Mark Ronson

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Mark Ronson
Mark Ronson and Jennifer Su, 2011 (cropped).jpg
Mark Ronson nel 2011
NazionalitàRegno Unito Regno Unito
GenereMusica elettronica
Soul
Funk
Pop
Periodo di attività musicale1995 – in attività
EtichettaColumbia, Allido records
Album pubblicati5
Studio5
Sito ufficiale
Statuetta dell'Oscar Oscar alla migliore canzone 2019

Mark Daniel Ronson[1] (Londra, 4 settembre 1975) è un produttore discografico, disc jockey, cantante, compositore, arrangiatore, polistrumentista britannico.

Ha lavorato con molti artisti del panorama musicale, tra cui Stevie Wonder, Lady Gaga, Robbie Williams, Christina Aguilera, Lily Allen, Adele, Estelle, Lil Camo, Amy Winehouse, Coldplay, Britney Spears, Bruno Mars, Miley Cyrus e con i Duran Duran. Ha vinto 7 Grammy Awards, di cui uno come produttore dell'anno, per aver prodotto l'album Back to Black di Amy Winehouse, due BRIT Awards e grazie al brano Shallow, un Premio Oscar ed un Golden Globe.

Alla carriera di produttore affianca anche quella di cantante, e nel suo secondo album, Version, ha rivisitato vecchi successi di gruppi musicali come Diana Ross & The Supremes, Radiohead, Kaiser Chiefs e The Smiths.

È fondatore della Allido Records e nel 2018 della Zelig Records, parte della Columbia Records, con cui ha messo sotto contratto la giovane artista statunitense King Princess[2].

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Figlio della scrittrice Ann Dexter-Jones e dell'imprenditore Laurence Ronson[3] con origini austriache, russe e lituane, Mark Ronson è stato educato alla religione ebraica conservatrice.[4][5] Il cognome originale della famiglia era Aaronson, ma fu cambiato in Ronson dal nonno di Mark.[6] Mark Ronson ha due sorelle gemelle, Charlotte Ronson, stilista, e Samantha Ronson, cantante e DJ. Si trasferisce con la famiglia a New York a 8 anni, inizia come DJ nei club newyorkesi attorno al 1993 influenzato dal Funky, dall'Hip hop e dal Rock, attrae un pubblico sempre più crescente fino a diventare un personaggio molto richiesto per suonare alle feste private dei vip[7]. Mark Ronson riesce a farsi un nome e nel 1999 viene scelto come testimonial di una pubblicità di Tommy Hilfiger.[8]

Nel 2001 produce Everybody Got Their Something, brano musicale di Nikka Costa che fa ottenere a Ronson un contratto con l'etichetta discografica Elektra Records. In seguito Mark Ronson lavora ancora con Nikka Costa in Like a Feather, che viene utilizzato in uno spot pubblicitario.[9] Nello stesso anno compare nel videoclip di More Than a Woman di Aaliyah, nel ruolo del dj che suona durante il party all'interno della moto. Il primo album di Ronson, Here Comes the Fuzz, viene pubblicato nel 2003, che ottiene una grande accoglienza da parte della critica, oltre che un discreto successo commerciale, benché inizialmente le vendite non lo premino. All'album collaborano Mos Def, Jack White, Sean Paul, Nikka Costa, Nappy Roots e Rivers Cuomo.[10] Il brano più conosciuto dell'album è Ooh Wee, che campiona Sunny di Boney M. e figura la collaborazione di Nate Dogg, Ghostface Killah, Trife Da God e Saigon. Il brano viene utilizzato nella colonna sonora dei film Honey e Hitch - Lui sì che capisce le donne. Ciò nonostante, due settimane dopo l'uscita di Here Comes the Fuzz, l'Elektra Records rompe il contratto con Ronson.[11] Nei periodi successivi Mark Ronson produce brani per numerosi artisti come Christina Aguilera, Amy Winehouse, Lily Allen, Robbie Williams e Justin Timberlake. Nel 2004 Ronson fonda l'etichetta Allido Records, filiale della J Records, il cui primo artista ad essere messo sotto contratto è Saigon.

Mark Ronson al North Sea Jazz Festival nel 2008

Il 2 aprile 2007, Ronson pubblica una cover di Stop Me If You Think You've Heard This One Before, (che contiene anche un " campionamento di " You Keep Me hanging On ", singolo di successo di Diana Ross & the Supremes, del 1966), intitolata semplicemente Stop Me, con la partecipazione di Daniel Merriweather, che raggiunge la seconda posizione della Official Singles Chart, e il 16 luglio dello stesso anno pubblica come secondo singolo una cover di Oh My God, con la collaborazione di Lily Allen, che arriva all'ottava posizione della classifica britannica.[12] A dicembre dello stesso anno, Ronson riceve una nomination ai Grammy Award come produttore dell'anno, insieme a Timbaland e Mike Elizondo. Anche il lavoro di produzione di Ronson con Amy Winehouse per l'album Back to Black, ottiene il riconoscimento di sei nomination. Alla fine Ronson otterrà ben tre Grammy.[13] Nel 2008 Mark Ronson ottiene tre nomination anche ai Brit Award: miglior artista solista uomo, miglior album (Version) e miglior brano musicale (Valerie), vincendo alla fine soltanto il primo dei tre. Nel corso della serata di premiazione dei Brit Award, Ronson si esibisce in un medley di God Put a Smile upon Your Face con Adele, Stop Me con Daniel Merriweather e Valerie con Amy Winehouse. Nel corso dell'estate del 2008, Mark Ronson gira per tutto il Regno Unito e l'Europa in tour, ottenendo grandi risultati, in particolar modo in occasione dei concerti presso l'Hammersmith Apollo d il Brixton Academy. Aprono i suoi tour Sam Sparro e Julian Perretta.

A marzo 2009 Ronson inizia a lavorare con i Duran Duran per il loro tredicesimo album studio[14] intitolato All You Need Is Now che viene pubblicato il 21 dicembre 2010 in versione digitale e nel marzo 2011 in versione fisica. Il 27 settembre 2010 è inoltre uscito nei negozi anche Record Collection, terzo album di Mark Ronson, che stavolta firma la sua opera con il nome Mark Ronson & The Business Intl. Sostenuto dal singolo The Bike Song, l'album riesce ad arrivare alla seconda posizione della classifica degli album più venduti nel Regno Unito ed alla sesta in Australia.[15]

Mark Ronson al NH7 Weekender 2015

Nel 2015 esce il suo nuovo album chiamato Uptown Special, inciso con Jeff Bhasker, in collaborazione con artisti come Stevie Wonder, Mystikal, Kevin Parker, Bruno Mars e lo stesso Jeff Bhasker. La colonna portante dell'album è la canzone coprodotta e cantata interamente da Bruno Mars, ovvero Uptown Funk, che ha avuto un incredibile successo commerciale raggiungendo la vetta della classifica in 68 paesi, tra cui Stati Uniti, Regno Unito, Italia, Francia, Canada, Australia, Messico e Spagna, vendendo oltre 14,6 milioni di copie,[16] diventando il singolo più venduto del 2015 e uno dei più venduti nel mondo. Negli Stati Uniti Uptown Funk è il secondo singolo della storia sia per il numero delle vendite con 9 milioni di copie sia per la longevità in vetta alla Billboard Hot 100 con 14 settimane. Il brano ha vinto anche i Brit Awards come "Canzone dell'anno" e il video su YouTube ha raggiunto un miliardo di visualizzazioni il 15 settembre 2015, diventando uno dei video più visti di tutti i tempi. Il 29 marzo 2015, estrae Feel Right, in collaborazione con il rapper Mystikal, come secondo singolo dall'album. Il 7 giugno 2015, estrae I Can't Lose, in collaborazione con la cantante Keyone Starr, come terzo singolo dell'album.

Nel 2016 produce con Lady Gaga il quinto album in studio di quest'ultima: Joanne. Il primo singolo, Perfect Illusion, viene pubblicato il 9 settembre 2016. Nel 2018 collabora con Miley Cyrus pubblicando un singolo, Nothing Breaks Like a Heart, che viene pubblicato il 27 novembre 2018.

Nel 2019 vince l'Oscar alla migliore canzone, il Golden Globe e il Grammy Award per Shallow, insieme a Lady Gaga, Anthony Rossomando e Andrew Wyatt.


Vita Personale[modifica | modifica wikitesto]

Ronson oggi si divide tra Londra, Los Angeles e New York. Sin dall'infanzia è fan del Chelsea F.C. football club, oltre che fan dei New York Knicks basketball team.[17][18]

Nel 2009 ha partecipato alla campagna PETA's "Please Don't Wear Any Fur".[19] Sempre nel 2009 Ronson venne votato come uomo più elegante dell'anno dalla rivista GQ magazine.[20] Nel 2015 venne nominato dalla stessa rivista come uno dei 50 uomini inglesi meglio vestiti.[21] Il 20 agosto 2019, Ronson e altre celebrità hanno investito nella società Lowell Herb Co, un'impresa di coltivazione di cannabis basata in California, di cui è un noto consumatore.[22]

Nel 2002 Ronson inizia una relazione ufficiale con l'attrice e cantante Rashida Jones.[23] Si fidanzano nel marzo 2003, quando Ronson le propone di sposarlo realizzando un puzzle con il messaggio "Mi vuoi sposare."[24] La loro relazione però termina circa un anno dopo.[25][26]

Il 03 settembre 2011, Ronson sposa in Provenza l'attrice e cantante francese Joséphine de La Baume, che era apparsa nel music video del brano "The Bike Song".[27] Il 16 maggio 2017, giunge al pubblico la notizia che de La Baume abbia chiesto il divorzio da Ronson.[28] Il divorzio è reso esecutivo nell'ottobre 2018.[29]


Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Album in studio[modifica | modifica wikitesto]

Singoli[modifica | modifica wikitesto]

Produzioni per altri artisti[modifica | modifica wikitesto]

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Documentari[modifica | modifica wikitesto]

  • How to Be: Mark Ronson, regia di Carl Hindmarch (2019)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Mark Ronson
  2. ^ Chloe Walsh, MARK RONSON BIO, su grandstandhq.com. URL consultato il 4 gennaio 2019 (archiviato dall'url originale il 4 gennaio 2019).
  3. ^ The man Amy and Lily go to when they want a hit, in The Times, London, 27 gennaio 2008. URL consultato il 12 maggio 2010.
  4. ^ Guilt & Pleasure Archiviato il 10 dicembre 2013 in Internet Archive.
  5. ^ DailyJews - Mark Ronson interview, su dailyjews.com. URL consultato il 9 marzo 2011 (archiviato dall'url originale il 16 luglio 2011).
  6. ^ Claudia Joseph, The truth about the svengali seen paying a late-night visit to troubled Amy Winehouse's hotel, in The Daily Mail, UK, 20 gennaio 2008. URL consultato l'11 gennaio 2011.
  7. ^ √ Mark Ronson | Le ultime news, concerti e testi - Rockol
  8. ^ Cardona, Mercedes M. (8 February 1999), "Hilfiger's new apparel lines getting individual ad efforts". Advertising Age. 70 (6):24
  9. ^ Hall, Rashaun (05/05/2001), "Virgin's Nikka Costa Goes Beyond Family Ties". Billboard. 113 (18):14
  10. ^ Swanson, David (07/24/2003) "Mark Ronson". Rolling Stone. (927):27
  11. ^ Mark Ronson Shows Off His 'Record Collection' on New Album, Billboard.com, 30 agosto 2010. URL consultato il 26 gennaio 2011.
  12. ^ Chart Stats - Mark Ronson
  13. ^ http://www.grammy.com/GRAMMY_Awards/50th_Show/list.aspx
  14. ^ Duran Duran recording with Ronson BBC 20 March 2009
  15. ^ (EN) Mark Ronson's worldwide chart positions and trajectories, acharts.us. URL consultato il 1º febbraio 2015.
  16. ^ Uptown Funk surpasses 2m UK sales | Music Week
  17. ^ "Mark Ronson's Premier League predictions". BBC. Retrieved 29 January 2015
  18. ^ Mark Ronson – my die hard passion for the New York Knicks, Purple Revolver, 23 gennaio 2013. URL consultato il 16 luglio 2014.
  19. ^ PETA's Blog | PETA (JPG), Blog.peta.org. URL consultato il 16 luglio 2014 (archiviato dall'url originale il 16 luglio 2012).
  20. ^ Template:Cite magazine
  21. ^ 50 Best Dressed Men in Britain 2015, in GQ, 5 gennaio 2015. URL consultato il 7 febbraio 2015 (archiviato dall'url originale il 7 gennaio 2015).
  22. ^ (EN) Benjamin M. Adams, Miley Cyrus and Other Stars Invest in Cannabis Company, su Culture Magazine, 22 agosto 2019. URL consultato il 15 settembre 2019.
  23. ^ (13 May 2002), "rashida jones". People. 57 (18):140
  24. ^ Abel, Olivia (17 March 2003), "Passages". People. 59 (10):81
  25. ^ Rashida Jones: Biography, in TV Guide. URL consultato il 2 ottobre 2008.
  26. ^ Olivia Abel, Passages, in People, 17 marzo 2003. URL consultato il 1º luglio 2009.
  27. ^ Mark Ronson marries Josephine de la Baume in Provence, in The Daily Telegraph, 3 settembre 2011. URL consultato il 15 gennaio 2015.
  28. ^ MARK RONSON WIFE CALLS IT QUITS Wants Spousal Support, tmz.com, 16 maggio 2017. URL consultato il 16 maggio 2017.
  29. ^ Lily Harrison, Mark Ronson and Joséphine de La Baume Settle Their Divorce, in E! News, 28 dicembre 2018.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN47979779 · ISNI (EN0000 0000 7143 363X · Europeana agent/base/77978 · LCCN (ENno2003109276 · GND (DE135337909 · BNF (FRcb14590999t (data) · BNE (ESXX5594435 (data) · WorldCat Identities (ENlccn-no2003109276