Associazione Sportiva Roma 1981-1982

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

1leftarrow blue.svgVoce principale: Associazione Sportiva Roma.

AS Roma
Associazione Sportiva Roma 1981-1982.jpg
La rosa e lo staff tecnico della Roma nella stagione 1981-1982.
Stagione 1981-1982
AllenatoreSvezia Nils Liedholm
All. in secondaItalia Luciano Tessari
PresidenteItalia Dino Viola
Serie A3º posto (in Coppa UEFA)
Coppa ItaliaQuarti di finale
Coppa delle CoppeOttavi di finale
Maggiori presenzeCampionato: Nela, Tancredi (30)
Totale: Nela, Tancredi (36)
Miglior marcatoreCampionato: Pruzzo (15)
Totale: Pruzzo (17)
StadioStadio Olimpico di Roma
Media spettatori45.289[1]

Questa voce raccoglie le informazioni riguardanti l'Associazione Sportiva Roma nelle competizioni ufficiali della stagione 1981-1982.

Stagione[modifica | modifica wikitesto]

La stagione precedente al Mondiale spagnolo, conquistato dall'Italia, e al secondo scudetto giallorosso si rivela fortemente tribolata: la squadra capitolina che l'anno prima era arrivata seconda in classifica, non riesce ad andare oltre il terzo posto, a causa dei numerosi infortuni che i giocatori più importanti della squadra subiscono nel corso dell'annata, su tutti quelli di Ancelotti, assente per quasi tutto il campionato, e della stella brasiliana Falcão.[2]

Roberto Pruzzo (a destra), miglior marcatore stagionale della squadra con 17 gol, alle prese con Fernando Freitas nel turno di Coppa delle Coppe contro il Porto; Pruzzo indossa la speciale maglia approntata per la competizione, rossa con bande gialle.

Un iniziale avvicendamento in vetta alla classifica nel novembre 1981, dopo il memorabile successo sulla Juventus al Comunale, fu vanificato da un pessimo girone di ritorno (clamoroso il rovescio interno per 3-0 nella gara di ritorno proprio contro i bianconeri). A fermare i giallorossi in Coppa delle Coppe fu il Porto al secondo turno. La compagine allenata da Liddas, artefice di un efficace gioco a zona, stava tuttavia gettando le basi per quello che sarebbe stato il trionfo in campionato l'anno dopo. A fine stagione lasciano la squadra i difensori Turone e Marangon, quest'ultimo dopo una sola annata al di sotto delle attese.

Maglie e sponsor[modifica | modifica wikitesto]

Lo sponsor tecnico è Playground, mentre lo sponsor ufficiale è Barilla.

La divisa primaria della Roma è costituita da maglia rossa con colletto a polo giallo, pantaloncini rossi e calzettoni rossi bordati di giallo. In trasferta la Lupa usa una maglia bianca con colletto a polo giallorosso, pantaloncini bianchi e calzettoni bianchi bordati di giallorosso. In Coppa delle Coppe i capitolini usano un kit formato da maglia rossa con decorazioni gialle, pantaloncini bianchi e calzettoni rossi bordati di giallo.[3]

Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Casa
(Coppa Coppe)
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Trasferta

I portieri hanno tre divise: la prima è formata da maglia gialla con colletto a polo, pantaloncini e calzettoni neri, la seconda è costituita da maglia azzurra con colletto a polo abbinata agli stessi calzettoni e calzoncini, stesso discorso per la terza, la cui maglia è grigia. Tutte le divise presentano cucite sul petto la coccarda della Coppa Italia.[3]

Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
1ª portiere
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
2ª portiere
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
3ª portiere

Organigramma societario[modifica | modifica wikitesto]

Di seguito l'organigramma societario.[2]

Area direttiva
  • Presidente: Dino Viola
  • Segretario amministrativo: Lino Raule
Area organizzativa
  • Segretario: Gilberto Viti
Area tecnica
Area sanitaria
  • Medico sociale: Ernesto Alicicco
  • Massaggiatore: Vittorio Boldorini

Rosa[modifica | modifica wikitesto]

Di seguito la rosa.[4]

N. Ruolo Giocatore
Italia P Franco Superchi
Italia P Franco Tancredi
Italia D Dario Bonetti
Italia D Luciano Marangon
Italia D Sebastiano Nela
Italia D Carlo Perrone
Italia D Ubaldo Righetti[5]
Italia D Luciano Spinosi
Italia D Maurizio Turone
Italia C Carlo Ancelotti
Italia C Luca Birigozzi[6]
Italia C Odoacre Chierico
N. Ruolo Giocatore
Italia C Bruno Conti
Italia C Agostino Di Bartolomei (Capitano)
Italia C Alberto Di Chiara
Brasile C Paulo Roberto Falcão
Italia C Domenico Giacomarro
Italia C Giuseppe Giannini[5]
Italia C Paolo Giovannelli
Italia C Domenico Maggiora
Italia C Roberto Scarnecchia
Italia A Paolo Alberto Faccini
Italia A Roberto Pruzzo
Italia A Guido Ugolotti

Calciomercato[modifica | modifica wikitesto]

Di seguito il calciomercato.[4]

Acquisti
R. Nome da Modalità
D Luciano Marangon Napoli definitivo
D Sebastiano Nela Genoa definitivo
D Carlo Perrone Lazio definitivo
C Odoacre Chierico Pisa definitivo
C Domenico Giacomarro Juve Stabia definitivo
A Guido Ugolotti Avellino fine prestito
Cessioni
R. Nome a Modalità
D Mauro Amenta Palermo definitivo
D Vincenzo Romano Genoa definitivo
D Francesco Rocca - fine carriera
D Sergio Santarini Catanzaro definitivo
C Romeo Benetti - fine carriera'
C Luca Birigozzi Pisa definitivo[6]
C Michele De Nadai Lazio definitivo
C Antonio Di Carlo Piacenza prestito
C Attilio Sorbi Pisa definitivo

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Serie A[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Serie A 1981-1982.

Girone di andata[modifica | modifica wikitesto]

Roma
13 settembre 1981, ore 16:00
1ª giornata
Roma0 – 0
referto
AvellinoStadio Olimpico di Roma (circa 58.000 spett.)
Arbitro:  Redini (Pisa)

Cesena
20 settembre 1981, ore 16:00
2ª giornata
Cesena1 – 1
referto
RomaStadio La Fiorita (circa 17.000 spett.)
Arbitro:  Agnolin (Bassano del Grappa)

Roma
27 settembre 1981, ore 15
3ª giornata
Roma2 – 1
referto
CagliariStadio Olimpico di Roma (circa 43.000 spett.)
Arbitro:  Milan (Treviso)

Torino
4 ottobre 1981, ore 15:00
4ª giornata
Torino2 – 2
referto
RomaStadio Comunale (circa 30.000 spett.)
Arbitro:  Redini (Pisa)

Genova
11 ottobre 1981, ore 15:00
5ª giornata
Genoa0 – 1
referto
RomaStadio Luigi Ferraris (circa 32.000 spett.)
Arbitro:  Lo Bello (Siracusa)

Roma
25 ottobre 1981, ore 15:00
6ª giornata
Roma2 – 0
referto
FiorentinaStadio Olimpico di Roma
Arbitro:  D'Elia (Salerno)

Torino
1º novembre 1981, ore 14:30
7ª giornata
Juventus0 – 1
referto
RomaStadio Comunale
Arbitro:  Casarin (Milano)

Roma
8 novembre 1981, ore 14:30
8ª giornata
Roma3 – 1
referto
BolognaStadio Olimpico di Roma (circa 45.000 spett.)
Arbitro:  Milan (Treviso)

Milano
22 novembre 1981, ore 14:30
9ª giornata
Inter3 – 2
referto
RomaStadio Giuseppe Meazza
Arbitro:  Agnolin (Bassano del Grappa)

Roma
29 novembre 1981, ore 14:30
10ª giornata
Roma1 – 1
referto
MilanStadio Olimpico di Roma
Arbitro:  D'Elia (Salerno)

Catanzaro
13 gennaio[7] 1982, ore 14:30
11ª giornata
Catanzaro1 – 1
referto
RomaStadio Comunale
Arbitro:  Casarin (Milano)

Roma
20 dicembre 1981, ore 14:30
12ª giornata
Roma2 – 0
referto
ComoStadio Olimpico di Roma
Arbitro:  Mattei (Macerata)

Napoli
3 gennaio 1982, ore 14:30
13ª giornata
Napoli1 – 0
referto
RomaStadio San Paolo (circa 75.000 spett.)
Arbitro:  Redini (Pisa)

Ascoli Piceno
10 gennaio 1982, ore 14:30
14ª giornata
Ascoli0 – 1
referto
RomaStadio Cino e Lillo Del Duca (circa 22.000 spett.)
Arbitro:  Barbaresco (Cormons)

Roma
17 gennaio 1982, ore 14:30
15ª giornata
Roma1 – 1
referto
UdineseStadio Olimpico di Roma (circa 47.000 spett.)
Arbitro:  Lops (Torino)

Girone di ritorno[modifica | modifica wikitesto]

Avellino
24 gennaio 1982, ore 14:30
16ª giornata
Avellino1 – 0
referto
RomaStadio Partenio (circa 30.000 spett.)
Arbitro:  Lo Bello (Siracusa)

Roma
31 gennaio 1982, ore 15:00
17ª giornata
Roma0 – 1
referto
CesenaStadio Olimpico di Roma (circa 40.000 spett.)
Arbitro:  Bergamo (Livorno)

Cagliari
7 febbraio 1982, ore 15:00
18ª giornata
Cagliari2 – 4
referto
RomaStadio Sant'Elia (circa 30.000 spett.)
Arbitro:  D'Elia (Salerno)

Roma
14 febbraio 1982, ore 15:00
19ª giornata
Roma3 – 0
referto
TorinoStadio Olimpico di Roma
Arbitro:  Mattei (Macerata)

Roma
28 febbraio 1982, ore 15:00
20ª giornata
Roma1 – 0
referto
GenoaStadio Olimpico di Roma
Arbitro:  Lanese (Messina)

Firenze
7 marzo 1982, ore 15:00
21ª giornata
Fiorentina1 – 0
referto
RomaStadio Comunale
Arbitro:  Casarin (Milano)

Roma
14 marzo 1982, ore 15:00
22ª giornata
Roma0 – 3
referto
JuventusStadio Olimpico di Roma
Arbitro:  D'Elia (Salerno)

Bologna
21 marzo 1982, ore 15:00
23ª giornata
Bologna2 – 0
referto
RomaStadio Renato Dall'Ara
Arbitro:  Bergamo (Livorno)

Roma
28 marzo 1982, ore 15:30
24ª giornata
Roma3 – 2
referto
InterStadio Olimpico di Roma
Arbitro:  Menicucci (Firenze)

Verona
4 aprile 1982, ore 15:30
25ª giornata
Milan1 – 2
referto
RomaStadio Marcantonio Bentegodi[8]
Arbitro:  Lo Bello (Siracusa)

Roma
18 aprile 1982, ore 15:30
26ª giornata
Roma2 – 2
referto
CatanzaroStadio Olimpico di Roma
Arbitro:  Facchin (Udine)

Como
25 aprile 1982, ore 15:30
27ª giornata
Como0 – 1
referto
RomaStadio Giuseppe Sinigaglia
Arbitro:  Vitali (Bologna)

Roma
2 maggio 1982, ore 16:00
28ª giornata
Roma1 – 1
referto
NapoliStadio Olimpico di Roma
Arbitro:  Mattei (Macerata)

Roma
9 maggio 1982, ore 16:00
29ª giornata
Roma2 – 1
referto
AscoliStadio Olimpico di Roma
Arbitro:  Magni (Bergamo)

Udine
16 maggio 1982, ore 16:00
30ª giornata
Udinese0 – 1
referto
RomaStadio Friuli
Arbitro:  Pairetto (Nichelino)

Coppa Italia[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Coppa Italia 1981-1982.

Fase ad eliminazione diretta[modifica | modifica wikitesto]

Roma
8 dicembre 1981, ore 14:30
Ottavi di finale – Andata
Roma4 – 1
referto
InterStadio Olimpico di Roma
Arbitro:  Lo Bello (Siracusa)

Milano
23 dicembre 1981, ore 20:15
Ottavi di finale – Ritorno
Inter3 – 0
referto
RomaStadio Giuseppe Meazza
Arbitro:  Menicucci (Firenze)

Coppa delle Coppe[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Coppa delle Coppe 1981-1982.
Ballymena
16 settembre 1981, ore 17:00
Sedicesimi di finale – Andata
Ballymena Utd0 – 2
referto
RomaBallymena Showgrounds
Arbitro: Francia Vautrot

Roma
30 settembre 1981, ore 20:30
Sedicesimi di finale – Ritorno
Roma4 – 0
referto
Ballymena UtdStadio Olimpico di Roma
Arbitro: Malta Azzopardi

Oporto
21 ottobre 1981, ore 21:00
Ottavi di finale – Andata
Porto2 – 0
referto
RomaEstádio das Antas
Arbitro: Germania Est Prokop

Roma
4 novembre 1981, ore 20:30
Ottavi di finale – Ritorno
Roma0 – 0
referto
PortoStadio Olimpico di Roma
Arbitro: Ungheria Palotai

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche di squadra[modifica | modifica wikitesto]

Di seguito le statistiche di squadra.[2]

Competizione[9] Punti In casa In trasferta Totale DR
G V N P Gf Gs G V N P Gf Gs G V N P Gf Gs
Scudetto.svg Serie A 38 15 8 5 2 23 14 15 7 3 5 17 15 30 15 8 7 40 29 +11
Coccarda Coppa Italia.svg Coppa Italia 1 1 0 0 4 1 1 0 0 1 0 3 2 1 0 1 4 4 0
Coppa delle Coppe.svg Coppa delle Coppe 2 1 1 0 4 0 2 1 0 1 2 2 4 2 1 1 6 2 +4
Totale 18 10 6 2 31 15 18 8 3 7 19 20 36 18 9 9 50 35 +15

Andamento in campionato[modifica | modifica wikitesto]

Giornata 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30
Luogo C T C T T C T C T C T C T T C T C T C C T C T C T C T C C T
Risultato N N V N V V V V P N N V P V N P P V V V P P P V V N V N V V
Posizione 4 5 2 3 3 2 2 1 2 2 1 1 3 2 3 4 4 4 3 3 4 4 5 5 5 5 3 3 3 3

Legenda:
Luogo: C = Casa; T = Trasferta. Risultato: V = Vittoria; N = Pareggio; P = Sconfitta.

Statistiche dei giocatori[modifica | modifica wikitesto]

Desunte dai tabellini del Corriere dello Sport, de La Stampa e de L'Unità.[10][11]

Giocatore Serie A Coppa Italia Coppa delle
Coppe
Totale
Presenze Reti Presenze Reti Presenze Reti Presenze Reti
Tancredi, F. F. Tancredi 30-292-44-236-35
Superchi, F. F. Superchi 0-00-00-00-0
Bonetti, D. D. Bonetti 2601040310
Marangon, L. L. Marangon 2601030300
Nela, S. S. Nela 3022040362
Perrone, C. C. Perrone 50001060
Righetti, U. U. Righetti 9000--90
Spinosi, L. L. Spinosi 1812021222
Turone, M. M. Turone 2312030281
Ancelotti, C. C. Ancelotti 50--3181
Birigozzi, L. L. Birigozzi 00--0000
Chierico, O. O. Chierico 2921141344
Conti, B. B. Conti 2681040318
Di Bartolomei, A. A. Di Bartolomei 2232120264
Di Chiara, A. A. Di Chiara 3010--40
Falcão, R. R. Falcão 2462040306
Giacomarro, D. D. Giacomarro --------
Giannini, G. G. Giannini 10----10
Giovannelli, P. P. Giovannelli 701021101
Maggiora, D. D. Maggiora 2001020230
Scarnecchia, R. R. Scarnecchia 20020--220
Pruzzo, R. R. Pruzzo 261510423117
Faccini, A. A. Faccini 802110111
Ugolotti, G. G. Ugolotti 40----40

Giovanili[modifica | modifica wikitesto]

Piazzamenti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Media spettatori Serie A dal 74-75 al 85-86, su stadiapostcards.com.
  2. ^ a b c Romano, 1974-1982 La grande Roma di Nils Liedholm.
  3. ^ a b Castellani, Ceci, de Conciliis, p. 146.
  4. ^ a b Rosa AS Roma - Saison 81/82, su transfermarkt.it. URL consultato il 10 aprile 2018.
  5. ^ a b Aggregato alla prima squadra dalla formazione Primavera.
  6. ^ a b Ceduto durante la sessione autunnale di calciomercato.
  7. ^ Prevista per il 13 dicembre. Rinviata per vento forte. (JPG), su asromaultras.org.
  8. ^ Per squalifica dello Stadio Giuseppe Meazza: Panini, pp. 438-439.
  9. ^ Beltrami, 127.
  10. ^ Melegari, p. 166.
  11. ^ A completamento dei dati vanno conteggiati 2 autogol in campionato e 1 in Coppa Italia.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Paolo Castellani, Massimilano Ceci e Riccardo de Conciliis, La maglia che ci unisce. Storia delle divise dell'AS Roma dalla nascita ai giorni nostri, Roma, Goalbook Edizioni, 2012, ISBN 978-88-908115-0-0.

Videografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Manuela Romano (a cura di), La storia della A.S. Roma (10 DVD-Video), Corriere dello Sport, Rai Trade, 2006.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Calcio Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio