Associazione Sportiva Roma 1995-1996

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

1leftarrow blue.svgVoce principale: Associazione Sportiva Roma.

Associazione Sportiva Roma
Roma 1995-1996.png
Stagione 1995-1996
Allenatore Italia Carlo Mazzone
Presidente Italia Franco Sensi
Serie A 5º posto
Coppa Italia 2º turno
Coppa UEFA Quarti di finale
Scudetto Giovanissimi Nazionali Vincitore
Miglior marcatore Campionato: Abel Balbo (12)
Stadio Stadio Olimpico
Media spettatori 53.146

Questa voce raccoglie le informazioni riguardanti l'Associazione Sportiva Roma nelle competizioni ufficiali della stagione 1995-1996.

Stagione[modifica | modifica wikitesto]

Questa è la terza e ultima stagione sulla panchina della Roma per Carlo Mazzone e l'ultima stagione con la maglia giallorossa per Giuseppe Giannini. In quest'annata la Roma vince per la sesta volta nella storia contro la Juventus a Torino (2-0 con una doppietta di Abel Balbo), ed esce dalla Coppa UEFA contro lo Slavia Praga: 3-1 per la Roma al ritorno (dopo che all'andata ci fu una sconfitta per 2-0) con un gol subito nei minuti finali della partita di ritorno allo Stadio Olimpico, dopo una doppietta di Francesco Moriero e un gol di Giannini. Durante questa stagione Francesco Totti ricevette la sua prima convocazione in Nazionale. Alla fine del campionato la Roma giunse quinta.

Rosa[modifica | modifica wikitesto]

N. Ruolo Giocatore
1 Italia P Giovanni Cervone
2 Italia D Enrico Annoni
3 Italia D Marco Lanna
4 Italia D Fabio Petruzzi
5 Brasile D Aldair
6 Italia D Amedeo Carboni
7 Italia C Francesco Moriero
8 Italia C Francesco Statuto
9 Argentina A Abel Balbo
10 Italia C Giuseppe Giannini
11 Uruguay A Daniel Fonseca
12 Italia P Giorgio Sterchele
13 Italia C Luigi Di Biagio
N. Ruolo Giocatore
14 Svezia C Jonas Thern
15 Italia C Alessio Scarchilli
17 Italia C Massimiliano Cappioli
18 Italia C Daniele Berretta
19 Italia C Franco Florio
20 Italia A Francesco Totti
21 Italia P Giampaolo Di Magno
22 Italia A Marco Branca [1]
23 Italia D Gianluca Cherubini
24 Italia A Marco Delvecchio [2]
25 Grecia A Lampros Choutos
- Italia A Fabio Sposito
- Italia D Andrea Cupi

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Marcatori[modifica | modifica wikitesto]

I goleador giallorossi


Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Serie A[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Serie A 1995-1996.

Girone di andata[modifica | modifica wikitesto]

Genova
27 agosto 1995, ore 20:30
1ª giornata
Sampdoria 1 – 1
referto
Roma Luigi Ferraris
Arbitro Pairetto

Roma
10 settembre 1995, ore 15:00
2ª giornata
Roma 0 – 1
referto
Atalanta Olimpico
Arbitro Farina (Novi Ligure)

Roma
17 settembre 1995, ore 20:30
3ª giornata
Roma 1 – 2
referto
Milan Olimpico
Arbitro Collina (Viareggio)

Cremona
24 settembre 1995, ore 15:00
4ª giornata
Cremonese 0 – 1
referto
Roma Zini, Cremona
Arbitro Treossi

Roma
1º ottobre 1995, ore 20:30
5ª giornata
Roma 0 – 0
referto
Lazio Olimpico
Arbitro Cesari

Torino
15 ottobre 1995, ore 15:00
6ª giornata
Torino 2 – 2
referto
Roma Stadio Delle Alpi
Arbitro Bazzoli

Roma
22 ottobre 1995, ore 15:00
7ª giornata
Roma 1 – 1
referto
Parma Olimpico, Roma
Arbitro Nicchi

Cagliari
29 ottobre 1995, ore 14:30
8ª giornata
Cagliari 0 – 2
referto
Roma Sant'Elia
Arbitro Boggi (Salerno)

Roma
5 novembre 1995, ore 14:30
9ª giornata
Roma 2 – 0
referto
Padova Olimpico, Roma
Arbitro Borriello

Piacenza
19 novembre 1995, ore 14:30
10ª giornata
Piacenza 1 – 0
referto
Roma Garilli, Piacenza
Arbitro Bettin

Roma
26 novembre 1995
11ª giornata
Roma 2 – 1
referto
Bari Olimpico, Roma
Arbitro Quartuccio

Udine
3 dicembre 1995, ore 14:30
12ª giornata
Udinese 1 – 1
referto
Roma Friuli
Arbitro Beschin

Roma
10 dicembre 1995, ore 14:30
13ª giornata
Roma 1 – 1
referto
Vicenza Olimpico
Arbitro Racalbuto

Napoli
17 dicembre 1995, ore 14:30
14ª giornata
Napoli 0 – 2
referto
Roma San Paolo
Arbitro Nicchi

Torino
23 dicembre 1995, ore 14:30
15ª giornata
Juventus 0 – 2
referto
Roma Delle Alpi, Torino
Arbitro Collina (Viareggio)

Roma
7 gennaio 1996
16ª giornata
Roma 2 – 2
referto
Fiorentina Olimpico, Roma
Arbitro Boggi (Salerno)

Milano
14 gennaio 1996, ore 14:30
17ª giornata
Inter 2 – 0
referto
Roma San Siro, Milano
Arbitro Cesari

Girone di ritorno[modifica | modifica wikitesto]

Roma
21 gennaio 1996, ore 14:30
18ª giornata
Roma 3 – 1
referto
Sampdoria Olimpico
Arbitro Braschi

Bergamo
28 gennaio 1996, ore 14:30
19ª giornata
Atalanta 2 – 1
referto
Roma Atleti Azzurri d'Italia
Arbitro Pairetto

Milano
4 febbraio 1996, ore 14:30
20ª giornata
Milan 3 – 1
referto
Roma San Siro
Arbitro Bazzoli

Roma
11 febbraio 1996, ore 14:30
21ª giornata
Roma 3 – 0
referto
Cremonese Olimpico
Arbitro Rodomonti

Roma
18 febbraio 1996, ore 20:30
22ª giornata
Lazio 1 – 0
referto
Roma Olimpico
Arbitro Nicchi

Roma
25 febbraio 1996, ore 14:30
23ª giornata
Roma 1 – 0
referto
Torino Olimpico
Arbitro Messina

Parma
2 marzo 1996, ore 14:30
24ª giornata
Parma 1 – 1
referto
Roma Ennio Tardini
Arbitro Bettin

Roma
10 marzo 1996, ore 15:00
25ª giornata
Roma 1 – 1
referto
Cagliari Olimpico
Arbitro Pellegrino

Padova
10 aprile 1996, ore 20:30
26ª giornata
Padova 1 – 2
referto
Roma
Arbitro Quartuccio

Roma
24 marzo 1996, ore 15:00
27ª giornata
Roma 2 – 1
referto
Piacenza Olimpico
Arbitro Bolognino

Bari
31 marzo 1996, ore 15:00
28ª giornata
Bari 1 – 2
referto
Roma San Nicola
Arbitro Bettin

Roma
6 aprile 1996, ore 16:00
29ª giornata
Roma 2 – 1
referto
Udinese Olimpico
Arbitro Borriello

Vicenza
14 aprile 1996, ore 16:00
30ª giornata
Vicenza 2 – 1
referto
Roma Menti
Arbitro Trentalange

Roma
21 aprile 1996, ore 16:00
31ª giornata
Roma 4 – 1
referto
Napoli Olimpico
Arbitro Treossi

Roma
28 aprile 1996, ore 16:00
32ª giornata
Roma 2 – 2
referto
Juventus Olimpico
Arbitro Collina (Viareggio)

Firenze
5 maggio 1996, ore 16:00
33ª giornata
Fiorentina 1 – 4
referto
Roma Artemio Franchi
Arbitro Pellegrino

Roma
12 maggio 1996, ore 16:00
34ª giornata
Roma 1 – 0
referto
Inter Olimpico
Arbitro Cesari

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Ceduto all'Inter nel novembre 1995.
  2. ^ Acquistato dall'Inter nel novembre 1995.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]