Associazione Sportiva Roma 2002-2003

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

1leftarrow blue.svgVoce principale: Associazione Sportiva Roma.

AS Roma
Stagione 2002-2003
AllenatoreItalia Fabio Capello
PresidenteItalia Franco Sensi
Serie A8º posto (in Coppa UEFA)
Coppa ItaliaFinalista
Champions LeagueSeconda fase a gironi
Maggiori presenzeCampionato: Samuel (31)
Miglior marcatoreCampionato: Totti (14)
Totale: Totti (20)
Maggior numero di spettatori74 313 vs. Juventus (1º dicembre 2002)
Minor numero di spettatori51 018 vs. Piacenza (23 marzo 2003)
Media spettatori57 160¹
¹
considera le partite giocate in casa in campionato.

Questa voce raccoglie le informazioni riguardanti l'Associazione Sportiva Roma nelle competizioni ufficiali della stagione 2002-2003.

Stagione[modifica | modifica wikitesto]

La società capitolina non è protagonista sul mercato, limitandosi a pochi acquisti non di spessore.[1][2] Nelle prime 3 uscite i giallorossi sono sconfitti da Bologna[3] (in campionato), Real Madrid[4] (nel girone di Champions League) e Modena.[5] La prima vittoria giunge solo alla fine di settembre, quando una tripletta del capitano Totti permette di espugnare il campo del Brescia.[6] Nella partita successiva, un gol di Cassano dà i primi 3 punti in Europa.[7] La squadra riesce a superare la prima fase a gironi del torneo, ma non la seconda in cui i 3 k.o. iniziali compromettono la qualificazione.[8]

Dopo aver infilitto un 6-3 al Vicenza nel ritorno dei quarti di Coppa Italia,[9] i capitolini perdono anche contro il Como.[10] Il campionato si chiude con un deludente ottavo posto, ma la Roma si qualifica per la Coppa UEFA essendo la finalista perdente del torneo nazionale.[11]

Maglie e sponsor[modifica | modifica wikitesto]

Lo sponsor tecnico è Kappa, lo sponsor ufficiale è Mazda. La prima divisa è costituita da maglia rossa con colletto giallo, pantaloncini bianchi e calzettoni neri. In trasferta i Lupi usano una costituita da maglia bianca, pantaloncini bianchi, calzettoni bianchi. Come terza divisa viene usato un kit completamente nero, mentre come quarta la maglia è gialla con dettagli neri, pantaloncini e calzettoni sono neri. In UEFA Champions League i giallorossi usano nelle partite casalinghe un kit costituito da maglia rossa con maniche gialle, pantaloncini e calzettoni sono neri, in trasferta viene usata una maglia bianca con maniche argentate. I portieri usano la third e la fourth.[12]

Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Trasferta
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Terza divisa
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Quarta divisa
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Europa casa
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Europa trasferta
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
1ª div. portiere
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
2ª div. portiere

Rosa[modifica | modifica wikitesto]

Di seguito la rosa.[13]

N. Ruolo Giocatore
1 Italia P Francesco Antonioli
2 Brasile D Cafu
4 Italia D Luigi Sartor
5 Francia D Jonathan Zebina
6 Brasile D Aldair
7 Italia C Diego Fuser
8 Brasile C Francisco Govinho Lima
9 Italia A Vincenzo Montella
10 Italia A Francesco Totti (Capitano)
11 Brasile C Emerson
13 Argentina D Leandro Damián Cufré
15 Francia C Olivier Dacourt
17 Italia C Damiano Tommasi
18 Italia A Antonio Cassano
N. Ruolo Giocatore
19 Argentina D Walter Samuel
20 Italia C Davide Bombardini
21 Italia C Alberto Aquilani [14]
22 Italia P Ivan Pelizzoli
23 Italia D Christian Panucci
24 Italia A Marco Delvecchio
25 Uruguay C Gianni Guigou
26 Italia D Damiano Ferronetti [14]
27 Italia C Daniele De Rossi [14]
28 Spagna C Josep Guardiola [15]
30 Italia A Massimo Marazzina
31 Grecia D Traïanos Dellas
32 Francia D Vincent Candela
33 Argentina A Gabriel Batistuta [15]

Calciomercato[modifica | modifica wikitesto]

Di seguito il calciomercato.[13]

Sessione estiva (dal 1/7 al 31/8)[modifica | modifica wikitesto]

Acquisti
R. Nome da Modalità
P Cristiano Lupatelli Chievo -
D Luigi Sartor Parma -
D Traïanos Dellas Perugia svincolato
C Josep Guardiola Brescia svincolato
C Davide Bombardini Palermo -
A Gustavo Vassallo Palermo fine prestito
Cessioni
R. Nome a Modalità
A Gustavo Vassallo Alcalá -
D Cesare Bovo Lecce -
D Antônio Carlos Beşiktaş svincolato
C Marcos Assunção Betis Siviglia -
A Giordano Meloni Cesena -
D Sebastiano Siviglia Parma -
A Abel Balbo Boca Juniors -

Sessione invernale (dal 3/1 al 31/1)[modifica | modifica wikitesto]

Acquisti
R. Nome da Modalità
C Olivier Dacourt Leeds Utd prestito
A Massimo Marazzina Chievo -
Cessioni
R. Nome a Modalità
C Josep Guardiola Brescia definitivo
A Gabriel Batistuta Inter prestito

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Serie A[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Serie A 2002-2003.

Girone di andata[modifica | modifica wikitesto]

Roma
6 novembre 2002, ore 20:45 CET
1ª giornata[16]
Roma2 – 1
referto
ComoStadio Olimpico di Roma
Arbitro:  Bolognino (Milano)

Bologna
14 settembre 2002, ore 15:00 CEST
2ª giornata
Bologna2 – 1
referto
RomaStadio Renato Dall'Ara
Arbitro:  Rosetti (Torino)

Roma
22 settembre 2002, ore 20:30 CEST
3ª giornata
Roma1 – 2
referto
ModenaStadio Olimpico di Roma
Arbitro:  Farina (Novi Ligure)

Brescia
29 settembre 2002, ore 15:00 CEST
4ª giornata
Brescia2 – 3
referto
RomaStadio Mario Rigamonti
Arbitro:  Dondarini (Finale Emilia)

Roma
5 ottobre 2002, ore 20:30 CEST
5ª giornata
Roma4 – 1
referto
UdineseStadio Olimpico di Roma
Arbitro:  Collina (Viareggio)

Empoli
19 ottobre 2002, ore 18:00 CEST
6ª giornata
Empoli1 – 3
referto
RomaStadio Carlo Castellani
Arbitro:  Bolognino (Milano)

Roma
27 ottobre 2002, ore 20:30 CET
7ª giornata
Lazio2 – 2
referto
RomaStadio Olimpico di Roma
Arbitro:  Paparesta (Bari)

Roma
3 novembre 2002, ore 15:00 CET
8ª giornata
Roma2 – 2
referto
PerugiaStadio Olimpico di Roma
Arbitro:  Trentalange (Torino)

Piacenza
9 novembre 2002, ore 20:30 CET
9ª giornata
Piacenza1 – 1
referto
RomaStadio Leonardo Garilli
Arbitro:  Collina (Viareggio)

Roma
16 novembre 2002, ore 20:30 CET
10ª giornata
Roma2 – 2
referto
InterStadio Olimpico di Roma
Arbitro:  Racalbuto (Bari)

Parma
24 novembre 2002, ore 15:00 CET
11ª giornata
Parma3 – 0
referto
RomaStadio Ennio Tardini
Arbitro:  Collina (Viareggio)

Roma
1º dicembre 2002, ore 20:30 CET
12ª giornata
Roma2 – 2
referto
JuventusStadio Olimpico di Roma
Arbitro:  Bertini (Arezzo)

Milano
7 dicembre 2002, ore 20:30 CET
13ª giornata
Milan1 – 0
referto
RomaStadio San Siro
Arbitro:  Collina (Viareggio)

Roma
15 dicembre 2002, ore 15:00 CET
14ª giornata
Roma3 – 0
referto
RegginaStadio Olimpico di Roma
Arbitro:  Messina (Bergamo)

Torino
21 dicembre 2002, ore 15:00 CET
15ª giornata
Torino0 – 1
referto
RomaStadio delle Alpi
Arbitro:  Dondarini (Finale Emilia)

Roma
12 gennaio 2003, ore 15:00 CET
16ª giornata
Roma0 – 1
referto
ChievoStadio Olimpico di Roma
Arbitro:  Messina (Bergamo)

Bergamo
19 gennaio 2003, ore 15:00 CET
17ª giornata
Atalanta2 – 1
referto
RomaStadio Atleti Azzurri d'Italia
Arbitro:  Trentalange (Torino)

Girone di ritorno[modifica | modifica wikitesto]

Piacenza
25 gennaio 2003, ore 15:00 CET
18ª giornata
Como2 – 0
referto
RomaStadio Leonardo Garilli
Arbitro:  Treossi (Forlì)

Roma
1º febbraio 2003, ore 15:00 CET
19ª giornata
Roma3 – 1
referto
BolognaStadio Olimpico di Roma
Arbitro:  Tombolini (Ancona)

Modena
9 febbraio 2003, ore 15:00 CET
20ª giornata
Modena1 – 1
referto
RomaStadio Alberto Braglia
Arbitro:  Rosetti (Torino)

Roma
15 febbraio 2003, ore 15:00 CET
21ª giornata
Roma0 – 0
referto
BresciaStadio Olimpico di Roma
Arbitro:  Trefoloni (Siena)

Udine
23 febbraio 2003, ore 15:00 CET
22ª giornata
Udinese2 – 1
referto
RomaStadio Friuli
Arbitro:  Pieri (Genova)

Roma
2 marzo 2003, ore 15:00 CET
23ª giornata
Roma3 – 1
referto
EmpoliStadio Olimpico di Roma
Arbitro:  Bolognino (Milano)

Roma
8 marzo 2003, ore 15:00 CET
24ª giornata
Roma1 – 1
referto
LazioStadio Olimpico di Roma
Arbitro:  Messina (Bergamo)

Bologna
16 marzo 2003, ore 15:00 CET
25ª giornata
Perugia1 – 0
referto
RomaStadio Renato Curi
Arbitro:  Saccani (Mantova)

Roma
23 marzo 2003, ore 15:00 CET
26ª giornata
Roma3 – 0
referto
PiacenzaStadio Olimpico di Roma
Arbitro:  Rosetti (Torino)

Milano
6 aprile 2003, ore 20:30 CEST
27ª giornata
Inter3 – 3
referto
RomaStadio San Siro
Arbitro:  Collina (Viareggio)

Roma
13 aprile 2003, ore 15:00 CEST
28ª giornata
Roma2 – 1
referto
ParmaStadio Olimpico di Roma
Arbitro:  Trefoloni (Siena)

Torino
19 aprile 2003, ore 15:00 CEST
29ª giornata
Juventus2 – 1
referto
RomaStadio delle Alpi
Arbitro:  Pellegrino (Barcellona Pozzo di Gotto)

Roma
26 aprile 2003, ore 20:30 CEST
30ª giornata
Roma2 – 1
referto
MilanStadio Olimpico di Roma
Arbitro:  Paparesta (Bari)

Reggio Calabria
3 maggio 2003, ore 15:00 CEST
31ª giornata
Reggina2 – 3
referto
RomaStadio Oreste Granillo
Arbitro:  Cassarà (Palermo)

Roma
10 maggio 2003, ore 15:00 CEST
32ª giornata
Roma3 – 1
referto
TorinoStadio Olimpico di Roma
Arbitro:  Pieri (Genova)

Verona
17 maggio 2003, ore 15:00 CEST
33ª giornata
Chievo0 – 0
referto
RomaStadio Marcantonio Bentegodi
Arbitro:  Rosetti (Torino)

Roma
24 maggio 2003, ore 15:00 CEST
34ª giornata
Roma1 – 2
referto
AtalantaStadio Olimpico di Roma
Arbitro:  Pellegrino (Barcellona Pozzo di Gotto)

Coppa Italia[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Coppa Italia 2002-2003.
Trieste
4 dicembre 2002, ore 18:15 CET
Ottavi andata
Triestina1 – 1
referto
RomaStadio Nereo Rocco
Arbitro:  Pellegrino (Barcellona Pozzo di Gotto)

Roma
17 dicembre 2002, ore 17:30 CET
Ottavi ritorno
Roma1 – 1
(d.t.s.)
referto
TriestinaStadio Olimpico di Roma
Arbitro:  Dattilo (Locri)

Vicenza
16 gennaio 2003, ore 21:00 CET
Quarti andata
Vicenza1 – 2
referto
RomaStadio Romeo Menti
Arbitro:  Ayroldi (Molfetta)

Roma
22 gennaio 2003, ore 17:30 CET
Quarti ritorno
Roma6 – 3
referto
VicenzaStadio Olimpico di Roma
Arbitro:  Tombolini (Ancona)

Roma
5 febbraio 2003, ore 20:30 CET
Semifinale andata
Lazio1 – 2
referto
RomaStadio Olimpico di Roma
Arbitro:  Trefoloni (Siena)

Roma
16 aprile 2003, ore 20:30 CEST
Semifinale ritorno
Roma1 – 0
referto
LazioStadio Olimpico di Roma
Arbitro:  Collina (Viareggio)

Roma
20 maggio 2003, ore 20:45 CEST
Finale andata
Roma1 – 4
referto
MilanStadio Olimpico di Roma
Arbitro:  Paparesta (Bari)

Milano
31 maggio 2003, ore 20:45 CEST
Finale ritorno
Milan2 – 2
referto
RomaStadio San Siro
Arbitro:  Rosetti (Torino)

UEFA Champions League[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: UEFA Champions League 2002-2003.

Prima fase a gironi[modifica | modifica wikitesto]

Roma
17 settembre 2002, ore 20:45 CEST
1ª giornata
Roma0 – 3
referto
Real MadridStadio Olimpico di Roma
Arbitro: Germania Merk

Atene
25 settembre 2002, ore 20:45 CEST
2ª giornata
AEK Atene0 – 0
referto
RomaStadio Nikos Goumas
Arbitro: Inghilterra Barber

Genk
2 ottobre 2002, ore 20:45 CEST
3ª giornata
Genk0 – 1
referto
RomaCristal Arena
Arbitro: Francia Sars

Roma
22 ottobre 2002, ore 20:45 CEST
4ª giornata
Roma0 – 0
referto
GenkStadio Olimpico di Roma
Arbitro: Croazia Siric

Madrid
30 ottobre 2002, ore 20:45 CET
5ª giornata
Real Madrid0 – 1
referto
RomaStadio Santiago Bernabéu
Arbitro: Scozia Dallas

Roma
12 novembre 2002, ore 20:45 CET
6ª giornata
Roma1 – 1
referto
AEK AteneStadio Olimpico di Roma
Arbitro: Francia Bré

Seconda fase a gironi[modifica | modifica wikitesto]

Roma
27 novembre 2002, ore 20:45 CET
1ª giornata
Roma1 – 3
referto
ArsenalStadio Olimpico di Roma
Arbitro: Slovacchia Micheľ

Amsterdam
10 dicembre 2002, ore 20:45 CET
2ª giornata
Ajax2 – 1
referto
RomaAmsterdam ArenA
Arbitro: Germania Merk

Roma
18 febbraio 2003, ore 20:45 CET
3ª giornata
Roma0 – 1
referto
ValenciaStadio Olimpico di Roma
Arbitro: Germania Stark

Valencia
26 febbraio 2003, ore 20:45 CET
4ª giornata
Valencia0 – 3
referto
RomaStadio Mestalla
Arbitro: Belgio De Bleeckere

Londra
11 marzo 2003, ore 20:45 CET
5ª giornata
Arsenal1 – 1
referto
RomaHighbury
Arbitro: Svizzera Meier

Roma
19 marzo 2003, ore 20:45 CET
6ª giornata
Roma1 – 1
referto
AjaxStadio Olimpico di Roma
Arbitro: Germania Fandel

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche di squadra[modifica | modifica wikitesto]

Competizione Punti In casa In trasferta Totale DR
G V N P Gf Gs G V N P Gf Gs G V N P Gf Gs
Scudetto.svg Serie A 49 17 9 5 3 33 19 17 4 5 8 22 27 34 13 10 11 55 46 +9
Coccarda Coppa Italia.svg Coppa Italia - 4 2 2 0 10 6 4 2 1 1 6 7 8 4 3 1 16 13 +3
Coppa Campioni.svg Champions League - 6 0 3 3 3 9 6 3 2 1 7 3 12 3 5 4 10 12 -2
Totale - 27 11 10 6 46 34 27 9 8 10 35 37 54 30 18 16 81 71 +10

Andamento in campionato[modifica | modifica wikitesto]

Giornata 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34
Luogo C T C T C T T C T C T C T C T C T T C T C T C C T C T C T C T C T C
Risultato V P P V V V N N N N P N P V V P P P V N N P V N P V N V P V V V N P
Posizione 6 8 12 11 6 5 5 6 6 8 9 10 11 9 8 9 9 10 9 10 9 10 9 8 10 8 8 8 8 8 8 8 8 8

Fonte: Italy » Serie A 2002/2003 » Results & Tables, worldfootball.net.
Legenda:
Luogo: C = Casa; T = Trasferta. Risultato: V = Vittoria; N = Pareggio; P = Sconfitta.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Massimo Norrito, Ciao "Bomba": "Vado a Roma e sono felice ma Palermo non la dimentico", in la Repubblica, 28 maggio 2002.
  2. ^ Lite Capello-Sensi su Davids "Se arriviamo quarti lo caccio", in repubblica.it, 31 agosto 2002.
  3. ^ Luigi Garlando e Matteo Dalla Vite, Cruz manda in crisi la Roma, in La Gazzetta dello Sport, 15 settembre 2002.
  4. ^ Massimo Vincenzi, Troppo forte il Real Madrid La Roma lotta ma si dissolve, in repubblica.it, 17 settembre 2002.
  5. ^ Mattia Chiusano, Panucci ha detto: mi fai pena, in la Repubblica, 23 settembre 2002.
  6. ^ Luigi Garlando e Massimo Cecchini, Ci pensa Totti, in La Gazzetta dello Sport, 30 settembre 2002.
  7. ^ La Roma soffre ma espugna Genk, in repubblica.it, 2 ottobre 2002.
  8. ^ Roma battuta dall'Arsenal È crisi anche in Europa, in repubblica.it, 27 novembre 2002.
  9. ^ Roma a valanga col Vicenza in semifinale sarà derby, in repubblica.it, 22 gennaio 2003.
  10. ^ Continua la crisi della Roma brutto ko anche contro il Como, in repubblica.it, 25 gennaio 2003.
  11. ^ Al Milan anche la Coppa Italia, in repubblica.it, 31 maggio 2003.
  12. ^ Castellani, Ceci, de Conciliis, pp. 216-218.
  13. ^ a b Rosa AS Roma - Saison 02/03, su transfermarkt.it. URL consultato il 15 aprile 2018.
  14. ^ a b c Aggregato dalla Primavera
  15. ^ a b Ceduto durante la sessione invernale di calciomercato
  16. ^ In programma per il 31 agosto e 1º settembre, l'intera giornata di Serie A fu rinviata per la disputa sui diritti televisivi delle società.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Paolo Castellani, Massimilano Ceci e Riccardo de Conciliis, La maglia che ci unisce. Storia delle divise dell'AS Roma dalla nascita ai giorni nostri, Roma, Goalbook Edizioni, 2012, ISBN 978-88-908115-0-0.

Videografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Manuela Romano (a cura di), La storia della A.S. Roma (10 DVD-Video), Corriere dello Sport, Rai Trade, 2006.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]