Football Club Internazionale Milano 1983-1984

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
FC Internazionale Milano
Inter 1983-1984.jpg
La rosa nerazzurra per la stagione 1983-84
Stagione 1983-1984
AllenatoreItalia Luigi Radice
All. in secondaItalia Romano Cazzaniga
PresidenteItalia Ivanoe Fraizzoli, poi
Italia Ernesto Pellegrini[1]
Serie A4º (in Coppa UEFA)
Coppa ItaliaFase a gironi
Coppa UEFAOttavi di finale
Maggiori presenzeCampionato: Zenga (30)
Miglior marcatoreCampionato: Altobelli (10)
Totale: Altobelli (15)
StadioGiuseppe Meazza
Media spettatori51 772
Dati aggiornati al 13 maggio 1984

Questa voce raccoglie le informazioni riguardanti il Football Club Internazionale Milano nelle competizioni ufficiali della stagione 1983-1984.

Stagione[modifica | modifica wikitesto]

Alessandro Altobelli, miglior marcatore stagionale dei nerazzurri con 15 gol.

Passata nelle mani dell'allenatore Gigi Radice la formazione nerazzurra è uscita nel quarto girone di qualificazione della Coppa Italia che ha promosso agli ottavi Cesena ed Avellino[2][3][4] e ha perso 3 volte nelle prime 4 partite di campionato[5][6]: in Coppa UEFA non è andata oltre gli ottavi di finale, facendosi sbattere fuori dall'Austria Vienna.[7] Nei trentaduesimi ha eliminato i turchi del Trabzonspor, nei sedicesimi ha eliminato gli olandesi del Gröningen.

Nel marzo 1984, la società nerazzurra ha cambiato presidente: il posto di Fraizzoli è stato preso da Ernesto Pellegrini che non ha tardato a progettare il futuro, come testimoniato dall'ingaggio del tedesco Karl-Heinz Rummenigge (ufficiale solo a partire dalla successiva estate).[8] Con la miglior difesa del campionato (23 gol subìti in 30 partite)[9], i nerazzurri hanno chiuso il campionato in rimonta al quarto posto, alle spalle di Juventus, Roma e Fiorentina, accedendo nuovamente alla Coppa UEFA.[10] A stagione conclusa, Gigi Radice ritorna ad allenare il Torino.[11][12] È stata questa la prima stagione da titolare, con trenta presenza, del portiere Walter Zenga in nerazzurro: rimarrà tale fino al 1994. Miglior marcatore stagionale ancora Alessandro Altobelli con 15 reti, delle quali 3 in Coppa Italia, 2 in Coppa UEFA e 10 in campionato.

Maglie e sponsor[modifica | modifica wikitesto]

Lo sponsor tecnico per la stagione 1983-1984 fu Mec Sport[13], mentre lo sponsor ufficiale fu Misura.

Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Trasferta

Organigramma societario[modifica | modifica wikitesto]

[14]

Area direttiva

Area organizzativa

  • Segretaria: Ileana Almonti

Area comunicazione

Area tecnica

Area sanitaria

  • Medici sociali: dott. Mario Benazzi e dott. Luigi Colombo
  • Massaggiatori: Giancarlo Della Casa e Massimo Della Casa

Rosa[modifica | modifica wikitesto]

[15]

Il giovane portiere Walter Zenga, che esordisce in Serie A durante questa stagione.
N. Ruolo Giocatore
Italia P Fabrizio Lorieri
Italia P Angelo Recchi
Italia P Walter Zenga
Italia D Giuseppe Bergomi
Italia D Graziano Bini (Capitano)
Italia D Fulvio Collovati
Italia D Walter Dondoni
Italia D Riccardo Ferri (II)
Italia C Giuseppe Baresi (I)
Italia C Salvatore Bagni
Italia C Evaristo Beccalossi
N. Ruolo Giocatore
Belgio C Ludo Coeck
Italia C Enrico Cucchi
Italia C Gianpiero Marini
Germania C Hansi Müller
Italia C Giancarlo Pasinato
Italia C Massimo Pellegrini
Italia C Antonio Sabato
Italia A Alessandro Altobelli
Italia A Carlo Muraro
Italia A Aldo Serena

Calciomercato[modifica | modifica wikitesto]

Sessione estiva[modifica | modifica wikitesto]

Acquisti[16]
R. Nome da Modalità
P Fabrizio Lorieri Prato riscatto
P Angelo Recchi Cesena definitivo
C Ludo Coeck Anderlecht definitivo
C Giancarlo Pasinato Milan fine prestito
A Aldo Serena Milan fine prestito
Altre operazioni[16]
R. Nome da Modalità
P Roberto Busi Siena riscatto
P Giovanni Guaiana Matera fine prestito
D Nazzareno Canuti Milan fine prestito
D Giuseppe Colombo Solbiatese fine prestito
D Fermo Spallanzani Siena riscatto
D Danilo Tedoldi Catania riscatto
C Giancarlo Centi Avellino riscatto
C Ilario Cozzi Pavia riscatto
C Claudio Fermanelli Como riscatto
C Francesco Lapa Rende fine prestito
C Mauro Marmaglio Palermo fine prestito
C Luigi Rocca Siena riscatto
A Riccardo Gori Trento fine prestito
A Amerigo Paradiso Reggiana riscatto
Cessioni[16]
R. Nome da Modalità
P Ivano Bordon Sampdoria definitivo
C Roberto Bergamaschi Genoa comproprietà
C Gabriele Oriali Fiorentina definitivo
A Juary Ascoli comproprietà
Altre operazioni[16]
R. Nome da Modalità
P Roberto Busi Cosenza comproprietà
P Angelo Facchi Savona definitivo
P Giovanni Guaiana Alcamo comproprietà
P Valerio Montagna Francavilla rinnovo comproprietà
P Angelo Pizzetti Modena comproprietà
P Ricciotti Bozzo Alcamo definitivo
D Nazzareno Canuti Genoa definitivo
D Giuseppe Colombo Pro Patria comproprietà
D Giovanni Corsini Cerretese rinnovo comproprietà
D Enrico Leoni Fanfulla prestito
D Ambrogio Meggiarin Vogherese definitivo
D Leonardo Occhipinti Pisa definitivo
D Massimo Peruzzo Rhodense rinnovo comproprietà
D Sebastiano Pincio Alcamo definitivo
D Fermo Spallanzani Fanfulla comproprietà
D Danilo Tedoldi Ancona prestito
D Mauro Valentino Cerretese rinnovo comproprietà
D Luigi Vizza Carbonia prestito
D Marco Agresti Sangiovannese definitivo
C Graziano Brambilla Monopoli definitivo
C Giancarlo Centi Como definitivo
C Ilario Cozzi Livorno comproprietà
C Claudio Fermanelli Palermo comproprietà
C Francesco Lapa Sanremese prestito
C Mauro Marmaglio Arezzo comproprietà
C Luigi Rocca Trento prestito
C Paolo Stringara Siena definitivo
C Claudio Venturi SPAL rinnovo comproprietà
A Riccardo Bulgarani Legnano definitivo
A Riccardo Gori Sanremese prestito
A Luca Rivetta Pro Patria comproprietà
A Walter Vercesi Vogherese definitivo

Sessione autunnale[modifica | modifica wikitesto]

Acquisti[16]
R. Nome da Modalità
Altre operazioni[16]
R. Nome da Modalità
Cessioni[16]
R. Nome da Modalità
D Daniele Bernazzani Pistoiese prestito (ad ottobre)
Altre operazioni[16]
R. Nome da Modalità
A Amerigo Paradiso Bologna comproprietà (ad ottobre)

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Serie A[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Serie A 1983-1984.

Girone di andata[modifica | modifica wikitesto]

Milano
11 settembre 1983
1ª giornata
Inter1 – 2SampdoriaStadio Giuseppe Meazza
Arbitro:  Menicucci (Firenze)

Roma
18 settembre 1983
2ª giornata
Lazio3 – 0InterStadio Olimpico
Arbitro:  Barbaresco (Cormons)

Milano
25 settembre 1983
3ª giornata
Inter0 – 0TorinoStadio Giuseppe Meazza
Arbitro:  Ciulli (Roma)

Ascoli Piceno
2 ottobre 1983
4ª giornata
Ascoli1 – 0InterStadio Cino e Lillo Del Duca
Arbitro:  D'Elia (Salerno)

Milano
9 ottobre 1983
5ª giornata
Inter1 – 0NapoliStadio Giuseppe Meazza
Arbitro:  Agnolin (Bassano del Grappa)

Udine
23 ottobre 1983
6ª giornata
Udinese2 – 2InterStadio Friuli
Arbitro:  Redini (Pisa)

Pisa
30 ottobre 1983
7ª giornata
Pisa0 – 0InterStadio Arena Garibaldi
Arbitro:  Agnolin (Bassano del Grappa)

Milano
6 novembre 1983
8ª giornata
Inter2 – 0MilanStadio Giuseppe Meazza
Arbitro:  Bergamo (Livorno)

Genova
20 novembre 1983
9ª giornata
Genoa1 – 1InterStadio Luigi Ferraris
Arbitro:  Pairetto (Torino)

Milano
27 novembre 1983
10ª giornata
Inter1 – 0RomaStadio Giuseppe Meazza
Arbitro:  Redini (Pisa)

Avellino
4 dicembre 1983
11ª giornata
Avellino1 – 1InterStadio Partenio
Arbitro:  Bergamo (Livorno)

Milano
11 dicembre 1983
12ª giornata
Inter2 – 1FiorentinaStadio Giuseppe Meazza
Arbitro:  Barbaresco (Cormons)

Torino
18 dicembre 1983
13ª giornata
Juventus2 – 0InterStadio Comunale
Arbitro:  Pieri (Genova)

Milano
31 dicembre 1983
14ª giornata
Inter1 – 0VeronaStadio Giuseppe Meazza
Arbitro:  Altobelli (Roma)

Catania
8 gennaio 1984
15ª giornata
Catania0 – 0InterStadio Angelo Massimino
Arbitro:  Longhi (Roma)

Girone di ritorno[modifica | modifica wikitesto]

Genova
15 gennaio 1984
16ª giornata
Sampdoria0 – 2InterStadio Luigi Ferraris
Arbitro:  Redini (Pisa)

Milano
22 gennaio 1984
17ª giornata
Inter1 – 1LazioStadio Giuseppe Meazza
Arbitro:  Agnolin (Bassano del Grappa)

Torino
29 gennaio 1984
18ª giornata
Torino3 – 1InterStadio Comunale
Arbitro:  Paparesta (Bari)

Milano
12 febbraio 1984
19ª giornata
Inter0 – 0AscoliStadio Giuseppe Meazza
Arbitro:  Menicucci (Firenze)

Napoli
19 febbraio 1984
20ª giornata
Napoli0 – 2InterStadio San Paolo
Arbitro:  Ballerini (La Spezia)

Milano
26 febbraio 1984
21ª giornata
Inter2 – 0UdineseStadio Giuseppe Meazza
Arbitro:  Redini (Pisa)

Milano
11 marzo 1984
22ª giornata
Inter3 – 0PisaStadio Giuseppe Meazza
Arbitro:  Pairetto (Torino)

Milano
18 marzo 1984
23ª giornata
Milan0 – 0InterStadio Giuseppe Meazza
Arbitro:  Ciulli (Roma)

Milano
25 marzo 1984
24ª giornata
Inter1 – 1GenoaStadio Giuseppe Meazza
Arbitro:  Lo Bello (Siracusa)

Roma
1º aprile 1984
25ª giornata
Roma1 – 0InterStadio Olimpico
Arbitro:  D'Elia (Salerno)

Milano
15 aprile 1984
26ª giornata
Inter3 – 0AvellinoStadio Giuseppe Meazza
Arbitro:  Pieri (Genova)

Firenze
21 aprile 1984
27ª giornata
Fiorentina1 – 1
referto
InterStadio Artemio Franchi
Arbitro:  Longhi (Roma)

Milano
29 aprile 1984
28ª giornata
Inter1 – 2JuventusStadio Giuseppe Meazza
Arbitro:  Agnolin (Bassano del Grappa)

Verona
6 maggio 1984
29ª giornata
Verona1 – 2InterStadio Marcantonio Bentegodi
Arbitro:  Lombardo (Marsala)

Milano
13 maggio 1984
30ª giornata
Inter6 – 0CataniaStadio Giuseppe Meazza
Arbitro:  Pirandola (Lecce)

Coppa Italia[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Coppa Italia 1983-1984.

Primo turno[modifica | modifica wikitesto]

Cesena
21 agosto 1983
1ª giornata
Cesena1 – 0InterStadio La Fiorita
Arbitro:  Ciulli (Roma)

Milano
24 agosto 1983
2ª giornata
Inter3 – 1EmpoliStadio Giuseppe Meazza
Arbitro:  Paparesta (Bari)

San Benedetto del Tronto
28 agosto 1983
3ª giornata
Sambenedettese2 – 0InterStadio Fratelli Ballarin
Arbitro:  Benedetti (Roma)

Milano
31 agosto 1983
4ª giornata
Inter3 – 1AvellinoStadio Giuseppe Meazza
Arbitro:  Barbaresco (Cormons)

Parma
4 settembre 1983
5ª giornata
Parma1 – 1InterStadio Ennio Tardini
Arbitro:  Pieri (Genova)

Coppa UEFA[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Coppa UEFA 1983-1984.
Trebisonda
14 settembre 1983
Trentaduesimi di finale
Andata
Trabzonspor1 – 0InterStadio Hüseyin Avni Aker
Arbitro: Paesi Bassi Keizer

Cesena
28 settembre 1983
Trentaduesimi di finale
Ritorno
Inter2 – 0TrabzonsporLa Fiorita
Arbitro: Germania Ovest Scheurell

Groninga
19 ottobre 1983
Sedicesimi di finale
Andata
Groningen2 – 0InterEuroborg
Arbitro: Scozia McGinlay

Bari
2 novembre 1983
Sedicesimi di finale
Ritorno
Inter5 – 1GroningenComunale
Arbitro: Francia Delmer

Vienna
23 novembre 1983
Ottavi di finale
Andata
Austria Vienna2 – 1InterFranz Horr Stadion
Arbitro: Irlanda Carpenter

Milano
7 dicembre 1983
Ottavi di finale
Ritorno
Inter1 – 1Austria ViennaStadio Giuseppe Meazza
Arbitro: Belgio Ponnet

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche di squadra[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche aggiornate al 13 maggio 1984.

Competizione Punti In casa In trasferta Totale RA RP DR
G V P S G V P S G V P S
Scudetto.svg Serie A 35 15 9 4 2 15 3 7 5 30 12 11 7 37 23 +14
Coccarda Coppa Italia.svg Coppa Italia - 2 2 0 0 3 0 1 2 5 2 1 2 7 6 +1
UEFA CUP.svg Coppa UEFA - 3 2 0 1 3 0 0 3 6 2 0 4 9 7 +2
Totale - 20 13 4 3 21 3 8 10 41 16 12 13 53 36 +17

Statistiche dei giocatori[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore Serie A Coppa Italia Coppa UEFA Totale
Presenze Reti Ammonizioni Espulsioni Presenze Reti Ammonizioni Espulsioni Presenze Reti Ammonizioni Espulsioni Presenze Reti Ammonizioni Espulsioni
, . [[.]] .0??.0??????0+0+??
, . [[.]] .0??.0??????0+0+??
, . [[.]] .0??.0??????0+0+??
, . [[.]] .0??.0??????0+0+??
, . [[.]] .0??.0??????0+0+??
, . [[.]] .0??.0??????0+0+??
, . [[.]] .0??.0??????0+0+??
, . [[.]] .0??.0??????0+0+??

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ In carica dal 12 marzo 1984.
  2. ^ Nino Sormani, Inter, nessun problema, in La Stampa, 25 agosto 1983, p. 16.
  3. ^ Calcio, in La Stampa, 29 agosto 1983, p. 15.
  4. ^ Carlo Coscia, L'Inter si salva col rigore, in La Stampa, 1º settembre 1983, p. 17.
  5. ^ Alessandro Gnocchi e Mario Palmaro, Il secondo tragico manuale di sopravvivenza per interisti, Casale Monferrato, Piemme Edizioni, 2008, p. 144, ISBN 9788838468285.
  6. ^ Calcio, in La Stampa, 12 settembre 1983, p. 17.
  7. ^ Bruno Perucca, Inter gran finale, ma l'Austria resiste, in La Stampa, 8 dicembre 1983, p. 24.
  8. ^ Gianni Brera, Dopo Rummenigge ecco Massaro, Briaschi e Bradu, in la Repubblica, 20 aprile 1984, p. 31.
  9. ^ Gianni Mura, Ma con l'Inter tanta fatica, in la Repubblica, 22 aprile 1984, p. 33.
  10. ^ Fabio Vergnano, Cappotto dell'Inter al Catania, in La Stampa, 14 maggio 1984, p. 16.
  11. ^ Radice al Torino revival di lusso, in la Repubblica, 25 maggio 1984, p. 31.
  12. ^ Oliviero Beha, I conti di Pellegrini, in la Repubblica, 20 giugno 1984, p. 38.
  13. ^ Abbigliamento Sportivo Milano - Mec Sport | Storia, su www.mecsport.it. URL consultato il 6 maggio 2016 (archiviato dall'url originale il 9 maggio 2016).
  14. ^ Panini, p. 13.
  15. ^ Panini, pp. 12-13.
  16. ^ a b c d e f g h Acquisti e cessioni dell'Inter 1983/84, su storiainter.com.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • AA.VV., Calciatori 1983-84, Modena – Milano, Panini – l'Unità, 1994.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Calcio Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio