Andrea Zanchetta

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Andrea Zanchetta
Nazionalità Italia Italia
Altezza 180 cm
Peso 68 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Allenatore (ex centrocampista)
Squadra Inter (Under-17 A-B)
Ritirato 4 novembre 2011 - giocatore
Carriera
Giovanili
1993-1994 Inter
Squadre di club1
1994-1995 Inter 2 (0)
1995-1997 Foggia 57 (7)
1997-2000 Chievo 100 (12)
2000-2001 Reggina 24 (5)
2001 Chievo 2 (0)
2001-2003 Vicenza 56 (6)
2003-2006 Chievo 68 (8)
2007-2009 Lecce 76 (9)
2009-2011 Cremonese 34 (6)
Carriera da allenatore
2011 Cremonese Coll. Tecnico
2011-2013 Cremonese Giovanili
2013-2014 Juventus Primavera
2014-2015 Alessandria Berretti
2015-2016 Verona Coll. Tecnico
2016- Inter Under-17 A-B
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 5 luglio 2016

Andrea Zanchetta (Gaglianico, 2 febbraio 1975) è un allenatore di calcio ed ex calciatore italiano, tecnico della formazione Under-17 dell'Inter.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Ha esordito in Serie A con l'Inter nella stagione 1994-1995, per poi passare al Foggia, in Serie B, con cui ha giocato due stagioni.

Trasferitosi al Chievo, ha giocato con la squadra clivenseper tre stagioni, prima di essere ceduto alla Reggina, in massima serie. È andato poi a giocare al Vicenza, prima di tornare nuovamente a Chievo.

Nella stagione 2006-2007, dopo alcune buone prestazioni tra cui una rete al Parma e un gol su punizione contro l'Atalanta, in gennaio è acquistato a titolo definitivo dal Lecce, in cadetteria, divenendone il capitano e realizzando alcune reti da calcio piazzato. Ha raggiunto la promozione in A nel campionato 2007-2008, giocando coi salentini in massima categoria nella stagione seguente.

Il 2 luglio 2009 passa alla Cremonese, segnando un gol all'esordio in campionato e contribuendo al 2-0 sul Viareggio. Il 4 novembre 2011 annuncia il suo ritiro dall'attività agonistica, in seguito a continui guai fisici.

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Dopo il ritiro dal calcio giocato, rimane nei ranghi della Cremonese come collaboratore tecnico, assumendo il 4 novembre 2011 la guida tecnica della formazione "Allievi".

L'11 luglio 2013 viene ingaggiato dalla Juventus come allenatore della squadra "Primavera",[1] affiancato in panchina dal vice Fabio Grosso. Il 26 settembre successivo vince coi giovani bianconeri il suo primo trofeo da tecnico, conquistando la Supercoppa Primavera contro i pari età della Lazio.[2] Viene esonerato l'11 marzo 2014, dopo la sconfitta interna subìta dal Parma,[3] assumendo contestualmente sino al termine della stagione un diverso incarico all'interno del settore giovanile dei piemontesi.[4]

Per la stagione 2014-2015 viene ingaggiato dall'Alessandria come allenatore della formazione "Berretti".[5] Nel luglio del 2015 entra poi nello staff del Verona, in qualità di collaboratore tecnico, lavorando per Andrea Mandorlini prima[6] e Luigi Delneri poi.[7]

Nell'estate del 2016 torna al calcio giovanile, assumendo la guida della formazione Under-17 di Serie A-B dell'Inter.[8]

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni giovanili[modifica | modifica wikitesto]

Juventus: 2013

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ La Primavera della Juventus nelle mani di Zanchetta, su lastampa.it, 11 luglio 2013.
  2. ^ La Juve vince anche la Supercoppa Primavera, su tuttosport.com, 26 settembre 2013.
  3. ^ Andrea Zanchetta è stato sollevato dall’incarico di allenatore della Primavera della Juventus, su ilcorrieresportivopiemonte.it, 11 marzo 2014.
  4. ^ Fabio Grosso nuovo tecnico della Primavera, su juventus.com, 11 marzo 2014.
  5. ^ Andrea Zanchetta allenatore della Berretti, su alessandriacalcio.it, 4 luglio 2014.
  6. ^ Marco Conterio, Verona, lo staff di Mandorlini. Ci sono Bortoluzzi e Zanchetta, su tuttomercatoweb.com, 7 luglio 2015.
  7. ^ Staff tecnico: nuovo organigramma, su hellasverona.it, 2 dicembre 2015.
  8. ^ Ivan Cardia, Inter, Vecchi confermato alla guida della Primavera, su tuttomercatoweb.com, 5 luglio 2016.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]