Castello di San Michele (Cagliari)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Castello di San Michele
C'era una volta il castello.JPG
Veduta del castello
Ubicazione
Stato attualeItalia Italia
RegioneSardegna Sardegna
CittàCagliari
Coordinate39°14′41.19″N 9°06′34.93″E / 39.244776°N 9.109702°E39.244776; 9.109702Coordinate: 39°14′41.19″N 9°06′34.93″E / 39.244776°N 9.109702°E39.244776; 9.109702
Mappa di localizzazione: Sardegna
Castello di San Michele (Cagliari)
Informazioni generali
TipoCastello medievale
Inizio costruzioneXII
[senza fonte]
voci di architetture militari presenti su Wikipedia

Il castello San Michele è un edificio fortificato, risalente al periodo giudicale, che sorge sull'omonimo colle di Cagliari.

Cenni storici[modifica | modifica wikitesto]

Gli scavi del 1990 hanno messo in luce i resti di una chiesa campestre, probabilmente di periodo altomedievale, sulla quale sorse in seguito il castello, almeno nel XII secolo, a difesa della città di Santa Igia, capitale del Giudicato di Cagliari. Il complesso presenta tre torri e un fossato che circonda la struttura. Il periodo più importante del Castello è senza dubbio tra il 1350 e il 1511, periodo in cui fu abitato dalla Famiglia Carroz, nobile casata spagnola.

Successivamente fu abbandonato e utilizzato come lazzaretto durante l'epidemia di peste "di Sant'Efisio" (1652-1656). Fu nuovamente fortificato in funzione difensiva degli attacchi francesi tra Seicento e Settecento. Intorno al 1940, fu presidiato dalla Regia Marina (poi Marina Militare) e poi sdemanializzato fino a passare allo Stato e al Comune di Cagliari. Attualmente il Castello ha subito una sostanziale modificazione nella struttura, adibita a Centro d'Arte e Cultura.

Galleria d'immagini[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]