Serie A 2006-2007

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Serie A 2006-2007
Serie A TIM 2006-2007
Competizione Serie A
Sport Football pictogram.svg Calcio
Edizione 105ª (75ª di Serie A)
Organizzatore Lega Calcio
Date dal 9 settembre 2006
al 27 maggio 2007
Luogo Italia Italia
Partecipanti 20
Formula Girone unico A/R
Risultati
Vincitore Inter
(15º titolo)
Retrocessioni Chievo
Ascoli
Messina
Statistiche
Miglior marcatore Italia Francesco Totti (26)
Incontri disputati 380
Gol segnati 969 (2,55 per incontro)
Serie A 2006-2007.png
Distribuzione geografica delle squadre della Serie A 2006-2007
Cronologia della competizione
Left arrow.svg 2005-2006 2007-2008 Right arrow.svg

La Serie A 2006-2007 è stata la 105ª edizione della massima serie del campionato italiano di calcio (il 75º a girone unico), disputato tra il 9 settembre 2006 e il 27 maggio 2007. Il campionato è stato vinto dall'Inter, al suo quindicesimo titolo, il secondo consecutivo.

Capocannoniere del torneo è stato Francesco Totti (Roma) con 26 reti.

Stagione[modifica | modifica wikitesto]

Novità[modifica | modifica wikitesto]

A sostituire le retrocesse Lecce, Treviso e Juventus (declassata in seguito ai fatti di Calciopoli) furono Atalanta (dopo una sola stagione d'assenza), Catania (assente in A da 22 anni) e Torino: promossi dopo l'effettuazione dei play-off, i granata mancavano in massima serie dal 2003.[1]

Sul piano regolamentare, dal gennaio 2007 gli arbitri furono dotati di un supporto auricolare per poter ricevere le segnalazioni degli assistenti e assicurare una miglior direzione di gara[2]; fu invece scartata l'ipotesi di integrare fischietti stranieri nell'organico italiano.[3]

Calciomercato[modifica | modifica wikitesto]

Il rumeno Adrian Mutu, passato dalla Juventus alla Fiorentina e protagonista della stagione viola.

Gli eventi relativi allo scandalo esploso nella primavera 2006 comportarono l'assenza della Juventus, le cui stelle Vieira e Ibrahimović furono ingaggiate dall'Inter[4]: in nerazzurro giunsero anche i laterali difensivi Maicon e Maxwell, il jolly Fabio Grosso[5], il centrocampista Dacourt e la punta Crespo.[6] I concittadini del Milan rimpiazzarono Shevchenko col brasiliano Oliveira.[7] A gennaio i rossoneri riportarono in Italia Ronaldo.[8]

Movimenti di secondo piano per le romane, con i biancocelesti che presero il regista Ledesma dal Lecce[9]; i giallorossi puntarono invece sul terzino Cassetti, sul centrocampista Pizarro e sul centravanti Vučinić.[10] Palermo e Fiorentina scommisero infine su Amauri e Adrian Mutu.[11]

Avvenimenti[modifica | modifica wikitesto]

Marco Materazzi, reduce dal vittorioso mondiale tedesco, è uno dei protagonisti dello scudetto dell'Inter: il difensore centrale mette a segno 10 reti, tra cui la doppietta decisiva per la vittoria aritmetica del torneo.

Il declassamento bianconero e le penalizzazioni di varia entità inflitte a Milan, Lazio, Reggina e Fiorentina gettarono incertezza sui pronostici del campionato.[11] Le maggiori attese erano concentrate nell'Inter, che si portò in vetta nei primi turni per poi subire l'aggancio del Palermo[12][13]: a contribuire al primato rosanero fu una storica affermazione sul campo del Milan[14], che nella giornata successiva perse anche il derby.[15] I nerazzurri distanziarono in classifica i siciliani dopo la sconfitta di questi ultimi sul campo del Cagliari[16], cui fece seguito la vittoria interista contro la Reggina.[17] Il confronto diretto, in programma la domenica successiva, si risolse in favore dei milanesi che ottennero in tal modo un margine di quattro punti sulla Roma e di sei sulla formazione di Guidolin[18]: il passo falso dei capitolini nella stracittadina aprì ulteriore spazio alla fuga interista[19], con il titolo invernale conquistato in anticipo.[20]

Al giro di boa la squadra di Mancini vantava un margine di nove lunghezze sui romani[21], con la terza posizione appannaggio dei palermitani.[22] Lo scenario del quarto posto riguardò invece una pluralità di compagini, tra cui Empoli e Catania[23]: altre concorrenti in tal senso furono Atalanta e Sampdoria[24], con Milan e Fiorentina che risentirono invece della partenza ad handicap malgrado l'alleggerimento della penalità in ottobre.[25] In coda apparve subito drammatica la situazione dell'Ascoli[26], pur a fronte di una classifica stretta i cui rischi interessarono anche Parma e Messina[27]: dopo un avvio stentato Torino e Chievo risollevarono le proprie sorti, senza però compiere un deciso allontanamento dai pericoli.[28]

La ventiduesima giornata, prevista per il 3 e 4 febbraio 2007, conobbe un rinvio dopo i fatti verificatisi a Catania nell'anticipo del venerdì: durante la gara tra etnei e Palermo, i disordini e gli scontri scoppiati tra le tifoserie portarono alla morte dell'ispettore di polizia Filippo Raciti.[29] La FIGC impedì lo svolgimento del campionato per una settimana[30], adottando nuove misure per la sicurezza negli stadi alla ripresa.[31] Per quanto attiene all'aspetto agonistico non si segnalarono mutamenti significativi, dacché a fine febbraio l'Inter — reduce da un filotto record di diciassette affermazioni consecutive —[32] si ritrovò col cospicuo vantaggio di quattordici lunghezze sulla Roma.[33] A metà marzo il ritardo fu quantificabile in diciotto punti, cifra tale da consentire ai nerazzurri di archiviare la pratica-scudetto con largo anticipo.[34] Rispetto al girone di andata la classifica non conobbe sconvolgimenti, eccezion fatta per una Lazio capace di lasciarsi alle spalle Palermo e Milan nella rincorsa alla Champions League[35]; degna di nota fu poi la ripresa del Parma, le cui prestazioni migliorarono sensibilmente dopo l'arrivo in panchina di Claudio Ranieri.[36]

Il margine generatosi tra nerazzurri e capitolini risultò tale da rendere vana l'affermazione giallorossa nel confronto diretto, risultato peraltro corrispondente all'unica sconfitta dei milanesi[37]; già la domenica seguente gli uomini di Mancini s'imposero infatti a Siena archiviando con largo anticipo la matematica certezza del primo posto (arrivata a cinque turni del termine del torneo, un record eguagliato)[38], complice anche il passo falso dei rivali in quel di Bergamo.[39]

Francesco Totti si laurea capocannoniere del torneo con 26 reti, trascinando la Roma al secondo posto e vincendo, sul piano personale, la Scarpa d'oro quale miglior marcatore d'Europa.

Nei turni conclusivi l'interesse fu quindi catalizzato dal delinearsi degli scenari europeo e della salvezza, cui gli stessi campioni d'Italia contribuirono in maniera decisiva affossando alla quartultima un Messina che conobbe anzitempo la discesa[40]; contestuale condanna riguardò l'Ascoli, il cui domicilio venne violato da un Torino a sua volta in corsa per agguantare la permanenza.[41] I granata colsero l'obiettivo con un turno di anticipo, per effetto del pari contro il Livorno che fornì identica soddisfazione ai toscani[42]; a garantirsi la permanenza fu inoltre il Cagliari, prevalso sul campo di una ormai appagata Roma.[43] Milan e Lazio coronarono un positivo percorso — in virtù dell'iniziale handicap — con la qualificazione alla Champions League[44], mentre la Fiorentina dovette ripiegare sulla Coppa UEFA cui trovarono accesso anche Empoli e Palermo.[45]

Incerto e combattuto sino al termine risultò il fondo della graduatoria, dove cinque compagini — Catania, Chievo, Parma, Reggina e Siena — si contesero l'ultimo posto rimanente nell'arco di 90'.[46] A giocare un ruolo fondamentale furono le motivazioni in campo, con calabresi e toscani prevalsi su rossoneri e biancocelesti[47][48]; la salvezza fu inoltre appannaggio dei ducali, vittoriosi contro un Empoli da annoverare tra le sorprese del torneo.[49] Al culmine di un campionato deludente la retrocessione toccò invece al Chievo[50], battuto dai siciliani in uno «spareggio»[51]: per gli scaligeri — la cui stagione era addirittura iniziati dai preliminari di Champions League —[52] si trattò della prima caduta, dopo l'esordio in A datato 2001.[53] Nel lato sinistro della classifica la Sampdoria si assicurò l'ultimo biglietto continentale, partecipando all'Intertoto per un margine di tre punti sull'Udinese.[54]

Da segnalare infine i primati stabiliti dall'Inter, ovvero la quota-record di 97 punti in classifica (poi superata dalla Juventus nel 2013-14) e il distacco di 22 lunghezze inflitto alla Roma[55]; oltre alla striscia di vittorie consecutive i meneghini centrarono quindici affermazioni nei diciannove impegni esterni, undici delle quali di fila.[55]

Squadre partecipanti[modifica | modifica wikitesto]

Club Stagione Città Stadio Stagione precedente
Ascoli dettagli Ascoli Piceno Stadio Cino e Lillo Del Duca 10º posto in Serie A
Atalanta dettagli Bergamo Stadio Atleti Azzurri d'Italia 1º posto in Serie B
Cagliari dettagli Cagliari Stadio Sant'Elia 14º posto in Serie A
Catania dettagli Catania Stadio Angelo Massimino
Stadio Via del Mare (Lecce) (7ª, 31ª)
Stadio San Nicola (Bari) (9ª)
Stadio Romeo Neri (Rimini) (24ª, 27ª, 29ª)
Stadio Dino Manuzzi (Cesena) (25ª)
Stadio Marcantonio Bentegodi (Verona) (33ª)
Stadio Renato Dall'Ara (Bologna) (36ª, 38ª)
2º posto in Serie B
Chievo dettagli Verona Stadio Marcantonio Bentegodi 4º posto in Serie A
Empoli dettagli Empoli Stadio Carlo Castellani 8º posto in Serie A
Fiorentina dettagli Firenze Stadio Artemio Franchi 9º posto in Serie A
Inter dettagli Milano Stadio Giuseppe Meazza 1º posto in Serie A
Lazio dettagli Roma Stadio Olimpico di Roma 16º posto in Serie A
Livorno dettagli Livorno Stadio Armando Picchi 6º posto in Serie A
Messina dettagli Messina Stadio San Filippo 17º posto in Serie A
Milan dettagli Milano Stadio Giuseppe Meazza 3º posto in Serie A
Palermo dettagli Palermo Stadio Renzo Barbera 5º posto in Serie A
Parma dettagli Parma Stadio Ennio Tardini 7º posto in Serie A
Reggina dettagli Reggio Calabria Stadio Oreste Granillo 13º posto in Serie A
Roma dettagli Roma Stadio Olimpico di Roma 2º posto in Serie A
Sampdoria dettagli Genova Stadio Luigi Ferraris 12º posto in Serie A
Siena dettagli Siena Stadio Artemio Franchi - Montepaschi Arena 15º posto in Serie A
Torino dettagli Torino Stadio Olimpico di Torino 3º posto in Serie B
Udinese dettagli Udine Stadio Friuli 11º posto in Serie A

Allenatori[modifica | modifica wikitesto]

Allenatori e primatisti[modifica | modifica wikitesto]

Squadra Allenatore Calciatore più presente
(tra parentesi il numero delle presenze)
Cannoniere
(tra parentesi il numero delle presenze)
Ascoli[56] Italia Attilio Tesser (1ª-11ª)
Italia Nedo Sonetti (12ª-38ª)
Italia Michele Fini,
Italia Michele Paolucci (32)
Croazia Saša Bjelanović (7)
Atalanta Italia Stefano Colantuono Italia Alex Calderoni (37) Italia Cristiano Doni (13)
Cagliari[57][58] Italia Marco Giampaolo (1ª-16ª)
Italia Franco Colomba (17ª-25ª)Italia Marco Giampaolo (26ª-38ª)
Italia Simone Pepe,
Honduras David Suazo (36)
Honduras David Suazo (14)
Catania Italia Pasquale Marino Italia Armando Pantanelli (37) Italia Gionatha Spinesi (17)
Chievo[59] Italia Giuseppe Pillon (1ª-6ª)
Italia Luigi Delneri (7ª-38ª)
Italia Davide Mandelli,
Italia Sergio Pellissier (36)
Italia Sergio Pellissier (9)
Empoli Italia Luigi Cagni Italia Ighli Vannucchi (38) Italia Luca Saudati (14)
Fiorentina Italia Cesare Prandelli Francia Sébastien Frey (38) Italia Luca Toni,
Romania Adrian Mutu (16)
Inter Italia Roberto Mancini Argentina Javier Zanetti (37) Svezia Zlatan Ibrahimović (15)
Lazio Italia Delio Rossi Macedonia del Nord Goran Pandev,
Italia Tommaso Rocchi,
Italia Luciano Zauri (36)
Italia Tommaso Rocchi (16)
Livorno[60] Italia Daniele Arrigoni (1ª-21ª)
Italia Fernando Orsi (22ª)
Italia Daniele Arrigoni (23ª-29ª)
Italia Fernando Orsi (30ª-38ª)
Italia Stefano Morrone (37) Italia Cristiano Lucarelli (20)
Messina[61][62][63] Italia Bruno Giordano (1ª-22ª)
Italia Alberto Cavasin (23ª-29ª)
Italia Bruno Giordano (30ª-33ª)
Italia Bruno Bolchi (34ª-38ª)
Italia Salvatore Masiello (36) Italia Christian Riganò (19)
Milan Italia Carlo Ancelotti Italia Andrea Pirlo (34) Italia Alberto Gilardino (12)
Palermo[64][65] Italia Francesco Guidolin (1ª-33ª)
Italia Renzo Gobbo e Italia Rosario Pergolizzi (34ª-36ª)
Italia Francesco Guidolin (37ª-38ª)
Italia Andrea Barzagli,
Italia Cristian Zaccardo (36)
Italia Eugenio Corini (10)
Parma[66] Italia Stefano Pioli (1ª-21ª)
Italia Claudio Ranieri (22ª)
Italia Stefano Pioli (23ª)
Italia Claudio Ranieri (24ª-38ª)
Croazia Igor Budan (35) Croazia Igor Budan (13)
Reggina Italia Walter Mazzarri Italia Rolando Bianchi (37) Italia Rolando Bianchi (18)
Roma Italia Luciano Spalletti Italia Daniele De Rossi (36) Italia Francesco Totti (26)
Sampdoria Italia Walter Novellino Italia Daniele Franceschini,
Italia Angelo Palombo (36)
Italia Fabio Quagliarella (13)
Siena Italia Mario Beretta Austria Alexander Manninger (38) Liechtenstein Mario Frick,
Italia Massimo Maccarone (6)
Torino[67] Italia Alberto Zaccheroni (1ª-21ª)
Italia Gianni De Biasi (22ª)
Italia Alberto Zaccheroni (23ª-25ª)
Italia Gianni De Biasi (26ª-38ª)
Italia Christian Abbiati (36) Italia Alessandro Rosina (9)
Udinese[68] Italia Giovanni Galeone (1ª-19ª)
Italia Alberto Malesani (20ª-38ª)
Italia Morgan De Sanctis,
Colombia Cristián Zapata (36)
Italia Vincenzo Iaquinta (14)

Classifica finale[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
Scudetto.svg 1. Inter 97 38 30 7 1 80 34 +46
2. Roma 75 38 22 9 7 74 34 +40
3. Lazio (-3) 62 38 18 11 9 59 33 +26
[69] 4. Milan (-8) 61 38 19 12 7 57 36 +21
5. Palermo 58 38 16 10 12 58 51 +7
6. Fiorentina (-15) 58 38 21 10 7 62 31 +31
7. Empoli 54 38 14 12 12 42 43 -1
8. Atalanta 50 38 12 14 12 56 54 +2
9. Sampdoria 49 38 13 10 15 44 48 -4
10. Udinese 46 38 12 10 16 49 55 -6
11. Livorno 43 38 10 13 15 41 54 -13
12. Parma 42 38 10 12 16 41 56 -15
13. Catania 41 38 10 11 17 46 68 -22
14. Reggina (-11) 40 38 12 15 11 52 50 +2
15. Siena (-1) 40 38 9 14 15 35 45 -10
16. Torino 40 38 10 10 18 27 47 -20
17. Cagliari 40 38 9 13 16 35 46 -11
1downarrow red.svg 18. Chievo 39 38 9 12 17 38 48 -10
1downarrow red.svg 19. Ascoli 27 38 5 12 21 36 67 -31
1downarrow red.svg 20. Messina 26 38 5 11 22 37 69 -32

Legenda:

      Campione d'Italia e ammessa alla fase a gironi della UEFA Champions League 2007-2008.
      Ammesse alla fase a gironi della UEFA Champions League 2007-2008.
      Ammesse al terzo turno di qualificazione della UEFA Champions League 2007-2008.
      Ammesse al primo turno di Coppa UEFA 2007-2008.
      Ammessa al terzo turno di Coppa Intertoto 2007.
      Retrocesse in Serie B 2007-2008.

Regolemento:

Tre punti a vittoria, uno a pareggio, zero a sconfitta.
A parità di punti valeva la classifica avulsa.

Note:

La Fiorentina ha scontato 15 punti di penalizzazione.
La Reggina ha scontato 11 punti di penalizzazione.
Il Milan ha scontato 8 punti di penalizzazione.
La Lazio ha scontato 3 punti di penalizzazione.
Il Siena ha scontato 1 punto di penalizzazione per un ritardo nei pagamenti dell'IRPEF.
L'Atalanta rinuncia alla disputa della Coppa Intertoto.

Squadra campione[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Football Club Internazionale Milano 2006-2007.
Formazione tipo Giocatori (presenze)
Brasile Júlio César (32)
Brasile Maicon (32)
Argentina Nicolás Burdisso (32)
Italia Marco Materazzi (28)
Italia Fabio Grosso (29)
Argentina Javier Zanetti (37)
Argentina Esteban Cambiasso (21)
Francia Patrick Vieira (20)
Serbia Dejan Stanković (34)
Svezia Zlatan Ibrahimović (27)
Argentina Hernán Crespo (29)
Altri giocatori: Iván Córdoba (29), Olivier Dacourt (24), Adriano (23), Maxwell (22), Santiago Solari (21), Luís Figo (32), Walter Samuel (18), Julio Ricardo Cruz (15), Mariano González (14), Álvaro Recoba (13), Francesco Toldo (6), Marco Andreolli (4), Lampros Choutos (1), Ibrahim Maaroufi (1).

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Tabellone[modifica | modifica wikitesto]

ASC ATA CAG CAT CHI EMP FIO INT LAZ LIV MES MIL PAL PAR REG ROM SAM SIE TOR UDI
Ascoli –––– 1-3 2-1 2-2 3-0 0-1 1-1 1-2 2-2 0-2 1-1 2-5 3-2 0-0 2-3 1-1 1-1 0-1 0-2 2-2
Atalanta 3-1 –––– 3-3 1-1 1-0 0-0 2-2 1-1 0-0 5-1 3-2 2-0 1-1 1-1 1-1 2-1 3-2 3-1 1-2 1-2
Cagliari 1-0 2-0 –––– 0-1 0-2 0-0 0-2 1-1 0-2 2-2 2-0 2-2 1-0 0-0 0-2 3-2 1-0 2-2 0-0 2-1
Catania 3-3 0-0 0-1 –––– 2-0 2-1 0-1 2-5 3-1 3-2 2-2 1-1 1-2 2-0 1-4 0-2 4-2 1-1 1-1 1-0
Chievo 1-0 2-2 0-0 2-1 –––– 0-0 0-1 0-2 0-1 2-1 1-1 0-1 0-1 1-0 3-2 2-2 1-1 1-2 3-0 2-0
Empoli 4-1 2-0 1-0 2-1 1-1 –––– 1-2 0-3 1-1 2-2 3-1 0-0 2-0 2-0 3-3 1-0 2-0 1-0 0-0 1-1
Fiorentina 4-0 3-1 1-0 3-0 1-0 2-0 –––– 2-3 1-0 2-1 4-0 2-2 2-3 1-0 3-0 0-0 5-1 1-0 5-1 2-0
Inter 2-0 2-1 1-0 2-1 4-3 3-1 3-1 –––– 4-3 4-1 2-0 2-1 2-2 2-0 1-0 1-3 1-1 2-0 3-0 1-1
Lazio 3-1 1-0 0-0 3-1 0-0 3-1 0-1 0-2 –––– 1-0 1-0 0-0 1-2 0-0 0-0 3-0 1-0 1-1 2-0 5-0
Livorno 0-0 4-2 2-1 4-1 0-2 0-0 1-0 1-2 1-1 –––– 2-1 0-0 1-2 3-0 1-1 1-1 1-0 0-0 1-1 1-0
Messina 1-2 0-0 2-2 1-1 2-1 2-2 2-2 0-1 1-4 0-1 –––– 1-3 2-0 1-1 2-0 1-1 0-2 1-0 0-3 1-0
Milan 1-0 1-0 3-1 3-0 3-1 3-1 0-0 3-4 2-1 2-1 1-0 –––– 0-2 1-0 3-1 1-2 1-0 0-0 0-0 2-3
Palermo 4-0 2-3 1-3 5-3 1-1 0-1 1-1 1-2 0-3 3-0 2-1 0-0 –––– 3-4 4-3 1-2 2-0 2-1 3-0 2-0
Parma 1-0 3-1 2-1 1-1 2-2 3-1 2-0 1-2 1-3 1-0 4-1 0-2 0-0 –––– 2-2 0-4 0-1 1-0 1-0 0-3
Reggina 2-1 1-1 2-1 0-1 1-1 4-1 1-1 0-0 2-3 2-2 3-1 2-0 0-0 3-2 –––– 1-0 0-1 0-1 1-1 1-1
Roma 2-2 2-1 2-0 7-0 1-1 1-0 3-1 0-1 0-0 2-0 4-3 1-1 4-0 3-0 3-0 –––– 4-0 1-0 0-1 3-1
Sampdoria 2-0 2-1 1-1 1-0 3-0 1-2 0-0 0-2 2-0 4-1 3-1 1-1 1-1 3-2 0-0 2-4 –––– 0-0 1-0 3-3
Siena 0-1 1-1 0-0 1-1 2-1 2-0 1-1 1-2 2-1 0-0 3-1 3-4 1-1 2-2 0-1 1-3 0-2 –––– 1-0 2-2
Torino 1-0 1-2 1-0 1-0 1-0 1-0 0-1 1-3 0-4 0-0 1-1 0-1 0-0 1-1 1-2 1-2 1-0 1-2 –––– 2-3
Udinese 0-0 2-3 3-1 0-1 2-1 0-1 1-0 0-0 2-4 4-0 1-0 0-3 1-2 3-3 1-1 0-1 1-0 3-0 2-0 ––––

Calendario[modifica | modifica wikitesto]

andata (1ª) 1ª giornata ritorno (20ª)
10 set. 3-1 Atalanta-Ascoli 3-1 20 gen.
0-1 Cagliari-Catania 1-0 21 gen.
1-2 Chievo-Siena 1-2
9 set. 2-3 Fiorentina-Inter 1-3
10 set. 1-0 Messina-Udinese 0-1
2-1 Milan-Lazio 0-0
4-3 Palermo-Reggina 0-0 20 gen.
9 set. 2-0 Roma-Livorno 1-1 21 gen.
10 set. 1-2 Sampdoria-Empoli 0-2
1-1 Torino-Parma 0-1
andata (2ª) 2ª giornata ritorno (21ª)
17 set. 1-1 Ascoli-Messina 2-1 28 gen.
0-0 Catania-Atalanta 1-1
1-1 Empoli-Chievo 0-0
16 set. 1-1 Inter-Sampdoria 2-0
17 set. 1-2 Lazio-Palermo 3-0 27 gen.
1-0 Livorno-Fiorentina 1-2 28 gen.
0-2 Parma-Milan 0-1
16 set. 2-1 Reggina-Cagliari 2-0
17 set. 1-3 Siena-Roma 0-1
2-0 Udinese-Torino 3-2 27 gen.


andata (3ª) 3ª giornata ritorno (22ª)
20 set. 0-0 Atalanta-Empoli[70] 0-2 18 apr.
2-2 Cagliari-Livorno[71] 1-2 18 apr.
0-1 Chievo-Lazio[70] 0-0 18 apr.
1-0 Fiorentina-Parma 0-2
2-0 Messina-Reggina[71] 1-3 18 apr.
1-0 Milan-Ascoli[70] 5-2 18 apr.
5-3 Palermo-Catania 2-1 2 feb.
0-1 Roma-Inter[70] 3-1 18 apr.
3-3 Sampdoria-Udinese 0-1
1-2 Torino-Siena 0-1
andata (4ª) 4ª giornata ritorno (23ª)
24 set. 1-1 Ascoli-Sampdoria 0-2 11 feb.
23 set. 2-2 Catania-Messina 1-1
24 set. 2-0 Empoli-Palermo 1-0
4-3 Inter-Chievo 2-0
1-0 Lazio-Atalanta 0-0
23 set. 0-0 Livorno-Milan 1-2
24 set. 0-4 Parma-Roma 0-3
1-1 Reggina-Torino 2-1
0-0 Siena-Cagliari 2-2
1-0 Udinese-Fiorentina 0-2


andata (5ª) 5ª giornata ritorno (24ª)
30 set. 1-1 Atalanta-Reggina 1-1 18 feb.
1° ott. 1-1 Cagliari-Inter 0-1 17 feb.
30 set. 0-1 Chievo-Palermo 1-1 18 feb.
1° ott. 3-0 Fiorentina-Catania[72] 1-0
0-1 Messina-Livorno 1-2
0-0 Milan-Siena 4-3 17 feb.
1-0 Roma-Empoli 0-1
3-2 Sampdoria-Parma 1-0 18 feb.
0-4 Torino-Lazio 0-2
0-0 Udinese-Ascoli 2-2
andata (6ª) 6ª giornata ritorno (25ª)
15 ott. 0-2 Ascoli-Livorno 0-0 25 feb.
1-2 Empoli-Fiorentina 0-2
2-1 Inter-Catania[73] 5-2
0-0 Lazio-Cagliari 2-0
2-3 Palermo-Atalanta 1-1 24 feb.
0-3 Parma-Udinese 3-3 25 feb.
1-0 Reggina-Roma 0-3
14 ott. 1-1 Sampdoria-Milan 0-1
3-1 Siena-Messina 0-1
15 ott. 1-0 Torino-Chievo 0-3 24 feb.


andata (7ª) 7ª giornata ritorno (26ª)
22 ott. 3-2 Atalanta-Sampdoria 1-2 28 feb.
21 ott. 0-0 Cagliari-Torino 0-1
22 ott. 3-1 [74]Catania-Lazio 1-3
3-0 Fiorentina-Reggina 1-1
0-0 Livorno-Siena 0-0
21 ott. 2-2 Messina-Empoli 1-3
22 ott. 0-2 Milan-Palermo 0-0
1-0 Parma-Ascoli 0-0
1-1 Roma-Chievo 2-2
0-0 Udinese-Inter 1-1
andata (8ª) 8ª giornata ritorno (27ª)
25 ott. 3-3 Atalanta-Cagliari 0-2 4 mar.
0-1 Chievo-Milan 1-3 3 mar.
1-1 Empoli-Udinese 1-0 4 mar.
4-1 Inter-Livorno 2-1 3 mar.
2-1 Palermo-Messina 0-2 4 mar.
3-2 Reggina-Parma 2-2
2-2 Roma-Ascoli 1-1 3 mar.
2-0 Sampdoria-Lazio 0-1 4 mar.
1-1 Siena-Catania[72] 1-1
0-1 Torino-Fiorentina 1-5


andata (9ª) 9ª giornata ritorno (28ª)
29 ott. 0-1 Ascoli-Siena 1-0 11 mar.
1-0 Cagliari-Sampdoria 1-1 10 mar.
1-1 [75]Catania-Torino 0-1 11 mar.
2-3 Fiorentina-Palermo 1-1
0-0 Lazio-Reggina 3-2
0-0 Livorno-Empoli 2-2
2-1 Messina-Chievo 1-1
28 ott. 3-4 Milan-Inter 1-2
29 ott. 3-1 Parma-Atalanta 1-1
28 ott. 0-1 Udinese-Roma 1-3
andata (10ª) 10ª giornata ritorno (29ª)
5 nov. 2-0 Atalanta-Milan 0-1 18 mar.
0-0 Chievo-Cagliari 2-0
1-1 Empoli-Lazio 1-3
2-0 Inter-Ascoli 2-1
1-0 Livorno-Udinese 0-4
2-0 Palermo-Sampdoria 1-1 17 mar.
4 nov. 0-1 Reggina-Catania[72] 4-1 18 mar.
5 nov. 3-1 Roma-Fiorentina 0-0
4 nov. 2-2 Siena-Parma 0-1
5 nov. 1-1 Torino-Messina 3-0


andata (11ª) 11ª giornata ritorno (30ª)
12 nov. 0-1 Ascoli-Empoli 1-4 1º apr.
3-2 Catania-Livorno 1-4
11 nov. 3-1 Fiorentina-Atalanta 2-2
12 nov. 5-0 Lazio-Udinese 4-2
2-2 Messina-Cagliari 0-2
11 nov. 1-2 Milan-Roma 1-1 31 mar.
12 nov. 3-0 Palermo-Torino 0-0 1º apr.
1-2 Parma-Inter 0-2
3-0 Sampdoria-Chievo 1-1
0-1 Siena-Reggina 1-0 31 mar.
andata (12ª) 12ª giornata ritorno (31ª)
19 nov. 1-1 Ascoli-Fiorentina 0-4 7 apr.
18 nov. 1-0 Cagliari-Palermo 3-1
19 nov. 2-2 Chievo-Atalanta 0-1
18 nov. 0-0 Empoli-Milan 1-3
19 nov. 1-0 Inter-Reggina 0-0
3-0 Livorno-Parma 0-1
1-4 Messina-Lazio 0-1
7-0 Roma-Catania[74] 2-0
1-0 Torino-Sampdoria 0-1
3-0 Udinese-Siena 2-2


andata (13ª) 13ª giornata ritorno (32ª)
26 nov. 1-2 Atalanta-Torino 2-1 15 apr.
2-0 Catania-Parma 1-1
25 nov. 2-0 Chievo-Udinese 1-2 14 apr.
26 nov. 1-0 Empoli-Cagliari 0-0
3-1 Lazio-Ascoli 2-2 15 apr.
25 nov. 1-0 Milan-Messina 3-1
26 nov. 1-2 Palermo-Inter 2-2
2-2 Reggina-Livorno 1-1
2-4 Sampdoria-Roma 0-4
1-1 Siena-Fiorentina 0-1
andata (14ª) 14ª giornata ritorno (33ª)
2 dic. 2-2 Ascoli-Catania[76][77] 3-3 2 mag.
2-2 Cagliari-Milan 1-3 21 apr.
1-0 Fiorentina-Lazio 1-0 22 apr.
1° dic. 2-0 Inter-Siena 2-1
2 dic. 0-2 Livorno-Chievo 1-2
0-2 Messina-Sampdoria 1-3 21 apr.
0-0 Parma-Palermo 4-3 22 apr.
1° dic. 2-1 Roma-Atalanta 1-2
2 dic. 1-0 Torino-Empoli 0-0
1-1 Udinese-Reggina 1-1


andata (15ª) 15ª giornata ritorno (34ª)
10 dic. 3-2 Atalanta-Messina 0-0 29 apr.
0-0 Cagliari-Parma 1-2
1-0 Catania-Udinese 1-0
0-1 Chievo-Fiorentina 0-1 28 apr.
0-3 Empoli-Inter 1-3 29 apr.
3-0 Lazio-Roma 0-0
0-0 Milan-Torino 1-0 28 apr.
9 dic. 3-0 Palermo-Livorno 2-1 29 apr.
2-1 Reggina-Ascoli 3-2
10 dic. 0-0 Sampdoria-Siena 2-0
andata (16ª) 16ª giornata ritorno (35ª)
17 dic. 0-2 Ascoli-Torino 0-1 6 mag.
24 gen. 2-1 [78]Catania-Empoli 1-2
16 dic. 2-2 Fiorentina-Milan 0-0
17 dic. 2-0 Inter-Messina 1-0
1-1 Livorno-Lazio 0-1
2-2 Parma-Chievo 0-1
0-1 Reggina-Sampdoria 0-0
4-0 Roma-Palermo 2-1
1-1 Siena-Atalanta 1-3
16 dic. 3-1 Udinese-Cagliari 1-2


andata (17ª) 17ª giornata ritorno (36ª)
20 dic. 1-2 Atalanta-Udinese 3-2 13 mag.
0-2 Cagliari-Fiorentina 0-1
3-2 Chievo-Reggina 1-1
1-0 Empoli-Siena 0-2
0-2 Lazio-Inter 3-4
1-1 Messina-Parma 1-4
3-0 Milan-Catania[79] 1-1
4-0 Palermo-Ascoli 2-3
4-1 Sampdoria-Livorno 0-1
1-2 Torino-Roma 1-0
andata (18ª) 18ª giornata ritorno (37ª)
23 dic. 3-0 Ascoli-Chievo 0-1 20 mag.
4-2 Catania-Sampdoria 0-1
4-0 Fiorentina-Messina 2-2
2-1 Inter-Atalanta 1-1
1-1 Livorno-Torino 0-0
1-3 Parma-Lazio 0-0
4-1 Reggina-Empoli 3-3
2-0 Roma-Cagliari 2-3
1-1 Siena-Palermo 1-2
0-3 Udinese-Milan 3-2 19 mag.


andata (19ª) 19ª giornata ritorno (38ª)
14 gen. 5-1 Atalanta-Livorno 2-4 27 mag.
1-0 Cagliari-Ascoli 1-2
2-1 Chievo-Catania[79] 0-2
13 gen. 2-0 Empoli-Parma 1-3
14 gen. 1-1 Lazio-Siena 1-2
1-1 Messina-Roma 3-4
3-1 Milan-Reggina 0-2
2-0 Palermo-Udinese 2-1
0-0 Sampdoria-Fiorentina 1-5
13 gen. 1-3 Torino-Inter 0-3

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Squadre[modifica | modifica wikitesto]

Capoliste solitarie[modifica | modifica wikitesto]

————————————————————————————————————————————————————————————————————————————
PalIntIntInter
10ª11ª12ª13ª14ª15ª16ª17ª18ª19ª20ª21ª22ª23ª24ª25ª26ª27ª28ª29ª30ª31ª32ª33ª34ª35ª36ª37ª38ª

Classifica in divenire[modifica | modifica wikitesto]

10ª 11ª 12ª 13ª 14ª 15ª 16ª 17ª 18ª 19ª 20ª 21ª 22ª 23ª 24ª 25ª 26ª 27ª 28ª 29ª 30ª 31ª 32ª 33ª 34ª 35ª 36ª 37ª 38ª
Ascoli 0 1 1 2 3 3 3 4 4 4 4 5 5 6 6 6 6 9 9 9 12 12 12 13 14 15 16 19 19 19 19 20 21 21 21 24 24 27
Atalanta 3 4 5 5 6 9 12 13 13 16 16 17 17 17 20 21 21 21 24 27 28 28 29 30 31 31 31 32 32 33 36 39 42 43 46 49 50 50
Cagliari 0 0 1 2 3 4 5 6 9 10 11 14 14 15 16 16 16 16 19 22 22 22 23 23 23 23 26 27 27 30 33 34 34 34 37 37 40 40
Catania 3 4 4 5 5 5 8 9 10 13 16 16 19 20 23 26 26 29 29 29 30 30 31 31 31 31 32 32 32 32 33 33 34 37 37 38 38 41
Chievo 0 1 1 1 1 1 2 2 2 3 3 4 7 10 10 11 14 14 17 17 18 19 19 20 23 24 24 25 28 29 29 29 32 32 35 36 39 39
Empoli 3 4 5 8 8 8 9 10 11 12 15 16 19 19 19 19 22 22 25 28 29 32 35 38 38 41 44 45 45 48 48 49 50 50 53 53 54 54
Fiorentina -15 -15 -12 -12 -9 -6 -3 0 0 0 3 4 5 8 11 12 15 18 19 19 22 22 25 28 31 32 35 36 37 38 41 44 47 50 51 54 55 58
Inter 3 4 7 10 11 14 15 18 21 24 27 30 33 36 39 42 45 48 51 54 57 57 60 63 66 67 70 73 76 79 80 81 84 87 90 93 94 97
Lazio -3 -3 0 3 6 7 7 7 8 9 12 15 18 18 21 22 22 25 26 27 30 31 32 35 38 41 44 47 50 53 56 57 57 58 61 61 62 62
Livorno 0 3 4 5 8 11 12 12 13 16 16 19 20 20 20 21 21 22 22 23 23 26 26 29 30 31 31 32 32 35 35 36 36 36 36 39 40 43
Messina 3 4 7 8 8 8 9 9 12 13 14 14 14 14 14 14 15 15 16 16 16 16 17 17 20 20 23 24 24 24 24 24 24 25 25 25 26 26
Milan -5 -2 1 2 3 4 4 7 7 7 7 8 11 12 13 14 17 20 23 24 27 30 33 36 39 40 43 43 46 47 50 53 56 59 60 61 61 61
Palermo 3 6 9 9 12 12 15 18 21 24 27 27 27 28 31 31 34 35 38 39 39 42 42 43 44 45 45 46 47 48 48 49 49 52 52 52 55 58
Parma 1 1 1 1 1 1 4 4 7 8 8 8 8 9 10 11 12 12 12 15 15 18 18 18 19 20 21 22 25 25 28 29 32 35 35 38 39 42
Reggina -11 -8 -8 -7 -6 -3 -3 0 1 1 4 4 5 6 9 9 9 12 12 13 16 19 22 23 23 24 25 25 28 28 29 30 31 34 35 36 37 40
Roma 3 6 6 9 12 12 13 14 17 20 23 26 29 32 32 35 38 41 42 43 46 49 52 52 55 56 57 60 61 62 65 68 68 69 72 72 72 75
Sampdoria 0 1 2 3 6 7 7 10 10 10 13 13 13 16 17 20 23 23 24 24 24 24 27 30 30 33 33 34 35 36 39 39 42 45 46 46 49 49
Siena 2 2 5 6 7 10 11 12 15 16 16 16 17 17 18 19 19 20 21 24 24 27 28 28 28 29 30 30 30 33 34 34 34 34 34 37 37 40
Torino 1 1 1 2 2 5 6 6 7 8 8 11 14 17 18 21 21 22 22 22 22 22 22 22 22 25 25 28 31 32 32 32 33 33 36 39 40 40
Udinese 0 3 4 7 8 11 12 13 13 13 13 16 16 17 17 20 23 23 23 26 29 32 32 33 34 35 35 35 38 38 39 42 43 43 43 43 46 46

Primati stagionali[modifica | modifica wikitesto]

  • Maggior numero di partite vinte: 30 (Inter)
  • Minor numero di partite perse: 1 (Inter)
  • Massimo dei pareggi: 15 (Reggina)
  • Minor numero di partite vinte: 5 (Ascoli, Messina)
  • Maggior numero di partite perse: 22 (Messina)
  • Minimo dei pareggi: 7 (Inter)
  • Massimo delle reti segnate: 80 (Inter)
  • Minimo delle reti subite: 31 (Fiorentina)
  • Miglior differenza reti: 46 (Inter)
  • Minimo delle reti segnate: 27 (Torino)
  • Massimo delle reti subite: 69 (Messina)
  • Peggior differenza reti: −32 (Messina)
  • Partita con più reti segnate: Palermo-Catania 5-3 (8)
  • Partita con il maggior scarto di reti: Roma-Catania 7-0 (7)

Individuali[modifica | modifica wikitesto]

Classifica marcatori[modifica | modifica wikitesto]

Gol Rigori Giocatore Squadra
26 5 Italia Francesco Totti Roma
20 5 Italia Cristiano Lucarelli Livorno
19 3 Italia Christian Riganò Messina
18 3 Italia Rolando Bianchi Reggina
17 3 Italia Nicola Amoruso Reggina
17 5 Italia Gionatha Spinesi Catania
16 Italia Luca Toni Fiorentina
16 2 Romania Adrian Mutu Fiorentina
16 3 Italia Tommaso Rocchi Lazio
15 Svezia Zlatan Ibrahimović Inter
14 Argentina Hernán Crespo Inter
14 3 Italia Vincenzo Iaquinta Udinese
14 4 Italia Luca Saudati Empoli
14 5 Honduras David Suazo Cagliari
13 Croazia Igor Budan Parma
13 Italia Fabio Quagliarella Sampdoria
13 4 Italia Cristiano Doni Atalanta

Media spettatori[modifica | modifica wikitesto]

Media spettatori della Serie A 2006-07: 19 711.[80] Il Cagliari non ha comunicato dati ufficiali.[80]

Club Pos. Media Totale Abbonamenti
Inter 1 48.284 917.403 35.166
Milan 2 47.117 895.225 37.297
Roma 3 38.719 735.664 25.681
Fiorentina 4 29.880 537.841 23.900
Lazio 5 25.048 475.915 14.809
Palermo 6 23.800 452.194 17.973
Torino 7 20.576 390.938 17.849
Sampdoria 8 19.036 361.682 16.109
Catania 9 16.185 178.035 15.950
Udinese 10 14.646 278.266 13.652
Parma 11 14.644 278.243 11.120
Reggina 12 12.579 239.002 9.200
Atalanta 13 12.246 220.422 8.092
Messina 14 11.541 207.746 10.394
Livorno 15 8.472 152.487 5.641
Siena 16 7.994 151.889 4.869
Ascoli 17 7.209 129.754 4.800
Chievo 18 6.719 120.949 4.221
Empoli 19 5.351 96.316 3.517

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Torino, la notte dell'impresa, su repubblica.it, 11 giugno 2006.
  2. ^ Antonello Capone, Moviola, Behrami graziato, su gazzetta.it, 22 gennaio 2007.
  3. ^ Marco Mensurati, Venti super arbitri per la Serie A, in la Repubblica, 16 gennaio 2007, p. 58.
  4. ^ È un'Inter davvero insaziabile, su repubblica.it, 2 agosto 2006.
  5. ^ Gianni Piva, Grosso, il grande colpo di Moratti, su repubblica.it, 11 luglio 2006.
  6. ^ Nicola Binda e Andrea Elefante, Ufficiale, Crespo torna all'Inter, su gazzetta.it, 7 agosto 2006.
  7. ^ Il Milan parte per prendere Ronaldo e ritorna a casa con Oliveira, su repubblica.it, 25 agosto 2006.
  8. ^ Colpo riuscito, Ronaldo al Milan Al Real Madrid 7,5 milioni di euro, su repubblica.it, 25 gennaio 2007.
  9. ^ Giuseppe Calvi e Filippo Di Chiara, La Lazio compra: Ledesma, in La Gazzetta dello Sport, 7 luglio 2006.
  10. ^ Vucinic approda alla Roma e il Milan insiste su Oliveira, su repubblica.it, 30 agosto 2006.
  11. ^ a b Gianni Mura, Intervista al campionato, non c'è solo SuperInter, su repubblica.it, 8 settembre 2006.
  12. ^ Luigi Garlando, Inter prima, in La Gazzetta dello Sport, 25 settembre 2006.
  13. ^ Luigi Garlando, Stankovic maschera tutti i guai, in La Gazzetta dello Sport, 16 ottobre 2006.
  14. ^ Il Palermo fa l'impresa, su repubblica.it, 22 ottobre 2006.
  15. ^ Mirko Graziano, Vieira-Mihajlovic parole di fuoco, in La Gazzetta dello Sport, 29 ottobre 2006.
  16. ^ Il Cagliari aggiunge Pepe nel finale, Palermo sconfitto all'ultimo minuto, su repubblica.it, 18 novembre 2006.
  17. ^ L'Inter va in fuga, ma che fatica, su repubblica.it, 19 novembre 2006.
  18. ^ Riccardo Pratesi, L'Inter mette la sesta, su gazzetta.it, 27 novembre 2006.
  19. ^ Livia Taglioli, Mancini guarda al traguardo, su gazzetta.it, 11 dicembre 2006.
  20. ^ Potenza Inter, campione d'inverno, su repubblica.it, 20 dicembre 2006.
  21. ^ Per la Roma pari a Messina, l'Inter è sempre più lontana, su repubblica.it, 14 gennaio 2007.
  22. ^ Caracciolo, una riserva che segna, su repubblica.it, 14 gennaio 2007.
  23. ^ Il Chievo batte il Catania e dà il via alla rimonta salvezza, su repubblica.it, 14 gennaio 2007.
  24. ^ Stefano Cantalupi, Atalanta in zona Champions, su gazzetta.it, 20 gennaio 2007.
  25. ^ Noia e sbadigli all'Olimpico, tra Lazio e Milan finisce 0-0, su repubblica.it, 21 gennaio 2007.
  26. ^ Gianni Mura, E Domenica l'ultima parola, in la Repubblica, 29 gennaio 2007, p. 42.
  27. ^ La Reggina continua la rincorsa, in la Repubblica, 29 gennaio 2007, p. 47.
  28. ^ Panini, p. 357.
  29. ^ Alessio D'Urso e Sebastiano Vernazza, Terrore a Catania, in La Gazzetta dello Sport, 3 febbraio 2007.
  30. ^ Paolo Butturini e Maurizio Galdi, «Fermi a tempo indeterminato», in La Gazzetta dello Sport, 3 febbraio 2007.
  31. ^ Luigi Bolognini, Il miracolo dei tornelli, in la Repubblica, 11 febbraio 2007, p. 56.
  32. ^ Livia Taglioli, Inarrestabile Inter: adesso sono 17, su gazzetta.it, 25 febbraio 2007.
  33. ^ La Roma con la testa al Lione, ad Ascoli una rete per parte, su repubblica.it, 3 marzo 2007.
  34. ^ Nicola Cecere, Inter, entra Adriano, in La Gazzetta dello Sport, 19 marzo 2007.
  35. ^ Giulio Cardone, La Lazio conquista anche Udine, in la Repubblica, 2 aprile 2007, p. 51.
  36. ^ Rossi punisce il Livorno allo scadere, il Parma torna a vedere la salvezza, su repubblica.it, 7 aprile 2007.
  37. ^ Riccardo Pratesi, Grande Roma a San Siro, l'Inter rinvia la festa, su gazzetta.it, 18 aprile 2007.
  38. ^ Un anno da record con una sola sconfitta, in la Repubblica, 23 aprile 2007, p. 40.
  39. ^ Stefano Cantalupi, La Roma si arrende a Bergamo, su gazzetta.it, 22 aprile 2007.
  40. ^ Pier Luigi Todisco, Crespo spedisce il Messina in B, su gazzetta.it, 6 maggio 2007.
  41. ^ Andrea Schiappapietra, Toro, tre punti fondamentali, su gazzetta.it, 6 maggio 2007.
  42. ^ Livia Taglioli, Toro-Livorno, 0-0 da salvezza, su gazzetta.it, 20 maggio 2007.
  43. ^ Massimo Cecchini, Il Cagliari fa festa, Totti fa 200, in La Gazzetta dello Sport, 21 maggio 2007.
  44. ^ Andrea Schianchi, Alla festa di Costacurta si diverte pure l'Udinese, in La Gazzetta dello Sport, 20 maggio 2007.
  45. ^ Messina pari e fischi, in la Repubblica, 21 maggio 2007, p. 46.
  46. ^ Panini, p. 389.
  47. ^ Il Siena lotta fino alla fine, Lazio battuta e salvezza, su repubblica.it, 27 maggio 2007.
  48. ^ Gaetano De Stefano, Milan sazio, Reggina salva, su gazzetta.it, 27 maggio 2007.
  49. ^ Parma, missione compiuta, su repubblica.it, 27 maggio 2007.
  50. ^ Catania, prova d'orgoglio, su repubblica.it, 27 maggio 2007.
  51. ^ Ciao Chievo, ci rivediamo presto, su repubblica.it, 27 maggio 2007.
  52. ^ Corrado Sannucci, Una favola finita male, in la Repubblica, 28 maggio 2007, p. 48.
  53. ^ Germano Bovolenta, Chievo, la favola finisce in B, in La Gazzetta dello Sport, 28 maggio 2007.
  54. ^ Gianni Mura, Il prossimo sarà più vivo, in la Repubblica, 28 maggio 2007, p. 48.
  55. ^ a b Inter '06-'07: nella storia con tanti record, su inter.it, 28 maggio 2007.
  56. ^ Peppe Ercoli, Ascoli: arriva Nedo Sonetti, su gazzetta.it, 14 novembre 2006.
  57. ^ Cellino ha scelto Colomba, è lui l'allenatore del Cagliari, su repubblica.it, 19 dicembre 2006.
  58. ^ Il Cagliari richiama Giampaolo, su gazzetta.it, 26 febbraio 2007.
  59. ^ Sebastiano Vernazza, Chievo, torna Del Neri, in La Gazzetta dello Sport, 16 ottobre 2006.
  60. ^ Fabio Giorgi, Sorpresa Livorno: arriva Orsi, su gazzetta.it, 21 marzo 2007.
  61. ^ Messina, lo spogliatoio non basta, su repubblica.it, 30 gennaio 2007.
  62. ^ Messina, esonerato Cavasin, su repubblica.it, 2 aprile 2007.
  63. ^ Messina: via Giordano, c'è Bolchi, su gazzetta.it, 23 aprile 2007.
  64. ^ Il Palermo esonera Guidolin, su repubblica.it, 23 aprile 2007.
  65. ^ Palermo, Zamparini ci ripensa e richiama Guidolin in panchina, su repubblica.it, 14 maggio 2007.
  66. ^ Parma: esonerato Pioli, arriva Ranieri, su repubblica.it, 12 febbraio 2007.
  67. ^ Torino: via Zac, torna De Biasi, su repubblica.it, 26 febbraio 2007.
  68. ^ Galeone verso l'esonero, arriva Malesani, su repubblica.it, 15 gennaio 2007.
  69. ^ Ammesso ai gironi di Champions League in quanto detentore del titolo.
  70. ^ a b c d Recupero della partita programmata per il 4 febbraio e rinviata per la morte dell'ispettore di Polizia Filippo Raciti durante gli scontri avvenuti alla fine della partita di serie A Catania-Palermo.
  71. ^ a b Recupero della partita programmata per il 3 febbraio e rinviata per la morte dell'ispettore di Polizia Filippo Raciti durante gli scontri avvenuti alla fine della partita di serie A Catania-Palermo.
  72. ^ a b c Giocata a Rimini.
  73. ^ Giocata a Cesena.
  74. ^ a b Giocata a Lecce.
  75. ^ Giocata a Bari.
  76. ^ Giocata a Verona.
  77. ^ Recupero della partita prevista per il 22 aprile e rinviata per l'inagibilità dello stadio di Catania.
  78. ^ Recupero della partita prevista per il 17 dicembre e rinviata per impraticabilità del campo.
  79. ^ a b Giocata a Bologna.
  80. ^ a b (EN) Statistiche Spettatori Serie A 2006-2007, su stadiapostcards.com.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]