Società Sportiva Lazio 1961-1962

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

1leftarrow blue.svgVoce principale: Società Sportiva Lazio.

Società Sportiva Lazio
Lazio 1961-1962.jpg
Una formazione della Lazio del 1961-62.
Stagione 1961-1962
AllenatoreItalia Paolo Todeschini
(1ª-21ª), poi
Italia Roberto Lovati
(22ª-27ª), poi
Italia Carlo Facchini (28ª-38ª)
Direttore tecnicoItalia Alfonso Ricciardi (22ª-27ª)
Comm. straordinarioItalia Massimo Giovannini
Serie B4º posto
Coppa ItaliaOttavi di finale
Maggiori presenzeCampionato: Idilio Cei (38)
Miglior marcatoreCampionato: Morrone (14)
StadioStadio Olimpico di Roma

Questa pagina raccoglie le informazioni riguardanti la Società Sportiva Lazio nelle competizioni ufficiali della stagione 1961-1962.

Stagione[modifica | modifica wikitesto]

Nella stagione 1961-1962 la Lazio disputa il campionato di Serie B, un torneo a venti squadre con tre promozioni e tre retrocessioni. Con 42 punti si piazza al quarto posto in classifica appaiata al Verona, salgono in Serie A il Genoa con 54 punti, il Napoli ed il Modena con 43 punti, scendono in Serie C il Prato e la Reggiana con 32 punti e ultimo ma penalizzato di sei punti il Novara con 30 punti. Miglior realizzatore stagionale laziale è l'argentino Juan Carlos Morrone autore di 14 reti in campionato ed 1 in Coppa. In Coppa Italia i biancoazzuri superano il Genoa (3-1) al primo turno, il Palermo (1-0) nel secondo turno e negli Ottavi di Finale vengono estromessi dalla Roma in un derby terminato 0-0 dopo i tempi supplementari e arriso ai giallorossi ai calci di rigore (6-4).

Divise[modifica | modifica wikitesto]

Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Trasferta

Rosa[modifica | modifica wikitesto]

Elenco dei giocatori della Società Sportiva Lazio nella stagione 1961-1962.

N. Ruolo Giocatore
Italia P Idilio Cei
Italia P Roberto Lovati[1]
Italia P Franco Pezzullo
Italia D Giacomo Del Gratta
Italia D Adelmo Eufemi
Italia D Vincenzo Gasperi
Italia D Nicola Lo Buono (°)[2]
Italia D Giovanni Molino (°)[3]
Italia D Alfredo Napoleoni
Italia D Gilberto Noletti
Italia D Gianni Seghedoni
Italia D Diego Zanetti
N. Ruolo Giocatore
Italia C Paolo Carosi
Italia C Nello Governato
Italia C Guido Gratton (*)[4]
Italia C Graziano Landoni
Italia C Guglielmo Mecozzi
Italia A Claudio Bizzarri
Italia A Angelo Longoni
Italia A Mario Maraschi
Argentina A Juan Carlos Morrone
Italia A Dimitri Pinti
Italia A Maurilio Prini
Italia A Orlando Rozzoni (°)[5]
Allenatori
Italia Paolo Todeschini
Italia Roberto Lovati e Italia Alfonso Ricciardi[6][7]
Italia Carlo Facchini[8]

(*) Acquistato nel mercato invernale

(°) Ceduto nel mercato invernale

Giovani aggregati dalla squadra Cadetti
Italia Giuseppe Rossi (°)[9] (P)
Italia Franco Adorni (D)
Italia Giancarlo Agostinelli (D)
Italia Venanzio Severini (C)
Italia Mario Vignoli (C)
Italia Paolo Ferrario (A)
Italia Sandro Joan (°)[10] (A)
Italia Nino Sallusto (*)[11] (A)
Giovani aggregati dalla squadra De Martino
Italia Domenico Bergamini (D)
Italia Silvio Mancini (D)
Italia Mimmo Mommi (D)
Italia Giancarlo Baldelli (C)
Italia Mario Fabrizi (C)
Italia Bruno Pinna (C)
Italia Maurizio Becchetti (A)
Italia Mario Santececca (A)
Italia Galileo Sorci (A)

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Campionato[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Serie B 1961-1962.

Girone di andata[modifica | modifica wikitesto]

Cosenza
3 settembre 1961
1ª giornata
Cosenza2 – 2LazioStadio Città di Cosenza
Arbitro:  Leita (Udine)

Roma
10 settembre 1961
2ª giornata
Lazio1 – 1LuccheseStadio Flaminio
Arbitro:  Varazzani (Parma)

Roma
17 settembre 1961
3ª giornata
Lazio0 – 0BresciaStadio Flaminio
Arbitro:  Annoscia (Bari)

Modena
24 settembre 1961
4ª giornata
Modena0 – 1LazioStadio Comunale
Arbitro:  Angonese (Mestre)

Roma
1º ottobre 1961
5ª giornata
Lazio3 – 0SambenedetteseStadio Flaminio
Arbitro:  Cirone (Palermo)

Napoli
8 ottobre 1961
6ª giornata
Napoli0 – 2LazioStadio San Paolo
Arbitro:  Gambarotta (Genova)

Roma
22 ottobre 1961
7ª giornata
Lazio4 – 0Simmenthal-MonzaStadio Flaminio
Arbitro:  Angonese (Mestre)

Genova
29 ottobre 1961
8ª giornata
Genoa2 – 0LazioStadio Luigi Ferraris
Arbitro:  Grignani (Milano)

Roma
5 novembre 1961
9ª giornata
Lazio1 – 1ComoStadio Flaminio
Arbitro:  Babini (Ravenna)

Reggio Emilia
19 novembre 1961
10ª giornata
Reggiana0 – 0LazioStadio Mirabello
Arbitro:  Righetti (Torino)

Roma
26 novembre 1961
11ª giornata
Lazio5 – 0BariStadio Flaminio
Arbitro:  Campanati (Milano)

Parma
3 dicembre 1961
12ª giornata
Parma0 – 0LazioStadio Ennio Tardini
Arbitro:  Angonese (Mestre)

Roma
10 dicembre 1961
13ª giornata
Lazio0 – 2Pro PatriaStadio Flaminio
Arbitro:  Politano (Genova)

Messina
17 dicembre 1961
14ª giornata
Messina1 – 2LazioStadio Giovanni Celeste
Arbitro:  Roversi (Bologna)

Catanzaro
24 dicembre 1961
15ª giornata
Catanzaro1 – 1LazioStadio Militare
Arbitro:  Angonese (Mestre)

Roma
31 dicembre 1961
16ª giornata
Lazio1 – 1NovaraStadio Flaminio
Arbitro:  Carminati (Milano)

Prato
7 gennaio 1962
17ª giornata
Prato0 – 0LazioStadio Lungobisenzio
Arbitro:  Rigato (Mestre)

Roma
14 gennaio 1962
18ª giornata
Lazio1 – 1VeronaStadio Flaminio
Arbitro:  Cirone (Palermo)

Alessandria
21 gennaio 1962
19ª giornata
Alessandria2 – 0LazioStadio Giuseppe Moccagatta
Arbitro:  Leita (Udine)

Girone di ritorno[modifica | modifica wikitesto]

Roma
28 gennaio 1962
20ª giornata
Lazio3 – 0CosenzaStadio Flaminio
Arbitro:  Varazzani (Parma)

Lucca
4 febbraio 1962
21ª giornata
Lucchese1 – 0LazioStadio Porta Elisa
Arbitro:  Francescon (Padova)

Brescia
11 febbraio 1962
22ª giornata
Brescia1 – 0LazioStadio Mario Rigamonti
Arbitro:  De Robbio (Torre Annunziata)

Roma
18 febbraio 1962
23ª giornata
Lazio1 – 0ModenaStadio Flaminio
Arbitro:  Jonni (Macerata)

San Benedetto del Tronto
25 febbraio 1962
24ª giornata
Sambenedettese1 – 0LazioStadio Fratelli Ballarin
Arbitro:  Angonese (Mestre)

Roma
4 marzo 1962
25ª giornata
Lazio0 – 0NapoliStadio Flaminio
Arbitro:  Rigato (Mestre)

Monza
11 marzo 1962
26ª giornata
Simmenthal-Monza2 – 1LazioStadio Città di Monza
Arbitro:  Genel (Trieste)

Roma
18 marzo 1962
27ª giornata
Lazio0 – 0GenoaStadio Flaminio
Arbitro:  De Marchi (Pordenone)

Como
25 marzo 1962
28ª giornata
Como0 – 0LazioStadio Giuseppe Sinigaglia
Arbitro:  Righetti (Torino)

Roma
1º aprile 1962
29ª giornata
Lazio1 – 0ReggianaStadio Flaminio
Arbitro:  Gambarotta (Genova)

Bari
8 aprile 1962
30ª giornata
Bari0 – 0LazioStadio della Vittoria
Arbitro:  Jonni (Macerata)

Roma
15 aprile 1962
31ª giornata
Lazio3 – 0ParmaStadio Flaminio
Arbitro:  De Marchi (Pordenone)

Busto Arsizio
22 aprile 1962
32ª giornata
Pro Patria4 – 1LazioStadio Comunale
Arbitro:  Gambarotta (Genova)

Roma
29 aprile 1962
33ª giornata
Lazio4 – 1MessinaStadio Flaminio
Arbitro:  Righi (Milano)

Roma
6 maggio 1962
34ª giornata
Lazio1 – 0CatanzaroStadio Olimpico
Arbitro:  Babini (Ravenna)

Novara
13 maggio 1962
35ª giornata
Novara1 – 0LazioStadio Comunale
Arbitro:  Roversi (Bologna)

Roma
20 maggio 1962
36ª giornata
Lazio4 – 0PratoStadio Flaminio
Arbitro:  Righi (Milano)

Verona
27 maggio 1962
37ª giornata
Verona1 – 0LazioStadio Marcantonio Bentegodi
Arbitro:  Righi (Milano)

Roma
3 giugno 1962
38ª giornata
Lazio7 – 2AlessandriaStadio Flaminio
Arbitro:  Samani (Trieste)

Coppa Italia[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Coppa Italia 1961-1962.
Roma
27 agosto 1961
1º turno eliminatorio
Lazio3 – 1GenoaStadio Flaminio
Arbitro:  Grignani (Milano)

Roma
15 ottobre 1961
2º turno eliminatorio
Lazio1 – 0PalermoStadio Flaminio
Arbitro:  Angelini (Firenze)

Roma
15 aprile 1962
Ottavi di Finale
Roma0 – 0
(d.t.s.)
LazioStadio Olimpico
Arbitro:  Bonetto (Torino)

Vittorie e piazzamenti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ A stagione in corso decide di ritirarsi
  2. ^ Ceduto a novembre al Pescara
  3. ^ Ceduto a novembre al Napoli
  4. ^ Acquistato a novembre dall'Inter
  5. ^ Ceduto a novembre all'Udinese
  6. ^ Direttore tecnico.
  7. ^ dalla 22ª giornata - 11 febbraio 1962
  8. ^ dalla 29ª giornata - 1º aprile 1962
  9. ^ Ceduto a novembre al Pisa
  10. ^ Ceduto alla Salernitana dopo la Coppa delle Alpi
  11. ^ Acquistato nel mercato autunnale dal PAOK Salonicco