Unipol Domus

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Unipol Domus
Sardegna Arena (2017-2021)
Unipol Domus ingresso.jpg
Informazioni generali
StatoItalia Italia
Ubicazionevia Raimondo Carta Raspi, 09126 Cagliari
Inizio lavori3 maggio 2017
Inaugurazione10 settembre 2017
Costo8 000 000 [1]
Ristrutturazione2018
ProprietarioComune di Cagliari
GestoreCagliari
Prog. strutturaleAlessandro Gosti
CostruttoreBlue Shark srl
Informazioni tecniche
Posti a sedere16.416[1]
StrutturaPianta rettangolare in acciaio e prefabbricato
CoperturaTribuna principale
Pista d’atleticaassente
Mat. del terrenoErba naturale
Dim. del terreno105 × 65 m
Area dell’edificio22 500 m²
Area totale45 000 m²
Uso e beneficiari
CalcioCagliari (2017-)
Mappa di localizzazione
Coordinate: 39°11′59″N 9°08′15″E / 39.199722°N 9.1375°E39.199722; 9.1375

L'Unipol Domus[2] è uno stadio non permanente ubicato nella città di Cagliari, in Sardegna.

Costruito nel 2017 nelle adiacenze dello stadio Sant'Elia (onde consentirne la demolizione e riedificazione), e conosciuto fino al 2021 come Sardegna Arena, dalla stagione 2017-2018 ospita in via transitoria le gare interne del Cagliari Calcio.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Vista aerea dell'impianto: si nota lo Stadio Sant'Elia in stato di abbandono al suo fianco.

A partire dagli anni 2010 la crescente obsolescenza dello stadio Sant'Elia, maggiore arena scoperta della Sardegna e da oltre quarant'anni "casa" del Cagliari Calcio, divenne foriera di problemi sempre maggiori: nel 2012 l'impianto venne dichiarato inagibile, obbligando i rossoblù a trasferirsi dapprima allo stadio Nereo Rocco di Trieste, poi allo stadio Is Arenas di Quartu Sant'Elena (ampliato per l'occasione con delle tribune provvisorie in tubolari d'acciaio).

Sebbene la società rossoblù avesse finanche prefigurato la possibilità di stabilirsi permanentemente nell'impianto quartese, l'esperienza si rivelò breve e travagliata: l'Is Arenas venne infatti a più riprese dichiarato parzialmente o totalmente inagibile, sicché la squadra vi poté disputare un numero limitato di partite. I lavori di ampliamento ebbero inoltre profili d'irregolarità e comportarono strascichi di natura giudiziaria a carico dell'allora dirigenza del Cagliari e di taluni politici locali.

Già nel 2013, previ lavori urgenti d'adeguamento e messa in sicurezza, il Cagliari fece dunque ritorno al Sant'Elia, in attesa di trovare una migliore sistemazione. Due anni dopo il club decise ufficialmente di avviare il progetto di abbattimento e ricostruzione dello stadio cagliaritano. Essendo dunque stata disposta la definitiva dismissione del Sant'Elia, s'impose la necessità di individuare un nuovo campo ove il Cagliari potesse temporaneamente disputare i propri match casalinghi. Scartata l'ipotesi di uscire dai confini comunali del capoluogo sardo (tenendo conto della fallimentare esperienza di Is Arenas e al fine di non complicare l'accessibilità ai tifosi), tra il 2016 e il 2017 si optò per edificare uno stadio provvisorio all'interno del parcheggio orientale del Sant'Elia[3], ponendo così le basi per il progetto che venne chiamato Sardegna Arena.

Dopo che il comune di Cagliari ebbe concesso il diritto di superficie al club sul terreno interessato, i lavori di edificazione partirono nella primavera del 2017[4]: si provvide a rimuovere i manufatti dei parcheggi quali spartitraffico e lampioni, nonché ovviamente l'asfalto e parte dei sottoservizi (non interamente in modo da ripristinarli potenzialmente in futuro una volta ridismesso l'impianto temporaneo) e infine a dissodare il terreno per posarvi le zolle d'erba e contemporaneamente erigere le gradinate. Per le gradinate si optò di montare per le due curve e i Distinti le tribune Dalmine del Sant'Elia e che passarono anche per Is Arenas mentre per la tribuna principale si montò la Main Stand che venne creata per lo stadio quartese.[5]

I lavori procedettero speditamente e vennero conclusi entro l'estate. Ottenute le necessarie autorizzazioni e omologazioni, l'impianto venne aperto il 10 settembre 2017, in occasione della partita Cagliari-Crotone, valida per la terza giornata del campionato di Serie A[6].

Seppur negli anni non abbia ancora ricevuto l'omologazione per la disputa di partite del Cagliari nelle competizioni UEFA, l'impianto ha ospitato l'11 settembre 2018 un'amichevole tra le selezioni Under-21 di Italia e Albania[7] e il 28 maggio 2021 un'amichevole tra le nazionali maggiori di Italia e San Marino, incontro di preparazione degli Azzurri a EURO 2020[8].

Il 24 luglio 2021 il Cagliari Calcio ha annunciato la partnership decennale con il gruppo assicurativo Unipol e la conseguente cessione dei diritti di denominazione sponsorizzata sia per l'impianto temporaneo sia per il futuro stadio definitivo. Con tale accordo la Sardegna Arena ha assunto il nome di Unipol Domus[2]. Il nome Domus, in latino, richiama il concetto di casa che la società più volte ha evocato parlando del luogo in vengono disputate le partite. In sardo “domus” però è il plurale "case", ma è stato avallato in quanto i diritti di denominazione sono stati concessi sia per l'impianto attuale che per quello futuro, seppur il nome di quest'ultimo dovrà essere scelto dallo sponsor più avanti[9].

La Unipol Domus sarà il campo interno del Cagliari fino all'ultimazione del nuovo stadio permanente del club rossoblù. Una volta omologato, l’impianto verrà smontato e il terreno che occupa sarà riadibito ad area servizi per il nuovo stadio. Considerando la preventivata data di inizio di demolizione dello stadio Sant'Elia fissata a fine 2022, la società si aspetta di giocare alla Unipol Domus fino al 2025.[10]

Dati strutturali[modifica | modifica wikitesto]

Panoramica dell'impianto dalla Main Stand
Panoramica dell'impianto dai Distinti

Dato il carattere temporaneo della struttura, essa è interamente realizzata in moduli prefabbricati in materiale metallico, rivestiti esternamente con pannelli lignei e plastici.

La capienza massima è di 16 416 posti a sedere, tutti numerati e dotati di seduta, articolati in cinque settori[11]:

  • tribuna centrale coperta (o Main Stand): 3272 posti, di cui 80 equamente suddivisi in 10 sky box[1]
  • tribuna scoperta est (o Tribuna Distinti): 4384 posti
  • curva nord (dedicata alla tifoseria organizzata locale): 4404 posti
  • curva sud: 3981 posti
  • settore ospiti (entro la curva sud): 415 posti[12]

In assenza di infrastrutture intermedie (quale ad esempio una pista di atletica leggera), tutte le tribune affacciano direttamente sui bordi del terreno di gioco, distando al massimo sette metri da esso[11]. Gli spalti sono inoltre rialzati alla base rispetto al naturale livello del suolo e le barriere di separazione dal prato consistono perlopiù in bassi parapetti: solo dinnanzi al settore ospiti, per motivi di sicurezza, viene implementata una recinzione a tutta altezza[13].

Inizialmente, dal punto di vista strutturale, la tribuna centrale costituiva un corpo indipendente rispetto alle altre gradinate, che erano invece raccordate tra loro, descrivendo una forma a ferro di cavallo. Ciò fino al 14 settembre 2018, allorché sono stati ultimati e aperti al pubblico due ulteriori "spicchi" di gradinate, che hanno fisicamente raccordato la tribuna alle curve, consentendo un aumento della capienza di ulteriori 183 posti. Lo "spicchio" adiacente alla curva sud è stato inoltre permanentemente riservato ai bambini iscritti al progetto "scuola di tifo" patrocinato dal Cagliari Calcio.

Le panchine per le squadre sono ubicate direttamente nelle gradinate della main stand, all'interno della quale sono inoltre situati i locali tecnici e di servizio (spogliatoi, sala stampa e via dicendo)[1]. Lo stadio include inoltre alcuni spazi di servizi al pubblico, coprenti un'area complessiva di 437 : un'area dedicata ai bambini e tre sale per eventi, ospitalità e catering[14].

A servizio del pubblico vi è un maxischermo montato sulla sommità della tribuna scoperta. L'illuminazione notturna del campo è garantita da quattro cluster di riflettori, alloggiati su altrettanti piloni impiantati in corrispondenza degli angoli perimetrali dello stadio.

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Prima partita ufficiale[modifica | modifica wikitesto]

Cagliari
10 settembre 2017, ore 15:00 UTC+1
3ª giornata, Serie A 2017-18
Cagliari1 – 0CrotoneSardegna Arena
Arbitro:  Doveri (Roma 1)

Eventi calcistici internazionali[modifica | modifica wikitesto]

Nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Cagliari
28 maggio 2021, ore 20:45 UTC+1
Amichevole
Italia Italia7 – 0
referto
San Marino San MarinoSardegna Arena (500 spett.)
Arbitro: Malta Farrugia Cann

Nazionali Under-21[modifica | modifica wikitesto]

Cagliari
11 settembre 2018, ore 18:30 UTC+1
Amichevole
Italia Italia3 – 1
referto
Albania AlbaniaSardegna Arena (5 000 spett.)
Arbitro: Svizzera Tschudi

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d Speciale Sardegna Arena, p. 2.
  2. ^ a b La Sardegna Arena diventa Unipol Domus, su cagliaricalcio.com, 23 luglio 2021. URL consultato il 24 luglio 2021.
  3. ^ Cagliari, idea per lo stadio provvisorio a due passi dal Sant’Elia, su cagliarinews24.com, 7 aprile 2016. URL consultato il 24 luglio 2021.
  4. ^ “Sardegna Arena”, procedono i lavori: gli operai montano la nuova tribuna (PHOTOGALLERY), su vistanet.it, 12 maggio 2017. URL consultato il 24 luglio 2021.
  5. ^ Il “Sardegna Arena” è quasi pronto. Giulini su Twitter: “Altro grande passo”, su sardiniapost.it, 25 luglio 2017. URL consultato il 24 luglio 2021.
  6. ^ Sardegna Arena, da sogno a realtà - cagliaricalcio.com, 5 set 2017
  7. ^ Under 21, Italia-Albania 3-1: Murgia e Parigini in pieno recupero evitano la beffa, su repubblica.it, 11 settembre 2018. URL consultato il 24 luglio 2021.
  8. ^ Italia-San Marino 7-0, su cagliaricalcio.com, 28 maggio 2021. URL consultato il 24 luglio 2021.
  9. ^ Giulini: "Un accordo molto importante", su cagliaricalcio.com, 23 luglio 2021. URL consultato il 24 luglio 2021.
  10. ^ Calcio, Sardegna Arena cambia nome: la casa del Cagliari sarà l’Unipol domus, su sardiniapost.it, 23 luglio 2021. URL consultato il 24 luglio 2021.
  11. ^ a b Giù il velo alla nuova casa del Cagliari: la Sardegna Arena. "Sarà lo stadio di tutti i sardi" - FOTO/VIDEO - sardegnaoggi.it, 3 mag 2017
  12. ^ Speciale Sardegna Arena, p. 17.
  13. ^ Cfr. Post - facebook.com/sardegnaarena, 1° ago 2017
  14. ^ Cagliari: sopralluogo al Sardegna Arena, possibile via libera a giorni - calcioefinanza.it, 24 ago 2017

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]