Football Club Internazionale Milano 1970-1971

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Football Club Internazionale Milano
Inter 1970-1971 - Rosa Completa.jpg
La rosa completa dell'Inter 1970-71
Stagione 1970-1971
AllenatoreParaguay Heriberto Herrera
Italia Giovanni Invernizzi[1]
All. in secondaItalia Enea Masiero
PresidenteItalia Ivanoe Fraizzoli
Serie A1º posto (in Coppa dei Campioni)
Coppa ItaliaPrimo turno
Coppa delle FierePrimo turno
Maggiori presenzeCampionato: Facchetti (30)[2]
Totale: Facchetti (35)
Miglior marcatoreCampionato: Boninsegna (24)[2]
Totale: Boninsegna (26)
StadioSan Siro
Abbonati11 509[3]
Maggior numero di spettatori77 998 vs. Milan (7 marzo 1971)[3]
Minor numero di spettatori15 336 vs. Varese (21 dicembre 1970)[3]
Media spettatori45 669[3]¹
¹
considera le partite giocate in casa in campionato.
Dati aggiornati al 23 maggio 1971

Questa voce raccoglie le informazioni riguardanti il Football Club Internazionale Milano nelle competizioni ufficiali della stagione 1970-1971.

Stagione[modifica | modifica wikitesto]

Il tecnico Herrera con Facchetti, ad inizio stagione.

La seconda stagione di Heriberto Herrera si aprì con la cessione di Suárez alla Sampdoria, dopo nove anni trascorsi a Milano.[4] I tifosi della Beneamata furono contrariati dalle prime prestazioni, con l'Inter eliminata nel girone iniziale di Coppa Italia ed estromessa dal Newcastle sul fronte europeo.[5] Il campionato 1970-71 partì con un sofferto successo a Verona[6], cui fecero seguito i pareggi con Roma e Bologna.[7] I knock-out incassati ad opera di Cagliari e Milan minarono ulteriormente l'operato di Herrera[8], esonerato dopo la sconfitta nel derby.[4] A pesare sulla decisione del presidente Fraizzoli fu il parere dei «senatori» dello spogliatoio, anch'essi insoddisfatti del lavoro dell'allenatore paraguaiano.[4] La panchina venne così affidata a Giovanni Invernizzi, già responsabile del settore giovanile.[4][9] Assieme alla squadra, il nuovo tecnico stilò una tabella che avrebbe dovuto portare alla rimonta-scudetto[9]; a conclusione del settimo turno, dopo la vittoria sul Torino e la sconfitta con il Napoli[10], i nerazzurri figuravano all'ottavo posto con 7 punti di ritardo dagli stessi partenopei primatisti.[4][9] Invernizzi operò alcune modifiche all'undici titolare escludendo Fabbian, Pellizzaro e Frustalupi[4]; a difendere i pali rimase Lido Vieri, con il reparto arretrato che si componeva dei terzini Bellugi e Facchetti, oltre a Giubertoni nel ruolo di centrale difensivo e Burgnich da libero[4]; a centrocampo agivano Bedin in posizione di mediano e Bertini come mezzala, mentre il capitano Mazzola svolgeva il compito di interno offensivo.[4] In attacco, le ali Jair e Corso appoggiavano il centravanti Boninsegna.[4] Proprio i gol di Bonimba ebbero un impatto decisivo ai fini della risalita in classifica[11], iniziata già sul finire del 1970.[12]

Terminato il girone di andata con soli 3 punti dalla vetta[13], l'Inter continuò a recuperare terreno sui rivali cittadini aggiudicandosi tra l'altro il derby di inizio marzo.[4] L'aggancio al comando si verificò due giornate più tardi, per effetto della vittoria casalinga sul Napoli — calato dopo l'iniziale scatto — e del pareggio rossonero a Vicenza[14]: già la settimana seguente, i nerazzurri vinsero a Catania staccando il Diavolo che vide il proprio campo espugnato dal Varese.[4] Nelle settimane a venire la Beneamata gestì il vantaggio[15][16], fino a laurearsi campione d'Italia con due gare di anticipo: il 2 maggio 1971, nel giorno del 55º compleanno del presidente, i nerazzurri superarono per 5-0 il Foggia incamerando in tal modo l'undicesimo Scudetto della loro storia.[17] I pareggi con Fiorentina e Lazio valsero la quota finale di 46 punti, 4 in più del Milan.[2] Boninsegna, autore di 24 delle 50 reti segnate dalla formazione, fu invece incoronato miglior cannoniere.[2][4]

Maglie[modifica | modifica wikitesto]

Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
1ª divisa
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
2ª divisa

Organigramma societario[modifica | modifica wikitesto]

Area direttiva

Area tecnica

Area sanitaria:

  • Medico sociale: Angelo Quarenghi[18]
  • Massaggiatore: Giancarlo Della Casa

Rosa[modifica | modifica wikitesto]

La formazione titolare della stagione 1970-1971
N. Ruolo Giocatore
Italia P Ivano Bordon
Italia P Lido Vieri
Italia D Mauro Bellugi
Italia D Tarcisio Burgnich
Italia D Giancarlo Cella
Italia D Bernardino Fabbian
Italia D Giacinto Facchetti
Italia D Mario Giubertoni
Italia D Spartaco Landini
Italia D Oscar Righetti
Italia C Marco Achilli
N. Ruolo Giocatore
Italia C Gianfranco Bedin
Italia C Mario Bertini
Italia C Mario Corso
Italia C Mario Frustalupi
Italia C Sandro Mazzola (I)
Italia C Gabriele Oriali
Italia A Roberto Boninsegna
Brasile A Jair da Costa
Italia A Sergio Pellizzaro
Italia A Alberto Reif

Calciomercato[modifica | modifica wikitesto]

Sessione estiva (dall'1/7/70 al 31/8/71)[modifica | modifica wikitesto]

Acquisti[19]
R. Nome da Modalità
P Massimo Cacciatori Cagliari fine prestito
P Luigi Reali Voghera fine prestito
P Walter Zenga Macallesi 1927 definitivo
D Bernardino Fabbian Giovanili -
D Mario Giubertoni Palermo definitivo
D Mario Nadin Giovanili -
D Oscar Righetti SPAL definitivo
C Marco Achilli Monza fine prestito
C Mario Frustalupi Sampdoria definitivo
C Tiziano Manfrin Flag blue HEX-539ADE.svg U.S. Azzurra definitivo
C Gabriele Oriali Giovanili -
C Luigi Plutino Giovanili -
C Sergio Brunetta Brescia fine prestito
A Sergio Pellizzaro Palermo definitivo
A Raffaele Pinton Giovanili -
A Massimo Silva Monza fine prestito
Cessioni[19]
R. Nome a Modalità
P Sergio Girardi Palermo definitivo
P Luigi Reali Savoia prestito
D Aristide Guarneri Cremonese definitivo
D Enzo Vecchiè SPAL definitivo
D Mario Nadin VJS Velletri prestito
C Luigi Plutino Anconitana prestito
C Luis Suárez Sampdoria definitivo
C Sandro Vanello Palermo definitivo
C Sergio Brunetta Udinese definitivo
A Raffaele Pinton Potenza definitivo
A Massimo Silva Rovereto prestito

Sessione autunnale[modifica | modifica wikitesto]

Cessioni[19]
R. Nome a Modalità
D Spartaco Landini Palermo definitivo (a settembre)
C Dionisio Collavini Padova ceduto (a novembre)
A Sergio Pellizzaro Palermo prestito (a novembre)

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Serie A[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Serie A 1970-1971.

Girone di andata[modifica | modifica wikitesto]

Verona
27 settembre 1970
1ª giornata
Verona1 – 2InterStadio Marcantonio Bentegodi
Arbitro:  Lo Bello (Siracusa)

Milano
4 ottobre 1970
2ª giornata
Inter0 – 0RomaStadio San Siro
Arbitro:  Monti (Ancona)

Bologna
11 ottobre 1970
3ª giornata
Bologna2 – 2InterStadio Renato Dall'Ara
Arbitro:  Gonella (Torino)

Milano
25 ottobre 1970
4ª giornata
Inter1 – 3CagliariStadio San Siro
Arbitro:  Lo Bello (Siracusa)

Milano
8 novembre 1970
5ª giornata
Milan3 – 0InterStadio San Siro
Arbitro:  Gonella (Torino)

Milano
15 novembre 1970
6ª giornata
Inter2 – 0TorinoStadio San Siro
Arbitro:  Angonese (Venezia)

Napoli
22 novembre 1970
7ª giornata
Napoli2 – 1InterStadio San Paolo
Arbitro:  Monti (Ancona)

Milano
29 novembre 1970
8ª giornata
Inter3 – 2CataniaStadio San Siro
Arbitro:  Trono (Torino)

Vicenza
13 dicembre 1970
9ª giornata
L.R. Vicenza1 – 2InterStadio Romeo Menti
Arbitro:  Pieroni (Roma)

Milano
21 dicembre 1970, ore 13:30
10ª giornata[20]
Inter3 – 2VareseStadio San Siro
Arbitro:  Barbaresco (Cormons)

Milano
27 dicembre 1970
11ª giornata
Inter2 – 0JuventusStadio San Siro
Arbitro:  Toselli (Cormons)

Genova
3 gennaio 1971
12ª giornata
Sampdoria0 – 2InterStadio Luigi Ferraris
Arbitro:  Lattanzi (Roma)

Foggia
10 gennaio 1971
13ª giornata
Foggia1 – 1InterStadio Pino Zaccheria
Arbitro:  Lo Bello (Siracusa)

Milano
17 gennaio 1971
14ª giornata
Inter2 – 1FiorentinaStadio San Siro
Arbitro:  Sbardella (Roma)

Roma
24 gennaio 1971
15ª giornata
Lazio0 – 1InterStadio Olimpico
Arbitro:  Angonese (Venezia)

Girone di ritorno[modifica | modifica wikitesto]

Milano
31 gennaio 1971
16ª giornata
Inter1 – 0VeronaStadio San Siro
Arbitro:  Barbaresco (Cormons)

Roma
7 febbraio 1971
17ª giornata
Roma0 – 0InterStadio Olimpico
Arbitro:  Lo Bello (Siracusa)

Milano
14 febbraio 1971
18ª giornata
Inter1 – 0BolognaStadio San Siro
Arbitro:  Angonese (Venezia)

Cagliari
28 febbraio 1971
19ª giornata
Cagliari0 – 0InterStadio Sant'Elia
Arbitro:  Sbardella (Roma)

Milano
7 marzo 1971
20ª giornata
Inter2 – 0MilanStadio San Siro
Arbitro:  Lo Bello (Siracusa)

Bergamo
14 marzo 1971
21ª giornata
Torino0 – 2InterStadio Mario Brumana
Arbitro:  Francescon (Padova)

Milano
21 marzo 1971
22ª giornata
Inter2 – 1NapoliStadio San Siro
Arbitro:  Gonella (Torino)

Catania
28 marzo 1971
23ª giornata
Catania0 – 1InterStadio Cibali
Arbitro:  Angonese (Venezia)

Milano
4 aprile 1971
24ª giornata
Inter2 – 1L.R. VicenzaStadio San Siro
Arbitro:  Trono (Torino)

Varese
11 aprile 1971
25ª giornata
Varese1 – 3InterStadio Franco Ossola
Arbitro:  Toselli (Cormons)

Torino
18 aprile 1971
26ª giornata
Juventus1 – 1InterStadio Comunale
Arbitro:  Lo Bello (Siracusa)

Milano
25 aprile 1971
27ª giornata
Inter3 – 1SampdoriaStadio San Siro
Arbitro:  Barbaresco (Cormons)

Milano
2 maggio 1971
28ª giornata
Inter5 – 0FoggiaStadio San Siro
Arbitro:  Sbardella (Roma)

Firenze
16 maggio 1971
29ª giornata
Fiorentina2 – 2InterStadio Artemio Franchi
Arbitro:  Angonese (Venezia)

Milano
23 maggio 1971
30ª giornata
Inter1 – 1LazioStadio San Siro
Arbitro:  Trinchieri (Reggio Emilia)

Coppa Italia[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Coppa Italia 1970-1971.

Primo Turno - Gruppo Terzo[modifica | modifica wikitesto]

Como
30 agosto 1970
1ª giornata
Como0 – 4InterStadio Giuseppe Sinigaglia
Arbitro:  Trinchieri (Reggio Emilia)

Milano
6 settembre 1970
2ª giornata
Inter1 – 2AtalantaStadio San Siro
Arbitro:  Panzino (Catanzaro)

Monza
13 settembre 1970
3ª giornata
Monza1 – 1InterStadio Gino Alfonso Sada
Arbitro:  Michelotti (Parma)

Coppa delle Fiere[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Coppa delle Fiere 1970-1971.

Trentaduesimi di finale[modifica | modifica wikitesto]

Milano
23 settembre 1970
Inter1 – 1Newcastle UtdSan Siro
Arbitro: Germania Siebert

Newcastle upon Tyne
30 settembre 1970
Newcastle Utd2 – 0InterSt James' Park
Arbitro: Belgio Minnoy

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche aggiornate al 23 maggio 1971.

Statistiche di squadra[modifica | modifica wikitesto]

Competizione[21] Punti In casa In trasferta Totale DR
G V N P Gf Gs G V N P Gf Gs G V N P Gf Gs
Scudetto.svg Serie A 46 15 12 2 1 30 12 15 7 6 2 20 14 30 19 8 3 50 26 24
Coccarda Coppa Italia.svg Coppa Italia - 1 0 0 1 1 2 2 1 1 0 5 1 3 1 1 1 6 3 3
Coppauefa.png Coppa delle Fiere - 1 0 1 0 1 1 1 0 0 1 0 2 2 0 1 1 1 3 −2
Totale - 17 12 3 2 32 15 18 8 7 2 25 15 35 20 10 5 57 32 25

Statistiche dei giocatori[modifica | modifica wikitesto]

Fonti:[22][2][23]

Giocatore Serie A Coppa Italia Coppa delle Fiere Totale
Presenze Reti Ammonizioni Espulsioni Presenze Reti Ammonizioni Espulsioni Presenze Reti Ammonizioni Espulsioni Presenze Reti Ammonizioni Espulsioni
Achilli, M. M. Achilli 31??30??20??81??
Bedin, G. G. Bedin 231??--------2310+0+
Bellugi, M. M. Bellugi 190??----10??2000+0+
Bertini, M. M. Bertini 261??30??----2910+0+
Boninsegna, R. R. Boninsegna 2824??32??10??3226??
Bordon, I. I. Bordon 9-8??--------9-80+0+
Burgnich, T. T. Burgnich 290??30??10??330??
Cella, G. G. Cella 60??20??21??101??
Corso, M. M. Corso 293??10??20??323??
Fabbian, B. B. Fabbian 170??30??20??220??
Facchetti, G. G. Facchetti 305??30??20??355??
Frustalupi, M. M. Frustalupi 181??31??10??222??
Jair, Jair 236??----20??2560+0+
Landini, S. S. Landini ----10??----100+0+
Mazzola (I), S. S. Mazzola (I) 297??32??10??339??
Oriali, G. G. Oriali 20??--------200+0+
Pellizzaro, S. S. Pellizzaro 40??31??10??81??
Reif, A. A. Reif 20??--------200+0+
Righetti, O. O. Righetti 10??----10??200+0+
Vieri, L. L. Vieri 24-18??3-3??2-3??29-24??

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Subentrato alla 6ª giornata.
  2. ^ a b c d e Almanacco Illustrato del Calcio 1972, Modena, Panini Editore, 1971, ISBN 9771129338008.
  3. ^ a b c d (EN) Alessio Roscini, Statistiche Spettatori Serie A 1970-1971, su stadiapostcards.com.
  4. ^ a b c d e f g h i j k l Grassia, Lotito, p. 145.
  5. ^ (EN) David Morton, Newcastle 2-0 Inter Milan: United humble the Italian giants on this day 45 years ago, su chroniclelive.co.uk, 30 settembre 2015.
  6. ^ Massimo Della Pergola, Boninsegna annulla la rimonta veronese, in Stampa Sera, 28 settembre 1970, p. 8.
  7. ^ Paolo Bertoldi, Rossoblù in cattedra, ma l'Inter non cade, in Stampa Sera, 12 ottobre 1970, p. 12.
  8. ^ Giovanni Arpino, A Riva sono bastati venti minuti per mettere l'Inter in ginocchio, in La Stampa, 27 ottobre 1970, p. 20.
  9. ^ a b c Claudio Gregori, È morto Invernizzi, in La Gazzetta dello Sport, 1º marzo 2005.
  10. ^ Paolo Bertoldi, Rigore incredibile via libera all'Inter, in Stampa Sera, 16 novembre 1970, p. 11.
  11. ^ David Messina, L'Inter segna in serie, in Stampa Sera, 30 novembre 1970, p. 12.
  12. ^ Franco Costa, Anche l'Inter, complice il Varese, regala un bel Natale ai suoi tifosi, in La Stampa, 22 dicembre 1970, p. 18.
  13. ^ David Messina, Inter-Fiorentina due rigori a uno, in Stampa Sera, 18 gennaio 1971, p. 10.
  14. ^ Bruno Bernardi, L'INTER rischia ma vince (Vieri mette k.o. Altafini), in Stampa Sera, 22 marzo 1971, p. 7.
  15. ^ Antonio Tavarozzi, Lo "sprint" di Boninsegna simbolo dell'Inter, in La Stampa, 13 aprile 1971, p. 16.
  16. ^ Bruno Perucca, INTER - ORMAI È SCUDETTO, in Stampa Sera, 26 aprile 1971, p. 9.
  17. ^ Giovanni Arpino, Cinque gol per cinque punti, in Stampa Sera, 3 maggio 1971, p. 9.
  18. ^ È morto Quarenghi, primo medico sociale, in la Repubblica, 18 luglio 1992, p. 37.
  19. ^ a b c Acquisti e cessioni dell'Inter 1970/71, su storiainter.com. URL consultato l'11 gennaio 2012 (archiviato dall'url originale il 25 settembre 2011).
  20. ^ Partita rinviata al lunedì per nebbia; cfr. Franco Costa, Inter-Varese si gioca oggi, in Stampa Sera, 21 dicembre 1970, p. 10.
  21. ^ Melegari, 160.
  22. ^ Melegari, p. 161.
  23. ^ Grassia, Lotito, p. 230.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Fabrizio Melegari (a cura di). Almanacco illustrato del calcio - La storia 1898-2004. Modena, Panini, 2004.
  • Calciatori 1970-71, Modena-Milano, Panini-L'Unità, 1994.
  • Carlo F. Chiesa, Il grande romanzo dello scudetto, da Calcio 2000, annate 2002 e 2003.
  • Filippo Grassia e Gianpiero Lotito, INTER - Dalla nascita allo scudetto del centenario, Milano, Antonio Vallardi Editore, 2008, p. 239, ISBN 978-88-95684-11-6.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

(EN) Serie A 1970-71 su RSSSF.com, su rsssf.com. Archivio storico della Stampa Archivio storico dell'Unità