Atalanta Bergamasca Calcio 2006-2007

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

1leftarrow blue.svgVoce principale: Atalanta Bergamasca Calcio.

Atalanta Bergamasca Calcio
Stagione 2006-2007
AllenatoreItalia Stefano Colantuono
All. in secondaItalia Gabriele Matricciani
PresidenteItalia Ivan Ruggeri
Serie A8º posto
Coppa ItaliaTerzo turno
Maggiori presenzeCampionato: Calderoni (37)
Totale: Calderoni (40)
Miglior marcatoreCampionato: Doni (13)
Totale: Doni, Zampagna (13)
Maggior numero di spettatori18.500 vs Torino (26 novembre 2006)
Minor numero di spettatori2.844 vs Sassuolo (19 agosto 2006)
Media spettatori11.023

Questa pagina raccoglie i dati riguardanti l'Atalanta Bergamasca Calcio nelle competizioni ufficiali della stagione 2006-2007.

Stagione[modifica | modifica wikitesto]

La campagna acquisti estiva vede la conferma dell'allenatore Stefano Colantuono e di gran parte della rosa della stagione precedente: l'unica cessione di rilievo è quella del centrocampista Michele Marcolini al Chievo Verona. I principali acquisti sono l'esterno brasiliano Ferreira Pinto dal Perugia, il difensore argentino Leonardo Talamonti dalla Lazio e il difensore Moris Carrozzieri dalla Sampdoria. A questi si aggiungono i ritorni dello svincolato Christian Vieri, di Massimo Donati in prestito dal Milan e di Cristiano Doni, rientrato a Bergamo dal Mallorca.

L'Atalanta esordisce con un perentorio 3-1 casalingo contro l'Ascoli, gara decisa dalla doppietta di Ventola e dal gol di Zampagna. Per la seconda vittoria si deve attendere il 15 ottobre, quando i nerazzurri tornano da Palermo con un sorprendente 3-2. Segue una pazzesca rimonta in casa contro la Sampdoria: blucerchiati avanti 2-0 dopo poco più di 10 minuti con la doppietta di Quagliarella, Doni e Zampagna firmano il clamoroso 3-2. È proprio al Comunale che l'Atalanta costruisce le fortune del suo campionato, con due sconfitte (rimediate contro Torino e Udinese): è il Livorno a subire la peggior sconfitta per mano degli orobici (5-1). La nota più positiva del girone d'andata è rappresentata senza dubbio da un Doni rinato, trascinatore della squadra con diverse reti e assist decisivi.[1]

Il girone di ritorno dell'Atalanta inizia in modo non positivo, a causa anche dello stadio che in più di un'occasione è semivuoto per la dichiarata inagibilità dello stesso in mancanza dei tornelli, necessari in seguito ai drammatici episodi di Catania-Palermo del 2 febbraio (nella partita contro la Lazio si è giocato addirittura a porte chiuse). Ad aprile si registra una crescita impetuosa, coronata da tre vittorie consecutive: Chievo (decide un rigore di Doni), Robur Siena (Vieri segna la sua prima rete stagionale, considerato il gol più bello dell'intera stagione) e Roma (gara decisiva nell'assegnare lo scudetto all'Inter). L'Atalanta chiude il campionato a quota 50 punti, quasi equamente divisi tra andata e ritorno, record per la società orobica con il campionato a 20 squadre e i 3 punti per la vittoria.

In Coppa Italia l'Atalanta è giunta al terzo turno delle fasi eliminatorie: dopo le vittorie contro Sassuolo e Pescara, i nerazzurri si devono arrendere alla Triestina in una gara combattutissima vinta 3-2 dai giuliani ai tempi supplementari.

Il 17 ottobre 2006, presso la sala Congressi Papa Giovanni XXIII a Bergamo, sono state presentate le iniziative per celebrare i cento anni di storia della cosiddetta "Regina delle Provinciali". Tra i vari eventi si è svolta una notte bianca a Bergamo, denominata Notte NerAzzurra, con spettacoli, apparizioni di ex calciatori atalantini, concerti e fuochi d'artificio. I festeggiamenti sono terminati il 17 ottobre 2007,[2] con un programma di appuntamenti musicali e sportivi, tra cui soprattutto un prestigioso triangolare con Porto e Stella Rossa (vinto dai lusitani con i bergamaschi al secondo posto, grazie alla vittoria sulla Stella Rossa) e la partecipazione al Trofeo Teresa Herrera con Real Madrid, Deportivo La Coruña e Belenenses, cui si aggiungono mostre dedicate alla Dea presso la fiera di Bergamo.

Maglie e sponsor[modifica | modifica wikitesto]

Lo sponsor tecnico per la stagione 2006-2007 è Asics, mentre lo sponsor ufficiale è Sit-in Sport, azienda produttrice di erba sintetica. Il secondo sponsor, presente sulle maglie in piccolo in alto a destra, è Daihatsu, casa automobilistica. Il logo della squadra è al centro del petto, fra lo sponsor tecnico e quello secondario.

La divisa casalinga presenta una maglia con tre strisce blu e quattro nere, con colletto nero. I calzoncini sono neri e i calzettoni neri con una striscia blu orizzontale. I numeri e i nomi sul dorso della maglia sono bianchi; il numero sui pantaloncini, sempre bianco, è sulla gamba sinistra.

La divisa da trasferta presenta una maglia bianca con striscia orizzontale azzurra nella parte centrale. I calzoncini e i calzettoni sono bianchi. Il numero sul dorso e sui calzoncini, e il nome, sono di colore blu.

Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Trasferta

Organigramma societario[modifica | modifica wikitesto]

Area direttiva

  • Presidente: Ivan Ruggeri
  • Amministratore delegato: cav. Isidoro Fratus
  • Direttore generale: Cesare Giacobazzi

Area organizzativa

  • Segretario generale: Luca Befani (fino al 30 novembre), poi Fabio Rizzitelli
  • Team manager: Mirco Moioli

Area tecnica

Area sanitaria

  • Responsabile sanitario: Bruno Sgherzi
  • Medico sociale: Claudio Rigo
  • Ortopedico: Aristide Cobelli
  • Massaggiatori: Alfredo Adami, Marcello Ginami, Renato Gotti

Rosa[modifica | modifica wikitesto]

N. Ruolo Giocatore
1 Italia P Andrea Ferrari
2 Argentina D Leonardo Talamonti
3 Brasile D Adriano Pereira da Silva
4 Italia D Matteo Gentili
5 Italia C Massimo Donati
6 Italia D Gianpaolo Bellini
7 Italia C Davide Bombardini
8 Italia C Antonino Bernardini
9 Italia A Riccardo Zampagna
10 Italia A Nicola Ventola
11 Guinea A Karamoko Cissé[3]
12 Italia D Daniele Capelli[4]
14 Italia C Luis Fernando Centi[5]
15 Italia D Simone Loria
16 Italia D Claudio Rivalta
N. Ruolo Giocatore
17 Italia A Christian Vieri
18 Italia P Andrea Ivan
19 Italia C Luca Ariatti
20 Italia C Alessio Manzoni[5]
21 Argentina C Fernando Tissone
23 Uruguay C Nelson Abeijón
25 Sierra Leone D Kewullay Conteh
26 Italia C Giulio Migliaccio
27 Italia P Alex Calderoni
34 Italia A Marino Defendi
38 Italia C Michele Magrin[5]
72 Italia C Cristiano Doni
79 Brasile C Adriano Ferreira Pinto
99 Italia A Andrea Soncin[5]

Calciomercato[modifica | modifica wikitesto]

Sessione estiva (dal 01/07 al 31/08)[modifica | modifica wikitesto]

Acquisti
R. Nome da Modalità
D Davide Brivio Fiorentina definitivo (200 mila €)
D Moris Carrozzieri Sampdoria compartecipazione
D Kewullay Conteh Palermo prestito
D Duccio Innocenti Messina fine prestito
D Thomas Manfredini Rimini fine prestito
D Leonardo Talamonti River Plate prestito
C Nelson Abeijón svincolato
C Massimo Donati Milan prestito
C Cristiano Doni Mallorca compartecipazione
C Adriano Ferreira Pinto Cesena compartecipazione
C Fernando Tissone Sampdoria compartecipazione
A Luca Saudati Lecce fine prestito
A Christian Vieri svincolato
Cessioni
R. Nome a Modalità
P Andrea Consigli Sambenedettese prestito
D Daniele Capelli Arezzo prestito
D Natale Gonnella Verona prestito
D Duccio Innocenti svincolato
D Thomas Manfredini Bologna prestito
D Mauro Minelli Catania prestito
D Michele Rinaldi Udinese compartecipazione
D Mariano Stendardo Cremonese compartecipazione
D Ernesto Terra Salernitana compartecipazione
C Antonino D'Agostino Cagliari prestito
C Alberto Filippini Salernitana prestito
C Andrea Lazzari Cesena prestito
C Michele Marcolini Chievo compartecipazione
A Igor Budan Palermo fine prestito
A Andrea Lombardo Perugia fine prestito
A Pablo Osvaldo Lecce prestito
A Luca Saudati Empoli compartecipazione
A Christian Tiboni Udinese compartecipazione

Sessione invernale (dal 03/01 al 31/01)[modifica | modifica wikitesto]

Cessioni
R. Nome a Modalità
C Luis Fernando Centi Ascoli definitivo (725 mila €)
C Michele Magrin Pro Vercelli prestito
C Alessio Manzoni Padova prestito
A Andrea Soncin Ascoli compartecipazione

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Serie A[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Serie A 2006-2007.

Girone di andata[modifica | modifica wikitesto]

Bergamo
10 settembre 2006, ore 15:00 CEST
1ª giornata
Atalanta 3 – 1
referto
Ascoli Stadio Atleti Azzurri d'Italia (11.039 spett.)
Arbitro Bergonzi (Genova)

Catania
17 settembre 2006, ore 15:00 CEST
2ª giornata
Catania 0 – 0
referto
Atalanta Stadio Angelo Massimino (18.400 spett.)
Arbitro Palanca (Roma)

Bergamo
20 settembre 2006, ore 20:30 CEST
3ª giornata
Atalanta 0 – 0
referto
Empoli Stadio Atleti Azzurri d'Italia (11.069 spett.)
Arbitro Lops (Torino)

Roma
24 settembre 2006, ore 15:00 CEST
4ª giornata
Lazio 1 – 0
referto
Atalanta Stadio Olimpico (24.800 spett.)
Arbitro Girardi (San Donà di Piave)

Bergamo
30 settembre 2006, ore 18:00 CEST
5ª giornata
Atalanta 1 – 1
referto
Reggina Stadio Atleti Azzurri d'Italia (13.000 spett.)
Arbitro Pantana (Macerata)

Palermo
15 ottobre 2006, ore 15:00 CEST
6ª giornata
Palermo 2 – 3
referto
Atalanta Stadio Renzo Barbera (26.200 spett.)
Arbitro Banti (Livorno)

Bergamo
22 ottobre 2006, ore 15:00 CEST
7ª giornata
Atalanta 3 – 2
referto
Sampdoria Stadio Atleti Azzurri d'Italia (9.500 spett.)
Arbitro Romeo (Verona)

Bergamo
25 ottobre 2006, ore 20:30 CEST
8ª giornata
Atalanta 3 – 3
referto
Cagliari Stadio Atleti Azzurri d'Italia (13.000 spett.)
Arbitro Stefanini (Prato)

Parma
29 ottobre 2006, ore 18:00 CET
9ª giornata
Parma 3 – 1
referto
Atalanta Stadio Ennio Tardini (13.691 spett.)
Arbitro Herberg (Messina)

Bergamo
5 novembre 2006, ore 20:30 CET
10ª giornata
Atalanta 2 – 0
referto
Milan Stadio Atleti Azzurri d'Italia (8.500 spett.)
Arbitro Pieri (Lucca)

Firenze
11 novembre 2006, ore 18:00 CET
11ª giornata
Fiorentina 3 – 1
referto
Atalanta Stadio Artemio Franchi (30.000 spett.)
Arbitro De Marco (Chiavari)

Verona
19 novembre 2006, ore 15:00 CET
12ª giornata
Chievo 2 – 2
referto
Atalanta Stadio Marcantonio Bentegodi (6.800 spett.)
Arbitro Stefanini (Prato)

Bergamo
26 novembre 2006, ore 15:00 CET
13ª giornata
Atalanta 1 – 2
referto
Torino Stadio Atleti Azzurri d'Italia (18.500 spett.)
Arbitro Dondarini (Finale Emilia)

Roma
3 dicembre 2006, ore 20:30 CET
14ª giornata
Roma 2 – 1
referto
Atalanta Stadio Olimpico (34.800 spett.)
Arbitro Pantana (Macerata)

Bergamo
10 dicembre 2006, ore 15:00 CET
15ª giornata
Atalanta 3 – 2
referto
Messina Stadio Atleti Azzurri d'Italia (10.400 spett.)
Arbitro Farina (Novi Ligure)

Siena
17 dicembre 2006, ore 15:00 CET
14ª giornata
Siena 1 – 1
referto
Atalanta Montepaschi Arena (9.500 spett.)
Arbitro Orsato (Schio)

Bergamo
20 dicembre 2006, ore 20:30 CET
17ª giornata
Atalanta 1 – 2
referto
Udinese Stadio Atleti Azzurri d'Italia (10.481 spett.)
Arbitro Pierpaoli (Firenze)

Milano
23 dicembre 2006, ore 15:00 CET
18ª giornata
Inter 2 – 1
referto
Atalanta Stadio Giuseppe Meazza (35.000 spett.)
Arbitro Bertini (Arezzo)

Bergamo
14 gennaio 2007, ore 15:00 CET
19ª giornata
Atalanta 5 – 1
referto
Livorno Stadio Atleti Azzurri d'Italia (10.500 spett.)
Arbitro Marelli (Como)

Girone di ritorno[modifica | modifica wikitesto]

Ascoli Piceno
20 gennaio 2007, ore 18:00 CET
20ª giornata
Ascoli 1 – 3
referto
Atalanta Stadio Cino e Lillo Del Duca (8.000 spett.)
Arbitro Farina (Novi Ligure)

Bergamo
28 gennaio 2007, ore 15:00 CET
21ª giornata
Atalanta 1 – 1
referto
Catania Stadio Atleti Azzurri d'Italia (10.200 spett.)
Arbitro Romeo (Verona)

Empoli
18 aprile 2007, ore 15:00 CEST
22ª giornata[6]
Empoli 2 – 0
referto
Atalanta Stadio Carlo Castellani (8.700 spett.)
Arbitro Herberg (Messina)

Bergamo
11 febbraio 2007, ore 15:00 CET
23ª giornata
Atalanta 0 – 0
referto
Lazio Stadio Atleti Azzurri d'Italia (0[7] spett.)
Arbitro Morganti (Ascoli Piceno)

Reggio Calabria
18 febbraio 2007, ore 15:00 CET
24ª giornata
Reggina 1 – 1
referto
Atalanta Stadio Oreste Granillo (13.700 spett.)
Arbitro Bergonzi (Genova)

Bergamo
24 febbraio 2007, ore 20:30 CET
25ª giornata
Atalanta 1 – 1
referto
Palermo Stadio Atleti Azzurri d'Italia (8.800 spett.)
Arbitro Rosetti (Torino)

Genova
28 febbraio 2007, ore 15:00 CET
26ª giornata
Sampdoria 2 – 1
referto
Atalanta Stadio Luigi Ferraris (4.100 spett.)
Arbitro Orsato (Schio)

Cagliari
4 marzo 2007, ore 15:00 CET
27ª giornata
Cagliari 2 – 0
referto
Atalanta Stadio Sant'Elia (8.500 spett.)
Arbitro Palanca (Roma)

Bergamo
11 marzo 2007, ore 15:00 CET
28ª giornata
Atalanta 1 – 1
referto
Parma Stadio Atleti Azzurri d'Italia (10.200 spett.)
Arbitro Giannoccaro (Lecce)

Milano
18 marzo 2007, ore 15:00 CET
29ª giornata
Milan 1 – 0
referto
Atalanta Stadio Giuseppe Meazza (45.490 spett.)
Arbitro Saccani (Mantova)

Bergamo
1º aprile 2007, ore 15:00 CEST
30ª giornata
Atalanta 2 – 2
referto
Fiorentina Stadio Atleti Azzurri d'Italia (13.400 spett.)
Arbitro Rosetti (Torino)

Bergamo
7 aprile 2007, ore 15:00 CEST
31ª giornata
Atalanta 1 – 0
referto
Chievo Stadio Atleti Azzurri d'Italia (9.800 spett.)
Arbitro Banti (Livorno)

Torino
15 aprile 2007, ore 15:00 CEST
32ª giornata
Torino 1 – 2
referto
Atalanta Stadio Olimpico (21.700 spett.)
Arbitro Gava (Conegliano Veneto)

Bergamo
22 aprile 2007, ore 15:00 CEST
33ª giornata
Atalanta 2 – 1
referto
Roma Stadio Atleti Azzurri d'Italia (14.300 spett.)
Arbitro Rosetti (Torino)

Messina
29 aprile 2007, ore 15:00 CEST
34ª giornata
Messina 0 – 0
referto
Atalanta Stadio San Filippo (4.100 spett.)
Arbitro Stefanini (Prato)

Bergamo
6 maggio 2007, ore 15:00 CEST
35ª giornata
Atalanta 3 – 1
referto
Siena Stadio Atleti Azzurri d'Italia (8.700 spett.)
Arbitro Rocchi (Firenze)

Udine
13 maggio 2007, ore 15:00 CEST
36ª giornata
Udinese 2 – 3
referto
Atalanta Stadio Friuli (13.400 spett.)
Arbitro Pierpaoli (Firenze)

Bergamo
20 maggio 2007, ore 15:00 CEST
37ª giornata
Atalanta 1 – 1
referto
Inter Stadio Atleti Azzurri d'Italia (15.200 spett.)
Arbitro Romeo (Verona)

Livorno
27 maggio 2007, ore 15:00 CEST
38ª giornata
Livorno 4 – 2
referto
Atalanta Stadio Armando Picchi (15.200 spett.)
Arbitro Celi (Campobasso)

Coppa Italia[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Coppa Italia 2006-2007.
Bergamo
19 agosto 2006, ore 20:30 CEST
Primo turno
Atalanta 3 – 0 Sassuolo Stadio Atleti Azzurri d'Italia (2.844 spett.)
Arbitro Brighi (Cesena)

Pescara
23 agosto 2006, ore 20:30 CEST
Secondo turno
Pescara 0 – 3 Atalanta Stadio Adriatico (2.500 spett.)
Arbitro Zanzi (Lugo di Romagna)

Trieste
27 agosto 2006, ore 20:30 CEST
Terzo turno
Triestina 3 – 2
(d.t.s.)
Atalanta Stadio Nereo Rocco (5.443 spett.)
Arbitro Romeo (Verona)

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche di squadra[modifica | modifica wikitesto]

Competizione Punti In casa In trasferta Totale DR
G V N P Gf Gs G V N P Gf Gs G V N P Gf Gs
Scudetto.svg Serie A 50 19 8 9 2 34 22 19 4 5 10 22 32 38 12 14 12 56 54 +2
Coccarda Coppa Italia.svg Coppa Italia - 1 1 0 0 3 0 2 1 0 1 5 3 3 2 0 1 8 3 +5
Totale 20 9 9 2 37 22 21 5 5 11 27 35 41 14 14 13 64 57 +7

Andamento in campionato[modifica | modifica wikitesto]

Giornata 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38
Luogo C T C T C T C C T C T T C T C T C T C T C T C T C T T C T C C T C T C T C T
Risultato V N N P N V V N P V P N P P V N P P V V N P N N N P P N P N V V V N V V N P
Posizione 1 3 5 8 10 7 5 5 6 5 5 5 8 8 6 6 9 11 7 7 8 9 9 9 9 10 11 10 10 11 10 9 9 9 8 8 8 8

Legenda:
Luogo: C = Casa; T = Trasferta. Risultato: V = Vittoria; N = Pareggio; P = Sconfitta.

Statistiche dei giocatori[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore Serie A Coppa Italia Totale
Presenze Reti Ammonizioni Espulsioni Presenze Reti Ammonizioni Espulsioni Presenze Reti Ammonizioni Espulsioni
Abeijón, N. N. Abeijón 5020----5020
Adriano, Adriano 2511012010271111
Ariatti, L. L. Ariatti 36200300039200
Bellini, G. G. Bellini 32161----32161
Bernardini, A. A. Bernardini 24050100025050
Bombardini, D. D. Bombardini 23240301026250
Calderoni, A. A. Calderoni 37-50003-30040-5300
Capelli, D. D. Capelli[4] ----10001000
Carrozzieri, M. M. Carrozzieri 19180210021280
Cissé, K. K. Cissé[3] 3000----3000
Conteh, K. K. Conteh 100010002000
Defendi, M. M. Defendi 17120100018120
Donati, M. M. Donati 3211012100342101
Doni, C. C. Doni 2613120----2613120
Ferreira Pinto, A. A. Ferreira Pinto 33230300036230
Ivan, A. A. Ivan 1-400----1-400
Loria, S. S. Loria 28592----28592
Manzoni, A. A. Manzoni[5] 1000----1000
Migliaccio, G. G. Migliaccio 33241301036251
Rivalta, C. C. Rivalta 32150300035150
Soncin, A. A. Soncin[5] 710011008200
Stendardo, M. M. Stendardo[4] ----10101010
Talamonti, L. L. Talamonti 20060----20060
Tissone, F. F. Tissone 33300300136301
Ventola, N. N. Ventola 29620320032820
Vieri, C. C. Vieri 7220----7220
Zampagna, R. R. Zampagna 2811803210311390

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ E. Corbani e P.Serina, op. cit., vol.1, pg.494
  2. ^ Cento anni e non sentirli, uefa.com, 19 ottobre 2007.
  3. ^ a b Aggregato dalla formazione Primavera.
  4. ^ a b c Ceduto durante la sessione estiva di calciomercato, ma a stagione in corso.
  5. ^ a b c d e f Ceduto durante la sessione invernale di calciomercato.
  6. ^ Gara originariamente prevista per il 4 febbraio, poi rinviata per gli incidenti della partita Catania-Palermo in cui perse la vita l'ispettore Filippo Raciti.
  7. ^ Gara giocata a porte chiuse.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Calcio Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio