Serie A 2006-2007

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Serie A 2006-2007
Competizione Serie A
Sport Football pictogram.svg Calcio
Edizione 105ª (75ª di Serie A)
Organizzatore Lega Calcio
Date dal 10 settembre 2006
al 27 maggio 2007
Luogo Italia Italia
Partecipanti 20
Risultati
Vincitore Inter
(15º titolo)
Retrocessioni Chievo
Ascoli
Messina
Statistiche
Miglior marcatore Italia Francesco Totti (26)
Incontri disputati 380
Gol segnati 969 (2,55 per incontro)
Serie A 2006-2007.PNG
Distribuzione geografica delle squadre della Serie A 2006-2007
Cronologia della competizione
Left arrow.svg 2005-2006 2007-2008 Right arrow.svg

Il Campionato di Serie A 2006-2007 fu il centocinquesimo campionato italiano di calcio e il settantacinquesimo a girone unico.

Fu l'unico campionato di Serie A che non vide ai nastri di partenza la squadra più titolata, la Juventus, retrocessa d'ufficio in Serie B per il coinvolgimento di alcuni suoi dirigenti nello scandalo del calcio italiano del 2006, mentre Lazio, Fiorentina – entrambe riammesse nella massima serie dopo essere retrocesse nel verdetto in primo grado –, Milan e Reggina iniziarono il torneo con diversi punti di penalizzazione per il coinvolgimento di loro dirigenti in quella vicenda.

Questa edizione del torneo registrò la media spettatori più bassa registrata dalla Lega Nazionale Professionisti (19 711).[1][2]

In questo campionato erano previsti 4 turni infrasettimanali: il 20 settembre, il 25 ottobre e il 20 dicembre 2006 e il 28 febbraio 2007, le soste per le qualificazioni a Euro 2008 sono state fissate per il 3 settembre e l'8 ottobre 2006 e il 25 marzo 2007, in più il turno dell'8 aprile 2007 si è giocato il giorno precedente per le festività pasquali.

Il campionato si è fermato per le festività natalizie il 24 e il 31 dicembre 2006 e il 7 gennaio 2007.

Avvenimenti[modifica | modifica wikitesto]

Antefatti[modifica | modifica wikitesto]

L'Inter allestì una rosa ricchissima sotto tutti i punti di vista: furono acquistati i terzini Maicon, Maxwell e Fabio Grosso, che aveva deciso il Mondiale 2006 in Germania con il rigore decisivo, poi l'ex centrocampista juventino Vieira, Crespo (che tornò così all'Inter dopo tre anni) e l'attaccante Ibrahimović per 26 milioni (proveniente anch'egli dalla Juventus). Il Milan lasciò partire Stam e Shevchenko per prendere Bonera e Ricardo Oliveira. La Lazio prese Mutarelli e Makinwa, la Roma puntò su Vučinić mentre la Fiorentina si assicurò Mutu.

Campionato[modifica | modifica wikitesto]

In seguito allo scandalo di Calciopoli il campionato prese il via senza la Juventus, retrocessa d'ufficio in Serie B, e con quattro squadre penalizzate: Fiorentina (19 punti di penalizzazione, poi ridotti a 15 punti dall'arbitrato del CONI), Lazio (11 punti, poi ridotti a 3), Milan (8 punti) e Reggina (15 punti, poi ridotti a 11). Il torneo iniziò il 10 settembre: nelle prime giornate si dèttero battaglia per il vertice della classifica l'Inter, la Roma e il Palermo. In seguito la Roma, per via di alcuni risultati sfavorevoli (tra cui lo scontro diretto con i nerazzurri), si staccò di alcuni punti, mentre i siciliani si fermarono a causa di una sconfitta contro il Cagliari.

I festeggiamenti dei tifosi interisti a San Siro per la vittoria del quindicesimo scudetto dei nerazzurri.

La domenica successiva, il 26 novembre, alla Favorita la sconfitta dei rosanero lanciò i milanesi in fuga. L'Inter proseguì raggiungendo 17 vittorie consecutive ( anche se da calendario le vittorie consecutive si fermerebbero a 14 dato che la sconfitta in casa con la Roma fu rinviata dal 4 febbraio al 18 aprile ) record tuttora imbattuto nella storia della massima serie del campionato italiano, che si conclusero il 28 febbraio 2007, allorché i nerazzurri pareggiarono a San Siro contro l'Udinese, quando avevano già 14 punti di vantaggio sui giallorossi; curiosamente, la striscia record era iniziata dopo un'altra X proprio contro i friuliani, lo 0-0 del 22 ottobre alla settima giornata.

In precedenza, il 2 febbraio, una tragedia aveva sconvolto il campionato: durante l'incontro di ritorno Catania-Palermo, anticipato al venerdì per la festività catanese di Sant'Agata, si verificarono gravi episodi di violenza tra ultras e forze dell'ordine, che causano centinaia di feriti e l'uccisione di un poliziotto quarantenne, Filippo Raciti. Molte partite si disputarono a porte chiuse laddove gli stadi non rispettassero i requisiti anti-violenza richiesti da nuove norme, varate dal governo italiano appositamente per far fronte all'emergenza; il Cibali fu squalificato fino alla fine della stagione obbligando il Catania a giocare in campo neutro le restanti partite di campionato.

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Scontri di Catania.
Francesco Totti, fantasista della Roma e miglior marcatore del campionato con 26 gol.

Alla ripresa dei tornei l'Inter incrementò il suo vantaggio sui capitolini, distanti 16 punti, riprendendo la sua corsa e portando a venti lunghezze il suo distacco. Domenica 4 febbraio si giocò la terza giornata di ritorno, che prevedeva lo scontro diretto: la vittoria dei giallorossi arrivò quando ormai il loro torneo era compromesso, sortendo l'unico effetto di impedire alla Beneamata di chiudere imbattuta la stagione. Il 22 aprile il successo a Siena permise all'Inter di festeggiare divenendo campione d'Italia per la quindicesima volta, per la prima volta sul campo dopo un'attesa di 18 anni: alla fine il distacco tra i nerazzurri e la Roma fu di 22 punti. Quella nerazzurra fu una vittoria segnata da numerosi record, come fu la conquista dello scudetto 1988-1989: oltre alle 17 vittorie consecutive, si segnalarono le 30 vittorie in 38 partite, il record di 97 punti per la Serie A a 20 squadre, l'imbattibilità in trasferta (15 successi di cui 11 consecutivi) e la vittoria aritmetica dello scudetto con 5 giornate d'anticipo (che permise di eguagliare il primato del Grande Torino 1947-1948 e della Fiorentina 1955-1956).

L'assolo dell'Inter ridusse alla lotta per l'Europa e per la salvezza gli unici motivi d'interesse del torneo. La riduzione della penalizzazione ottenuta dalla Lazio nell'arbitrato col CONI permise alla formazione romana l'accesso in Champions League in compagnia del Milan che arrivò quarto ma che avrebbe avuto comunque modo di garantirsi un posto di diritto vincendo nella finale di Atene del 23 maggio. Non poté invece far molto la Fiorentina che, partita con un handicap di poco ridotto dall'arbitrato causa le pesanti imputazioni dei viola nel processo in corso, dovette accontentarsi della zona UEFA insieme ai cugini dell'Empoli i quali, guidati da Gigi Cagni, furono protagonisti di una stagione positiva. In coda, insieme a Messina e Ascoli, retrocesse il Chievo che, dopo aver combattuto fino all'ultimo per salvarsi, perse all'ultima giornata la partita decisiva contro il Catania venendo scavalcato da Parma, Siena e Reggina: per i calabresi fu un traguardo insperato data la penalizzazione di 11 lunghezze cui avevano dovuto fare fronte da inizio campionato. In Champions League si qualificarono Inter, Roma, Lazio e Milan; accedettero invece in Coppa UEFA Palermo, Fiorentina e, per la prima volta, l'Empoli.

Squadre partecipanti[modifica | modifica wikitesto]

Club Città Stadio Dettaglio 2005-2006
Ascoli Ascoli Piceno Stadio Cino e Lillo Del Duca 2006-2007 10° in Serie A
Atalanta Bergamo Stadio Atleti Azzurri d'Italia 2006-2007 1° in Serie B
Cagliari Cagliari Stadio Sant'Elia 2006-2007 14° in Serie A
Catania Catania Stadio Angelo Massimino 2006-2007 2° in Serie B
Chievo Verona Stadio Marcantonio Bentegodi 2006-2007 4° in Serie A
Empoli Empoli Stadio Carlo Castellani 2006-2007 8° in Serie A
Fiorentina Firenze Stadio Artemio Franchi 2006-2007 9° in Serie A
Inter Milano Stadio Giuseppe Meazza 2006-2007 Campione d'Italia
Lazio Roma Stadio Olimpico di Roma 2006-2007 16° in Serie A
Livorno Livorno Stadio Armando Picchi 2006-2007 6° in Serie A
Messina Messina Stadio San Filippo 2006-2007 17° in Serie A
Milan Milano Stadio Giuseppe Meazza 2006-2007 3° in Serie A
Palermo Palermo Stadio Renzo Barbera 2006-2007 5° in Serie A
Parma Parma Stadio Ennio Tardini 2006-2007 7° in Serie A
Reggina Reggio Calabria Stadio Oreste Granillo 2006-2007 13° in Serie A
Roma Roma Stadio Olimpico di Roma 2006-2007 2° in Serie A
Sampdoria Genova Stadio Luigi Ferraris 2006-2007 12° in Serie A
Siena Siena Stadio Artemio Franchi - Montepaschi Arena 2006-2007 15° in Serie A
Torino Torino Stadio Olimpico di Torino 2006-2007 3° in Serie B
Udinese Udine Stadio Friuli 2006-2007 11° in Serie A

Allenatori e primatisti[modifica | modifica wikitesto]

Squadra Allenatore Capitano Calciatore più presente
(tra parentesi il numero delle presenze)
Cannoniere
(tra parentesi il numero delle presenze)
Ascoli[3] Italia Attilio Tesser (1ª-11ª)
Italia Nedo Sonetti (12ª-38ª)
Italia Michele Fini Italia Michele Fini,
Italia Michele Paolucci (32)
Croazia Saša Bjelanović (7)
Atalanta Italia Stefano Colantuono Italia Antonino Bernardini Italia Alex Calderoni (37) Italia Cristiano Doni (13)
Cagliari[4][5] Italia Marco Giampaolo (1ª-16ª)
Italia Franco Colomba (17ª-25ª)
Italia Marco Giampaolo (26ª-38ª)
Honduras David Suazo Italia Simone Pepe,
Honduras David Suazo (36)
Honduras David Suazo (14)
Catania Italia Pasquale Marino Italia Armando Pantanelli Italia Armando Pantanelli (37) Italia Gionatha Spinesi (17)
Chievo[6] Italia Giuseppe Pillon (1ª-6ª)
Italia Luigi Delneri (7ª-38ª)
Italia Lorenzo D'Anna Italia Davide Mandelli,
Italia Sergio Pellissier (36)
Italia Sergio Pellissier (9)
Empoli Italia Luigi Cagni Italia Ighli Vannucchi Italia Ighli Vannucchi (38) Italia Luca Saudati (14)
Fiorentina Italia Cesare Prandelli Italia Dario Dainelli Francia Sébastien Frey (38) Italia Luca Toni,
Romania Adrian Mutu (16)
Inter Italia Roberto Mancini Argentina Javier Zanetti Argentina Javier Zanetti (37) Svezia Zlatan Ibrahimović (15)
Lazio Italia Delio Rossi Italia Massimo Oddo (1ª-21ª)
Italia Luciano Zauri (22ª-38ª)
Macedonia Goran Pandev,
Italia Tommaso Rocchi,
Italia Luciano Zauri (36)
Italia Tommaso Rocchi (16)
Livorno[7] Italia Daniele Arrigoni (1ª-29ª)
Italia Fernando Orsi (30ª-38ª)
Italia Cristiano Lucarelli Italia Stefano Morrone (37) Italia Cristiano Lucarelli (20)
Messina[8][9][10] Italia Bruno Giordano (1ª-21ª)
Italia Alberto Cavasin (22ª-29ª)
Italia Bruno Giordano (30ª-33ª)
Italia Bruno Bolchi (34ª-38ª)
Italia Salvatore Sullo (1ª-20ª)
Italia Alessandro Parisi (21ª-38ª)
Italia Salvatore Masiello (36) Italia Christian Riganò (19)
Milan Italia Carlo Ancelotti Italia Paolo Maldini Italia Andrea Pirlo (34) Italia Alberto Gilardino (12)
Palermo[11][12] Italia Francesco Guidolin (1ª-33ª)
Italia Renzo Gobbo & Italia Rosario Pergolizzi (34ª-36ª)
Italia Francesco Guidolin (37ª-38ª)
Italia Eugenio Corini Italia Andrea Barzagli,
Italia Cristian Zaccardo (36)
Italia Eugenio Corini (10)
Parma[13] Italia Stefano Pioli (1ª-23ª)
Italia Claudio Ranieri (24ª-38ª)
Italia Giuseppe Cardone Croazia Igor Budan (35) Croazia Igor Budan (13)
Reggina Italia Walter Mazzarri Italia Alessandro Lucarelli Italia Rolando Bianchi (37) Italia Rolando Bianchi (18)
Roma Italia Luciano Spalletti Italia Francesco Totti Italia Daniele De Rossi (36) Italia Francesco Totti (26)
Sampdoria Italia Walter Novellino Italia Sergio Volpi Italia Daniele Franceschini,
Italia Angelo Palombo (36)
Italia Fabio Quagliarella (13)
Siena Italia Mario Beretta Italia Enrico Chiesa Austria Alexander Manninger (38) Liechtenstein Mario Frick,
Italia Massimo Maccarone (6)
Torino[14] Italia Alberto Zaccheroni (1ª-25ª)
Italia Gianni De Biasi (26ª-38ª)
Italia Diego De Ascentis Italia Christian Abbiati (36) Italia Alessandro Rosina (9)
Udinese[15] Italia Giovanni Galeone (1ª-19ª)
Italia Alberto Malesani (20ª-38ª)
Italia Giampiero Pinzi Italia Morgan De Sanctis,
Colombia Cristian Zapata (36)
Italia Vincenzo Iaquinta (14)

Classifica finale[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
Coppacampioni.png Scudetto.svg 1. Inter 97 38 30 7 1 80 34 +46
Coppacampioni.png Coccarda Coppa Italia.svg 2. Roma 75 38 22 9 7 74 34 +40
Coppacampioni.png 3. Lazio[16] 62 38 18 11 9 59 33 +26
Coppacampioni.png Blason Union européenne.svg 4. Milan[17] 61 38 19 12 7 57 36 +21
Coppauefa.png 5. Palermo 58 38 16 10 12 58 51 +7
Coppauefa.png 6. Fiorentina[18] 58 38 21 10 7 62 31 +31
Coppauefa.png 7. Empoli 54 38 14 12 12 42 43 -1
8. Atalanta[19] 50 38 12 14 12 56 54 +2
Coppa Intertoto.svg 9. Sampdoria 49 38 13 10 15 44 48 -4
10. Udinese 46 38 12 10 16 49 55 -6
11. Livorno 43 38 10 13 15 41 54 -13
12. Parma 42 38 10 12 16 41 56 -15
13. Catania 41 38 10 11 17 46 68 -22
14. Reggina[20] 40 38 12 15 11 52 50 +2
15. Siena[21] 40 38 9 14 15 35 45 -10
16. Torino 40 38 10 10 18 27 47 -20
17. Cagliari 40 38 9 13 16 35 46 -11
1downarrow red.svg 18. Chievo 39 38 9 12 17 38 48 -10
1downarrow red.svg 19. Ascoli 27 38 5 12 21 36 67 -31
1downarrow red.svg 20. Messina 26 38 5 11 22 37 69 -32

Legenda:

      Campione d'Italia e ammessa alla UEFA Champions League 2007-2008
      Ammesse alla Euro league 2007-2008
      Ammesse alla Champions League 2007-2008
      Ammessa alla Coppa Intertoto 2007
      Retrocesse in Serie B 2007-2008

Note:

Tre punti a vittoria, uno a pareggio, zero a sconfitta.

Verdetti[modifica | modifica wikitesto]

Squadra campione[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Football Club Internazionale Milano 2006-2007.
Formazione tipo Giocatori (presenze)
Brasile Júlio César (32)
Brasile Maicon (32)
Colombia Iván Córdoba (29)
Italia Marco Materazzi (28)
Argentina Nicolás Burdisso (32)
Portogallo Luis Figo (32)
Francia Patrick Vieira (20)
Serbia Dejan Stanković (34)
Argentina Javier Zanetti (37)
Svezia Zlatan Ibrahimović (27)
Argentina Hernán Crespo (29)
Altri giocatori: Fabio Grosso (29), Olivier Dacourt (24), Adriano (23), Maxwell (22), Santiago Solari (21), Esteban Cambiasso (21), Walter Samuel (18), Julio Ricardo Cruz (15), Mariano González (14), Álvaro Recoba (13), Francesco Toldo (6), Marco Andreolli (4), Lampros Choutos (1), Ibrahim Maaroufi (1).

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Calendario[modifica | modifica wikitesto]

andata (1ª) 1ª giornata ritorno (20ª)
10 set.
2006
2-0 Roma-Livorno 1-1 21 gen.
2007
2-3 Fiorentina-Inter 1-3
3-1 Atalanta-Ascoli 3-1
0-1 Cagliari-Catania 1-0
1-2 Chievo-Siena 1-2
1-0 Messina-Udinese 0-1
2-1 Milan-Lazio 0-0
4-3 Palermo-Reggina 0-0
1-2 Sampdoria-Empoli 0-2
1-1 Torino-Parma 0-1
andata (2ª) 2ª giornata ritorno (21ª)
17 set.
2006
2-1 Reggina-Cagliari 2-0 28 gen.
2007
1-1 Inter-Sampdoria 2-0
1-1 Ascoli-Messina 2-1
0-0 Catania-Atalanta 1-1
1-1 Empoli-Chievo 0-0
1-2 Lazio-Palermo 3-0
1-0 Livorno-Fiorentina 1-2
1-3 Siena-Roma 0-1
2-0 Udinese-Torino 3-2
0-2 Parma-Milan 0-1


andata (3ª) 3ª giornata ritorno (22ª)
20 set.
2006
0-0 Atalanta-Empoli 0-2 18 apr.
2007[22]
2-2 Cagliari-Livorno 1-2
0-1 Chievo-Lazio 0-0
1-0 Fiorentina-Parma 0-2
2-0 Messina-Reggina 1-3
1-0 Milan-Ascoli 5-2
5-3 Palermo-Catania 2-1[23]
0-1 Roma-Inter 3-1
3-3 Sampdoria-Udinese 0-1
1-2 Torino-Siena 0-1
andata (4ª) 4ª giornata ritorno (23ª)
24 set.
2006
0-0 Livorno-Milan 1-2 11 feb.
2007
2-2 Catania-Messina 1-1
1-1 Ascoli-Sampdoria 0-2
2-0 Empoli-Palermo 1-0
4-3 Inter-Chievo 2-0
1-0 Lazio-Atalanta 0-0
0-4 Parma-Roma 0-3
1-1 Reggina-Torino 2-1
0-0 Siena-Cagliari 2-2
1-0 Udinese-Fiorentina 0-2


andata (5ª) 5ª giornata ritorno (24ª)
1° ott.
2006
1-1 Atalanta-Reggina 1-1 18 feb.
2007
0-4 Torino-Lazio 0-2
1-1 Cagliari-Inter 0-1
3-0 Fiorentina-Catania 1-0[24]
0-1 Messina-Livorno 1-2
0-0 Milan-Siena 4-3
1-0 Roma-Empoli 0-1
3-2 Sampdoria-Parma 1-0
0-0 Udinese-Ascoli 2-2
0-1 Chievo-Palermo 1-1
andata (6ª) 6ª giornata ritorno (25ª)
15 ott.
2006
1-1 Sampdoria-Milan 0-1 25 feb.
2007
3-1 Siena-Messina 0-1
0-2 Ascoli-Livorno 0-0
1-2 Empoli-Fiorentina 0-2
2-1 Inter-Catania 5-2[25]
2-3 Palermo-Atalanta 1-1
0-3 Parma-Udinese 3-3
1-0 Reggina-Roma 0-3
1-0 Torino-Chievo 0-3
0-0 Lazio-Cagliari 2-0


andata (7ª) 7ª giornata ritorno (26ª)
22 ott.
2006
2-2 Messina-Empoli 1-3 28 feb.
2007
0-0 Cagliari-Torino 0-1
3-2 Atalanta-Sampdoria 1-2
3-1[26] Catania-Lazio 1-3
3-0 Fiorentina-Reggina 1-1
0-0 Livorno-Siena 0-0
1-0 Parma-Ascoli 0-0
1-1 Roma-Chievo 2-2
0-0 Udinese-Inter 1-1
0-2 Milan-Palermo 0-0
andata (8ª) 8ª giornata ritorno (27ª)
25 ott.
2006
3-3 Atalanta-Cagliari 0-2 4 mar.
2007
0-1 Chievo-Milan 1-3
1-1 Empoli-Udinese 1-0
4-1 Inter-Livorno 2-1
2-1 Palermo-Messina 0-2
3-2 Reggina-Parma 2-2
2-2 Roma-Ascoli 1-1
2-0 Sampdoria-Lazio 0-1
1-1 Siena-Catania 1-1[24]
0-1 Torino-Fiorentina 1-5


andata (9ª) 9ª giornata ritorno (28ª)
29 ott.
2006
0-1 Udinese-Roma 1-3 11 mar.
2007
3-4 Milan-Inter 1-2
0-1 Ascoli-Siena 1-0
1-0 Cagliari-Sampdoria 1-1
1-1 Catania-Torino 0-1
2-3 Fiorentina-Palermo 1-1
0-0 Lazio-Reggina 3-2
2-1 Messina-Chievo 1-1
3-1 Parma-Atalanta 1-1
0-0 Livorno-Empoli 2-2
andata (10ª) 10ª giornata ritorno (29ª)
5 nov.
2006
2-2 Siena-Parma 0-1 18 mar.
2007
0-1 Reggina-Catania 4-1[24]
2-0 Atalanta-Milan 0-1
0-0 Chievo-Cagliari 2-0
1-1 Empoli-Lazio 1-3
2-0 Inter-Ascoli 2-1
1-0 Livorno-Udinese 0-4
2-0 Palermo-Sampdoria 1-1
1-1 Torino-Messina 3-0
3-1 Roma-Fiorentina 0-0


andata (11ª) 11ª giornata ritorno (30ª)
12 nov.
2006
3-1 Fiorentina-Atalanta 2-2 1° apr.
2007
1-2 Milan-Roma 1-1
0-1 Ascoli-Empoli 1-4
3-2 Catania-Livorno 1-4
5-0 Lazio-Udinese 4-2
2-2 Messina-Cagliari 0-2
3-0 Palermo-Torino 0-0
3-0 Sampdoria-Chievo 1-1
0-1 Siena-Reggina 1-0
1-2 Parma-Inter 0-2
andata (12ª) 12ª giornata ritorno (31ª)
19 nov.
2006
0-0 Empoli-Milan 1-3 7 apr.
2007
1-0 Cagliari-Palermo 3-1
1-1 Ascoli-Fiorentina 0-4
2-2 Chievo-Atalanta 0-1
1-0 Inter-Reggina 0-0
3-0 Livorno-Parma 0-1
1-4 Messina-Lazio 0-1
7-0 Roma-Catania 2-0[26]
3-0 Udinese-Siena 2-2
1-0 Torino-Sampdoria 0-1


andata (13ª) 13ª giornata ritorno (32ª)
26 nov.
2006
2-0 Chievo-Udinese 1-2 15 apr.
2007
1-0 Milan-Messina 3-1
1-2 Atalanta-Torino 2-1
2-0 Catania-Parma 1-1
1-0 Empoli-Cagliari 0-0
3-1 Lazio-Ascoli 2-2
2-2 Reggina-Livorno 1-1
2-4 Sampdoria-Roma 0-4
1-1 Siena-Fiorentina 0-1
1-2 Palermo-Inter 2-2
andata (14ª) 14ª giornata ritorno (33ª)
2 dic.
2006
2-0 Inter-Siena 2-1 22 apr.
2007
2-1 Roma-Atalanta 1-2
2-2 Cagliari-Milan 1-3
1-0 Fiorentina-Lazio 1-0
0-2 Livorno-Chievo 1-2
0-2 Messina-Sampdoria 1-3
0-0 Parma-Palermo 4-3
1-0 Torino-Empoli 0-0
1-1 Udinese-Reggina 1-1
2-2 Ascoli-Catania 3-3[27]


andata (15ª) 15ª giornata ritorno (34ª)
10 dic.
2006
2-1 Reggina-Ascoli 3-2 29 apr.
2007
3-0 Palermo-Livorno 2-1
3-2 Atalanta-Messina 0-0
0-0 Cagliari-Parma 1-2
1-0 Catania-Udinese 1-0
0-1 Chievo-Fiorentina 0-1
0-3 Empoli-Inter 1-3
0-0 Milan-Torino 1-0
0-0 Sampdoria-Siena 2-0
3-0 Lazio-Roma 0-0
andata (16ª) 16ª giornata ritorno (35ª)
17 dic.
2006
2-2 Fiorentina-Milan 0-0 6 mag.
2007
3-1 Udinese-Cagliari 1-2
0-2 Ascoli-Torino 0-1
2-0 Inter-Messina 1-0
1-1 Livorno-Lazio 0-1
2-2 Parma-Chievo 0-1
0-1 Reggina-Sampdoria 0-0
1-1 Siena-Atalanta 1-3
4-0 Roma-Palermo 2-1
2-1 Catania-Empoli 1-2


andata (17ª) 17ª giornata ritorno (36ª)
20 dic.
2006
1-2 Atalanta-Udinese 3-2 13 mag.
2007
0-2 Cagliari-Fiorentina 0-1
3-2 Chievo-Reggina 1-1
1-0 Empoli-Siena 0-2
0-2 Lazio-Inter 3-4
1-1 Messina-Parma 1-4
3-0 Milan-Catania 1-1[28]
4-0 Palermo-Ascoli 2-3
4-1 Sampdoria-Livorno 0-1
1-2 Torino-Roma 1-0
andata (18ª) 18ª giornata ritorno (37ª)
23 dic.
2006
3-0 Ascoli-Chievo 0-1 20 mag.
2007
4-2 Catania-Sampdoria 0-1
4-0 Fiorentina-Messina 2-2
2-1 Inter-Atalanta 1-1
1-1 Livorno-Torino 0-0
1-3 Parma-Lazio 0-0
4-1 Reggina-Empoli 3-3
2-0 Roma-Cagliari 2-3
1-1 Siena-Palermo 1-2
0-3 Udinese-Milan 3-2


andata (19ª) 19ª giornata ritorno (38ª)
14 gen.
2007
2-0 Empoli-Parma 1-3 27 mag.
2007
1-3 Torino-Inter 0-3
5-1 Atalanta-Livorno 2-4
1-0 Cagliari-Ascoli 1-2
2-1 Chievo-Catania 0-2[28]
1-1 Messina-Roma 3-4
3-1 Milan-Reggina 0-2
2-0 Palermo-Udinese 2-1
0-0 Sampdoria-Fiorentina 1-5
1-1 Lazio-Siena 1-2

Tabellone[modifica | modifica wikitesto]

ASC ATA CAG CAT CHI EMP FIO INT LAZ LIV MES MIL PAL PAR REG ROM SAM SIE TOR UDI
Ascoli 1-3 2-1 2-2 3-0 0-1 1-1 1-2 2-2 0-2 1-1 2-5 3-2 0-0 2-3 1-1 1-1 0-1 0-2 2-2
Atalanta 3–1 3-3 1-1 1-0 0-0 2-2 1-1 0-0 5-1 3-2 2-0 1-1 1-1 1-1 2-1 3-2 3-1 1-2 1-2
Cagliari 1-0 2-0 0-1 0-2 0-0 0-2 1-1 0-2 2-2 2-0 2-2 1-0 0-0 0-2 3-2 1-0 2-2 0-0 2-1
Catania 3-3 0-0 0-1 2-0 2-1 0-1 2-5 3-1 3-2 2-2 1-1 1-2 2-0 1-4 0-2 4-2 1-1 1-1 1-0
Chievo 1-0 2-2 0-0 2-1 0-0 0-1 0-2 0-1 2-1 1-1 0-1 0-1 1-0 3-2 2-2 1-1 1-2 3-0 2-0
Empoli 4-1 2-0 1-0 2-1 1-1 1-2 0-3 1-1 2-2 3-1 0-0 2-0 2-0 3-3 1-0 2-0 1-0 0-0 1-1
Fiorentina 4-0 3-1 1-0 3-0 1-0 2-0 2-3 1-0 2-1 4-0 2-2 2-3 1-0 3-0 0-0 5-1 1-0 5-1 2-0
Inter 2-0 2-1 1-0 2-1 4-3 3-1 3-1 4-3 4-1 2-0 2-1 2-2 2-0 1-0 1-3 1-1 2-0 3-0 1-1
Lazio 3-1 1-0 0-0 3-1 0-0 3-1 0-1 0-2 1-0 1-0 0-0 1-2 0-0 0-0 3-0 1-0 1-1 2-0 5-0
Livorno 0-0 4-2 2-1 4-1 0-2 0-0 1-0 1-2 1-1 2-1 0-0 1-2 3-0 1-1 1-1 1-0 0-0 1-1 1-0
Messina 1-2 0-0 2-2 1-1 2-1 2-2 2-2 0-1 1-4 0-1 1-3 2-0 1-1 2-0 1-1 0-2 1-0 0-3 1-0
Milan 1-0 1-0 3-1 3-0 3-1 3-1 0-0 3-4 2-1 2-1 1-0 0-2 1-0 3-1 1-2 1-0 0-0 0-0 2-3
Palermo 4-0 2-3 1-3 5-3 1-1 0-1 1-1 1-2 0-3 3-0 2-1 0-0 3-4 4-3 1-2 2-0 2-1 3-0 2-0
Parma 1-0 3-1 2-1 1-1 2-2 3-1 2-0 1-2 1-3 1-0 4-1 0-2 0-0 2-2 0-4 0-1 1-0 1-0 0-3
Reggina 2-1 1-1 2-1 0-1 1-1 4-1 1-1 0-0 2-3 2-2 3-1 2-0 0-0 3-2 1-0 0-1 0-1 1-1 1-1
Roma 2-2 2-1 2-0 7-0 1-1 1-0 3-1 0-1 0-0 2-0 4-3 1-1 4-0 3-0 3-0 4-0 1-0 0-1 3-1
Sampdoria 2-0 2-1 1-1 1-0 3-0 1-2 0-0 0-2 2-0 4-1 3-1 1-1 1-1 3-2 0-0 2-4 0-0 1-0 3-3
Siena 0-1 1-1 0-0 1-1 2-1 2-0 1-1 1-2 2-1 0-0 3-1 3-4 1-1 2-2 0-1 1-3 0-2 1-0 2-2
Torino 1-0 1-2 1-0 1-0 1-0 1-0 0-1 1-3 0-4 0-0 1-1 0-1 0-0 1-1 1-2 1-2 1-0 1-2 2-3
Udinese 0-0 2-3 3-1 0-1 2-1 0-1 1-0 0-0 2-4 4-0 1-0 0-3 1-2 3-3 1-1 0-1 1-0 3-0 2-0

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Primati stagionali[modifica | modifica wikitesto]

  • Maggior numero di partite vinte: 30 (Inter)
  • Maggior numero di partite vinte in casa: 15 (Fiorentina, Inter)
  • Maggior numero di partite vinte in trasferta: 15 (Inter)
  • Minor numero di partite perse: 1 (Inter)
  • Minor numero di partite perse in casa: 1 (Inter)
  • Minor numero di partite perse in trasferta: 0 (Inter)
  • Massimo dei pareggi: 15 (Reggina)
  • Massimo dei pareggi in casa: 9 (Atalanta)
  • Massimo dei pareggi in trasferta: 9 (Milan)
  • Minor numero di partite vinte: 5 (Ascoli, Messina)
  • Minor numero di partite vinte in casa: 3 (Ascoli)
  • Minor numero di partite vinte in trasferta: 0 (Messina)
  • Maggior numero di partite perse: 22 (Messina)
  • Maggior numero di partite perse in casa: 9 (Torino)
  • Maggior numero di partite perse in trasferta: 15 (Messina)
  • Minimo dei pareggi: 7 (Inter)
  • Minimo dei pareggi in casa: 2 (Fiorentina)
  • Minimo dei pareggi in trasferta: 3 (Sampdoria)
  • Massimo delle reti segnate: 80 (Inter)
  • Minimo delle reti subite: 31 (Fiorentina)
  • Miglior differenza reti: 46 (Inter)
  • Minimo delle reti segnate: 27 (Torino)
  • Massimo delle reti subite: 69 (Messina)
  • Peggior differenza reti: −32 (Messina)
  • Massimo dei punti in casa: 48 (Inter)
  • Massimo dei punti in trasferta: 49 (Inter)
  • Minimo dei punti in casa: 17 (Messina)
  • Minimo dei punti in trasferta: 4 (Messina)
  • Partita con più reti segnate: Palermo-Catania 5-3 (8)
  • Partita con il maggior scarto di reti: Roma-Catania 7-0 (7)

Capoliste solitarie[modifica | modifica wikitesto]

FC Internazionale Milano FC Internazionale Milano Associazione Sportiva Palermo
  • 3ª giornata: Palermo
  • 4ª giornata: Inter
  • Dalla 12ª alla 38ª giornata: Inter

Classifica sul campo[modifica | modifica wikitesto]

Considerate le numerose penalizzazioni, si riporta di seguito una classifica teorica al fine di mostrare quale sia stato l'effettivo rendimento delle squadre durante il campionato.

Punteggi stagione 2006-2007
Scudetto.svg 1. = Inter 97
2. = Roma 75
3. -3 Fiorentina[18] 73
4. = Milan[17] 69
5. +2 Lazio[16] 65
6. +1 Palermo 58
7. = Empoli 54
8. -6 Reggina[20] 51
9. +1 Atalanta 50
10. +1 Sampdoria 49
11. +1 Udinese 46
12. +1 Livorno 43
13. +1 Parma 42
14. -1 Siena[21] 41
15. +2 Catania 41
16. = Torino 40
17. = Cagliari 40
1downarrow red.svg 18. = Chievo 39
1downarrow red.svg 19. = Ascoli 27
1downarrow red.svg 20. = Messina 26

Classifica marcatori[modifica | modifica wikitesto]

Gol Rigori Marcatore Squadra
1rightarrow.png 26 4 ItaliaFrancesco Totti Roma
20 5 Cristiano Lucarelli Livorno
19 3 Christian Riganò Messina
18 3 Rolando Bianchi Reggina
17 3 Nicola Amoruso Reggina
5 Gionatha Spinesi Catania
16 0 Luca Toni Fiorentina
2 Adrian Mutu Fiorentina
3 Tommaso Rocchi Lazio
15 0 Zlatan Ibrahimović Inter
14 0 Hernán Crespo Inter
3 Vincenzo Iaquinta Udinese
4 Luca Saudati Empoli
5 David Suazo Cagliari
13 0 Igor Budan Parma
0 Fabio Quagliarella Sampdoria
4 Cristiano Doni Atalanta


Media spettatori[modifica | modifica wikitesto]

Media spettatori della Serie A 2006-07: 19.711.[1]
NB: il Cagliari non comunica dati ufficiali sugli spettatori.

Club Pos. Media Max. Totale Abbonamenti
Inter 1 48.284 64.758 917.403 35.166
Milan 2 47.117 78.921 895.225 37.297
Roma 3 38.719 61.292 735.664 25.681
Fiorentina 4 29.880 41.578 537.841 23.900
Lazio 5 25.048 60.815 475.915 14.809
Palermo 6 23.800 34.261 452.194 17.973
Torino 7 20.576 23.695 390.938 17.849
Sampdoria 8 19.036 27.519 361.682 16.109
Catania 9 16.185 20.366 178.035 15.950
Udinese 10 14.646 19.969 278.266 13.652
Parma 11 14.644 20.488 278.243 11.120
Reggina 12 12.579 20.835 239.002 9.200
Atalanta 13 12.246 23.799 220.422 8.092
Messina 14 11.541 17.521 207.746 10.394
Livorno 15 8.472 13.209 152.487 5.641
Siena 16 7.994 14.027 151.889 4.869
Ascoli 17 7.209 15.004 129.754 4.800
Chievo 18 6.719 12.706 120.949 4.221
Empoli 19 5.351 11.783 96.316 3.517

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Statistiche Spettatori Serie A 2006-2007 Attendance Statistics of Serie A (1st Div) 2006-2007 Fiorentina,Inter,Inter,Lazio,Milan
  2. ^ Roberto Pelucchi, Serie A, è emergenza spettatori, su gazzetta.it, 25 ottobre 2006.
  3. ^ Ascoli: arriva Nedo Sonetti, gazzetta.it, 14 novembre 2006.
  4. ^ Cagliari, in arrivo Colomba, gazzetta.it, 17 dicembre 2006.
  5. ^ Il Cagliari richiama Giampaolo, gazzetta.it, 26 febbraio 2007.
  6. ^ Chievo, via Pillon torn Delneri, gazzetta.it, 16 ottobre 2006.
  7. ^ Sorpresa Livorno: arriva Orsi, gazzetta.it, 21 marzo 2007.
  8. ^ Via Giordano, arriva Cavasin, gazzetta.it, 30 gennaio 2007.
  9. ^ Il Messina torna a Giordano, gazzetta.it, 2 aprile 2007.
  10. ^ Messina: via Giordano, c'è Bolchi, gazzetta.it, 23 aprile 2007.
  11. ^ Palermo, cacciato Guidolin, gazzetta.it, 23 aprile 2007.
  12. ^ Palermo, torna Guidolin, gazzetta.it, 14 maggio 2007.
  13. ^ Parma: via Pioli, arriva Ranieri, gazzetta.it, 12 febbraio 2007.
  14. ^ De Biasi-Giampaolo, il ritorno, gazzetta.it, 26 febbraio 2007.
  15. ^ Malesani: "Grazie, Udinese", gazzetta.it, 16 gennaio 2007.
  16. ^ a b 3 punti di penalizzazione.
  17. ^ a b 8 punti di penalizzazione.
  18. ^ a b 15 punti di penalizzazione.
  19. ^ Rinuncia all'Intertoto
  20. ^ a b 11 punti di penalizzazione.
  21. ^ a b 1 punto di penalizzazione per un ritardo nei pagamenti dell'IRPEF.
  22. ^ Inizialmente programmata per il 4 febbraio, fu rinviata a causa degli scontri di Catania.
  23. ^ Giocata il 2 febbraio.
  24. ^ a b c Giocata a Rimini.
  25. ^ Giocata a Cesena.
  26. ^ a b Giocata a Lecce.
  27. ^ Giocata a Verona.
  28. ^ a b Giocata a Bologna.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]