Associazione Sportiva Roma 1927-1928

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

1leftarrow blue.svgVoce principale: Associazione Sportiva Roma.

AS Roma
1927–28 Associazione Sportiva Roma.jpg
Stagione 1927-1928
AllenatoreInghilterra William Garbutt
PresidenteItalia Italo Foschi, e
Italia Renato Sacerdoti
Divisione Nazionale8º posto nel girone B
Coppa CONIVincitore
Maggiori presenzeCampionato: Corbjons, Ferraris IV, Chini (20)
Totale: Chini, Ferraris IV (35)
Miglior marcatoreCampionato: Bussich (10)
Totale: Chini (14)
StadioMotovelodromo Appio (~10 000)

Questa voce raccoglie le informazioni riguardanti l'Associazione Sportiva Roma nelle competizioni ufficiali della stagione 1927-1928.

Stagione[modifica | modifica wikitesto]

La premiazione ufficiale nel febbraio 1929 per la Coppa CONI, il primo trofeo della storia giallorossa, vinto il precedente 29 luglio 1928.

L'AS Roma nel 1927 partecipa al massimo campionato pochi mesi dopo la sua fondazione, il 7 giugno viene infatti trovato l'accordo tra Alba Roma, Roman e Fortitudo Pro Roma. All'accordo si sottrae l'altra squadra della Capitale, la Lazio. La società viene ammessa alla massima serie nazionale grazie all'allargamento del torneo nel quale l'anno prima l'Alba e la Fortitudo non erano riuscite a salvarsi: nei primi anni di girone unico per garantire una discreta rappresentanza alle squadre del centro-sud queste vengono sovente salvate d'ufficio dalla retrocessione.[1] La fusione delle tre società sortisce comunque gli effetti sperati, la Roma è infatti l'unica delle società provenienti dalla Lega Sud a salvarsi sul campo. Al termine della stagione vi è inoltre il successo in Coppa CONI, una sorta di torneo di consolazione per le squadre non ammesse alla fase finale della Divisione Nazionale.[1]

Maglie e sponsor[modifica | modifica wikitesto]

Le primissime maglie indossate dalla Roma nelle amichevoli in pre-campionato sono quelle del Roman, in seguito viene adottata una divisa con collo a V giallo, calzoncini bianchi e calzettoni rossi con fascia gialla. La seconda maglia era un completo interamente bianco con i calzettoni identici a quelli della prima divisa.[2]

Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Trasferta
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Portiere

Organigramma societario[modifica | modifica wikitesto]

Di seguito l'organigramma societario.[1]

Area direttiva
Area tecnica

Rosa[modifica | modifica wikitesto]

Di seguito la rosa.[1]

N. Ruolo Giocatore
Italia P Bruno Ballanti
Italia P Giuseppe Ernesto Rapetti
Italia D Angelo Bianchi
Italia D Giorgio Carpi
Italia D Giovanni Corbjons
Italia D Giovanni Degni
Italia D Mario De Micheli
Italia D Attilio Mattei
Italia C Mario Bossi
Italia C Enrico Cappa
Italia A Cesare Augusto Fasanelli
Italia C Attilio Ferraris IV (capitano)
N. Ruolo Giocatore
Italia C Giacomo Narizzano
Italia C Bruno Ricci
Italia C Pierino Rovida
Italia C Giulio Scardola
Italia C Corrado Scocco
Italia A Carlo Zamporlini
Italia C Luigi Ziroli
Italia A Antonio Bianchi
Italia A Mario Bussich
Italia A Fernando Canestrelli
Argentina A Arturo Chini Ludueña
Italia A Antonio Maddaluno

Calciomercato[modifica | modifica wikitesto]

La Roma nel suo primo campionato non fa una vera e propria campagna acquisti, la rosa viene formata da una selezione dei giocatori provenienti dalle squadre che danno vita al club. Il solo giocatore ad essere acquistato è Mario Bussich proveniente dalla Triestina.[1]

Acquisti
R. Nome da Modalità
P Bruno Ballanti Alba Roma acquisito dalla fusione
P Giuseppe Ernesto Rapetti Fortitudo acquisito dalla fusione
D Angelo Bianchi Alba Roma acquisito dalla fusione
D Giorgio Carpi Roman acquisito dalla fusione
D Giovanni Corbjons Fortitudo acquisito dalla fusione
D Giovanni Degni Alba Roma acquisito dalla fusione
D Mario De Micheli Fortitudo acquisito dalla fusione
D Attilio Mattei Alba Roma acquisito dalla fusione
C Mario Bossi Roman acquisito dalla fusione
C Enrico Cappa Fortitudo acquisito dalla fusione
C Giacomo Narizzano Genoa definitivo
C Bruno Ricci Roman acquisito dalla fusione
C Pierino Rovida Alba Roma acquisito dalla fusione
C Giulio Scardola Alba Roma acquisito dalla fusione
C Corrado Scocco Fortitudo acquisito dalla fusione
C Luigi Ziroli Alba Roma acquisito dalla fusione
C Antonio Bianchi Fortitudo acquisito dalla fusione
A Carlo Zamporlini Fortitudo acquisito dalla fusione
A Mario Bussich Triestina definitivo
A Fernando Canestrelli Fortitudo acquisito dalla fusione
A Arturo Chini Ludueña Alba Roma acquisito dalla fusione
A Antonio Maddaluno Roman acquisito dalla fusione


Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Divisione Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Divisione Nazionale 1927-1928.

Girone di andata[modifica | modifica wikitesto]

Roma
25 settembre 1927
1ª giornata
Roma2 – 0
referto
LivornoMotovelodromo Appio
Arbitro:  U.Gama (Milano)

Genova
2 ottobre 1927, ore 15:00 CEST
2ª giornata
La Dominante0 – 0
referto
RomaStadio del Littorio
Arbitro:  Sganzetta (Torino)

Roma
9 ottobre 1927
3ª giornata
Roma3 – 1
referto
VeronaMotovelodromo Appio
Arbitro:  Rovida (Milano)

Novara
16 ottobre 1927
4ª giornata
Novara2 – 1
referto
RomaCampo di via Lombroso
Arbitro:  Garbieri (Genova)

Bologna
30 ottobre 1927
5ª giornata
Bologna3 – 0
referto
RomaStadio del Littoriale
Arbitro:  Casetta (Milano)

Roma
13 novembre 1927, ore 14:30 CET
6ª giornata
Roma0 – 0
referto
JuventusMotovelodromo Appio
Arbitro:  Lenti (Genova)

Modena
20 novembre 1927
7ª giornata
Modena2 – 0
referto
RomaVelodromo
Arbitro:  Montessoro (Torino)

Roma
27 novembre 1927, ore 14:30 CET
8ª giornata
Roma1 – 1
referto
CasaleMotovelodromo Appio
Arbitro:  Turbiani (Ferrara)

Busto Arsizio
4 dicembre 1927
9ª giornata
Pro Patria0 – 3
referto
RomaStadio di Corso XX Settembre
Arbitro:  Beretta (Novi Ligure)

8 dicembre 1927
10ª giornata[3]
 – 

Milano
11 dicembre 1927
11ª giornata
Inter3 – 3
referto
RomaCampo Virgilio Fossati
Arbitro:  Montessoro (Torino)

Girone di ritorno[modifica | modifica wikitesto]

Livorno
18 dicembre 1927
12ª giornata
Livorno2 – 1
referto
RomaCampo di Villa Chayes
Arbitro:  Carraro (Padova)

Roma
26 dicembre 1927, ore 14:30 CET
13ª giornata
Roma4 – 2
referto
La DominanteMotovelodromo Appio
Arbitro:  Scarpi (Dolo)

Verona
8 gennaio 1928
14ª giornata
Verona2 – 0
referto
RomaStadio comunale di Piazza Cittadella
Arbitro:  Medica (Bologna)

Roma
15 gennaio 1928, ore 14:30 CET
15ª giornata
Roma4 – 1
referto
NovaraMotovelodromo Appio
Arbitro:  Carraro (Padova)

Roma
22 gennaio 1928, ore 14:30 CET
16ª giornata
Roma1 – 1
referto
BolognaMotovelodromo Appio
Arbitro:  Lenti (Genova)

Torino
29 gennaio 1928
17ª giornata
Juventus3 – 0
referto
RomaStadio di Corso Marsiglia
Arbitro:  Giorgi (Milano)

Roma
5 febbraio 1928, ore 14:30 CET
18ª giornata
Roma3 – 3
referto
ModenaMotovelodromo Appio
Arbitro:  Carraro (Padova)

Casale Monferrato
12 febbraio 1928
19ª giornata
Casale3 – 2
referto
RomaStadio Natale Palli
Arbitro:  Lenti (Genova)

Roma
19 febbraio 1928, ore 14:30 CET
20ª giornata
Roma0 – 1
referto
Pro PatriaMotovelodromo Appio
Arbitro:  Osti (Ferrara)

26 febbraio 1928
21ª giornata[3]
 – 

Roma
4 marzo 1928
22ª giornata
Roma3 – 0
referto
AmbrosianaMotovelodromo Appio
Arbitro:  Carraro (Padova)

Coppa CONI[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Coppa CONI 1928.

Fase a gironi[modifica | modifica wikitesto]

Girone di andata[modifica | modifica wikitesto]
1º aprile 1928
1ª giornata - Girone A[3]
 – 

Roma
8 aprile 1928, ore 15:00 CEST
2ª giornata - Girone A
Roma4 – 1
referto
NapoliMotovelodromo Appio
Arbitro:  Osti (Ferrara)

Genova
15 aprile 1928
3ª giornata - Girone A
La Dominante1 – 0
referto
RomaStadio del Littorio
Arbitro:  Mattea (Casale Monferrato)

Roma
22 aprile 1928, ore 15:00 CEST
4ª giornata - Girone A
Roma2 – 0
referto
CremoneseMotovelodromo Appio
Arbitro:  Bruna (Venezia)

Brescia
17 maggio[4] 1928
5ª giornata - Girone A
Brescia1 – 2
referto
RomaStadium di Viale Venezia
Arbitro:  Giorgi (Milano)

Busto Arsizio
6 maggio 1928
6ª giornata - Girone A
Pro Patria1 – 2
referto
RomaStadio di Corso XX Settembre
Arbitro:  U.Gama (Milano)

Roma
13 maggio 1928, ore 15:00 CEST
7ª giornata - Girone A
Roma1 – 0
referto
NovaraMotovelodromo Appio
Arbitro:  Lenti (Genova)

Girone di ritorno[modifica | modifica wikitesto]
20 maggio 1928
8ª giornata - Girone A[3]
 – 

Napoli
24 giugno 1928
9ª giornata - Girone A
Napoli2 – 0
referto
RomaStadio Militare dell'Arenaccia
Arbitro:  U.Gama (Milano)

Roma
28 giugno 1928, ore 18:00 CEST
10ª giornata - Girone A
Roma6 – 0
referto
La DominanteMotovelodromo Appio
Arbitro:  Barlassina (Novara)

Roma
1º luglio 1928, ore 17:00 CEST
11ª giornata - Girone A
Roma2 – 2
referto
BresciaMotovelodromo Appio
Arbitro:  Bonello (Venezia)

Cremona
5 luglio 1928, ore 18:00 CEST
12ª giornata - Girone A
Cremonese2 – 3
referto
RomaStadio Giovanni Zini
Arbitro:  Caironi (Milano)

Novara
8 luglio 1928
13ª giornata - Girone A
Novara2 – 2
referto
RomaCampo di via Lombroso
Arbitro:  Carraro (Padova)

Roma
15 luglio 1928, ore 17:00 CEST
14ª giornata - Girone A
Roma5 – 1
referto
Pro PatriaMotovelodromo Appio
Arbitro:  Enrietti (Torino)

Finale[modifica | modifica wikitesto]

Roma
22 luglio 1928, ore 17:00 CEST
Finale Andata
Roma0 – 0
referto
ModenaMotovelodromo Appio
Arbitro:  Lenti (Genova)

Modena
26 luglio 1928
Finale ritorno
Modena2 – 2
referto
RomaEx Velodromo
Arbitro:  U.Gama (Milano)

Firenze
29 luglio 1928, ore 17:30 CEST
Finale spareggio
Modena1 – 2
(d.t.s.)
referto
RomaVelodromo Libertas
Arbitro:  Mattea (Casale Monferrato)

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche di squadra[modifica | modifica wikitesto]

Di seguito le statistiche di squadra.[1]

Competizione Punti In casa In trasferta Totale DR
G V N P Gf Gs G V N P Gf Gs G V N P Gf Gs
Scudetto.svg Divisione Nazionale 18 10 5 4 1 21 10 10 1 2 7 10 20 20 6 6 8 31 30 +1
Coppa CONI - 7 5 2 0 20 4 7 3 2 2 11 11 15 9 4 2 33 16 +17
Totale - 17 10 6 1 41 14 17 4 4 9 21 31 35 15 10 10 64 46 +18

Andamento in campionato[modifica | modifica wikitesto]

Giornata 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22
Luogo C T C T T C T C T -[3] T T C T C C T C T C -[3] C
Risultato V N V P P N P N V - N P V P V N P N P P - V
Posizione 1 2 1 3 5 5 6 7 5 6 7 8 7 7 7 7 7 7 8 8 8 8

Legenda:
Luogo: C = Casa; T = Trasferta. Risultato: V = Vittoria; N = Pareggio; P = Sconfitta.

Statistiche dei giocatori[modifica | modifica wikitesto]

Presenze desunte dalle edizioni cartacee dei giornali dell'epoca.

Giocatore Divisione Nazionale Coppa CONI Totale
Presenze Reti Presenze Reti Presenze Reti
Ballanti, B. B. Ballanti 5-814-1519-23
Rapetti, G. G. Rapetti 15-221-116-23
Bianchi, Ang. Ang. Bianchi 101020
Carpi, G. G. Carpi 500050
Corbjons, G. G. Corbjons 201131332
Degni, G. G. Degni 160151311
De Micheli, M. M. De Micheli 001010
Mattei, A. A. Mattei 190152342
Bossi, M. M. Bossi 001111
Cappa, E. E. Cappa 154103257
Fasanelli, C. C. Fasanelli 1831493212
Ferraris IV, A. A. Ferraris IV 200152352
Narizzano, G. G. Narizzano 410041
Ricci, B. B. Ricci 001111
Rovida, P. P. Rovida 150130280
Scardola, G. G. Scardola 300030
Scocco, C. C. Scocco 100010
Zamporlini, C. C. Zamporlini 402060
Ziroli, L. L. Ziroli 19370263
Bianchi, Ant. Ant. Bianchi 004141
Bussich, M. M. Bussich 19101533413
Canestrelli, F. F. Canestrelli 110011
Chini, A. A. Chini 2071573514
Maddaluno, A. A. Maddaluno 008282

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e f Izzi, Valitutti, p. 8.
  2. ^ Castellani, Ceci, de Conciliis, p. 18.
  3. ^ a b c d e f Turno di riposo.
  4. ^ Gara prevista per il 29 aprile 1928 e rinviata al 17 maggio.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Paolo Castellani, Massimilano Ceci e Riccardo de Conciliis, La maglia che ci unisce. Storia delle divise dell'AS Roma dalla nascita ai giorni nostri, Roma, Goalbook Edizioni, 2012, ISBN 978-88-908115-0-0.
  • Massimo Izzi e Francesco Valitutti, Cronologia della grande Roma, Roma, Newton Compton, 2001, ISBN 88-8289-599-8.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]