23 Italia C Leandro Greco [38]
24 Italia A Alessio Cerci
25 Brasile P Artur
26 Romania C Adrian Piț [38]
27 Brasile P Júlio Sérgio
29 Argentina D Nicolás Burdisso
30 Italia A Luca Toni
32 Brasile P Doni
33 Italia C Matteo Brighi
34 Romania P Alex Daniel Pena
39 Romania C Adrian Stoian
77 Italia D Marco Cassetti
89 Italia A Stefano Okaka [38]
94 Francia A Jérémy Ménez
Ghana C Ahmed Barusso [39]

Calciomercato[modifica | modifica wikitesto]

Di seguito il calciomercato.[37]

Sessione estiva (dall'1/7 all'1/9)[modifica | modifica wikitesto]

Acquisti
R. Nome da Modalità
P Bogdan Lobonț Dinamo Bucarest prestito con diritto di riscatto
D Marco Andreolli Sassuolo fine prestito
D Vitorino Antunes Lecce fine prestito
D Nicolás Burdisso Inter prestito (0 milioni €)[40]
D Marco Motta[41] Udinese riscatto metà (3,5 milioni €)[42]
C Edgar Álvarez Pisa fine prestito
C Ahmed Barusso Siena fine prestito
C Ricardo Faty Nantes fine prestito
C Leandro Greco Pisa fine prestito
C Stefano Guberti Bari svincolato
C Massimiliano Marsili Modena fine prestito
C Adrian Piț Pisa fine prestito
C Aleandro Rosi Livorno fine prestito
C Valerio Virga Novara fine prestito
A Alessio Cerci Atalanta fine prestito
A Mauro Esposito Chievo fine prestito
A Stefano Okaka Brescia fine prestito
A Fabio Zamblera Newcastle Utd prestito con diritto di riscatto
Cessioni
R. Nome a Modalità
D Souleymane Diamoutene Lecce fine prestito
D Simone Loria Torino prestito
D Christian Panucci Parma svincolato
D Alessandro Crescenzi Grosseto prestito
D Riccardo Brosco Triestina prestito
C Edgar Álvarez Bari definitivo (1,5 milioni €)[43]
C Alberto Aquilani Liverpool definitivo (20 milioni € + bonus 3milioni €)[44]
C Ahmed Barusso Brescia prestito
C Filipe Gomes Ribeiro Siena svincolato
C Massimiliano Marsili Cosenza prestito
C Valerio Virga Cosenza prestito
C Aleandro Rosi Siena comproprietà (1,25 milioni €)[45]
A Marco D'Alessandro Grosseto prestito con diritto di riscatto e controriscatto
A Vincenzo Montella fine carriera

Sessione invernale (dall'2/1 all'1/2)[modifica | modifica wikitesto]

Acquisti
R. Nome dal Modalità
A Luca Toni Bayern Monaco prestito[46]
Cessioni
R. Nome a Modalità
D Vitorino Antunes Leixões prestito[47]
D Adrian Piț Triestina prestito[47]
D Cicinho San Paolo prestito[48]
C Andrea Bertolacci Lecce prestito
C Mauro Esposito Grosseto prestito[47]
C Leandro Greco Piacenza prestito
C Stefano Guberti Sampdoria prestito (0,25 milioni €)[49]
A Stefano Okaka Fulham prestito (0,175 milioni €)[47]

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Serie A[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Serie A 2009-2010.

Girone di andata[modifica | modifica wikitesto]

Genova
23 agosto 2009, ore 20:45 CEST
1ª giornata
Genoa3 – 2
referto
RomaStadio Luigi Ferraris (25.414 spett.)
Arbitro:  Morganti (Ascoli Piceno)

Roma
30 agosto 2009, ore 18:00 CEST
2ª giornata
Roma1 – 3
referto
JuventusStadio Olimpico (57.500 spett.)
Arbitro:  Rocchi (Firenze)

Siena
13 settembre 2009, ore 15:00 CEST
3ª giornata
Siena1 – 2
referto
RomaStadio Artemio Franchi - Montepaschi Arena (10.045 spett.)
Arbitro:  Damato (Barletta)

Roma
20 settembre 2009, ore 15:00 CEST
4ª giornata
Roma3 – 1
referto
FiorentinaStadio Olimpico (31.378 spett.)
Arbitro:  Rizzoli (Bologna)

Palermo
23 settembre 2009, ore 20:45 CEST
5ª giornata
Palermo3 – 3
referto
RomaStadio Renzo Barbera (21.111 spett.)
Arbitro:  Rocchi (Firenze)

Catania
27 settembre 2009, ore 15:00 CEST
6ª giornata
Catania1 – 1
referto
RomaStadio Angelo Massimino (12.660 spett.)
Arbitro:  Saccani (Mantova)

Roma
4 ottobre 2009, ore 15:00 CEST
7ª giornata
Roma2 – 1
referto
NapoliStadio Olimpico (28.119 spett.)
Arbitro:  Banti (Livorno)

Milano
18 ottobre 2009, ore 20:45 CEST
8ª giornata
Milan2 – 1
referto
RomaStadio Giuseppe Meazza (40.000 spett.)
Arbitro:  Rosetti (Torino)

Roma
25 ottobre 2009, ore 15:00 CET
9ª giornata
Roma0 – 1
referto
LivornoStadio Olimpico (28.328 spett.)
Arbitro:  Russo (Avellino)

Udine
28 ottobre 2009, ore 15:00 CET
10ª giornata
Udinese2 – 1
referto
RomaStadio Friuli (16.563 spett.)
Arbitro:  Damato (Barletta)

Roma
1º novembre 2009, ore 15:00 CET
11ª giornata
Roma2 – 1
referto
BolognaStadio Olimpico (28.022 spett.)
Arbitro:  Baracani (Firenze)

Milano
8 novembre 2009, ore 20:45 CET
12ª giornata
Inter1 – 1
referto
RomaStadio Giuseppe Meazza (56.807 spett.)
Arbitro:  Rocchi (Firenze)

Roma
22 novembre 2009, ore 15:00 CET
13ª giornata
Roma3 – 1
referto
BariStadio Olimpico (41.248 spett.)
Arbitro:  Gava (Conegliano)

Bergamo
29 novembre 2009, ore 15:00 CET
14ª giornata
Atalanta1 – 2
referto
RomaStadio Atleti Azzurri d'Italia (10.752 spett.)
Arbitro:  Tagliavento (Terni)

Roma
6 dicembre 2009, ore 20:45 CET
15ª giornata
Roma1 – 0
referto
LazioStadio Olimpico (54.273 spett.)
Arbitro:  Rizzoli (Bologna)

Genova
13 dicembre 2009, ore 20:45 CET
16ª giornata
Sampdoria0 – 0
referto
RomaStadio Luigi Ferraris (24.073 spett.)
Arbitro:  Damato (Barletta)

Roma
21 dicembre 2009, ore 15:00 CET
17ª giornata
Roma2 – 0
referto
ParmaStadio Olimpico (36.899 spett.)
Arbitro:  Tagliavento (Terni)

Cagliari
6 gennaio 2010, ore 15:00 CET
18ª giornata
Cagliari2 – 2
referto
RomaStadio Sant'Elia (15.000 circa spett.)
Arbitro:  Rocchi (Firenze)

Roma
9 gennaio 2010, ore 18:00 CET
19ª giornata
Roma1 – 0
referto
ChievoStadio Olimpico (29.467 spett.)
Arbitro:  Mazzoleni (Bergamo)

Girone di ritorno[modifica | modifica wikitesto]

Roma
17 gennaio 2010, ore 15:00 CET
20ª giornata
Roma3 – 0
referto
GenoaStadio Olimpico (31.746 spett.)
Arbitro:  Romeo (Verona)

Torino
23 gennaio 2010, ore 20:45 CET
21ª giornata
Juventus1 – 2
referto
RomaStadio Olimpico (18.750 spett.)
Arbitro:  Tagliavento (Terni)

Roma
31 gennaio 2010, ore 15:00 CET
22ª giornata
Roma2 – 1
referto
SienaStadio Olimpico (30.573 spett.)
Arbitro:  Baracani (Firenze)

Firenze
7 febbraio 2010, ore 20:45 CET
23ª giornata
Fiorentina0 – 1
referto
RomaStadio Artemio Franchi (27.442 spett.)
Arbitro:  Rizzoli (Bologna)

Roma
13 febbraio 2010, ore 18:00 CET
24ª giornata
Roma4 – 1
referto
PalermoStadio Olimpico (37.005 spett.)
Arbitro:  Tagliavento (Terni)

Roma
21 febbraio 2010, ore 15:00 CET
25ª giornata
Roma1 – 0
referto
CataniaStadio Olimpico (30.449 spett.)
Arbitro:  Bergonzi (Genova)

Napoli
28 febbraio 2010, ore 15:00 CET
26ª giornata
Napoli2 – 2
referto
RomaStadio San Paolo (50.832 spett.)
Arbitro:  Rizzoli (Bologna)

Roma
6 marzo 2010, ore 20:45 CET
27ª giornata
Roma0 – 0
referto
MilanStadio Olimpico (61.036 spett.)
Arbitro:  Tagliavento (Terni)

Livorno
14 marzo 2010, ore 15:00 CET
28ª giornata
Livorno3 – 3
referto
RomaStadio Armando Picchi (12.358 spett.)
Arbitro:  Romeo (Verona)

Roma
20 marzo 2010, ore 20:45 CET
29ª giornata
Roma4 – 2
referto
UdineseStadio Olimpico (34.318 spett.)
Arbitro:  Pierpaoli (Firenze)

Bologna
24 marzo 2010, ore 20:45 CET
30ª giornata
Bologna0 – 2
referto
RomaStadio Renato Dall'Ara (20.192 spett.)
Arbitro:  Damato (Barletta)

Roma
27 marzo 2010, ore 18:00 CEST
31ª giornata
Roma2 – 1
referto
InterStadio Olimpico (61.898 spett.)
Arbitro:  Morganti (Ascoli Piceno)

Bari
3 aprile 2010, ore 15:00 CEST
32ª giornata
Bari0 – 1
referto
RomaStadio San Nicola (43.773 spett.)
Arbitro:  Rizzoli (Bologna)

Roma
11 aprile 2010, ore 15:00 CEST
33ª giornata
Roma2 – 1
referto
AtalantaStadio Olimpico (49.803 spett.)
Arbitro:  Rocchi (Firenze)

Roma
18 aprile 2010, ore 18:30 CEST
34ª giornata
Lazio1 – 2
referto
RomaStadio Olimpico (61.615 spett.)
Arbitro:  Tagliavento (Terni)

Roma
25 aprile 2010, ore 20:45 CEST
35ª giornata
Roma1 – 2
referto
SampdoriaStadio Olimpico (56.379 spett.)
Arbitro:  Damato (Barletta)

Parma
1º maggio 2010, ore 18:00 CEST
36ª giornata
Parma1 – 2
referto
RomaStadio Ennio Tardini (21.323 spett.)
Arbitro:  Rocchi (Firenze)

Roma
9 maggio 2010, ore 15:00 CEST
37ª giornata
Roma2 – 1
referto
CagliariStadio Olimpico (50.291 spett.)
Arbitro:  Bergonzi (Genova)

Verona
16 maggio 2010, ore 15:00 CEST
38ª giornata
Chievo0 – 2
referto
RomaStadio Marcantonio Bentegodi (28.136 spett.)
Arbitro:  Tagliavento (Terni)

Coppa Italia[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Coppa Italia 2009-2010.
Roma
12 gennaio 2010, ore 21.00 CET
Ottavi di finale
Roma3 – 1
referto
TriestinaStadio Olimpico (7.241 spett.)
Arbitro:  Morganti (Ascoli Piceno)

Roma
26 gennaio 2010, ore 21.00 CET
Quarti di finale
Roma1 – 0
referto
CataniaStadio Olimpico (14.479 spett.)
Arbitro:  Pierpaoli (Firenze)

Roma
4 febbraio 2010, ore 21.00 CET
Semifinale, andata
Roma2 – 0
referto
UdineseStadio Olimpico (19.746 spett.)
Arbitro:  Bergonzi (Genova)

Udine
21 aprile 2010, ore 18.00 CET
Semifinale, ritorno
Udinese1 – 0
referto
RomaStadio Friuli (15.179 spett.)
Arbitro:  Banti (Livorno)

Roma
5 maggio 2010, ore 20:45 CEST
Finale
Inter1 – 0
referto
RomaStadio Olimpico (50.000 spett.)
Arbitro:  Rizzoli (Bologna)

Europa League[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: UEFA Europa League 2009-2010.

Terzo turno preliminare[modifica | modifica wikitesto]

Roma
30 luglio 2009, ore 20:45 CEST
Andata
Roma3 – 1
referto
GentStadio Olimpico (40.000 circa spett.)
Arbitro: Portogallo Paulo Manuel Gomes Costa

Gand
6 agosto 2009, ore 20:45 CEST
Ritorno
Gent1 – 7
referto
RomaJules Ottenstadion (12.000 circa spett.)
Arbitro: Germania Manuel Gräfe

Play off[modifica | modifica wikitesto]

Košice
20 agosto 2009, ore 16:30 CEST
Andata
Košice3 – 3
referto
RomaŠtadión Lokomotívy v Čermeli (10.000 circa spett.)
Arbitro: Danimarca Peter Rasmussen

Roma
27 agosto 2009, ore 20:45 CEST
Ritorno
Roma7 – 1
referto
KošiceStadio Olimpico (16.145 spett.)
Arbitro: Turchia Selçuk Dereli

Fase a gironi[modifica | modifica wikitesto]

Basilea
17 settembre 2009, ore 19:00 CEST
1ª giornata
Basilea2 – 0
referto
RomaSt. Jakob-Park (25.000 circa spett.)
Arbitro: Spagna Carlos Velasco

Roma
1º ottobre 2009, ore 21:05 CET
2ª giornata
Roma2 – 0
referto
CSKA SofiaStadio Olimpico (18.000 circa spett.)
Arbitro: Slovacchia Hrinak

Londra
22 ottobre 2009, ore 21:05 CET
3ª giornata
Fulham1 – 1
referto
RomaCraven Cottage (20.000 circa spett.)
Arbitro: Belgio Allaerts

Roma
5 novembre 2009, ore 19:00 CET
4ª giornata
Roma2 – 1
referto
FulhamStadio Olimpico (14.547 spett.)
Arbitro: Paesi Bassi Blom

Roma
3 dicembre 2009, ore 21:05 CET
5ª giornata
Roma2 – 1
referto
BasileaStadio Olimpico (27.000 spett.)
Arbitro: Francia Chapron

Sofia
16 dicembre 2009, ore 19:00 CET
6ª giornata
CSKA Sofia0 – 3
referto
RomaVasil Levski National Stadium (9.700 spett.)
Arbitro: Macedonia Stavrev

Fase a eliminazione diretta[modifica | modifica wikitesto]

Atene
18 febbraio 2010, ore 21:05 CET
Andata
Panathīnaïkos3 – 2
referto
RomaStadio Olimpico di Atene (54.274 spett.)
Arbitro: Slovenia Skomina

Roma
25 febbraio 2010, ore 19:00 CET
Ritorno
Roma2 – 3
referto
PanathīnaïkosStadio Olimpico di Roma (50.000 spett.)
Arbitro: Portogallo Paixao

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche di squadra[modifica | modifica wikitesto]

Di seguito le statistiche di squadra aggiornate al 18 maggio 2010.

Competizione Punti In casa In trasferta Totale DR
G V N P Gf Gs G V N P Gf Gs G V N P Gf Gs
Scudetto.svg Serie A 80 19 15 1 3 36 17 19 9 7 3 32 24 38 24 8 6 68 41 +27
Coccarda Coppa Italia.svg Coppa Italia - 3 3 0 0 6 1 2 0 0 2 0 2 4 3 0 1 6 2 +4
UEFA CUP.svg Europa League - 6 5 0 1 18 7 6 2 2 2 16 10 12 7 2 3 35 17 +18
Totale - 28 23 1 4 58 25 27 11 9 7 48 36 54 34 10 10 109 60 +49

Andamento in campionato[modifica | modifica wikitesto]

Giornata 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38
Luogo T C T C T T C T C T C T C T C T C T C C T C T C C T C T C T C T C T C T C T
Risultato P P V V N N V P P P V N V V V N V N V V V V V V V N N N V V V V V V P V V V
Posizione 15 20 14 11 9 9 8 11 12 14 14 13 11 9 6 5 4 5 5 3 3 3 3 3 3 3 3 3 3 2 2 2 1 1 2 2 2 2

Legenda:
Luogo: C = Casa; T = Trasferta. Risultato: V = Vittoria; N = Pareggio; P = Sconfitta.

Statistiche dei giocatori[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore Serie A Coppa Italia Europa League Totale
Presenze Reti Ammonizioni Espulsioni Presenze Reti Ammonizioni Espulsioni Presenze Reti Ammonizioni Espulsioni Presenze Reti Ammonizioni Espulsioni
Andreolli, M. M. Andreolli 80201000611015130
Artur, G. G. Artur 1-30000004-6005-900
Baptista, J. J. Baptista 233103100500031410
Brighi, M. M. Brighi 244102100500031510
Burdisso, N. N. Burdisso 332504010600043260
Cassetti, M. M. Cassetti 292603001500037261
Cerci, A. A. Cerci 90202000732018340
Cicinho, Cicinho 2000100020005000
De Rossi, D. D. De Rossi 337804110112404810130
Doni, Doni 7-8113-1003-50013-1411
Faty, R. R. Faty 80202000100011020
Guberti, S. S. Guberti 60100000610012110
Juan, Juan 290502000401035060
Júlio Sérgio, Júlio Sérgio 30-29002-2005-30037-3400
Lobonț, B. B. Lobonț 2-100000010003-100
Ménez, J. J. Ménez 23110040008220353120
Mexès, P. P. Mexès 191404110801031260
Motta, M. M. Motta 160203000800027020
Okaka, S. S. Okaka 71101000632014430
Perrotta, S. S. Perrotta 325803010410039690
Pit, A. A. Piț 2000100000003000
Pizarro, D. D. Pizarro 31271401011120463101
Riise, J. J. Riise 3654040001031050850
Taddei, R. R. Taddei 342514000702045271
Tonetto, M. M. Tonetto 4000100030008000
Toni, L. L. Toni 155202000000017520
Totti, F. F. Totti 231450200161110312561
Vučinić, M. M. Vučinić 34143042007310451940

Giovanili[modifica | modifica wikitesto]

Organigramma societario[modifica | modifica wikitesto]

Area direttiva

  • Allenatore: Alberto De Rossi
  • Responsabile organizzativo: Bruno Conti

Piazzamenti[modifica | modifica wikitesto]

Primavera[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Risoluzione consensuale anticipata del contratto con il sig. Luciano Spalletti (PDF), www.asroma.it. URL consultato il 2 settembre 2009 (archiviato dall'url originale il 7 ottobre 2009).
  2. ^ a b Conferenza stampa di presentazione del nuovo allenatore da parte della presidentessa Rosella Sensi e di Claudio Ranieri, www.asroma.it. URL consultato il 2 settembre 2009.
  3. ^ Genoa, gol e spettacolo La Roma si arrende: 3-2. URL consultato il 16 novembre 2012.
  4. ^ È già la Juve di Diego Show e vittoria a Roma. URL consultato il 16 novembre 2012.
  5. ^ Ranieri, biennale con la Roma Spalletti: "Dimissioni decisione giusta", in La Gazzetta dello Sport, 1º settembre 2009. URL consultato il 23 ottobre 2009.
  6. ^ Ranieri, buona la prima Il Siena è battuto 2-1. URL consultato il 16 novembre 2012.
  7. ^ Roma travolgente, 3-1 ai viola E il miglior Totti della stagione. URL consultato il 16 novembre 2012.
  8. ^ Diluvio, emozioni ed errori Bel pari tra Palermo e Roma. URL consultato il 16 novembre 2012.
  9. ^ Roma, che finale Catania preso al 92'. URL consultato il 16 novembre 2012.
  10. ^ RISULTATI 7ª GIORNATA, su sportmediaset.mediaset.it. URL consultato il 16 novembre 2012 (archiviato dall'url originale il 3 marzo 2010).
  11. ^ Milan, ribaltone brasiliano: 2-1 Ranieri: "E' una vergogna". URL consultato il 16 novembre 2012.
  12. ^ Tavano punisce la Roma Buona la prima per Cosmi. URL consultato il 16 novembre 2012.
  13. ^ Floro Flores scatenato La Roma cade di nuovo. URL consultato il 16 novembre 2012.
  14. ^ Roma, reazione d'orgoglio Il Bologna sogna solo 3'. URL consultato il 16 novembre 2012.
  15. ^ La Roma riapre il campionato Inter bloccata in casa: 1-1. URL consultato il 17 novembre 2012.
  16. ^ Roma-Lazio 1-0 Decisivo Cassetti. URL consultato il 17 novembre 2012.
  17. ^ [Calcio – serie A: 23 gennaio 2010. Juventus-Roma 1-2. Del Piero 6′ st (J), Totti 23′ st rig. (R), Riise 48′ st (R) Calcio – serie A: 23 gennaio 2010. Juventus-Roma 1-2. Del Piero 6′ st (J), Totti 23′ st rig. (R), Riise 48′ st (R)]. URL consultato il 17 novembre 2012.
  18. ^ Roma, colpaccio a Firenze Vucinic colpisce nel finale. URL consultato il 17 novembre 2012.
  19. ^ Elisabetta Esposito, Roma sola in testa Il sorpasso è riuscito, in La Gazzetta dello Sport, 11 aprile 2010. URL consultato l'11 aprile 2010.
  20. ^ Pazzini gela l'Olimpico Roma-Sampdoria 1-2. URL consultato il 17 novembre 2012.
  21. ^ CLASSIFICA SERIEA 2009/2010. URL consultato il 17 novembre 2012.
  22. ^ Roma, rimonta da quarti In Coppa stende la Triestina. URL consultato il 17 novembre 2012.
  23. ^ La Roma batte un Catania in 9 e va in semifinale. URL consultato il 17 novembre 2012 (archiviato dall'url originale il 3 aprile 2010).
  24. ^ Coppa Italia, la Roma soffre ma va in finale con l'Inter. URL consultato il 17 novembre 2012.
  25. ^ Inter, ecco il primo titulo Zanetti alza la Coppa Italia.
  26. ^ Roma-Gent, su it.uefa.com. URL consultato il 17 novembre 2012.
  27. ^ Gent-Roma, su it.uefa.com. URL consultato il 17 novembre 2012.
  28. ^ La Roma si complica la vita Il Kosice la rimonta: è 3-3. URL consultato il 17 novembre 2012.
  29. ^ Roma-Kosice, su it.uefa.com. URL consultato il 17 novembre 2012.
  30. ^ Europa League 2009-2010. URL consultato il 17 novembre 2012.
  31. ^ Cissé condanna la Roma alla sconfitta, su it.uefa.com. URL consultato il 17 novembre 2012.
  32. ^ (EN) Panathinaikos ease past Roma, su it.uefa.com. URL consultato il 17 novembre 2012.
  33. ^ SuperLeague Formula Standings-2010, su gpupdate.net. URL consultato il 10 luglio 2013 (archiviato dall'url originale l'11 agosto 2017).
  34. ^ Castellani, Ceci, de Conciliis, p. 239-241
  35. ^ Staff tecnico sul sito ufficiale, asroma.it. URL consultato il 24 luglio 2009.
  36. ^ Organigramma societario dal sito ufficiale, asroma.it. URL consultato il 24 luglio 2009.
  37. ^ a b Rosa AS Roma - Saison 09/10, su transfermarkt.it. URL consultato il 15 aprile 2018.
  38. ^ a b c d e f g Ceduto nella sessione invernale di calciomercato
  39. ^ Ceduto nella sessione estiva di calciomercato
  40. ^ Acquisizione a titolo temporaneo e gratuito del diritto alle prestazioni sportive del calciatore Nicolas Burdisso, www.asroma.it. URL consultato il 22 agosto 2009.
  41. ^ Il giocatore era già nella Roma durante la stagione precedente
  42. ^ ESERCITATO IL DIRITTO DI OPZIONE PER L’ACQUISIZIONE A TITOLO DEFINITIVO DEL DIRITTO ALLE PRESTAZIONI SPORTIVE DEL CALCIATORE MARCO MOTTA (PDF), www.asroma.it.
  43. ^ Calciomercato Serie A 2009-10: tabella acquisti e cessioni, www.corrieredellosport.it. URL consultato il 21 agosto 2009 (archiviato dall'url originale il 18 ottobre 2009).
  44. ^ www.asroma.it, http://www.asroma.it/UserFiles/988.pdf.
  45. ^ CESSIONE A TITOLO DEFINITIVO CON ACCORDO DI PARTECIPAZIONE DEL DIRITTO ALLE PRESTAZIONI SPORTIVE DEL CALCIATORE ALEANDRO ROSI (PDF), www.asroma.it.
  46. ^ Perfezionato il contratto economico con il calciatore Luca Toni (PDF), www.asroma.it. URL consultato il 2 gennaio 2010 (archiviato dall'url originale il 14 febbraio 2010).
  47. ^ a b c d Operazioni di mercato realizzate, www.asroma.it. URL consultato il 2 febbraio 2010.
  48. ^ Cessione a titolo temporaneo del diritto alle prestazioni sportive del calciatore De Cesare Cicero Joao (PDF), www.asroma.it. URL consultato il 10 febbraio 2010 (archiviato dall'url originale il 15 febbraio 2010).
  49. ^ Cessione a titolo temporaneo del diritto alle prestazioni sportive del calciatore Stefano Guberti (PDF), www.asroma.it. URL consultato l'11 febbraio 2010.
  50. ^ Sconfitta agli ottavi dal Chievo per 3-1.
  51. ^ Sconfitta agli ottavi dal Palermo per 2-1.
  52. ^ Sconfitta agli ottavi dall'Empoli per 3-1.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Paolo Castellani, Massimilano Ceci, Riccardo de Conciliis, La maglia che ci unisce. Storia delle divise dell'AS Roma dalla nascita ai giorni nostri (libro ufficiale AS Roma), Goalbook Edizioni, 2012, ISBN 978-88-908115-0-0.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]