Società Sportiva Lazio 1962-1963

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

1leftarrow blue.svgVoce principale: Società Sportiva Lazio.

Società Sportiva Lazio
Lazio 1962-63.jpg
Una formazione della Lazio 1962-63.
Stagione 1962-1963
AllenatoreItalia Carlo Facchini (1ª-4ª), poi Italia Roberto Lovati (5ª-38ª)
Direttore tecnicoArgentina Juan Carlos Lorenzo (5ª-38ª)
PresidenteItalia Ernesto Brivio
Serie B2º posto (promossa in Serie A)
Coppa ItaliaPrimo turno
Maggiori presenzeCampionato: Cei e Zanetti (38)
Miglior marcatoreCampionato: Bernasconi, Morrone e Rozzoni (10)
StadioStadio Olimpico di Roma

Questa pagina raccoglie le informazioni riguardanti la Società Sportiva Lazio nelle competizioni ufficiali della stagione 1962-1963

Stagione[modifica | modifica wikitesto]

Nella stagione 1962-193 la Lazio disputa il campionato di Serie B, un torneo che prevede tre promozioni e tre retrocessioni, con 48 punti in classifica ottiene il terzo posto e ritorna in Serie A con Bari appaiato ai biancoazzurri co 48 punti ed al Messina che vince il torneo con 50 punti. Scendono in Serie C il Como con 31 punti, la Sambenedettese con 30 punti e la Lucchese con 21 punti.

Tra i biancazzurri si segnalano tre giocatori, i quali arrivano in doppia cifra di reti realizzate nella stagione con 10 segnature: i due centravanti Paolo Bernasconi e Orlando Rozzoni oltre all'attaccante argentino Juan Carlos Morrone. In Coppa Italia la Lazio viene subito eliminata al primo turno, con la sconfitta interna (0-3) subita dalla Fiorentina.

Rosa[modifica | modifica wikitesto]

Elenco dei giocatori della Società Sportiva Lazio nella stagione 1962-1963.

N. Ruolo Giocatore
Italia P Franco Carrus
Italia P Idilio Cei
Italia P Giuseppe Rossi
Italia D Adelmo Eufemi
Italia D Giuseppe Galvanin (*)[1]
Italia D Gianfranco Garbuglia (*)[2]
Italia D Vincenzo Gasperi
Italia D Pierluigi Pagni
Italia D Gianni Seghedoni
Italia D Diego Zanetti
Italia C Paolo Carosi (°)[3]
Italia C Vito Florio
Italia C Nello Governato
N. Ruolo Giocatore
Italia C Graziano Landoni
Italia C Giambattista Moschino (*)[4]
Italia C Bruno Pinna
Italia C Sergio Rodaro (*)[1]
Italia A Francesco Bertuccioli
Italia A Claudio Bizzarri
Italia A Paolo Bernasconi
Italia A Antonio Di Ponio
Italia A Angelo Longoni
Italia A Mario Maraschi
Argentina A Juan Carlos Morrone
Italia A Dimitri Pinti (°)[3]
Italia A Orlando Rozzoni (*)[5]
Allenatori
Italia Carlo Facchini
Italia Roberto Lovati e Argentina Juan Carlos Lorenzo[6][7]

(*) Acquistato nel mercato invernale

(°) Ceduto nel mercato invernale

Giovani aggregati dalla squadra De Martino
Italia Silvio Mancini (D)
Italia Vittorio Pavone (D)
Italia Gianmarco Calleri (*)[8] (C)
Italia Mario Fabrizi (C)
Italia Roberto Cecchi (A)
Italia Bruno Graziani (A)

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Campionato[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Serie B 1962-1963.

Girone di andata[modifica | modifica wikitesto]

Alessandria
16 settembre 1962
1ª giornata
Alessandria2 – 2LazioStadio Giuseppe Moccagatta
Arbitro:  Angelini (Firenze)

Roma
23 settembre 1962
2ª giornata
Lazio0 – 0Simmenthal-MonzaStadio Olimpico
Arbitro:  Babini (Ravenna)

San Benedetto del Tronto
30 settembre 1962
3ª giornata
Sambenedettese0 – 0LazioStadio Fratelli Ballarin
Arbitro:  Samani (Trieste)

Roma
7 ottobre 1962
4ª giornata
Lazio0 – 0LeccoStadio Olimpico
Arbitro:  De Robbio (Torre Annunziata)

Lucca
14 ottobre 1962
5ª giornata
Lucchese1 – 3LazioStadio Porta Elisa
Arbitro:  Sebastio (Taranto)

Roma
21 ottobre 1952
6ª giornata
Lazio2 – 0
A Tav.[9]
ComoStadio Olimpico
Arbitro:  Barolo (Noale)

Catanzaro
28 ottobre 1962
7ª giornata
Catanzaro1 – 1LazioStadio Militare
Arbitro:  Marchese (Napoli)

Cosenza
4 novembre 1962
8ª giornata
Cosenza1 – 1LazioStadio Città di Cosenza
Arbitro:  Bernardis (Trieste)

Roma
11 novembre 1962
9ª giornata
Lazio0 – 0BresciaStadio Olimpico
Arbitro:  Samani (Trieste)

Parma
18 novembre 1962
10ª giornata
Parma0 – 0LazioStadio Ennio Tardini
Arbitro:  Politano (Cuneo)

Roma
25 novembre 1962
11ª giornata
Lazio4 – 1Foggia & InceditStadio Olimpico
Arbitro:  Grignani (Milano)

Udine
2 dicembre 1962
12ª giornata
Udinese0 – 0LazioStadio Moretti
Arbitro:  Roversi (Bologna)

Roma
16 dicembre 1962
13ª giornata
Lazio0 – 2VeronaStadio Olimpico
Arbitro:  Campanati (Milano)

Messina
23 dicembre 1962
14ª giornata
Messina4 – 1LazioStadio Giovanni Celeste
Arbitro:  Gambarotta (Genova)

Roma
30 dicembre 1962
15ª giornata
Lazio2 – 1CagliariStadio Olimpico
Arbitro:  Marchese (Napoli)

Roma
6 gennaio 1963
16ª giornata
Lazio2 – 3PadovaStadio Olimpico
Arbitro:  Di Tonno (Lecce)

Trieste
13 gennaio 1963
17ª giornata
Triestina0 – 1LazioStadio Giuseppe Grezar
Arbitro:  Carminati (Milano)

Roma
20 gennaio 1963
18ª giornata
Lazio1 – 0BariStadio Olimpico
Arbitro:  Genel (Trieste)

Busto Arsizio
27 gennaio 1963
19ª giornata
Pro Patria0 – 0LazioStadio Comunale
Arbitro:  Monti (Ancona)

Girone di ritorno[modifica | modifica wikitesto]

Roma
3 febbraio 1963
20ª giornata
Lazio0 – 0AlessandriaStadio Olimpico
Arbitro:  Roversi (Bologna)

Monza
10 febbraio 1963
21ª giornata
Simmenthal-Monza2 – 1LazioStadio Città di Monza
Arbitro:  Righetti (Torino)

Roma
17 febbraio 1963
22ª giornata
Lazio2 – 0SambenedetteseStadio Olimpico
Arbitro:  Orlando (Bergamo)

Lecco
24 febbraio 1963
23ª giornata
Lecco0 – 1LazioStadio Mario Rigamonti
Arbitro:  Angelini (Firenze)

Roma
3 marzo 1963
24ª giornata
Lazio2 – 1LuccheseStadio Olimpico
Arbitro:  Soravia (Ancona)

Como
10 marzo 1963
25ª giornata
Como1 – 2LazioStadio Giuseppe Sinigaglia
Arbitro:  Sebastio (Taranto)

Roma
17 marzo 1963
26ª giornata
Lazio2 – 0CatanzaroStadio Olimpico
Arbitro:  Ferrari (Milano)

Roma
24 marzo 1963
27ª giornata
Lazio1 – 1CosenzaStadio Olimpico
Arbitro:  Politano (Cuneo)

Brescia
7 aprile 1963
28ª giornata
Brescia0 – 2LazioStadio Mario Rigamonti
Arbitro:  Francescon (Padova)

Roma
14 aprile 1963
29ª giornata
Lazio0 – 1ParmaStadio Olimpico
Arbitro:  Barolo (Noale)

Foggia
21 aprile 1963
30ª giornata
Foggia & Incedit1 – 2LazioStadio Pino Zaccheria
Arbitro:  Marchese (Napoli)

Roma
28 aprile 1963
31ª giornata
Lazio2 – 0UdineseStadio Olimpico
Arbitro:  Roversi (Bologna)

Verona
5 maggio 1963
32ª giornata
Verona1 – 0LazioStadio Marcantonio Bentegodi
Arbitro:  Gambarotta (Genova)

Roma
12 maggio 1963
33ª giornata
Lazio5 – 1MessinaStadio Olimpico
Arbitro:  Grignani (Milano)

Cagliari
19 maggio 1963
34ª giornata
Cagliari1 – 0LazioStadio Amsicora
Arbitro:  Angelini (Firenze)

Padova
26 maggio 1963
35ª giornata
Padova0 – 3LazioStadio Silvio Appiani
Arbitro:  Grignani (Milano)

Roma
2 giugno 1963
36ª giornata
Lazio2 – 1TriestinaStadio Olimpico
Arbitro:  Carminati (Milano)

Bari
9 giugno 1963
37ª giornata
Bari4 – 1LazioStadio della Vittoria
Arbitro:  Jonni (Macerata)

Roma
16 giugno 1963
38ª giornata
Lazio2 – 0Pro PatriaStadio Olimpico
Arbitro:  De Marchi (Pordenone)

Coppa Italia[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Coppa Italia 1962-1963.
Roma
9 settembre 1962
1º turno eliminatorio
Lazio0 – 3FiorentinaStadio Olimpico
Arbitro:  Lo Bello (Siracusa)

Vittorie e piazzamenti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Acquistato a novembre dalla Tevere Roma
  2. ^ Acquistato a novembre dalla Sambenedettese
  3. ^ a b Ceduto a novembre all'Udinese
  4. ^ Acquistato a novembre dal Torino
  5. ^ Acquistato a novembre dall'Udinese
  6. ^ Direttore tecnico.
  7. ^ dalla 5ª giornata - 14 ottobre 1962
  8. ^ Acquistato a novembre dal Monza
  9. ^ Partita assegnata (2-0) a tavolino per posizione irregolare del giocatore Paolo Bessi del Como che era squalificato. Sul campo terminata (2-0).