Serie A 1941-1942

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Serie A 1941-1942
Competizione Serie A
Sport Football pictogram.svg Calcio
Edizione 42ª (13ª di Serie A)
Organizzatore Direttorio Divisioni Superiori
Date dal 26 ottobre 1941
al 14 giugno 1942
Luogo Italia Italia
Partecipanti 16
Risultati
Vincitore Roma
(1º titolo)
Retrocessioni Napoli Napoli
Modena Modena
Statistiche
Miglior marcatore Italia Aldo Boffi (22)
Incontri disputati 240
Gol segnati 687 (2,86 per incontro)
Roma1942.jpg
La Roma per la prima volta campione d'Italia
Cronologia della competizione
Left arrow.svg 1940-1941 1942-1943 Right arrow.svg

La Serie A 1941-1942 fu il massimo livello della quarantaduesima edizione del campionato italiano di calcio e la tredicesima giocata con la formula del girone unico.

Avvenimenti[modifica | modifica wikitesto]

Antefatti[modifica | modifica wikitesto]

Amedeo Amadei, bomber della Roma.

In fase di mercato opta per un pesante cambiamento l'Ambrosiana-Inter, che cede un gran numero di titolari per sostituirli con un blocco di giovani provenienti dall'Atalanta, così come il nuovo allenatore Fiorentini[1]. Dei licenziati, Ferraris si accasa al Torino[1], seguito dallo juventino Gabetto. Il Bologna campione ingaggia Arcari[1].

Ad avere un ruolo davvero decisivo in questo campionato è però il momento di passaggio dal metodo degli Anni Trenta all'ormai imperante sistema; si spiega così anche la frequenza di risultati clamorosi, dovuti al difficile introiettamento del nuovo modulo da parte di talune squadre[2].

Il campionato[modifica | modifica wikitesto]

Fin dall'inizio si prese nota di cambiamenti ai vertici della classifica; oltre alle novità tattiche, influirono su questi le scelte sbagliate da parte delle dirigenze delle grandi squadre, l'avvento delle nuove leve, la chiamata di molti calciatori alle armi e i bombardamenti sulle grandi città del Nord[3][4]. Fu così che balzò immediatamente in testa la Roma, che superò indenne i blitz provenienti da Nord-Est (sugli scudi la grande sorpresa Venezia e la Triestina) e riuscì a mantenere la prima posizione per la maggior parte del girone d'andata[2]. In grave crisi entrò il Bologna, che perse le prime tre partite, rimanendo all'ultimo posto in solitaria: la squadra risentì particolarmente dell'età avanzata dei suoi uomini chiave.

Francesco Pernigo, 12 reti per il Venezia.

La Roma, fedele al metodo e sospinta dai gol del ventenne Amadei[5], continuò la sua marcia regolare, e il 1º febbraio 1942 vinse il girone d'andata, seguita ad un punto dal Torino e dal Venezia. Quest'ultima si rivelò come migliore interprete del sistema inglese[2]: l'illuminazione dell'allenatore Rebuffo fu quella di adattare a mezzali i due attaccanti Loik e Mazzola[6]. L'8 marzo i lagunari approfittarono della sconfitta interna della Roma contro il Genova per balzare in vetta assieme al Torino. Iniziò dunque la lotta a tre, coi piemontesi in fuga, i lagunari in calo e i capitolini in ripresa[2]: il 24 maggio, però, i giallorossi pareggiarono nel derby, mentre il Toro impallinò l'Atalanta (9-1). Sembrò il momento decisivo, invece i granata caddero sette giorni dopo a Venezia e concessero ai rivali un punto di vantaggio. L'ultima giornata (14 giugno), battendo il già retrocesso Modena, la Roma diventò Campione d'Italia per la prima volta.

Stagione negativa per l'Ambrosiana, che precipitò al dodicesimo posto in classifica, solo tre punti sopra la retrocessione[1]. La lotta per evitare la Serie B sembrò decidersi molto presto, con il Modena ed il Napoli già in netto ritardo a cinque giornate dal termine. A rivitalizzare la corsa furono i partenopei, che infilarono quattro vittorie consecutive ed arrivarono all'ultima giornata davanti al Livorno. Gli azzurri caddero a Genova all'ultimo turno, mentre gli amaranto espugnarono il fortino del Milano, portandosì in salvo. Salvezza anche per il Liguria neopromosso; capocannoniere, per la terza volta in carriera, fu il milanista Boffi, con 22 reti in 26 partite[7].

Squadre[modifica | modifica wikitesto]

Profili[modifica | modifica wikitesto]

Club partecipanti Città Stadio Stagione 1940-1941
Soccer Jersey Azure-Black (stripes).png Ambrosiana-Inter dettagli Milano Arena Civica 2ª in Serie A
Soccer Jersey Azure-Black (stripes).png Atalanta dettagli Bergamo Stadio Mario Brumana 6ª in Serie A
Soccer Jersey Red-Blue (quarters).png Bologna dettagli Bologna Stadio del Littoriale Campione d'Italia
Jersey violet.svg Fiorentina dettagli Firenze Stadio Giovanni Berta 4ª in Serie A
Soccer Jersey Red-Blue (half).png Genova 1893 dettagli Genova Stadio Luigi Ferraris 10° in Serie A
Soccer Jersey White-Black (stripes).png Juventus dettagli Torino Stadio Benito Mussolini 5ª in Serie A
Soccer Jersey Sky-White (borders).png Lazio dettagli Roma Stadio Nazionale del PNF 14ª in Serie A
Soccer Jersey Liguria.png Liguria dettagli Genova Stadio del Littorio 1° in Serie B, promosso
Jersey granate.svg Livorno dettagli Livorno Stadio Edda Ciano Mussolini 13° in Serie A
Soccer Jersey Red-Black (stripes).png Milano dettagli Milano Arena Civica 3° in Serie A
Soccer Jersey Yellow-Blue (borders).png Modena dettagli Modena Stadio Cesare Marzari 2° in Serie B, promosso
Soccer Jersey Azure.png Napoli dettagli Napoli Stadio Partenopeo 8° in Serie A
Soccer Jersey Roma Red-Yellow (borders).png Roma dettagli Roma Stadio Nazionale del PNF 11ª in Serie A
Soccer Jersey Maroon.png Torino dettagli Torino Stadio Filadelfia 7° in Serie A
Soccer Jersey Red-White (borders).png Triestina dettagli Trieste Stadio Littorio 9ª in Serie A
Soccer Jersey Green-Black (borders).png Venezia dettagli Venezia Stadio Pierluigi Penzo 12° in Serie A

Squadra campione[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Associazione Sportiva Roma 1941-1942.
Formazione tipo[7] Giocatori (presenze)[3]
Italia Guido Masetti (29)
Italia Luigi Brunella (30)
Italia Sergio Andreoli (20)
Italia Aldo Donati (29)
Italia Edmondo Mornese (29)
Italia Giuseppe Bonomi (24)
Italia Renato Cappellini (18)
Italia Aristide Coscia (30)
Argentina Miguel Ángel Pantó (30)
Albania Naim Krieziu (23)
Italia Amedeo Amadei (30)
Altri giocatori: Fosco Risorti (1), Mario Acerbi (9), Luigi Nobile (1), Paolo Jacobini (7), Ermes Borsetti (8), Luigi Di Pasquale (8), Cesare Benedetti (3), Mario De Grassi (1).

Allenatori e primatisti[modifica | modifica wikitesto]

Squadra Allenatore Calciatore più presente[8] Cannoniere[8]
Ambrosiana-Inter[9] Italia Ivo Fiorentini (1ª-24ª)
Ungheria Ferenc Molnár (25ª-30ª)
Italia Aldo Campatelli (29) Italia Carlo Alberto Quario (6)
Atalanta Ungheria János Nehadoma Italia Secondo Lanfranco,
Italia Paolo Tabanelli (30)
Italia Giovanni Gaddoni (8)
Bologna Germania Hermann Felsner Italia Aurelio Marchese (30) Uruguay Italia Ettore Puricelli (14)
Fiorentina Italia Giuseppe Galluzzi Italia Ernesto Matteo Poggi (II) (30) Italia Renato Gei (18)
Genova 1893 Italia Guido Ara Italia Vittorio Sardelli (29) Italia Bruno Ispiro (17)
Juventus[10] Italia Giovanni Ferrari (1ª-14ª)
Argentina Italia Luis Monti (15ª-30ª)
Italia Teobaldo Depetrini,
Italia Alfredo Foni,
Italia Pietro Rava,
Italia Vittorio Sentimenti (III) (30)
Albania Riza Lushta (15)
Lazio Germania Alexander Popovic Argentina Italia Enrique Flamini (30) Italia Silvio Piola (18)
Liguria Italia Adolfo Baloncieri Italia Pietro Tabor (30) Italia Giuseppe Castelli (11)
Livorno Ungheria József Viola Italia Ostilio Capaccioli,
Italia Danilo Michelini (29)
Italia Vinicio Viani (II) (10)
Milano[11] Italia Mario Magnozzi Italia Gino Cappello (IV) (30) Italia Aldo Boffi (22)
Modena[12] Italia Alfredo Notti (1ª-14ª)
Italia Giuseppe Girani (15ª-30ª)
Italia Ermanno Malinverni (29) Italia Valeriano Ottino (6)
Napoli Italia Antonio Vojak (I) Italia Bruno Berra,
Italia Bruno Gramaglia (30)
Italia Umberto Busani (8)
Roma[13] Ungheria Alfréd Schaffer Italia Amedeo Amadei,
Italia Luigi Brunella,
Italia Aristide Coscia,
Argentina Italia Miguel Ángel Pantó (30)
Italia Amedeo Amadei (18)
Torino[14] Germania Tony Cargnelli (1ª-18ª)
Ungheria András Kuttik (19ª-30ª)
Italia Sergio Piacentini (30) Italia Guglielmo Gabetto (16)
Triestina Italia Mario Villini Italia Giuliano Tagliasacchi (30) Italia Giuliano Tagliasacchi (7)
Venezia Italia Giovanni Battista Rebuffo Italia Giorgio Fioravanti,
Italia Ezio Loik (II),
Italia Sandro Puppo (30)
Italia Francesco Pernigo (12)

Classifica finale[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Squadra Pt G V N P GF GS QR DR
Scudetto.svg 1. Roma 42 30 16 10 4 55 21 2,619 +34
2. Torino Torino 39 30 16 7 7 60 39 1,538 +21
3. Venezia Venezia 38 30 15 8 7 40 25 1,600 +15
4. Genova 1893 37 30 13 11 6 53 35 1,514 +18
5. Lazio 37 30 14 9 7 55 37 1,486 +18
Coccarda Coppa Italia.svg 6. Juventus 32 30 12 8 10 47 41 1,146 +6
7. Bologna Bologna 29 30 12 5 13 50 37 1,351 +13
8. Triestina Triestina 29 30 8 13 9 29 32 0,906 -3
9. Fiorentina Fiorentina 27 30 11 5 14 51 50 1,020 +1
10. Milano Milano 27 30 10 7 13 53 53 1,000 0
11. Liguria 27 30 10 7 13 39 56 0,696 -17
12. Ambrosiana-Inter Ambrosiana-Inter 26 30 7 12 11 31 47 0,659 -16
13. Atalanta Atalanta 24 30 8 8 14 34 47 0,723 -13
14. Livorno Livorno 24 30 9 6 15 35 57 0,614 -22
1downarrow red.svg 15. Napoli Napoli 23 30 8 7 15 32 51 0,627 -19
1downarrow red.svg 16. Modena Modena 19 30 6 7 17 23 59 0,389 -36

Legenda:

         Campione d'Italia 1941-1942
         Retrocesse in Serie B 1942-43

Note:

Due punti a vittoria, uno a pareggio, zero a sconfitta.
A parità di punti, le posizioni in classifica venivano determinate sulla base del quoziente reti (gol fatti÷gol subiti).

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Tabellone[modifica | modifica wikitesto]

  Amb Ata Bol Fio Gen Juv Laz Lig Liv Mil Mod Nap Rom Tor Tri Ven
Ambrosiana –––– 0-0 0-1 0-1 1-1 4-1 0-1 2-1 1-1 2-2 1-0 5-1 0-2 2-3 1-1 1-1
Atalanta 1-1 –––– 0-2 2-1 0-0 2-3 3-0 1-1 4-0 0-2 3-0 5-1 2-2 1-3 1-1 1-0
Bologna 0-1 4-0 –––– 2-3 1-1 2-0 2-2 2-2 7-1 3-1 4-0 1-2 1-2 1-0 2-0 2-0
Fiorentina 4-1 0-1 2-5 –––– 2-0 1-1 3-1 4-1 2-0 4-3 8-0 0-1 2-2 2-1 2-1 1-3
Genova 1893 6-1 1-0 3-2 4-0 –––– 1-4 1-2 1-1 3-1 1-1 6-0 3-0 2-0 4-3 0-0 1-0
Juventus 4-0 1-1 1-1 4-2 1-1 –––– 2-0 3-0 2-3 3-2 1-1 1-1 2-0 3-0 1-0 0-0
Lazio 2-2 2-1 5-1 1-1 1-1 2-1 –––– 4-0 3-0 2-2 2-1 1-0 1-1 4-1 5-0 2-1
Liguria 0-1 1-0 2-1 1-1 3-4 2-1 4-1 –––– 4-2 1-0 2-1 2-1 0-3 1-0 2-2 0-2
Livorno 3-0 3-1 1-1 3-1 0-0 1-2 2-1 2-0 –––– 0-2 2-2 2-0 0-2 1-1 1-0 1-1
Milano 2-1 1-3 2-0 2-1 3-0 1-1 2-5 3-2 0-2 –––– 7-1 3-1 4-2 2-5 2-2 1-1
Modena 1-1 2-0 1-0 1-1 2-3 0-2 1-0 1-1 3-0 1-0 –––– 1-0 0-0 0-3 0-1 0-1
Napoli 0-1 3-0 1-2 1-0 0-0 4-1 1-1 1-1 2-1 2-1 2-1 –––– 1-1 0-0 0-1 1-1
Roma 6-0 2-0 1-0 1-0 1-2 2-0 2-1 7-0 4-0 2-0 2-0 5-1 –––– 0-0 0-0 0-0
Torino 1-1 9-1 1-0 3-1 1-1 2-1 1-1 3-2 1-0 1-0 2-0 5-3 2-2 –––– 2-0 2-1
Triestina 0-0 0-0 1-0 2-0 2-1 3-0 0-0 0-1 5-1 2-2 1-1 1-0 0-0 1-3 –––– 2-2
Venezia 0-0 1-0 1-0 2-1 2-1 2-0 0-2 2-1 2-1 2-0 3-1 4-1 0-1 3-1 2-0 ––––

Calendario[modifica | modifica wikitesto]

Andata (1ª) Prima giornata Ritorno (16ª)
26 ott. 4-0 Atalanta-Livorno 1-3 15 feb.
1-1 Fiorentina-Juventus 2-4
3-2 Genova-Bologna 1-1
7-1 Milano-Modena 0-1
5-1 Roma-Napoli 1-1
3-2 Torino-Liguria 0-1
0-0 Triestina-Lazio 0-5
0-0 Venezia-Ambrosiana 1-1

Andata (3ª) Terza giornata Ritorno (18ª)
9 nov. 5-1 Atalanta-Napoli 0-3 1º mar.
2-0 Fiorentina-Genova 0-4
4-1 Liguria-Lazio 0-4
2-0 Milano-Bologna 1-3
2-0 Roma-Juventus 0-2
1-1 Torino-Ambrosiana 3-2
5-1 Triestina-Livorno 0-1
3-1 Venezia-Modena 1-0

Andata (5ª) Quinta giornata Ritorno (20ª)
23 nov. 2-3 Atalanta-Juventus 1-1 15 mar.
2-2 Fiorentina-Roma 0-1
2-2 Lazio-Ambrosiana 1-0
4 dic. 4-2 Liguria-Livorno 0-2
23 nov. 3-0 Milano-Genova 1-1
2-0 Torino-Modena 3-0
1-0 Triestina-Napoli 1-0
1-0 Venezia-Bologna 0-2

Andata (7ª) Settima giornata Ritorno (22ª)
7 dic. 1-1 Ambrosiana-Livorno 0-3 29 mar.
2-2 Atalanta-Roma 0-2
4-3 Fiorentina-Milano 1-2
2-1 Lazio-Modena 0-1
2-1 Liguria-Napoli 1-1
1-0 Torino-Bologna 0-1
3-0 Triestina-Juventus 0-1
2-1 Venezia-Genova 0-1

Andata (9ª) Nona giornata Ritorno (24ª)
21 dic. 5-1 Ambrosiana-Napoli 1-0 3 mag.
0-1 Fiorentina-Atalanta 1-2
5-1 Lazio-Bologna 2-2
2-1 Liguria-Juventus 0-3
2-2 Livorno-Modena 0-3
1-1 Torino-Genova 3-4
0-0 Triestina-Roma 0-0
2-0 Venezia-Milano 1-1

Andata (11ª) Undicesima giornata Ritorno (26ª)
4 gen. 4-1 Ambrosiana-Juventus 0-4 17 mag.
1-3 Fiorentina-Venezia 1-2
1-1 Lazio-Genova 2-1
0-3 Liguria-Roma 0-7
1-1 Livorno-Bologna 1-7
1-0 Modena-Napoli 1-2
1-0 Torino-Milano 5-2
0-0 Triestina-Atalanta 1-1

Andata (13ª) Tredicesima giornata Ritorno (28ª)
18 gen. 0-2 Ambrosiana-Roma 0-6 31 mag.
2-1 Fiorentina-Triestina 0-2
2-2 Lazio-Milano 5-2
1-0 Liguria-Atalanta 1-1
0-0 Livorno-Genova 1-3
0-2 Modena-Juventus 1-1
1-2 Napoli-Bologna 2-1
2-1 Torino-Venezia 1-3

Andata (15ª) Quindicesima giornata Ritorno (30ª)
1º feb. 0-0 Ambrosiana-Atalanta 1-1 14 giu.
2-0 Bologna-Juventus 1-1
2-1 Lazio-Venezia 2-0
2-2 Liguria-Triestina 1-0
0-2 Livorno-Milano 2-0
0-0 Modena-Roma 0-2
0-0 Napoli-Genova 0-3
3-1 Torino-Fiorentina 1-2
Andata (2ª) Seconda giornata Ritorno (17ª)
2 nov. 1-1 Ambrosiana-Triestina 0-0 22 feb.
1-2 Bologna-Roma 0-1
1-1 Juventus-Genova 4-1
4-1 Lazio-Torino 1-1
1-1 Liguria-Fiorentina 1-4
1-1 Livorno-Venezia 1-2
2-0 Modena-Atalanta 0-3 23 feb.
2-1 Napoli-Milano 1-3 5 mar.

Andata (4ª) Quarta giornata Ritorno (19ª)
16 nov. 2-1 Ambrosiana-Liguria 1-0 8 mar.
4-0 Bologna-Atalanta 2-0
2-0 Genova-Roma 2-1
3-2 Juventus-Milano 1-1
1-1 Lazio-Fiorentina 1-3
1-1 Livorno-Torino 0-1
0-1 Modena-Triestina 1-1
1-1 Napoli-Venezia 1-4

Andata (6ª) Sesta giornata Ritorno (21ª)
30 nov. 0-1 Ambrosiana-Fiorentina 1-4 22 mar.
2-0 Bologna-Triestina 0-1
1-0 Genova-Atalanta 0-0
0-0 Juventus-Venezia 0-2
2-1 Livorno-Lazio 0-3
1-1 Modena-Liguria 1-2
0-0 Napoli-Torino 3-5
2-0 Roma-Milano 2-4

Andata (8ª) Ottava giornata Ritorno (23ª)
14 dic. 2-2 Bologna-Liguria 1-2 26 apr.
0-0 Genova-Triestina 1-2
3-0 Juventus-Torino 1-2
3-1 Livorno-Fiorentina 0-2
1-3 Milano-Atalanta 2-0
1-1 Modena-Ambrosiana 0-1
1-1 Napoli-Lazio 0-1
0-0 Roma-Venezia 1-0

Andata (10ª) Decima giornata Ritorno (25ª)
28 dic. 1-0 Atalanta-Venezia 0-1 10 mag.
0-1 Bologna-Ambrosiana 1-0
1-1 Genova-Liguria 4-3
2-0 Juventus-Lazio 1-2
2-2 Milano-Triestina 2-2
1-1 Modena-Fiorentina 0-8
2-1 Napoli-Livorno 0-2
0-0 Roma-Torino 2-2

Andata (12ª) Dodicesima giornata Ritorno (27ª)
11 gen. 1-3 Atalanta-Torino 1-9 24 mag.
4-0 Bologna-Modena 0-1
6-1 Genova-Ambrosiana 1-1
2-3 Juventus-Livorno 2-1
3-2 Milano-Liguria 0-1
1-0 Napoli-Fiorentina 1-0
2-1 Roma-Lazio 1-1
2-0 Venezia-Triestina 2-2

Andata (14ª) Quattordicesima giornata Ritorno (29ª)
25 gen. 3-0 Atalanta-Lazio 1-2 7 giu.
2-5 Fiorentina-Bologna 3-2
6-0 Genova-Modena 3-2
1-1 Juventus-Napoli 1-4
2-1 Milano-Ambrosiana 2-2
4-0 Roma-Livorno 2-0
1-3 Triestina-Torino 0-2
2-1 Venezia-Liguria 2-0

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Classifica in divenire[modifica | modifica wikitesto]

[15] 10ª 11ª 12ª 13ª 14ª 15ª 16ª 17ª 18ª 19ª 20ª 21ª 22ª 23ª 24ª 25ª 26ª 27ª 28ª 29ª 30ª
 
Ambrosiana 1 2 3 5 6 6 7 8 10 12 14 14 14 14 15 16 17 17 19 19 19 19 21 23 23 23 24 24 25 26
Atalanta 2 2 4 4 4 4 5 7 9 11 12 12 12 14 15 15 17 17 17 18 19 19 19 21 21 22 22 23 23 24
Bologna 0 0 0 2 2 4 4 5 5 5 6 8 10 12 14 15 15 17 19 21 21 23 23 24 26 28 28 28 28 29
Fiorentina 1 2 4 5 6 8 10 10 10 11 11 11 13 13 13 13 15 15 17 17 19 19 21 21 23 23 23 23 25 27
Genova 1893 2 3 3 5 5 7 7 8 9 10 11 13 14 16 17 18 18 20 22 23 24 26 26 28 30 30 31 33 35 37
Juventus 1 2 2 4 6 7 7 9 9 11 11 11 13 14 14 16 18 20 21 22 22 24 24 26 26 28 30 31 31 32
Lazio 1 3 3 4 5 5 7 8 10 10 11 11 12 12 14 16 17 19 19 21 23 23 25 26 28 30 31 33 35 37
Liguria 0 1 3 3 5 6 8 9 11 12 12 12 14 14 15 17 17 17 17 17 19 20 22 22 22 22 24 25 25 27
Livorno 0 1 1 2 2 4 5 7 8 8 9 11 12 12 12 14 14 16 16 18 18 20 20 20 22 22 22 22 22 24
Milano 2 2 4 4 6 6 6 6 6 7 7 9 10 12 14 14 16 16 17 18 20 22 24 25 26 26 26 26 27 27
Modena 0 2 2 2 2 3 3 4 5 6 8 8 8 8 9 11 11 11 12 12 12 14 14 16 16 16 18 19 19 19
Napoli 0 2 2 3 3 4 4 5 5 7 7 9 9 10 11 12 12 14 14 14 14 15 15 15 15 17 19 21 23 23
Roma 2 4 6 6 7 9 10 11 12 13 15 17 19 21 22 23 25 25 25 27 27 29 31 32 33 35 36 38 40 42
Torino 2 2 3 4 6 7 9 9 10 11 13 15 17 19 21 21 22 24 26 28 30 30 32 32 33 35 37 37 39 39
Triestina 1 2 4 6 8 8 10 11 12 13 14 14 14 14 15 15 16 16 17 19 21 21 23 24 25 26 27 29 29 29
Venezia 1 2 4 5 7 8 10 11 13 13 15 17 17 19 19 20 22 24 26 26 28 28 28 29 31 33 34 36 38 38

Classifiche di rendimento[modifica | modifica wikitesto]

Rendimento andata-ritorno[modifica | modifica wikitesto]

Andata Ritorno
Roma 22 Lazio 23
Torino 21 Genova 20
Venezia 19 Roma 20
Genova 17 Venezia 19
Ambrosiana 15 Juventus 18
Atalanta 15 Torino 18
Liguria 15 Bologna 15
Triestina 15 Fiorentina 14
Bologna 14 Triestina 14
Juventus 14 Milano 13
Lazio 14 Liguria 12
Milano 14 Livorno 12
Fiorentina 13 Napoli 12
Livorno 12 Ambrosiana 11
Napoli 11 Modena 10
Modena 9 Atalanta 9

Rendimento casa-trasferta[modifica | modifica wikitesto]

Casa Trasferta
Torino 26 Roma 17
Lazio 25 Genova 14
Roma 25 Torino 13
Venezia 25 Venezia 13
Genova 23 Ambrosiana 12
Juventus 22 Lazio 12
Fiorentina 20 Bologna 10
Liguria 20 Juventus 10
Bologna 19 Triestina 10
Livorno 19 Milano 8
Milano 19 Atalanta 7
Triestina 19 Fiorentina 7
Napoli 18 Liguria 7
Atalanta 17 Livorno 5
Modena 16 Napoli 5
Ambrosiana 14 Modena 3

Primati stagionali[modifica | modifica wikitesto]

Record

  • Maggior numero di vittorie: Roma e Torino (16)
  • Minor numero di sconfitte: Roma (4)
  • Miglior attacco: Torino (60 reti fatte)
  • Miglior difesa: Roma (21 reti subite)
  • Miglior differenza reti: Roma (+34)
  • Maggior numero di pareggi: Triestina (13)
  • Minor numero di vittorie: Modena (6)
  • Maggior numero di sconfitte: Modena (17)
  • Peggiore attacco: Modena (23 reti fatte)
  • Peggior difesa: Modena (59 reti subite)
  • Peggior differenza reti: Modena (-36)
  • Partita con più reti: Torino-Atalanta 9-1 (27ª giornata)
  • Miglior sequenza di partite utili: Roma (13, dalla 5ª alla 17ª giornata)

Capoliste solitarie

  • dalla 2ª alla 3ª giornata: Roma
  • alla 5ª giornata: Triestina
  • alla 6ª giornata: Roma
  • alla 9ª giornata: Venezia
  • dalla 13ª alla 18ª giornata: Roma
  • dalla 20ª alla 23ª giornata: Torino
  • alla 27ª giornata: Torino
  • dalla 28ª alla 30ª giornata: Roma

Classifica marcatori[modifica | modifica wikitesto]

Nel corso del campionato furono segnati complessivamente 687 gol (di cui 13 su autorete) da 139 diversi giocatori, per una media di 2,86 gol a partita[3]. Di seguito, la classifica dei marcatori[15].

Reti Rig. Calciatore Squadra
22 1 Italia Aldo Boffi Milano
18 Italia Amedeo Amadei Roma
18 Italia Renato Gei Fiorentina
17 Italia Bruno Ispiro Genova 1893
17 2 Italia Silvio Piola Lazio
16 Italia Guglielmo Gabetto Torino
Reti Rig. Calciatore Squadra
15 Albania Riza Lushta Juventus
14 Italia Hector Puricelli Bologna
14 1 Italia Silvestro Pisa Lazio
14 5 Italia Romeo Menti Torino
12 Argentina Miguel Ángel Pantó Roma
12 2 Italia Francesco Pernigo Venezia

Marcature multiple[modifica | modifica wikitesto]

[15].

Reti Calciatore Incontro Giornata
4 Italia Renato Gei Fiorentina-Modena 8-0 25
4 Italia Hector Puricelli Bologna-Livorno 7-1 26

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d Chiesa, pp. 42-43
  2. ^ a b c d Chiesa, p. 40
  3. ^ a b c Melegari, pp. 230-231
  4. ^ Chiesa, pp. 40-41
  5. ^ Chiesa, p. 44
  6. ^ Chiesa, p. 41
  7. ^ a b Chiesa, p. 45
  8. ^ a b Melegari, 2002, p. 458
  9. ^ Esordio del nuovo allenatore, Il Littoriale, n. 99, 25 aprile 1942, p. 2.
  10. ^ Monti nuovo allenatore della Juventus, Il Littoriale, n. 26, 30 gennaio 1942, p. 2.
  11. ^ Storia della stagione su magliarossonera.it
  12. ^ Girani al posto di Notti quale allenatore del Modena, Il Littoriale, n. 25, 29 gennaio 1942, p. 2.
  13. ^ Storia della stagione su asrtalenti.altervista.it
  14. ^ Kutik è passato al Torino, Il Littoriale, n. 55, 5 marzo 1942, p. 2.
  15. ^ a b c Campionato 1941-42 su rsssf.com

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Carlo F. Chiesa. Il grande romanzo dello scudetto. Quarta puntata: Roma e Toro nel vento di guerra, da Calcio 2000, maggio 2002, pp. 39-58.
  • Fabrizio Melegari (a cura di). Almanacco illustrato del calcio - La storia 1898-2004, Modena, Panini, 2004.
  • La Stampa, annate 1941 e 1942.
  • Il Littoriale, annate 1941 e 1942.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]