Anni 2010

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Gli anni 2010 sono il decennio che comprende gli anni dal 2010 al 2019 inclusi.

Eventi, invenzioni e scoperte[modifica | modifica wikitesto]

2010[modifica | modifica wikitesto]

2011[modifica | modifica wikitesto]

Il terremoto di Sendai del 2011.
La nave da crociera Costa Concordia naufragata nel 2012.

2012[modifica | modifica wikitesto]

2013[modifica | modifica wikitesto]

Papa Francesco, eletto il 13 marzo del 2013.

2014[modifica | modifica wikitesto]

2015[modifica | modifica wikitesto]

2016[modifica | modifica wikitesto]

2017[modifica | modifica wikitesto]

2018[modifica | modifica wikitesto]

2019[modifica | modifica wikitesto]

Economia[modifica | modifica wikitesto]

L'economia dell'inizio degli anni dieci è dominata da una crisi economica, iniziata con la crisi dei subprime negli Stati Uniti d'America nel tardo 2007 che ha portato alla crisi finanziaria dell'Islanda nel 2008-2009 e alla successiva espansione nel continente europeo.

Politica[modifica | modifica wikitesto]

  • Nel 2010 WikiLeaks diffonde senza autorizzazione 251.287 documenti contenenti informazioni confidenziali inviate da 274 ambasciate americane in tutto il mondo al dipartimento di Stato degli Stati Uniti a Washington. Questo evento ha avuto un forte impatto sul paesaggio politico globale, con forti reazioni da parte dei leader in molti dei principali paesi.

Musica[modifica | modifica wikitesto]

La musica Eurodance, che è stata sempre popolare in Europa per molti anni, subisce un certo cambiamento con uno stile più moderno rispetto alla prima ondata degli anni 1980 e primi anni 1990. Ritornano anche i vecchi generi Dance e Funk che hanno costituito gli anni '70, '80, '90 con bassi e suoni elettronici synth come Treasure di Bruno Mars, Uptown Funk di Mark Ronson e Bruno Mars, The Chamber di Lenny Kravitz, Lose Yourself to Dance e Get Lucky dei Daft Punk (quest'ultimo diventato tormentone estate 2013 con il singolo Blues e Pop di Robin Thicke, Blurred Lines), Don't Worry di Madcon, Happy di Pharrell Williams e ognuno di questi singoli ha riscontrato un grande successo a livello mondiale. Molto in voga anche il genere revival che consiste nella nostalgia e la voglia di ricordare singoli, stili e ritmi intramontabili della Disco music anni '70 e della Dance pop anni '80, quindi anche il revival ha influenzato gli artisti del tempo e li ha indirizzati di nuovo su questi stili e ritmi. Trombe e fisarmoniche iniziano a rivivere nella musica degli anni dieci, soprattutto nella musica pop dance e musica latina, con artisti come: Lady Gaga, Katy Perry, Shakira, Rihanna, Jennifer Lopez, Ellie Goulding, Miley Cyrus, Nicki Minaj, Lana Del Rey, Jessie J, Beyoncé Knowles o Robbie Williams. La musica R&B ha una notevole trasformazione negli anni dieci, quando i generi New Jack Swing, Soul e R&B si incrociano tra di loro nella musica pop.

Artisti come Adele, Duffy ed Amy Winehouse (morta il 23 luglio 2011) vengono considerati i maggiori esponenti della nuova generazione del soul bianco[1].

Anche in Italia la musica subisce un'innovativa rivoluzione con nuovi suoni electro, dance, disco, house e pop. Apprezzati dal pubblico, in questo inizio decennio, sono i giovani vincitori di talent show come X Factor, Amici e The Voice of Italy. Inoltre, molti cantanti già affermati da tempo come Jovanotti e Irene Grandi cercano di entrare nella modernità musicale, di essere contemporanei in particolare nei suoni, incidendo album che segnano l'inizio di una nuova fase nella loro carriera. L'11 febbraio 2012 in una camera d'albergo di Beverly Hills, viene ritrovata morta Whitney Houston, commozione e messaggi di cordoglio da tutto il mondo.

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Il mondo del cinema degli anni 2010 ha coinvolto alcuni eventi significativi. L'avanzata tecnologia ha permesso durante il decennio precedente di introdurre dell'HD nei film, nelle Televisioni e di un secondo revival del Cinema 3D, utilizzando degli appositi occhialini che permettono la vista in tre dimensioni ed infine il RealD Cinema. Inoltre, il 31 gennaio 2010, il famosissimo film Avatar del grande regista James Cameron, è diventato il primo film ad incassare i 2 miliardi di dollari in tutto il mondo, diventando il film che ha incassato di più nella storia del cinema e si è aggiudicato 3 Premi Oscar nello stesso anno. È stato anche uno dei primi film ad essere stati proiettati in 3D di alta qualità. Sempre nello stesso anno, Toy Story 3 è diventato il primo film d'animazione che ha incassato più di 1 miliardo di dollari in tutto il mondo.

Nel novembre 2010 esce il settimo e penultimo capitolo della fortunata saga di Harry Potter: Harry Potter e i Doni della Morte - Parte 1. I risultati al box office del film combinati insieme con i sei precedenti film di Harry Potter superano i 6,35 miliardi di dollari, sorpassando quindi i ventidue film di James Bond e i sei film di Star Wars, facendo di Harry Potter la serie più produttiva della storia del cinema[2]. Nel luglio 2011 segue quindi Harry Potter e i Doni della Morte - Parte 2, che, incassando in tutto il mondo oltre 2.718 miliardi di dollari[3], diventa il terzo film di maggiore incasso nella storia del cinema.

Come il decennio precedente, questo decennio vede prevalere un'altissima concentrazione di produzioni di genere fantastico, fantascientifico ed horror, molto spesso dilazionate in saghe e trilogie.

Letteratura[modifica | modifica wikitesto]

Scienze e tecnologia[modifica | modifica wikitesto]

  • Il 27 gennaio 2010 viene presentato dalla Apple Inc. il nuovo modello di iPad. L'iPad offre interazioni multi-touch con formati multimediali che includono quotidiani, riviste, ebook, foto, film, TV show, video, musica, videogiochi e tante altre funzionalità. L'iPad subito ottiene immediate vendite e solo dopo qualche mese della sua uscita diventa il best selling di gadget tecnologico nella storia
  • Iniziano a essere sempre più presenti le persone che grazie al sito YouTube con i loro video dove cantano, esprimono le loro migliori capacità recitative o artistiche, con le numerose visualizzazioni, riescono ad ottenere il loro successo. Artisti che grazie a YouTube sono riusciti a diventare famosi sono: Justin Bieber, Guglielmo Scilla, Rebecca Black, Julia Nunes, Conor Maynard, Shane Dawson, Francesco Matano e tanti altri.

Personaggi[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Dan Cairns, Blue-eyed soul: Encyclopedia of Modern Music in entertainment.timesonline.co.uk, 1º febbraio 2009. URL consultato il 18 agosto 2011.
  2. ^ NYTimes - In Hollywood, a Decade of Hits Is No Longer Enough
  3. ^ (EN) Box Office Mojo. URL consultato il 1º dicembre 2011.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]