Società Sportiva Lazio 2023-2024

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Vai alla navigazione Vai alla ricerca
Voce principale: Società Sportiva Lazio.
SS Lazio
Stagione 2023-2024
Sport calcio
SquadraLazio
AllenatoreBandiera dell'Italia Maurizio Sarri (1ª-28ª)[1]
Bandiera dell'Italia Giovanni Martusciello (29ª)[2]
Bandiera della Croazia Igor Tudor (30ª-)[3]
All. in secondaBandiera dell'Italia Giovanni Martusciello (1ª-28ª)
Bandiera della Croazia Ivan Javorčić (30ª-)
PresidenteBandiera dell'Italia Claudio Lotito
Serie A7º (in corso)
Coppa ItaliaSemifinalista
Champions LeagueOttavi di finale
Supercoppa italianaSemifinalista
Maggiori presenzeCampionato: Felipe Anderson (37)
Totale: Felipe Anderson (50)
Miglior marcatoreCampionato: Immobile (7)
Totale: Immobile (11)
StadioOlimpico (70 634)
Abbonati30 300[4]
Maggior numero di spettatori63 000 vs Roma
(12 novembre 2023)[5]
Minor numero di spettatori33 000 vs Napoli
(28 gennaio 2024)[5][6]
Media spettatori44 233¹
¹
considera le partite giocate in casa in campionato.
Dati aggiornati al 19 maggio 2024
Si invita a seguire il modello di voce

Questa voce raccoglie le informazioni riguardanti la Società Sportiva Lazio nelle competizioni ufficiali della stagione 2023-2024.

Stagione[modifica | modifica wikitesto]

La stagione 2023-2024 sarà l'81ª della Lazio in Serie A (la 36ª consecutiva). I biancocelesti partecipano inoltre alla Champions League, a 3 anni di distanza dall'ultima partecipazione alla massima competizione europea per club, oltre che alla Supercoppa italiana, grazie al secondo posto nel precedente campionato, e alla Coppa Italia. L'avvio di stagione non è esaltante, dal momento che la squadra di Sarri colleziona due sconfitte nelle prime due partite di campionato, contro Lecce, 2-1 in trasferta, e Genoa, 0-1 in casa. La prima vittoria stagionale arriva alla terza giornata di campionato, quando i capitolini si impongono per 2-1 allo stadio Diego Armando Maradona sul Napoli. Sorteggiata nel Gruppo E della Champions League con Atlético Madrid, Feyenoord e Celtic, la Lazio esordisce nella massima competizione europea il 19 settembre, nello scontro casalingo con gli spagnoli terminato in pareggio per 1-1 grazie ad una rete allo scadere del portiere Ivan Provedel. Il 7 novembre allo stadio Olimpico la Lazio vince contro il Feyenoord per 1-0, con la rete di Ciro Immobile che sale a quota 200 gol in biancoceleste e non subendo gol in Champions League dopo ben 23 partite consecutive.[7] Il 28 novembre successivo centra la qualificazione agli Ottavi di finale di Champions League per la terza volta nella sua storia grazie alla vittoria per 2-0 sul Celtic e la contemporanea sconfitta del Feyenoord per 1-3 da parte dell'Atletico Madrid, guidato dall'ex centrocampista Diego Pablo Simeone, ed a seguito della sconfitta per 2-0 contro gli spagnoli, nell'ultima giornata del girone, termina al secondo posto nel Gruppo E, proprio alle spalle dei madrileni, e ai sorteggi degli ottavi di finale pesca il Bayern Monaco, proprio come 3 anni prima. Viene eliminata proprio dai tedeschi, nonostante la vittoria per 1-0 nella gara di andata in casa, con i bavaresi che si impongono per 3-0 nel ritorno. In Coppa Italia, dopo aver eliminato il Genoa agli ottavi di finale, il 10 gennaio 2024 sconfigge la Roma per 1-0, tornando in semifinale dopo 5 anni dall'ultima volta. Il 19 gennaio i biancocelesti vengono sconfitti per 3-0 nella semifinale di Supercoppa Italiana dall'Inter, nella sfida disputata a Riad, venendo così eliminati dalla competizione. Il 13 marzo 2024, in seguito alla sconfitta casalinga in campionato per 1-2 con l'Udinese, con la squadra relegata al nono posto in classifica, Maurizio Sarri rassegna le proprie dimissioni da allenatore della squadra[8], con la guida tecnica che viene affidata ad interim al suo vice, Giovanni Martusciello, il quale resta sulla panchina biancoceleste solo in occasione della trasferta contro il Frosinone, vinta per 3-2 dai capitolini. Il 18 marzo viene ufficializzato il croato Igor Tudor come nuovo allenatore, che esordisce sulla panchina biancoceleste il 30 marzo successivo, nella sfida di campionato contro la Juventus, vinta all'ultimo minuto per 1-0 con rete decisiva di Adam Marusic. Il 23 aprile la Lazio vince 2-1 la sfida di ritorno della semifinale di Coppa Italia contro la Juventus, non riuscendo però a ribaltare il 2-0 dell'andata da parte dei bianconeri, venendo così eliminata dalla competizione.

Divise e sponsor[modifica | modifica wikitesto]

Per il secondo anno consecutivo lo sponsor tecnico dei biancocelesti è la società giapponese Mizuno. Il 7 luglio 2023 vengono presentate a Roma, nello store ufficiale della società, e tramite canali social, i kit home e away per la stagione. La terza maglia è stata presentata il 24 luglio, durante il ritiro di Auronzo di Cadore. Tutte le divise di questa stagione hanno dei dettagli che ricordano ed omaggiano la Lazio del 1973-74 in occasione del 50º anniversario della vittoria del primo Scudetto. Sulla manica delle divise compare il logo di AeroItalia, compagnia aerea italiana, e nuovo Airline sponsor and Global Partner[9]. In occasione della Supercoppa italiana disputata a Riad, in Arabia Saudita, grazie ad un accordo stipulato tra la società biancoceleste e la Regione Lazio, sulle maglie da gioco è stato utilizzato il logo visitlazio.com utilizzato per la promozione del territorio regionale a scopo turistico[10]. Il 12 maggio, in occasione del cinquantesimo anniversario della vittoria del primo scudetto della Lazio, per la partita di campionato contro l'Empoli, i calciatori hanno indossato una divisa speciale commemorativa: la maglia ricorda quella indossata dalla banda Maestrelli, con delle linee verticali formate dall'impressione dei nomi dei giocatori di quella squadra.

Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Trasferta
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Terza divisa

Organigramma societario[modifica | modifica wikitesto]

Dal sito internet ufficiale della società.[11]

Area direttiva

Consiglio di gestione
Consiglio di sorveglianza
  • Presidente: Alberto Incollingo
  • Vicepresidente: Fabio Bassan
  • Consiglieri: Vincenzo Sanguigni, Monica Squintu, Silvia Venturini

Area organizzativa

  • Direttore Sportivo: Angelo Mariano Fabiani
  • Segretario Generale: Armando Antonio Calveri
  • Direzione Amm.va e Controllo di Gestione / Investor Relator: Marco Cavaliere
  • Direzione Legale e Contenziosi: Francesca Miele
  • Direzione Organizzativa Centro Sportivo di Formello, Uffici, Country Club, Stadio: Giovanni Russo
  • S.L.O. / Supporter Liaison Officer: Giampiero Angelici
  • D.A.O. / Disability Access Officer: Giampiero Angelici
  • Delegato Sicurezza Stadio: Alessandro Bracci
  • R.S.P.P.: Sergio Pinata
  • Responsabile Biglietteria: Angelo Cragnotti
  • Direttore Generale Settore Giovanile: Enrico Lotito
  • Direzione Settore Giovanile: Fabrizio Fratini
  • Segretario Settore Giovanile: Giuseppe Lupo
  • Dirigente Accompagnatore: Alberto Bianchi

Area marketing

  • Coordinatore Marketing, Sponsorizzazioni ed Eventi: Marco Canigiani
  • Area Marketing: Massimiliano Burali d'Arezzo, Laura Silvia Zaccheo
  • Area Licensing e Retail: Valerio D'Attilia

Area tecnica

  • Allenatore: Maurizio Sarri, Giovanni Martusciello (ad interim dal 13/03/2024), Igor Tudor (dal 18/03/2024)
  • Allenatore in seconda: Giovanni Martusciello (fino al 13/03/2024), Ivan Javorčić (dal 19/03/2024)
  • Collaboratori tecnici: Marco Ianni (fino al 14/03/2024), Mattia Pasqui (fino al 14/03/2024), Gianni Picchioni (fino al 16/12/2023)
  • Preparatore dei portieri: Massimo Nenci (fino al 14/03/2024), Cristiano Viotti, Tomislav Rogić (dal 19/03/2024)
  • Preparatore atletico: Alessandro Fonte, Davide Losi (fino al 14/03/2023), Davide Ranzato (fino al 14/03/2024), Simone Fugalli (dal 19/03/2024)
  • Match analyst: Enrico Allavena, Giuseppe Maiuri (dal 19/03/2024)
  • Team Manager: Stefan Derkum
  • Magazzinieri: Mauro Patrizi, Stefano Delle Grotti, Walter Pela

Area sanitaria

  • Direttore sanitario: dott. Ivo Pulcini
  • Coordinatore area medica: dott. Fabio Rodia
  • Medico sociale: dott. Francesco Colautti
  • Recupero infortunati: Giuseppe Malizia
  • Fisioterapisti: Christian Marsella, Umberto Mei, Daniele Misseri, Silvio Rossi, Gianni Scappini
  • Osteopata: dott. Maurizio Brecevich

Rosa[modifica | modifica wikitesto]

Rosa e numerazione aggiornate al 27 aprile 2024.[12][13]

N. Ruolo Calciatore
3 Bandiera dell'Italia D Luca Pellegrini
4 Bandiera della Spagna D Patric
5 Bandiera dell'Uruguay C Matías Vecino
6 Bandiera del Giappone C Daichi Kamada
7 Bandiera del Brasile C Felipe Anderson
8 Bandiera della Francia C Mattéo Guendouzi[14]
9 Bandiera della Spagna A Pedro
10 Bandiera della Spagna C Luis Alberto
13 Bandiera dell'Italia D Alessio Romagnoli
15 Bandiera dell'Italia D Nicolò Casale
16 Bandiera della Serbia D Dimitrije Kamenović[15]
17 Bandiera dell'Italia A Ciro Immobile (capitano)
18 Bandiera della Danimarca A Gustav Isaksen
19 Bandiera dell'Argentina A Valentín Castellanos
20 Bandiera dell'Italia C Mattia Zaccagni
N. Ruolo Calciatore
22 Bandiera del Paraguay A Diego González
23 Bandiera dell'Albania D Elseid Hysaj
26 Bandiera della Croazia C Toma Bašić[16]
28 Bandiera dell'Italia C André Anderson
29 Bandiera dell'Italia C Manuel Lazzari
31 Bandiera della Lituania P Marius Adamonis[17]
32 Bandiera dell'Italia C Danilo Cataldi (vice capitano)
33 Bandiera dell'Italia P Luigi Sepe[18]
34 Bandiera della Spagna D Mario Gila
35 Bandiera della Grecia P Chrīstos Mandas[14]
55 Bandiera dell'Italia P Alessio Furlanetto[17]
65 Bandiera dell'Italia C Nicolò Rovella
77 Bandiera del Montenegro D Adam Marušić
94 Bandiera dell'Italia P Ivan Provedel

Calciomercato[modifica | modifica wikitesto]

Sessione estiva (dal 1/7 al 1/9)[modifica | modifica wikitesto]

Acquisti
R. Nome da Modalità
P Alessio Furlanetto Renate fine prestito
P Chrīstos Mandas OFI Creta definitivo (1,3 milioni €)[19]
P Luigi Sepe Salernitana prestito[20]
D Dimitrije Kamenović Sparta Praga fine prestito
C Mattéo Guendouzi Olympique Marsiglia prestito oneroso (1 milione €) con obbligo di riscatto (12 milioni € + 5 milioni € di bonus)[21]
C Daichi Kamada - svincolato[22]
C Nicolò Rovella Juventus prestito biennale con obbligo di riscatto (17 milioni €)[23]
A Valentín Castellanos New York City definitivo (15 milioni € + 4 milioni € di bonus)[24]
A Gustav Isaksen Midtjylland definitivo (12 milioni € + 4 milioni € di bonus)[25]
Altre operazioni
R. Nome da Modalità
D Nicolò Armini Potenza fine prestito
D Riza Durmisi Tenerife fine prestito
D Mattia Novella AZ Picerno fine prestito
D Luca Pellegrini Juventus prestito biennale con obbligo di riscatto (4 milioni €)[26]
C Jean-Daniel Akpa-Akpro Empoli fine prestito
C André Anderson San Paolo fine prestito
C Emanuele Cicerelli Reggina fine prestito[27]
C Jony Sporting Gijón fine prestito
C Andrea Marino Fidelis Andria fine prestito
A Matteo Cancellieri Verona riscatto obbligatorio del cartellino (8 milioni €)
A Diego González Celaya riscatto del cartellino (1 milione €)[28]
A Cristiano Lombardi Triestina fine prestito
A Raúl Moro Real Oviedo fine prestito
A Alessandro Rossi Monterosi Tuscia fine prestito
Cessioni
R. Nome a Modalità
P Marius Adamonis Perugia prestito[29]
P Alessio Furlanetto Fermana prestito[30]
P Luís Maximiano Almería prestito oneroso (500000 €) con obbligo di riscatto (8,5 milioni €)[31]
D Ștefan Radu - fine carriera
C Marco Bertini SPAL prestito con diritto di riscatto e controriscatto[32]
C Mohamed Fares Brescia prestito[33][34]
C Marcos Antônio PAOK prestito oneroso (300000 €) con diritto di riscatto (6 milioni €)[35]
C Sergej Milinković-Savić Al-Hilal definitivo (40 milioni €)[36]
C Luka Romero - svincolato
A Matteo Cancellieri Empoli prestito oneroso (1 milione €) con diritto di riscatto (9 milioni €) e controriscatto[37]
Altre operazioni
R. Nome a Modalità
D Francesco Acerbi Inter riscatto del cartellino (4 milioni €)[38]
D Enzo Adeagbo Grand-Saconnex definitivo[39]
D Nicolò Armini Potenza definitivo[40]
D Riza Durmisi - svincolato
D Romano Floriani Mussolini Pescara prestito[41]
D Mattia Novella AZ Picerno rinnovo del prestito[42]
D Luca Pellegrini Juventus fine prestito
C Jean-Daniel Akpa-Akpro Monza prestito oneroso (500000 €) con diritto di riscatto (3 milioni € + 500000 € di bonus)[43]
C Gonzalo Escalante Cadice riscatto obbligatorio del cartellino (2,5 milioni €)[44]
C Jony - risoluzione consensuale[45]
C Andrea Marino Foggia prestito[46]
A Valerio Crespi Cosenza prestito[47]
A Raúl Moro Real Valladolid prestito con diritto ed obbligo di riscatto[48]

Sessione invernale (dal 2/1 al 1/2)[modifica | modifica wikitesto]

Acquisti
R. Nome da Modalità
Altre operazioni
R. Nome da Modalità
A Vincenzo Di Gianni Gubbio definitivo (260000 €)[28]
A Souleymane Kone Sorrento prestito con diritto di riscatto[28]
Cessioni
R. Nome a Modalità
C Toma Bašić Salernitana prestito[49]
Altre operazioni
R. Nome a Modalità
D Robin Kane Paide definitivo[50]
C Emanuele Cicerelli Catania definitivo[51]
A Alessandro Rossi - risoluzione consensuale[52]

Operazioni esterne alle sessioni[modifica | modifica wikitesto]

Cessioni
R. Nome a Modalità
D Dimitrije Kamenović Yverdon prestito[53]

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Serie A[modifica | modifica wikitesto]

Lo stesso argomento in dettaglio: Serie A 2023-2024.

Girone di andata[modifica | modifica wikitesto]

Lecce
20 agosto 2023, ore 20:45 CEST
1ª giornata
Lecce2 – 1
referto
LazioStadio Via del mare (29 081[5] spett.)
Arbitro:  Dionisi (L'Aquila)

Roma
27 agosto 2023, ore 20:45 CEST
2ª giornata
Lazio0 – 1
referto
GenoaStadio Olimpico (42 000[5] spett.)
Arbitro:  Marinelli (Tivoli)

Napoli
2 settembre 2023, ore 20:45 CEST
3ª giornata
Napoli1 – 2
referto
LazioStadio Diego Armando Maradona (42 762[5] spett.)
Arbitro:  Colombo (Como)

Torino
16 settembre 2023, ore 15:00 CEST
4ª giornata
Juventus3 – 1
referto
LazioJuventus Stadium (40 562[5] spett.)
Arbitro:  Maresca (Napoli)

Roma
23 settembre 2023, ore 20:45 CEST
5ª giornata
Lazio1 – 1
referto
MonzaStadio Olimpico (37 500[5] spett.)
Arbitro:  Abisso (Palermo)

Roma
27 settembre 2023, ore 20:45 CEST
6ª giornata
Lazio2 – 0
referto
TorinoStadio Olimpico (35 700[5] spett.)
Arbitro:  Fabbri (Ravenna)

Milano
30 settembre 2023, ore 18:00 CEST
7ª giornata
Milan2 – 0
referto
LazioStadio Giuseppe Meazza (72 035[5] spett.)
Arbitro:  Massa (Imperia)

Roma
8 ottobre 2023, ore 15:00 CEST
8ª giornata
Lazio3 – 2
referto
AtalantaStadio Olimpico (41 500[5] spett.)
Arbitro:  Orsato (Schio)

Reggio Emilia
21 ottobre 2023, ore 20:45 CEST
9ª giornata
Sassuolo0 – 2
referto
LazioMapei Stadium - Città del Tricolore (15 597[5] spett.)
Arbitro:  Di Bello (Brindisi)

Roma
30 ottobre 2023, ore 20:45 CET
10ª giornata
Lazio1 – 0
referto
FiorentinaStadio Olimpico (38 000[5] spett.)
Arbitro:  Marcenaro (Genova)

Bologna
3 novembre 2023, ore 20:45 CET
11ª giornata
Bologna1 – 0
referto
LazioStadio Renato Dall'Ara (24 178[5] spett.)
Arbitro:  La Penna (Roma 1)

Roma
12 novembre 2023, ore 18:00 CET
12ª giornata
Lazio0 – 0
referto
RomaStadio Olimpico (63 000[5] spett.)
Arbitro:  Massa (Imperia)

Salerno
25 novembre 2023, ore 15:00 CET
13ª giornata
Salernitana2 – 1
referto
LazioStadio Arechi (16 700[5] spett.)
Arbitro:  Prontera (Bologna)

Roma
2 dicembre 2023, ore 18:00 CET
14ª giornata
Lazio1 – 0
referto
CagliariStadio Olimpico (40 000[5] spett.)
Arbitro:  Dionisi (L'Aquila)

Verona
9 dicembre 2023, ore 15:00 CET
15ª giornata
Verona1 – 1
referto
LazioStadio Marcantonio Bentegodi (28 401[5] spett.)
Arbitro:  Ayroldi (Molfetta)

Roma
17 dicembre 2023, ore 20:45 CET
16ª giornata
Lazio0 – 2
referto
InterStadio Olimpico (59 000[5] spett.)
Arbitro:  Maresca (Napoli)

Empoli
22 dicembre 2023, ore 18:30 CET
17ª giornata
Empoli0 – 2
referto
LazioStadio Carlo Castellani (8 800[5] spett.)
Arbitro:  Marchetti (Ostia Lido)

Roma
29 dicembre 2023, ore 20:45 CET
18ª giornata
Lazio3 – 1
referto
FrosinoneStadio Olimpico (46 500[5] spett.)
Arbitro:  Feliciani (Teramo)

Udine
7 gennaio 2024, ore 15:00 CET
19ª giornata
Udinese1 – 2
referto
LazioStadio Friuli (23 033[5] spett.)
Arbitro:  Sacchi (Macerata)

Girone di ritorno[modifica | modifica wikitesto]

Roma
14 gennaio 2024, ore 12:30 CET
20ª giornata
Lazio1 – 0
referto
LecceStadio Olimpico (44 000[5] spett.)
Arbitro:  Ferrieri Caputi (Livorno)

Torino
22 febbraio 2024[54], ore 20:45 CET
21ª giornata
Torino0 – 2
referto
LazioStadio Olimpico Grande Torino (22 742[5] spett.)
Arbitro:  La Penna (Roma 1)

Roma
28 gennaio 2024, ore 18:00 CET
22ª giornata
Lazio0 – 0
referto
NapoliStadio Olimpico (33 000[5][55] spett.)
Arbitro:  Orsato (Schio)

Bergamo
4 febbraio 2024, ore 18:00 CET
23ª giornata
Atalanta3 – 1
referto
LazioGewiss Stadium (14 492[5] spett.)
Arbitro:  Guida (Torre Annunziata)

Cagliari
10 febbraio 2024, ore 15:00 CET
24ª giornata
Cagliari1 – 3
referto
LazioUnipol Domus (16 155[5] spett.)
Arbitro:  Di Bello (Brindisi)

Roma
18 febbraio 2024, ore 12:30 CET
25ª giornata
Lazio1 – 2
referto
BolognaStadio Olimpico (43 500[5] spett.)
Arbitro:  Maresca (Napoli)

Firenze
26 febbraio 2024, ore 20:45 CET
26ª giornata
Fiorentina2 – 1
referto
LazioStadio Artemio Franchi (25 190[5] spett.)
Arbitro:  Guida (Torre Annunziata)

Roma
1° marzo 2024, ore 20:45 CET
27ª giornata
Lazio0 – 1
referto
MilanStadio Olimpico (50 500[5] spett.)
Arbitro:  Di Bello (Brindisi)

Roma
11 marzo 2024, ore 20:45 CET
28ª giornata
Lazio1 – 2
referto
UdineseStadio Olimpico (35 000[5] spett.)
Arbitro:  Aureliano (Bologna)

Frosinone
16 marzo 2024, ore 20:45 CET
29ª giornata
Frosinone2 – 3
referto
LazioStadio Benito Stirpe (15 780[5] spett.)
Arbitro:  Rapuano (Brindisi)

Roma
30 marzo 2024, ore 18:00 CET
30ª giornata
Lazio1 – 0
referto
JuventusStadio Olimpico (57 000[5] spett.)
Arbitro:  Colombo (Como)

Roma
6 aprile 2024, ore 18:00 CEST
31ª giornata
Roma1 – 0
referto
LazioStadio Olimpico (64 513[5] spett.)
Arbitro:  Guida (Torre Annunziata)

Roma
12 aprile 2024, ore 20:45 CEST
32ª giornata
Lazio4 – 1
referto
SalernitanaStadio Olimpico (36 000[5] spett.)
Arbitro:  Zufferli (Udine)

Genova
19 aprile 2024, ore 18:30 CEST
33ª giornata
Genoa0 – 1
referto
LazioStadio Luigi Ferraris (30 697[5] spett.)
Arbitro:  Feliciani (Teramo)

Roma
27 aprile 2024, ore 20:45 CEST
34ª giornata
Lazio1 – 0
referto
VeronaStadio Olimpico (39 000[5] spett.)
Arbitro:  Massa (Imperia)

Monza
4 maggio 2024, ore 18:00 CEST
35ª giornata
Monza2 – 2
referto
LazioU-Power Stadium (10 454[5] spett.)
Arbitro:  Pairetto (Nichelino)

Roma
12 maggio 2024, ore 12:30 CEST
36ª giornata
Lazio2 – 0
referto
EmpoliStadio Olimpico (54 000[5] spett.)
Arbitro:  Aureliano (Bologna)

Milano
19 maggio 2024, ore 18:00 CEST
37ª giornata
Inter1 – 1
referto
LazioStadio Giuseppe Meazza (73 148[5] spett.)
Arbitro:  Sacchi (Macerata)

Roma
26 maggio 2024, ore CEST
38ª giornata
Lazio – 
referto
SassuoloStadio Olimpico ([5] spett.)

Coppa Italia[modifica | modifica wikitesto]

Lo stesso argomento in dettaglio: Coppa Italia 2023-2024.

Fase finale[modifica | modifica wikitesto]

Lo stesso argomento in dettaglio: Coppa Italia 2023-2024 (fase finale).
Roma
5 dicembre 2023, ore 21:00 CET
Ottavi di finale
Lazio1 – 0
referto
GenoaStadio Olimpico (40 000 spett.)
Arbitro:  Sacchi (Macerata)

Roma
10 gennaio 2024, ore 18:00 CET
Quarti di finale
Lazio1 – 0
referto
RomaStadio Olimpico (55 000 spett.)
Arbitro:  Orsato (Schio)

Torino
2 aprile 2024, ore 21:00 CEST
Semifinale - Andata
Juventus2 – 0
referto
LazioJuventus Stadium (39 056 spett.)
Arbitro:  Massa (Imperia)

Roma
23 aprile 2024, ore 21:00 CEST
Semifinale - Ritorno
Lazio2 – 1
(2-3 tot.)
referto
JuventusStadio Olimpico (38 000 spett.)
Arbitro:  Orsato (Schio)

UEFA Champions League[modifica | modifica wikitesto]

Lo stesso argomento in dettaglio: UEFA Champions League 2023-2024.

Fase a gironi[modifica | modifica wikitesto]

Lo stesso argomento in dettaglio: UEFA Champions League 2023-2024 (fase a gironi).
Roma
19 settembre 2023, ore 21:00 CEST
1ª giornata
Lazio1 – 1
referto
Atlético MadridStadio Olimpico (46 168 spett.)
Arbitro: Bandiera della Slovenia Vinčić

Glasgow
4 ottobre 2023, ore 21:00 CEST
2ª giornata
Celtic1 – 2
referto
LazioCeltic Park (56 063 spett.)
Arbitro: Bandiera della Lituania Rumšas

Rotterdam
25 ottobre 2023, ore 18:45 CEST
3ª giornata
Feyenoord3 – 1
referto
LazioStadio Feijenoord (44 031 spett.)
Arbitro: Bandiera della Germania Stieler

Roma
7 novembre 2023, ore 21:00 CET
4ª giornata
Lazio1 – 0
referto
FeyenoordStadio Olimpico (36 612 spett.)
Arbitro: Bandiera della Polonia Marciniak

Roma
28 novembre 2023, ore 18:45 CET
5ª giornata
Lazio2 – 0
referto
CelticStadio Olimpico (50 555 spett.)
Arbitro: Bandiera della Turchia Umut Meler

Madrid
13 dicembre 2023, ore 21:00 CET
6ª giornata
Atlético Madrid2 – 0
referto
LazioStadio Cívitas Metropolitano (63 574 spett.)
Arbitro: Bandiera dei Paesi Bassi Gözübüyük

Fase a eliminazione diretta[modifica | modifica wikitesto]

Roma
14 febbraio 2024, ore 21:00 CET
Ottavi di finale - Andata
Lazio1 – 0
referto
Bayern MonacoStadio Olimpico (57 470 spett.)
Arbitro: Bandiera della Francia Letexier

Monaco di Baviera
5 marzo 2024, ore 21:00 CET
Ottavi di finale - Ritorno
Bayern Monaco3 – 0
referto
LazioAllianz Arena (75 000 spett.)
Arbitro: Bandiera della Slovenia Vinčić

Supercoppa italiana[modifica | modifica wikitesto]

Lo stesso argomento in dettaglio: Supercoppa italiana 2023.
Riad
19 gennaio 2024, ore 22:00 UTC+3
Semifinale
Inter3 – 0
referto
LazioStadio dell'Università Re Sa'ud (20 767 spett.)
Arbitro:  Marchetti (Ostia Lido)

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche di squadra[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche aggiornate al 19 maggio 2024.

Competizione Punti In casa In trasferta In campo neutro Totale DR
G V N P Gf Gs G V N P Gf Gs G V N P Gf Gs G V N P Gf Gs
Serie A 60 18 10 3 5 22 13 19 8 3 8 26 25 0 0 0 0 0 0 37 18 6 13 48 38 +10
Coppa Italia - 3 3 0 0 4 1 1 0 0 1 0 2 0 0 0 0 0 0 4 3 0 1 4 3 +1
Champions League 10[56] 4 3 1 0 5 1 4 1 0 3 3 9 0 0 0 0 0 0 8 4 1 3 8 10 -2
Supercoppa italiana - 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 1 0 0 1 0 3 1 0 0 1 0 3 -3
Totale - 25 16 4 5 31 15 24 9 3 12 27 34 1 0 0 1 0 3 50 25 7 18 60 54 +6

Andamento in campionato[modifica | modifica wikitesto]

Giornata 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38
Luogo T C T T C C T C T C T C T C T C T C T C T C T T C T C C T C T C T C T C T C
Risultato P P V P N V P V V V P N P V N P V V V V V[57] N P V P P P P V V P V V V N V N
Posizione 13 18 12 15 15 11 16 12 9 7 9 9 11 8 9 10 9 9 6 5 7 6 8 7 8 8 9 9 8 7 8 7 7 7 7 7 7

Legenda:
Luogo: C = Casa; T = Trasferta. Risultato: V = Vittoria; N = Pareggio; P = Sconfitta.

Statistiche dei giocatori[modifica | modifica wikitesto]

Nel conteggio delle reti realizzate si aggiungano 3 autoreti a favore in campionato.

Sono in corsivo i giocatori che hanno lasciato la società a stagione in corso.

Giocatore Serie A Coppa Italia Champions League Supercoppa italiana Totale
Presenze Reti Ammonizioni Espulsioni Presenze Reti Ammonizioni Espulsioni Presenze Reti Ammonizioni Espulsioni Presenze Reti Ammonizioni Espulsioni Presenze Reti Ammonizioni Espulsioni
Adamonis, M. M. Adamonis --------------------
Anderson, A. A. Anderson --------------------
Bašić, T. T. Bašić ----1000--------1000
Casale, N. N. Casale 2005020002010----24060
Castellanos, V. V. Castellanos 3442042106020----44650
Cataldi, D. D. Cataldi 2818030005000100037180
Felipe Anderson, Felipe Anderson 3753040008000100050530
Furlanetto, A. A. Furlanetto --------------------
Gila, M. M. Gila 2004130003000200028041
González, D. D. González --------------------
Guendouzi, M. M. Guendouzi 3222141108020100045351
Hysaj, E. E. Hysaj 2002030005000100029020
Immobile, C. C. Immobile 30780300084101000421190
Isaksen, G. G. Isaksen 2833030005000100037330
Kamada, D. D. Kamada 2822020007000----37220
Kamenović, D. D. Kamenović --------------------
Lazzari, M. M. Lazzari 2304110007000100032041
Luis Alberto, Luis Alberto 3357020008010100044580
Mandas, C. C. Mandas 9-6003-300--------12-900
Marušić, A. A. Marušić 3613140007010100048141
Patric, Patric 2024040005020----29260
Pedro, Pedro 3214030218220100044381
Pellegrini, L. L. Pellegrini 1817120203000200025191
Provedel, I. I. Provedel 29-32001-0008-10; 1001-30039-4500
Romagnoli, A. A. Romagnoli 28090300050101010370110
Rovella, N. N. Rovella 2206030003030100029090
Sepe, L. L. Sepe --------0010----0010
Vecino, M. M. Vecino 30680300061301010407120
Zaccagni, M. M. Zaccagni 2757021006010----35680

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Sarri ha rassegnato le dimissioni, guida tecnica affidata a Martusciello, su sslazio.it, 13 marzo 2024.
  2. ^ Ad interim
  3. ^ Tudor è il nuovo allenatore della Lazio, su sslazio.it, 18 marzo 2024.
  4. ^ Lazio, superati i 30.000 abbonati, su m.lalaziosiamonoi.it.
  5. ^ a b c d e f g h i j k l m n o p q r s t u v w x y z aa ab ac ad ae af ag ah ai aj ak al am an Stastistiche spettatori Serie A 2023-2024, su stadiapostcards.com.
  6. ^ La gara è stata disputata con i settori "Curva Nord", "Distinti Nord-Est" e "Distinti Nord-Ovest" chiusi per squalifica.
  7. ^ Lazio-Feyenoord 1-0: La notte di Immobile, gol numero 200 in biancoceleste e Sarri vola al secondo posto nel girone, su ilmessaggero.it. URL consultato il 29 novembre 2023.
  8. ^ Comunicato ufficiale Dimissioni Maurizio Sarri, su sslazio.it, 14 marzo 2024. URL consultato il 13 marzo 2024.
  9. ^ AeroItalia Airline Airline Sponsor and Global Partnere della SS Lazio, su sslazio.it.
  10. ^ Regione e S.S. Lazio insieme per la Supercoppa Italiana, su regione.lazio.it, Regione Lazio.
  11. ^ Profilo della società, su sslazio.it.
  12. ^ Rosa, su legaseriea.it.
  13. ^ Aggregati dalla primavera ed inseriti nel sito ufficiale della Lega:
    Federico Magro (53, P), Davide Renzetti (59, P), Fabio Andrea Ruggeri (46, D), Luca Napolitano (56, C), Jacopo Sardo (57, C), Larsson Coulibaly (68, C), Saná Fernandes (70, A).
    Altri giocatori:
    Robin Kane (D), Emanuele Cicerelli (C), Cristiano Lombardi (A), Alessandro Rossi (A).
  14. ^ a b Acquistato durante la sessione estiva di calciomercato, dopo la 2ª giornata di campionato.
  15. ^ Ceduto in sessioni esterne.
  16. ^ Ceduto durante la sessione invernale di calciomercato.
  17. ^ a b Ceduto durante la sessione estiva di calciomercato, dopo la 2ª giornata di campionato (con almeno una presenza a referto).
  18. ^ Acquistato durante la sessione estiva di calciomercato, dopo la 1ª giornata di campionato.
  19. ^ Acquisto Mandas, su sslazio.it.
  20. ^ Acquisto Sepe, su sslazio.it.
  21. ^ Acquisto Guendouzi, su sslazio.it.
  22. ^ Acquisto Kamada, su sslazio.it.
  23. ^ Acquisto Rovella, su sslazio.it.
  24. ^ Acquisto Castellanos, su sslazio.it.
  25. ^ Acquisto Isaksen, su sslazio.it.
  26. ^ Acquisto Pellegrini, su sslazio.it.
  27. ^ Esercitato l'obbligo di riscatto dalla Reggina, poi annullato a seguito della sentenza del Consiglio di Stato del 30 Agosto 2023, che conferma l’esclusione della società dalla Serie B (la quale ripartirà dalla serie D con il nome La Fenice Amaranto), svincolandone automaticamente tutti i giocatori., su itasportpress.it.
  28. ^ a b c Trasferimenti della Primavera.
  29. ^ Cessione Adamonis, su sslazio.it.
  30. ^ Cessione Furlanetto, su fermanafc.com.
  31. ^ Cessione Maximiano, su sslazio.it.
  32. ^ Cessione Bertini, su sslazio.it.
  33. ^ Cessione Fares, su sslazio.it.
  34. ^ Ceduto il 6 settembre 2023, durante la proroga della sessione estiva di calciomercato concessa al Brescia, dopo la sentenza del Consiglio di Stato., su itasportpress.it.
  35. ^ Cessione Marcos Antônio, su sslazio.it.
  36. ^ Cessione Milinković-Savić, su sslazio.it.
  37. ^ Cessione Cancellieri, su sslazio.it.
  38. ^ Cessione Acerbi, su inter.it.
  39. ^ Cessione Adeagbo, su sololalazio.it.
  40. ^ Cessione Armini, su sslazio.it.
  41. ^ Cessione Floriani Mussolini, su sslazio.it.
  42. ^ Cessione Novella, su sololalazio.it.
  43. ^ Cessione Akpa-Akpro, su sslazio.it.
  44. ^ Cessione Escalante, su sslazio.it.
  45. ^ Risoluzione Jony, su fccartagena.es.
  46. ^ Cessione Marino, su calciofoggia1920.net.
  47. ^ Cessione Crespi, su ilcosenza.it.
  48. ^ Cessione Moro, su sslazio.it.
  49. ^ Cessione Bašić, su sslazio.it.
  50. ^ Cessione Kane, su keskeesti.treraadio.ee.
  51. ^ Cessione Cicerelli, su cataniafc.it.
  52. ^ Risoluzione Rossi, su m.lalaziosiamonoi.it.
  53. ^ Cessione Kamenović, su sslazio.it.
  54. ^ La gara, inizialmente in programma per il 21 gennaio 2024, è stata rinviata a seguito della partecipazione della Lazio alla Supercoppa italiana.
  55. ^ La gara è stata disputata con i settori "Curva Nord", "Distinti Nord-Est" e "Distinti Nord-Ovest" chiusi per squalifica.
  56. ^ Per le competizioni europee si prendono in considerazione solo i punti ottenuti durante la fase a gironi.
  57. ^ Partita rinviata, recuperata tra la 25ª e la 26ª giornata.
  Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio