Naim Krieziu

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Naim Krieziu
Krieziu.gif
Krieziu alla Roma
Nazionalità Albania Albania
Altezza 170 cm
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Allenatore (ex ala destra)
Ritirato 1952 - giocatore
Carriera
Squadre di club1
1938-1939 SK Tirana SK Tirana  ? (?)
1939-1947 Roma 140 (37)
1947-1952 Napoli 168 (39)
Carriera da allenatore
1956-1962 ALMAS ALMAS
1963 Roma
1970-1973 ALMAS ALMAS [1][2][3]
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 9 giugno 2015

Naim Krieziu (Đakovica, 1º gennaio 1918[4]Roma, 20 marzo 2010) è stato un calciatore e allenatore di calcio albanese, di ruolo ala destra.

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

Ala destra scattante, veloce e potente,[5] correva i cento metri in undici secondi netti.[6] Dotato di un forte tiro,[5][6] era bravo a giocare con entrambi i piedi, aveva una discreta propensione per il gol[5] ed era abile anche negli assist.[7] Per via delle sue doti tecniche e della sua velocità, era soprannominato "freccia di Tirana".[8]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Nato a Gjakovë in Kosovo, allora parte del Regno di Serbia, si rifugiò a Tirana dove c'era un suo fratello ufficiale e proseguì gli studi e intanto cominciò a giocare a calcio.

Giunse in Italia nel 1939 dopo l'occupazione italiana dell'Albania, evento che aveva aperto agli sportivi albanesi l'accesso alle federazioni del CONI, per iscriversi all'ISEF insieme a un altro giocatore, Riza Lushta, avendo l'intenzione di diventare professore di educazione fisica[9].

Segnalato a Vincenzo Biancone da un funzionario italiano in Albania[9], nel marzo del 1940 fece un provino al Campo Testaccio e venne tesserato dalla AS Roma. A ventun anni si ritrovò a giocare in Serie A con la Roma, dove, in coppia d'attacco con Amedeo Amadei, con cui vinse lo scudetto nella stagione 1941-1942, segnò un gol al derby e una tripletta contro il Napoli[6]. Dai partenopei venne acquistato nel 1947 per 18 milioni di lire;[6] in seguito disputò un campionato in quarta serie (l'attuale Serie D) per poi ritirarsi nel 1953.

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Tentò anche la carriera di allenatore: nel 1963 sostituì per una sola partita il tecnico della Roma Alfredo Foni, dimessosi. In seguito fece l'osservatore per i capitolini ed ebbe il merito di scoprire Giuseppe Giannini.[5][7] Fu poi gestore di una tintoria.[5][7] Guadagnò inoltre una Coppa Ottorino Barassi e una Coppa Italia Dilettanti con l'Almas Roma.

È morto il 20 marzo 2010 a Roma, ultima città in cui era vissuto.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni regionali[modifica | modifica wikitesto]

ALMAS: 1960-1961

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Almanacco illustrato del calcio 1971, edizioni Panini, p. 312
  2. ^ Almanacco Illustrato del calcio 1972, edizioni Panini, p. 313
  3. ^ Almanacco illustrato del calcio 1973, edizioni Panini, p. 314
  4. ^ Albanian Players in Italy, rsssf.com. URL consultato il 9 giugno 2015.
  5. ^ a b c d e Intervista a Naim Krieziu, asromaultras.org. URL consultato il 21 marzo 2010.
  6. ^ a b c d Naim Krieziu, asrtalenti.altervista.org. URL consultato il 21 marzo 2010.
  7. ^ a b c Morto Naim Krieziu: con i suoi gol la Roma vinse il primo scudetto, ilmessaggero.it. URL consultato il 21 marzo 2010.
  8. ^ La freccia di Tirana è in Paradiso
  9. ^ a b Fabrizio Grassetti, Massimo Izzi e Gabriele Pescatore, AS Roma La grande storia, Newton Compton Editori

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]