Football Club Internazionale Milano 2006-2007

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
F.C. Internazionale Milano S.p.A.
Stagione 2006-2007
Allenatore Italia Roberto Mancini
All. in seconda Serbia Siniša Mihajlović
Presidente Italia Massimo Moratti
Serie A 1º posto (in Champions League)
Champions League Ottavi di finale
Coppa Italia Finalista
Supercoppa italiana Vincitore
Maggiori presenze Campionato: Zanetti (37)
Totale: Zanetti (50)
Miglior marcatore Campionato: Ibrahimović (15)
Totale: Crespo (20)
Maggior numero di spettatori 64 758 vs. Torino (27 maggio 2007)
Minor numero di spettatori 35 835 vs. Cagliari (18 febbraio 2007)
Media spettatori 48 284¹
¹ considera le partite giocate in casa in campionato.
Dati aggiornati al 27 maggio 2007

Questa voce raccoglie le informazioni riguardanti il Football Club Internazionale Milano nelle competizioni ufficiali della stagione 2006-2007.

Stagione[modifica | modifica wikitesto]

Dopo la vittoria a tavolino dello scudetto, nell'estate 2006 la società procedette a vari acquisti: Vieira e Ibrahimović (prelevati dalla Juventus a seguito del declassamento bianconero[1]), Maicon, Maxwell. Vi è inoltre il ritorno di Crespo, già in rosa nel 2002-03.[2] Il primo incontro ufficiale della stagione 2006-07 pose i nerazzurri di fronte alla Roma, con la Supercoppa nazionale in palio: dopo aver chiuso il primo tempo in svantaggio per 3-1, i milanesi rimontarono finendo per vincere 4-3 ai supplementari.[3] Il 4 settembre, si verificò però un lutto: l'ex calciatore Facchetti (che era presidente dal gennaio 2004) si spense all'età di 64 anni.[4] Nelle prime 5 giornate di campionato l'Inter ottenne 3 vittorie e 2 pareggi[5], mentre nel girone di Champions League iniziò con 2 sconfitte.[6] La situazione migliorò grazie alla doppia vittoria contro lo Spartak Mosca, battuto dalle reti di Cruz.[7][8] Il 5 novembre, nella partita vinta 2-0 contro l'Ascoli, il capitano Zanetti tornò al gol in Campionato dopo 4 anni.[9] La squadra prese così il comando, con una serie di vittorie consecutive.[10] In Europa superò il turno, classificandosi seconda.[11] Sul fronte del campionato, totalizzò 57 punti in 21 turni.[12] Nel mese di febbraio sfidò il Valencia in coppa, pareggiando 2-2 all'andata.[13] La domenica seguente raggiunse la 17ª vittoria consecutiva, stabilendo un primato tuttora resistente.[14] Lo 0-0 con gli spagnoli, al ritorno, comportò l'eliminazione europea: a fine partita si scatenò inoltre una rissa in campo, che costò diverse giornate di squalifica ad alcuni calciatori.[15] Reagì continuando a vincere in campionato, avvicinandosi sempre più allo scudetto.[16] Il 18 aprile, nel recupero della 22ª giornata (prevista per il 4 febbraio, ma rinviata per gli scontri di Catania), fu sconfitta dalla Roma: in Campionato, non perdeva dal 30 aprile 2006.[17] Soltanto 4 giorni più tardi, tuttavia, il 2-1 sul campo del Siena (con entrambe le reti segnate da Materazzi) assicurò il titolo con ben 5 turni di anticipo.[18] Nelle restanti partite, la formazione di Mancini ottenne altri 13 punti terminando a quota 97 in classifica.[19] Le sfuggì la Coppa Italia, perdendo contro i giallorossi (al 3º confronto di fila nella finalissima) con un punteggio totale di 7-4.[20] Nell'ultima giornata, il 3-0 al Torino portò il numero di vittorie a 30 (equamente ripartite tra casa e trasferta): a fronte di una sola sconfitta, furono invece 7 i pareggi.[21]

Maglie e sponsor[modifica | modifica wikitesto]

Lo sponsor tecnico per la stagione 2006-2007 fu la Nike, mentre lo sponsor ufficiale fu Pirelli.

Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
1ª divisa
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
2ª divisa

Organigramma societario[modifica | modifica wikitesto]

Area direttiva

Area tecnica

Area sanitaria

  • Direttore area medica: Franco Combi
  • Medico: Giorgio Panico
  • Massaggiatori e fisioterapisti: Marco Della Casa, Massimo Della Casa, Andrea Galli, Luigi Sessolo, Alberto Galbiati, Sergio Viganò

Rosa[modifica | modifica wikitesto]

N. Ruolo Giocatore
1 Italia P Francesco Toldo
2 Colombia D Iván Córdoba
4 Argentina D Javier Zanetti (Capitano)
5 Serbia C Dejan Stanković
6 Brasile C Maxwell
7 Portogallo C Luís Figo
8 Svezia A Zlatan Ibrahimović
9 Argentina A Julio Cruz
10 Brasile A Adriano
11 Italia D Fabio Grosso
12 Brasile P Júlio César
13 Brasile D Maicon
14 Francia C Patrick Vieira
N. Ruolo Giocatore
15 Francia C Olivier Dacourt
16 Argentina D Nicolás Burdisso
17 Italia D Francesco Coco
18 Argentina A Hernán Crespo
19 Argentina C Esteban Cambiasso
20 Uruguay A Álvaro Recoba
21 Argentina C Santiago Solari
22 Italia P Paolo Orlandoni
23 Italia D Marco Materazzi
25 Argentina D Walter Samuel
79 Uruguay P Fabián Carini
91 Argentina C Mariano González
99 Grecia A Lampros Choutos

Aggregati dalla Primavera[modifica | modifica wikitesto]

N. Ruolo Giocatore
35 Italia P Paolo Tornaghi
36 Italia D Simone Fautario
39 Italia P Davide Ciceri
40 Italia D Andrea Delledonne
41 Italia D Ivan Marconi
42 Italia D Daniele Marino
43 Italia D Andrea Mei
45 Italia A Aiman Napoli
46 Italia D Dennis Esposito
47 Italia C Francesco Bolzoni
48 Italia C Roberto De Filippis
49 Italia C Luca Siligardi
50 Belgio C Ibrahim Maaroufi
51 Italia D Leonardo Bonucci
N. Ruolo Giocatore
52 Tunisia C Tijani Belaid
53 Camerun C Daniel Maa Boumsong
54 Italia C Gabriele Puccio
55 Italia D Davide Fais
56 Italia D Ignazio Cocchiere
57 Ungheria C Attila Filkor
58 Francia C Jonathan Biabiany
59 Italia A Gianluca Litteri
60 Uruguay C Sebastián Ribas
62 Italia D Giuseppe Figliomeni
77 Italia D Marco Andreolli
89 Svezia A Goran Slavkovski
95 Costa d'Avorio C Abdoulaye Diarra
Italia A Mario Balotelli

Calciomercato[modifica | modifica wikitesto]

Acquisti
R. Nome da Modalità
D Maicon Monaco definitivo (6 milioni €)
D Fabio Grosso Palermo definitivo (6,5 milioni €)
C Patrick Vieira Juventus definitivo (9,5 milioni €)
C Olivier Dacourt Roma definitivo (0 €)
C Mariano González Palermo prestito
A Zlatan Ibrahimović Juventus definitivo (24 milioni €)
A Hernán Crespo Chelsea prestito con diritto di riscatto
Cessioni
R. Nome a Modalità
D Giuseppe Favalli Milan definitivo (0 €)
D Zé Maria Levante definitivo
D Siniša Mihajlović fine carriera
C Juan Sebastián Verón Estudiantes definitivo
C Cristiano Zanetti Juventus definitivo
C David Pizarro Roma comproprietà (6,5 milioni €)
A Obafemi Martins Newcastle Utd definitivo (15 milioni €)

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Serie A[modifica | modifica wikitesto]

Girone di andata[modifica | modifica wikitesto]

Firenze
9 settembre 2006, ore 20:30 CEST
1ª giornata
Fiorentina 2 – 3
referto
Inter Stadio Artemio Franchi (41.334 spett.)
Arbitro Italia Rosetti

Milano
16 settembre 2006, ore 20:30 CEST
2ª giornata
Inter 1 – 1
referto
Sampdoria Stadio Giuseppe Meazza (45.194 spett.)
Arbitro Italia Tagliavento

Roma
20 settembre 2006, ore 20:30 CEST
3ª giornata
Roma 0 – 1
referto
Inter Stadio Olimpico (57.157 spett.)
Arbitro Italia Rizzoli

Milano
24 settembre 2006, ore 15:00 CEST
4ª giornata
Inter 4 – 3
referto
Chievo Stadio Giuseppe Meazza (41.357 spett.)
Arbitro Italia Giannoccaro

Cagliari
1º ottobre 2006, ore 15:00 CEST
5ª giornata
Cagliari 1 – 1
referto
Inter Stadio Sant'Elia (_ spett.)
Arbitro Italia Messina

Milano
15 ottobre 2006, ore 15:00 CEST
6ª giornata
Inter 2 – 1
referto
Catania Stadio Giuseppe Meazza (47.505 spett.)
Arbitro Italia Mazzoleni

Udine
22 ottobre 2006, ore 15:00 CEST
7ª giornata
Udinese 0 – 0
referto
Inter Stadio Friuli (19.969 spett.)
Arbitro Italia Pieri

Milano
25 ottobre 2006, ore 20:30 CEST
8ª giornata
Inter 4 – 1
referto
Livorno Stadio Giuseppe Meazza (39.057 spett.)
Arbitro Italia Saccani

Milano
28 ottobre 2006, ore 20:30 CEST
9ª giornata
Milan 3 – 4
referto
Inter Stadio Giuseppe Meazza (78.921 spett.)
Arbitro Italia Farina

Milano
5 novembre 2006, ore 15:00 CEST
10ª giornata
Inter 2 – 0
referto
Ascoli Stadio Giuseppe Meazza (43.372 spett.)
Arbitro Italia Banti

Parma
12 novembre 2006, ore 20:30 CEST
11ª giornata
Parma 1 – 2
referto
Inter Stadio Ennio Tardini (20.488 spett.)
Arbitro Italia Saccani

Milano
19 novembre 2006, ore 15:00 CEST
12ª giornata
Inter 1 – 0
referto
Reggina Stadio Giuseppe Meazza (43.772 spett.)
Arbitro Italia Rocchi

Palermo
26 novembre 2006, ore 20:30 CEST
13ª giornata
Palermo 1 – 2
referto
Inter Stadio Renzo Barbera (34.095 spett.)
Arbitro Italia Rosetti

Milano
2 dicembre 2006, ore 18:00 CEST
14ª giornata
Inter 2 – 0
referto
Siena Stadio Giuseppe Meazza (42.299 spett.)
Arbitro Italia De Marco

Empoli
10 dicembre 2006, ore 15:00 CEST
15ª giornata
Empoli 0 – 3
referto
Inter Stadio Carlo Castellani (11.473 spett.)
Arbitro Italia Ayroldi

Milano
17 dicembre 2006, ore 15:00 CEST
16ª giornata
Inter 2 – 0
referto
Messina Stadio Giuseppe Meazza (41.683 spett.)
Arbitro Italia Stefanini

Roma
20 dicembre 2006, ore 20:30 CEST
17ª giornata
Lazio 0 – 2
referto
Inter Olimpico (35.203 spett.)
Arbitro Italia Rocchi

Milano
23 dicembre 2006, ore 15:00 CEST
18ª giornata
Inter 2 – 1
referto
Atalanta Stadio Giuseppe Meazza (49.659 spett.)
Arbitro Italia Bertina

Torino
13 gennaio 2007, ore 20:30 CEST
19ª giornata
Torino 1 – 3
referto
Inter Stadio Olimpico (23.695 spett.)
Arbitro Italia Saccani

Girone di ritorno[modifica | modifica wikitesto]

Milano
21 gennaio 2007, ore 15:00 CEST
20ª giornata
Inter 3 – 1
referto
Fiorentina Stadio Giuseppe Meazza (61.391 spett.)
Arbitro Italia Morganti

Genova
28 gennaio 2007, ore 20:30 CEST
21ª giornata
Sampdoria 0 – 2
referto
Inter Stadio Luigi Ferraris (27.519 spett.)
Arbitro Italia Rizzoli

Milano
18 aprile 2007, ore 17:30 CEST
22ª giornata[22]
Inter 1 – 3
referto
Roma Stadio Giuseppe Meazza (56.577 spett.)
Arbitro Italia Trefoloni

Verona
11 febbraio 2007, ore 15:00 CEST
23ª giornata
Chievo 0 – 2
referto
Inter Stadio Marcantonio Bentegodi (- spett.)
Arbitro Italia Messina

Milano
17 febbraio 2007, ore 18:00 CEST
24ª giornata
Inter 1 – 0
referto
Cagliari Stadio Giuseppe Meazza (35.835 spett.)
Arbitro Italia Trefoloni

Cesena
25 febbraio 2007, ore 15:00 CEST
25ª giornata
Catania 2 – 5
referto
Inter Stadio Dino Manuzzi (- spett.)
Arbitro Italia Bertini

Milano
28 febbraio 2007, ore 20:30 CEST
26ª giornata
Inter 1 – 1
referto
Udinese Stadio Giuseppe Meazza (38.496 spett.)
Arbitro Italia Bergonzi

Livorno
3 marzo 2007, ore 18:00 CEST
27ª giornata
Livorno 1 – 2
referto
Inter Stadio Armando Picchi (5.641 spett.)
Arbitro Italia Morganti

Milano
11 marzo 2007, ore 15:00 CEST
28ª giornata
Inter 2 – 1
referto
Milan Stadio Giuseppe Meazza (63.681 spett.)
Arbitro Italia Rizzoli

Ascoli Piceno
18 marzo 2007, ore 15:00 CEST
29ª giornata
Ascoli 1 – 2
referto
Inter Stadio Cino e Lillo Del Duca (4.800 spett.)
Arbitro Italia Rosetti

Milano
1º aprile 2007, ore 15:00 CEST
30ª giornata
Inter 2 – 0
referto
Parma Stadio Giuseppe Meazza (48.888 spett.)
Arbitro Italia Farina

Reggio Calabria
7 aprile 2007, ore 15:00 CEST
31ª giornata
Reggina 0 – 0
referto
Inter Stadio Oreste Granillo (18.500 spett.)
Arbitro Italia Bertini

Milano
15 aprile 2007, ore 20:30 CEST
32ª giornata
Inter 2 – 2
referto
Palermo Stadio Giuseppe Meazza (46.611 spett.)
Arbitro Italia Rizzoli

Siena
22 aprile 2007, ore 15:00 CEST
33ª giornata
Siena 1 – 2
referto
Inter Stadio Artemio Franchi (14.027 spett.)
Arbitro Italia Ayroldi

Milano
29 aprile 2007, ore 20:30 CEST
34ª giornata
Inter 3 – 1
referto
Empoli Stadio Giuseppe Meazza (61.839 spett.)
Arbitro Italia Damato

Messina
6 maggio 2007, ore 15:00 CEST
35ª giornata
Messina 0 – 1
referto
Inter San Filippo (13.410 spett.)
Arbitro Italia Celi

Milano
13 maggio 2007, ore 15:00 CEST
36ª giornata
Inter 4 – 3
referto
Lazio Stadio Giuseppe Meazza (45.429 spett.)
Arbitro Italia Banti

Bergamo
20 maggio 2007, ore 15:00 CEST
37ª giornata
Atalanta 1 – 1
referto
Inter Stadio Atleti Azzurri d'Italia (14.807 spett.)
Arbitro Italia Romeo

Milano
27 maggio 2007, ore 15:00 CEST
38ª giornata
Inter 3 – 0
referto
Torino Stadio Giuseppe Meazza (64.758 spett.)
Arbitro Italia Orsato

Coppa Italia[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Coppa Italia 2006-2007.

Ottavi di finale[modifica | modifica wikitesto]

Andata[modifica | modifica wikitesto]

Messina
9 novembre 2006, ore 20:30 CEST
Messina 0 – 1
referto
Inter San Filippo (12 000 spett.)
Arbitro Italia Stefanini

Ritorno[modifica | modifica wikitesto]

Milano
29 novembre 2006, ore 21:00 CEST
Inter 4 – 0
referto
Messina Stadio Giuseppe Meazza (_ spett.)
Arbitro Italia Squillace

Quarti di finale[modifica | modifica wikitesto]

Andata[modifica | modifica wikitesto]

Empoli
9 gennaio 2007, ore 21:00 CEST
Empoli 0 – 2
referto
Inter Carlo Castellani (_ spett.)
Arbitro Italia Morganti

Ritorno[modifica | modifica wikitesto]

Milano
17 gennaio 2007, ore 21:00 CEST
Inter 2 – 0
referto
Empoli Stadio Giuseppe Meazza (_ spett.)
Arbitro Italia Squillace

Semifinale[modifica | modifica wikitesto]

Andata[modifica | modifica wikitesto]

Genova
24 gennaio 2007, ore 21:00 CEST
Sampdoria 0 – 3
referto
Inter Stadio Luigi Ferraris
Arbitro Italia Tagliavento

Ritorno[modifica | modifica wikitesto]

Milano
1º febbraio 2007, ore 21:00 CEST
Inter 0 – 0
referto
Sampdoria Stadio Giuseppe Meazza (_ spett.)
Arbitro Italia Brighi

Finale[modifica | modifica wikitesto]

Andata[modifica | modifica wikitesto]

Roma
9 maggio 2007, ore 18:00 CEST
Roma 6 – 2
referto
Inter Stadio Olimpico (39.095 spett.)
Arbitro Italia Saccani

Ritorno[modifica | modifica wikitesto]

Milano
17 maggio 2007, ore 18:00 CEST
Inter 2 – 1
referto
Roma Stadio Giuseppe Meazza (26.606 spett.)
Arbitro Italia Morganti

Champions League[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: UEFA Champions League 2006-2007.

Fase a gironi[modifica | modifica wikitesto]

Prima giornata[modifica | modifica wikitesto]

Lisbona
12 settembre 2006, ore 20:45 CEST
Sporting Lisbona 1 – 0
referto
Inter José Alvalade (30 222 spett.)
Arbitro Lussemburgo Hamer

Seconda giornata[modifica | modifica wikitesto]

Milano
27 settembre 2006, ore 20:45 CEST
Inter 0 – 2
referto
Bayern Monaco Stadio Giuseppe Meazza (42 000 spett.)
Arbitro Inghilterra Stephen Graham Bennett

Terza giornata[modifica | modifica wikitesto]

Milano
18 ottobre 2006, ore 20:45 CEST
Inter 2 – 1
referto
Spartak Mosca Stadio Giuseppe Meazza (25.000 spett.)
Arbitro Francia Layec

Quarta giornata[modifica | modifica wikitesto]

Mosca
31 ottobre 2006, ore 20:45 CEST
Spartak Mosca 0 – 1
referto
Inter Stadio Lužniki (50 000 spett.)
Arbitro Danimarca Bo Larsen

Quinta giornata[modifica | modifica wikitesto]

Milano
22 novembre 2006, ore 20:45 CEST
Inter 1 – 0
referto
Sporting Lisbona Stadio Giuseppe Meazza (46 843 spett.)
Arbitro Belgio De Bleeckere

Sesta giornata[modifica | modifica wikitesto]

Monaco di Baviera
5 dicembre 2006, ore 20:45 CEST
Bayern Monaco 1 – 1
referto
Inter Allianz Arena (60 000 spett.)
Arbitro Spagna Luis Medina Cantalejo

Ottavi di finale[modifica | modifica wikitesto]

Andata[modifica | modifica wikitesto]

Milano
21 febbraio 2007, ore 20:45 CEST
Inter 2 – 2
referto
Valencia Stadio Giuseppe Meazza (22 608 spett.)
Arbitro Svezia Hansson

Ritorno[modifica | modifica wikitesto]

Valencia
6 marzo 2007, ore 20:45 CEST
Valencia 0 – 0
referto
Inter Stadio Mestalla (55 000 spett.)
Arbitro Germania Stark

Supercoppa italiana[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Supercoppa italiana 2006.

Gara unica[modifica | modifica wikitesto]

Milano
26 agosto 2006, ore 20:45 CEST
Inter 4 – 3
(d.t.s.)
referto
Roma Stadio Giuseppe Meazza (45 528 spett.)
Arbitro Saccani (Mantova)

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche di squadra[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche aggiornate al 27 maggio 2007.

Competizione Punti In casa In trasferta Totale Gf Gs D.R
G V N P G V N P G V N P
Scudetto.svg Serie A 97 19 15 3 1 19 15 4 0 38 30 7 1 80 34 +46
Coccarda Coppa Italia.svg Coppa Italia - 4 3 1 0 4 3 0 1 8 6 1 1 15 7 +8
Coppacampioni.png Champions League - 4 2 1 1 4 1 2 1 8 3 3 2 7 7 0
Supercoppaitaliana.png Supercoppa italiana - 1 1 0 0 - - - - 1 1 0 0 4 3 +1
Totale - 28 21 5 2 27 19 6 2 55 40 11 5 106 51 +55

Marcatori[modifica | modifica wikitesto]

20 gol

15 gol

12 gol

10 gol

6 gol

5 gol

3 gol

2 gol

1 gol

Andamento in campionato[modifica | modifica wikitesto]

Giornata 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38
Luogo C T C T C T C T C T C C T C T T C T C T C T C T C T C T C T T C T C C T C T
Risultato V N V V N V N V V V V V V V V V V V V V V P V V V N V V V V N N V V V V N V
Posizione 1 3 2 1 2 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1

Fonte: Serie A – Classifiche, Sky Sport.
Legenda:
Luogo: C = Casa; T = Trasferta. Risultato: V = Vittoria; N = Pareggio; P = Sconfitta.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Vieira all'Inter per 9,5 milioni Il francese firma per quattro anni, su repubblica.it, 2 agosto 2006.
  2. ^ Nicola Binda e Andrea Elefante, Ufficiale, Crespo torna all'Inter, su gazzetta.it, 7 agosto 2006.
  3. ^ Supercoppa all'Inter, che rimonta Roma a due facce, ha meno ricambi, su repubblica.it, 26 agosto 2006.
  4. ^ È morto Giacinto Facchetti "Ci lascia una persona perbene", su repubblica.it, 4 settembre 2006.
  5. ^ Inter, vittoria con brivido sul Chievo da 4-0 a 4-3 in appena 11 minuti, su repubblica.it, 24 settembre 2006.
  6. ^ Per l'Inter una serata da dimenticare perde col Bayern e resta a 0 punti, su repubblica.it, 27 settembre 2006.
  7. ^ Gianni Piva, l' Inter in corsa Pronti via, due gol lampo di Cruz i nerazzurri cominciano la risalita, in la Repubblica, 19 ottobre 2006.
  8. ^ Inter, Cruz buca il gelo di Mosca Spartak battuto, qualificazione possibile, su repubblica.it, 31 ottobre 2006.
  9. ^ L'Inter si scopre concreta e para anche i rigori, su repubblica.it, 5 novembre 2006.
  10. ^ Potere Inter anche a Palermo Decide Vieira, vittoria numero 9, su repubblica.it, 26 novembre 2006.
  11. ^ Mancini rivoluziona l'Inter ma non va oltre il pari col Bayern, su repubblica.it, 5 dicembre 2006.
  12. ^ Delvecchi come Zidane: testata a Materazzi L'Inter ringrazia, vittoria numero 14, su repubblica.it, 28 gennaio 2007.
  13. ^ Inter: due volte avanti, ma si distrae il Valencia pareggia con Villa e Silva, su repubblica.it, 21 febbraio 2007.
  14. ^ Inter, una valanga di gol per dimenticare la Champions, su repubblica.it, 25 febbraio 2007.
  15. ^ Inter, triste addio all'Europa Pari a Valencia con rissa finale, su repubblica.it, 6 marzo 2007.
  16. ^ Nicola Cecere, Inter, entra Adriano Lo scudetto è a 270', in La Gazzetta dello Sport, 19 marzo 2007.
  17. ^ L'Inter deve rinviare la festa con la Roma arriva il primo ko, su repubblica.it, 18 aprile 2007.
  18. ^ Luigi Garlando e Francesco Velluzzo, Inter scudetto 15 da impazzire, in La Gazzetta dello Sport, 23 aprile 2007.
  19. ^ Follie e tanti gol tra Inter e Lazio Vince la rabbia di Materazzi: 4-3, su repubblica.it, 13 maggio 2007.
  20. ^ Milano, la Roma alza la coppa Italia All'Inter non basta la vittoria, su repubblica.it, 16 maggio 2007.
  21. ^ È l'Inter padrona dei record tre gol per iniziare la festa, su repubblica.it, 27 maggio 2007.
  22. ^ In programma per il 3 e 4 febbraio 2007, l'intera giornata fu rinviata a seguito degli incidenti in Catania-Palermo.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]