Associazione Sportiva Roma 1945-1946

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

1leftarrow blue.svgVoce principale: Associazione Sportiva Roma.

AS Roma
AsRoma4546.jpg
Una formazione della Roma nel 1945-1946
Stagione 1945-1946
AllenatoreItalia Giovanni Degni
PresidenteItalia Pietro Baldassarre
Divisione Nazionale6º posto
StadioStadio Nazionale

Questa pagina raccoglie i dati riguardanti l'Associazione Sportiva Roma nelle competizioni ufficiali della stagione 1945-1946.

Stagione[modifica | modifica wikitesto]

Finita la guerra, il campionato italiano riprende con la vecchia formula della divisione a due gironi per il nord e per il centro-sud. Molti giocatori che facevano parte della vecchia rosa abbandonano la squadra e altri, come il vecchio Pantò, fanno ritorno nella capitale. Sulla panchina Masetti viene sostituito da Giovanni Degni. La squadra si classifica terza nel girone, mentre nel girone finale, con le squadre del nord, arriva solo sesta. Il 7 luglio 1946, per la gara contro la Juventus, la Roma utilizza per la prima volta l'aereo per andare in trasferta.[1]

Maglie e sponsor[modifica | modifica wikitesto]

La divisa primaria è costituita da maglia rossa con collo a V giallo, pantaloncini bianchi, calze rosse bordate di giallo; in trasferta viene usata una maglia bianca, pantaloncini neri e calzettoni rossi bordati di giallo. Vengono usate in alcune occasioni altre divise nelle trasferte: una maglia grigia con colletto rosso e banda rossa orizzontale con pantaloncini neri e calze a strisce orizzontali gialle e rosse e una costituita da maglia verde, pantaloncini bianchi e gli stessi calzettoni della home. I portieri hanno due divise: una costituita da maglia grigia con colletto a polo, pantaloncini neri e calzettoni rossi bordati di giallo, l'altra presenta gli stessi calzettoni e calzoncini della terza divisa, abbinati con maglia verde decorata da una V gialla e rossa.[2]

Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Trasferta
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Terza divisa
Manica sinistra
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Quarta divisa
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
1ª div. portiere
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
2ª div. portiere

Organigramma societario[modifica | modifica wikitesto]

Di seguito l'organigramma societario.[1]

Area direttiva
Area tecnica

Rosa[modifica | modifica wikitesto]

Di seguito la rosa.[1]

N. Ruolo Giocatore
Italia P Cesare Francalancia
Italia P Fosco Risorti
Italia D Sergio Andreoli
Italia D Luigi Brunella
Italia D Corrado Contin
Italia C Vittorio Dagianti
Italia C Luigi Di Pasquale
Italia C Paolo Jacobini
Italia C Claudio Matteini
Albania C Naim Krieziu
N. Ruolo Giocatore
Italia C Ruggero Salar
Italia C Enrico Schiavetti
Italia A Amedeo Amadei (capitano)
Italia A Cesare Benedetti
Italia A Giuliano Borin
Italia A Enzo Cozzolini
Italia A Antonio Fusco
Argentina A Miguel Ángel Pantó
Italia A Omero Urilli

Calciomercato[modifica | modifica wikitesto]

Di seguito il calciomercato.

Acquisti
R. Nome da Modalità
P Fosco Risorti Montecatini definitivo
D Luigi Brunella Vigevano definitivo
D Corrado Contin Cormonese definitivo
C Luigi Di Pasquale Udinese definitivo
C Ruggero Salar Triestina definitivo
A Cesare Benedetti Treviso definitivo
A Giuliano Borin Italia Libera
A Antonio Fusco Italia Libera definitivo
A Miguel Ángel Pantó - svincolato
Cessioni
R. Nome a Modalità
P Ippolito Ippoliti Rieti definitivo
D Arvisto Ferioli ?
D Renato Pastori Bologna definitivo
D Alberto Piccinini Salernitana definitivo
C Ermes Borsetti Lecco definitivo
C Edmondo Mornese - fine carriera
C Giuseppe Salvioli ?
A Nazzareno Celestini - fine carriera
A Nicola Fusco Rieti definitivo
A Balilla Lombardi Forlì definitivo

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Divisione Nazionale 1945-1946 - Serie mista A-B Centro-Sud[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Divisione Nazionale 1945-1946 § Serie mista A-B Centro-Sud.

Girone di andata[modifica | modifica wikitesto]

Ancona
21 ottobre 1945
1ª giornata
Anconitana0 – 1
referto
RomaStadio Dorico (9.000 circa spett.)
Arbitro:  Galeati (Bologna)

Roma
28 ottobre 1945, ore 15:00
2ª giornata
Roma0 – 0
referto
PescaraStadio Nazionale (15.000 circa spett.)
Arbitro:  Mosca (Napoli)

Roma
4 novembre 1945, ore 15:00
3ª giornata
Roma1 – 0
referto
SienaStadio Nazionale
Arbitro:  Piselli (Firenze)

Livorno
11 novembre 1945
4ª giornata
Pro Livorno1 – 1
referto
RomaStadio Comunale (12.000 circa spett.)
Arbitro:  Bernardi (Bologna)

18 novembre 1945
5ª giornata
 – 
Turno di riposo ROMA

Roma
25 novembre 1945, ore 14:30
6ª giornata
Roma1 – 0
referto
FiorentinaStadio Nazionale (17.000 circa spett.)
Arbitro:  Scotto (Savona)

Bari
2 dicembre 1945
7ª giornata
Bari1 – 0
referto
RomaStadio della Vittoria (20.000 circa spett.)
Arbitro:  Gamba (Napoli)

Salerno
9 dicembre 1945
8ª giornata
Salernitana1 – 3
referto
RomaStadio Comunale
Arbitro:  Catalucci (Firenze)

Roma
16 dicembre 1945
9ª giornata
Roma0 – 0
referto
NapoliStadio Nazionale (23.000 circa spett.)
Arbitro:  Pizziolo (Firenze)

Roma
23 dicembre 1945, ore 14:30
10ª giornata
Lazio1 – 2
referto
RomaStadio Nazionale (13.000 circa spett.)
Arbitro:  Gamba (Napoli)

30 dicembre 1945
11ª giornata
 – 
Turno di riposo ROMA

Roma
6 gennaio 1946, ore 14:30
12ª giornata
Roma2 – 1
referto
PalermoStadio Nazionale (10.000 circa spett.)
Arbitro:  Altomare (Taranto)

Girone di ritorno[modifica | modifica wikitesto]

Roma
28 gennaio 1946, ore 14:30
13ª giornata
Roma3 – 0
referto
AnconitanaStadio Nazionale (10.000 circa spett.)
Arbitro:  De Paola (Bari)

Pescara
27 gennaio 1946
14ª giornata
Pescara2 – 2
referto
RomaStadio Rampigna (6.000 circa spett.)
Arbitro:  Scotti (Taranto)

Siena
3 febbraio 1946
15ª giornata
Siena0 – 1
referto
RomaStadio del Rastrello (5.000 circa spett.)
Arbitro:  Pizziolo (Firenze)

Roma
10 febbraio 1944, ore 15:00
16ª giornata
Roma2 – 2
referto
Pro LivornoStadio Nazionale (18.000 circa spett.)
Arbitro:  Gamba (Napoli)

17 febbraio 1946
17ª giornata
 – 
Turno di riposo ROMA

Firenze
24 febbraio 1946
18ª giornata
Fiorentina2 – 0
referto
RomaStadio Comunale (20.000 circa spett.)
Arbitro:  Galeati (Bologna)

Roma
3 marzo 1946
19ª giornata
Roma1 – 1
referto
BariStadio Nazionale (6.000 circa spett.)
Arbitro:  Pizziolo (Firenze)

Roma
10 marzo 1946, ore 15:30
20ª giornata
Roma4 – 2
referto
SalernitanaStadio Nazionale (8.000 circa spett.)
Arbitro:  Coppolone (Bari)

Napoli
17 marzo 1946
21ª giornata
Napoli1 – 1
referto
RomaStadio del Vomero (16.000 circa spett.)
Arbitro:  Piselli (Firenze)

Roma
24 marzo 1946, ore 15:30
22ª giornata
Roma0 – 1
referto
LazioStadio Nazionale (26.000 circa spett.)
Arbitro:  Stampacchia (Nola)

31 marzo 1946
23ª giornata
 – 
Turno di riposo ROMA

Palermo
7 aprile 1946
24ª giornata
Palermo1 – 3
referto
RomaStadio La Favorita (13.000 circa spett.)
Arbitro:  Vannini (Bologna)

Divisione Nazionale 1945-1946 - Girone finale Divisione Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Divisione Nazionale 1945-1946 § Girone finale Divisione Nazionale.

Girone di andata[modifica | modifica wikitesto]

Roma
28 aprile 1946, ore 16:30
1ª giornata
Roma0 – 7
referto
TorinoStadio Nazionale (30.000 circa spett.)
Arbitro:  Scorzoni (Bologna)

Livorno
5 maggio 1946
2ª giornata
Pro Livorno1 – 1
referto
RomaStadio Comunale (8.000 circa spett.)
Arbitro:  Zelocchi (Modena)

Milano
12 maggio 1946
3ª giornata
Milan2 – 0
referto
RomaArena Civica (13.000 spett.)
Arbitro:  Silvano (Torino)

Roma
19 maggio 1946, ore 16:30
4ª giornata
Roma0 – 0
referto
JuventusStadio Nazionale (22.000 circa spett.)
Arbitro:  Scotto (Savona)

Napoli
26 maggio 1946
5ª giornata
Napoli2 – 1
referto
RomaStadio del Vomero (3.000 circa spett.)
Arbitro:  Bonivento (Venezia)

Roma
30 maggio 1946, ore 16:30
6ª giornata
Roma1 – 0
referto
BariStadio Nazionale (8.000 circa spett.)
Arbitro:  Bertolio (Torino)

Milano
9 giugno 1946
7ª giornata
Inter1 – 0
referto
RomaArena Civica (20.000 circa spett.)
Arbitro:  Gamba (Napoli)

Girone di ritorno[modifica | modifica wikitesto]

Torino
16 giugno 1946
8ª giornata
Torino3 – 2
referto
RomaStadio Filadelfia (12.000 circa spett.)
Arbitro:  Bellè (Venezia)

Roma
23 giugno 1946, ore 17:30
9ª giornata
Roma3 – 1
referto
Pro LivornoStadio Nazionale (9.000 circa spett.)
Arbitro:  Silvano (Torino)

Roma
30 giugno 1945, ore 17:30
10ª giornata
Roma2 – 2
referto
MilanStadio Nazionale (10.000 circa spett.)
Arbitro:  Galeati (Bologna)

Torino
7 luglio 1946
11ª giornata
Juventus2 – 1
referto
RomaStadio Comunale
Arbitro:  Carpani (Milano)

Roma
14 luglio 1946, ore 18:00
12ª giornata
Roma2 – 0
referto
NapoliStadio Nazionale
Arbitro:  Camiolo (Milano)

Bari
21 luglio 1946
13ª giornata
Bari1 – 0
referto
RomaStadio della Vittoria (10.000 circa spett.)
Arbitro:  De Paola (Bari)

Roma
28 luglio 1946, ore 17:30
14ª giornata
Roma3 – 0
referto
InterStadio Nazionale (8.000 circa spett.)
Arbitro:  Agnolin (Bassano del Grappa)

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche di squadra[modifica | modifica wikitesto]

Di seguito le statistiche di squadra.[1]

Competizione Punti In casa In trasferta Totale DR
G V N P Gf Gs G V N P Gf Gs G V N P Gf Gs
Divisione Nazionale mista A-B Centro-Sud 27 10 5 4 1 14 7 10 5 3 2 14 10 20 10 7 3 28 17 +11
Scudetto.svg Girone finale Divisione Nazionale 11 7 4 2 1 11 10 7 0 1 6 5 12 14 4 3 7 16 22 -6
Totale - 17 9 6 2 25 17 17 5 4 8 19 22 34 14 10 10 44 39 +5

Andamento in campionato[modifica | modifica wikitesto]

Serie mista A-B Centro-Sud[modifica | modifica wikitesto]

Giornata 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24
Luogo T C C T -[3] C T T C T -[3] C C T T C -[3] T C C T C -[3] T
Risultato V N V N - V P V N V - V V N V N - P N V N P - V
Posizione 1 2 2 1 1 1 2 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 4 3

Legenda:
Luogo: C = Casa; T = Trasferta. Risultato: V = Vittoria; N = Pareggio; P = Sconfitta.

Girone finale Divisione Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Giornata 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14
Luogo C T T C T C T T C C T C T C
Risultato P N P N P V P P V N P V P V
Posizione 5 5 6 6 7 6 6 7 6 6 6 6 7 6

Legenda:
Luogo: C = Casa; T = Trasferta. Risultato: V = Vittoria; N = Pareggio; P = Sconfitta.

Statistiche dei giocatori[modifica | modifica wikitesto]

Desunte dalle testate giornalistiche dell'epoca.[4]

Giocatore Divisione Nazionale
Divisione mista A-B Centro-Sud
Divisione Nazionale
Girone finale
Totale
Presenze Reti Presenze Reti Presenze Reti
Francalancia, C. C. Francalancia0-07-67-6
Risorti, F. F. Risorti20-177-1627-33
Andreoli, S. S. Andreoli19170261
Brunella, L. L. Brunella70140210
Contin, C. C. Contin14070210
Dagianti, V. V. Dagianti171141312
Di Pasquale, L. L. Di Pasquale204161
Jacobini, P. P. Jacobini20191292
Matteini, C. C. Matteini160140300
Krieziu, N. N. Krieziu2071353312
Salar, R. R. Salar190130320
Schiavetti, E. E. Schiavetti111130241
Amadei, A. A. Amadei2071473414
Benedetti, C. C. Benedetti501060
Borin, G. G. Borin511061
Cozzolini, E. E. Cozzolini722092
Fusco, A. A. Fusco101020
Pantó, M. M. Pantó00110110
Urilli, O. O. Urilli17720197

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d Romano, 1942-1964 Gli assi dell'Olimpico.
  2. ^ Castellani, Ceci, de Conciliis, pp. 50-52.
  3. ^ a b c d Turno di riposo
  4. ^ A completamento delle statistiche va conteggiato un autogol nel girone finale di Divisione Nazionale.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Paolo Castellani, Massimilano Ceci e Riccardo de Conciliis, La maglia che ci unisce. Storia delle divise dell'AS Roma dalla nascita ai giorni nostri, Roma, Goalbook Edizioni, 2012, ISBN 978-88-908115-0-0.

Videografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Manuela Romano (a cura di), La storia della A.S. Roma (10 DVD-Video), Corriere dello Sport, Rai Trade, 2006.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]