Tony Cargnelli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Tony Cargnelli
Cargnelli.jpg
Nome Anton Cargnelli
Nazionalità Austria Austria
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Allenatore (ex difensore, attaccante)
Carriera
Squadre di club1
19??-19?? Vienna Cricketer Vienna Cricketer  ? (?)
19??-1910 Germania Schwechat Germania Schwechat  ? (?)[1]
1910-1919 Wiener AF Wiener AF 77+ (3+)[2]
1920-19?? Germania Schwechat Germania Schwechat  ? (?)
 ???? Hakoah Vienna Hakoah Vienna  ? (?)
Nazionale
1909 Austria Austria 1 (0)
Carriera da allenatore
1925-1926 VfB Muhlburg VfB Mühlburg
1926-1927 Timisoara Timișoara
1927-1929 Torino Torino
1930-1931 Palermo Palermo
1932-1933 Foggia Foggia
1933-1934 Bari Bari
1934-1936 Torino Torino
1936-1938 Bari Bari
1938-1940 Ambrosiana-Inter Ambrosiana-Inter
1940-1942 Torino Torino
1942-1943 Liguria
1943-1944 Cuneo Cuneo
1946-1948 Lazio
1948 Lucchese Lucchese
1948-1949 Bologna
1950-1951 Alessandria Alessandria
1951-1952 Foggia Foggia
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Anton Cargnelli, detto Tony (Vienna, 1º febbraio 1889Torino, 27 giugno 1974), è stato un allenatore di calcio e calciatore austriaco con passaporto italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Era appassionato di ciclismo.[3]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore eclettico, ha ricoperto il ruolo sia di difensore che di attaccante in varie formazioni austriache, come il Vienna Cricket, il Wiener AF e lo Hakoah Vienna.

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1909 ha ottenuto l'unica presenza in Nazionale austriaca[4] nella partita pareggiata 1-1 contro l'Ungheria.[5]

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

In Italia cominciò ad allenare nel 1927 guidando il Torino e vincendo lo scudetto. L'annata successiva, riconfermato, sfiorò nuovamente il successo perdendo in finale con il Bologna con il risultato complessivo di 4-2.

Nel 1929 venne esonerato dalla società granata e l'anno successivo passò al Palermo, in Serie B, portando la squadra sicula ad un passo dalla promozione in A, persa per soli 2 punti.

Passato al Foggia, in Serie C la portò in Serie B. Nel 1933-1934 Cargnelli passò al Bari e lo riportò in Serie A giungendo terzo in B.

Tornato al Torino evitò la retrocessione nel 1935. Meglio fu il 1936 quando il Torino giunse terzo.

Cargnelli nell'estate del 1936 tornò al Bari e vi rimase fino alla stagione 1937-1938. Dal 1938 al 1940 Cargnelli fu all'Ambrosiana Inter vincendo il suo secondo scudetto come allenatore nel 1940 e la sua seconda Coppa Italia nel 1939.

Lasciò poi l'Inter per tornare per la terza volta al Torino dove rimase fino alla stagione 1941-1942 dove giunse secondo dietro la Roma.

Per il 1942-1943 Cargnelli si legò alla Liguria, ma il campionato fu disastroso e la squadra giunse ultima. Il campionato venne poi interrotto per la seconda guerra mondiale e nel campionato 1945-1946 Cargnelli si lega alla Lazio. Il sodalizio durò fino al 1948, quando l'allenatore austriaco guidò per un breve periodo la Lucchese.

Dall'estate 1948 all'estate 1949 fu poi al Bologna senza ottenere risultati eclatanti. Nel 1950-1951 Cargnelli allenò in Serie C ed andò all'Alessandria, ma non andò oltre il 4º posto nel girone A, mentre nel 1951-1952 si legò al Foggia, che però venne penalizzato di 14 punti e Cargnelli non andò oltre un 16º posto che significava retrocessione in Serie D.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Wiener AF: 1913-1914

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Torino: 1927-1928
Ambrosiana-Inter: 1939-1940
Torino: 1935-1936
Ambrosiana-Inter: 1938-1939

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ [1]
  2. ^ [2]
  3. ^ Giuseppe Bagnati; Vito Maggio; Vincenzo Prestigiacomo, Il Palermo racconta: storie, confessioni e leggende rosanero, Palermo, Grafill, giugno 2004, p. 203, ISBN 88-8207-144-8.
  4. ^ (DE) FUSSBALL IN ÖSTERREICH (Spielerstatistik) Austriasoccer.at
  5. ^ (DE) FUSSBALL IN ÖSTERREICH Austriasoccer.at

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]