Football Club Internazionale 1961-1962

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Football Club Internazionale
Inter 1961-62.jpg
Una formazione dell'Inter 1961-62
Stagione 1961-1962
AllenatoreArgentina Helenio Herrera
All. in secondaItalia Maino Neri
PresidenteItalia Angelo Moratti
Serie A2º posto
Coppa ItaliaOttavi di finale
Coppa delle FiereQuarti di finale
Maggiori presenzeCampionato: Hitchens (34)
Miglior marcatoreCampionato: Hitchens (16)

Questa pagina raccoglie i dati riguardanti il Football Club Internazionale nelle competizioni ufficiali della stagione 1961-1962.

Stagione[modifica | modifica wikitesto]

Per la stagione 1961-1962 Angelo Moratti ingaggiò il regista del Barcellona Luis Suárez, già Pallone d'oro nel 1960, che Herrera aveva già avuto ai tempi del Barça.[1] Antonio Angelillo fu invece ceduto alla Roma con sottoscrizione di una clausola che neppure Angelillo conosceva, che impegnava la Roma a non vendere Angelillo né al Milan né alla Juventus né alla Fiorentina.[2]

Vennero acquistati inoltre il secondo portiere Ottavio Bugatti e l'attaccante inglese Gerry Hitchens. L'Inter iniziò bene il campionato, portandosi in vetta alla sesta giornata: nel ruolo di inseguitrici si candidarono Atalanta e Torino, ma la squadra nerazzurra amministrò il suo vantaggio senza affanni laureandosi campione d'inverno il 10 dicembre. Come già capitato l'anno prima, per la squadra milanese il girone di ritorno fu decisivo in senso negativo: un primo campanello d'allarme suonò il 31 dicembre, quando una sconfitta contro la Roma costò l'aggancio da parte di Milan e Fiorentina.

A febbraio l'Inter reagì vincendo il derby, ma non fu poi in grado di centrare il colpo del knock out: in primavera, il Milan fece ritorno in testa alla classifica con una serie di otto vittorie consecutive mentre l'Inter - che tra il 25 febbraio e il 25 marzo racimolò solomante quattro pareggi e una sconfitta - arrivò seconda con un distacco di cinque punti.

Maglie[modifica | modifica wikitesto]

Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
1ª divisa
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
2ª divisa

Organigramma societario[modifica | modifica wikitesto]

Area direttiva

Area tecnica

Area sanitaria

  • Medico sociale: dott. Angelo Quarenghi[3]
  • Massaggiatore: Bartolomeo Della Casa e Giancarlo Della Casa

Rosa[modifica | modifica wikitesto]

N. Ruolo Giocatore
Italia P Lorenzo Buffon
Italia P Ottavio Bugatti
Italia D Costanzo Balleri
Italia D Remo Bicchierai
Italia D Bruno Bolchi
Italia D Tarcisio Burgnich
Italia D Giorgio Dellagiovanna
Italia D Luigi Caloi
Italia D Giacinto Facchetti
Italia D Aristide Guarneri
Spagna C Luis Suárez
Italia D Armando Picchi
Italia C Mario Corso
N. Ruolo Giocatore
Italia C Giorgio Brigo
Italia C Guido Gratton
Italia C Sandro Mazzola
Italia C Franco Zaglio
Italia C Enea Masiero
Italia A Egidio Morbello
Inghilterra A Gerry Hitchens
Italia A Lorenzo Bettini
Italia A Mauro Bicicli
Portogallo A Jorge Humberto Raggi
Italia A Mario Mereghetti
Italia A Bruno Petroni

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Campionato[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Serie A 1961-1962.

Girone di andata[modifica | modifica wikitesto]

Milano
27 agosto 1961, ore 15:30 CEST
1ª giornata
Inter6 – 0AtalantaStadio San Siro
Arbitro:  Di Tonno (Lecce)

Roma
3 settembre 1961, ore 15:30 CEST
2ª giornata
Roma2 – 3InterStadio Olimpico
Arbitro:  Gambarotta (Genova)

Milano
10 settembre 1961, ore 15:30 CEST
3ª giornata
Inter0 – 0TorinoStadio San Siro
Arbitro:  Francescon (Padova)

Mantova
13 settembre 1961, ore 18:00 CEST
4ª giornata
Mantova1 – 1InterStadio Danilo Martelli
Arbitro:  Sbardella (Roma)

Milano
17 settembre 1961, ore 15:30 CEST
5ª giornata
Inter4 – 1FiorentinaStadio San Siro
Arbitro:  Gambarotta (Genova)

Padova
24 settembre 1961, ore 15:30 CEST
6ª giornata
Padova0 – 2InterStadio Silvio Appiani
Arbitro:  Lo Bello (Siracusa)

Milano
1º ottobre 1961, ore 15:30 CEST
7ª giornata
Inter1 – 3MilanStadio San Siro
Arbitro:  Bonetto (Torino)

Milano
4 ottobre 1961, ore 18:30 CET
8ª giornata
Inter2 – 1SPALStadio San Siro
Arbitro:  De Marchi (Pordenone)

Udine
8 ottobre 1961, ore 15:30 CET
9ª giornata
Udinese0 – 1InterStadio Moretti
Arbitro:  Jonni (Macerata)

Torino
22 ottobre 1961, ore 15:30 CET
10ª giornata
Juventus2 – 4InterStadio Comunale
Arbitro:  Lo Bello (Siracusa)

Milano
29 ottobre 1961, ore 15:30 CET
11ª giornata
Inter1 – 0PalermoStadio San Siro
Arbitro:  Marchese (Napoli)

Genova
12 novembre 1961, ore 15:30 CET
12ª giornata
Sampdoria0 – 0InterStadio Marassi
Arbitro:  Adami (Roma)

Milano
19 novembre 1961, ore 15:30 CET
13ª giornata
Inter2 – 1Lanerossi VicenzaStadio San Siro
Arbitro:  Sebastio (Torino)

Venezia
26 novembre 1961, ore 15:30
14ª giornata
Venezia1 – 1InterStadio Pierluigi Penzo
Arbitro:  Jonni (Macerata)

Milano
3 dicembre 1961, ore 15:30 CET
15ª giornata
Inter6 – 4BolognaStadio San Siro
Arbitro:  Adami (Roma)

Milano
10 dicembre 1961, ore 15:30 CET
16ª giornata
Inter1 – 1CataniaStadio San Siro
Arbitro:  De Marchi (Pordenone)

Lecco
17 dicembre 1961, ore 15:30 CET
17ª giornata
Lecco0 – 1InterStadio Rigamonti-Ceppi
Arbitro:  Bonetto (Torino)

Girone di ritorno[modifica | modifica wikitesto]

Bergamo
24 dicembre 1961, ore 14:00 CET
18ª giornata
Atalanta2 – 3InterStadio Atleti Azzurri d'Italia
Arbitro:  Gambarotta (Genova)

Milano
31 dicembre 1961, ore 14:00 CET
19ª giornata
Inter0 – 1RomaStadio San Siro
Arbitro:  Lo Bello (Siracusa)

Torino
7 gennaio 1962, ore 14:00 CET
20ª giornata
Torino0 – 0InterStadio Comunale
Arbitro:  Gambarotta (Genova)

Milano
14 gennaio 1962, ore 14:00 CET
21ª giornata
Inter2 – 0MantovaStadio San Siro
Arbitro:  De Robbio (Torre Annunziata)

Firenze
21 gennaio 1962, ore 14:00 CET
22ª giornata
Fiorentina4 – 1InterStadio Artemio Franchi
Arbitro:  Adami (Roma)

Milano
28 gennaio 1962, ore 14:00 CET
23ª giornata
Inter2 – 1PadovaStadio San Siro
Arbitro:  Bonetto (Torino)

Milano
4 febbraio 1962, ore 14:00 CET
24ª giornata
Milan0 – 2InterStadio San Siro
Arbitro:  Adami (Roma)

Ferrara
11 febbraio 1962, ore 14:00 CET
25ª giornata
SPAL1 – 0InterStadio Paolo Mazza
Arbitro:  Gambarotta (Genova)

Milano
18 febbraio 1962, ore 14:00 CET
26ª giornata
Inter2 – 0UdineseStadio San Siro
Arbitro:  De Robbio (Torre Annunziata)

Milano
25 febbraio 1962, ore 14:00 CET
27ª giornata
Inter2 – 2JuventusStadio San Siro
Arbitro:  Jonni (Macerata)

Palermo
4 marzo 1962, ore 15:30 CET
28ª giornata
Palermo1 – 0InterStadio La Favorita
Arbitro:  Adami (Roma)

Milano
11 marzo 1962, ore 15:30 CET
29ª giornata
Inter1 – 1SampdoriaStadio San Siro
Arbitro:  Di Tonno (Lecce)

Vicenza
18 marzo 1962, ore 15:30 CET
30ª giornata
Lanerossi Vicenza1 – 1InterStadio Romeo Menti
Arbitro:  Lo Bello (Siracusa)

Milano
25 marzo 1962, ore 15:30 CET
31ª giornata
Inter0 – 0VeneziaStadio San Siro
Arbitro:  Bonetto (Torino)

Bologna
1º aprile 1962, ore 15:30 CET
32ª giornata
Bologna0 – 2InterStadio Comunale
Arbitro:  Rigato (Mestre)

Catania
8 aprile 1962, ore 15:30 CET
33ª giornata
Catania0 – 2InterStadio Cibali
Arbitro:  De Marchi (Pordenone)

Milano
15 aprile 1962, ore 15:30 CET
34ª giornata
Inter3 – 0LeccoStadio San Siro
Arbitro:  Righetti (Torino)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Helenio Herrera: 1961/62, inter.it.
  2. ^ Angelillo, il "signor record" Archiviato il 19 marzo 2014 in Internet Archive.
  3. ^ È morto Quarenghi, primo medico sociale, in la Repubblica, 18 luglio 1992, p. 37.