Maroon 5

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Maroon 5
Maroon 5 performing in Sydney.jpg
I Maroon 5 in concerto nel 2019
Paese d'origineStati Uniti Stati Uniti
GenerePop rock[1][2]
Funk rock[3][4]
Dance pop[5][6]
Soul bianco[7][8]
Neo soul[1]
Soft rock[9][10]
Periodo di attività musicale1994 – in attività
EtichettaA&M Records, 222 Records, Octone Records, Interscope Records, J Records
Album pubblicati11
Studio6
Live3
Raccolte2
Logo ufficiale
Sito ufficiale

I Maroon 5 (IPA: /məˈrun faɪv/)[1][2] sono un gruppo musicale pop rock statunitense, formatosi a Los Angeles nel 1994 e composto da Adam Levine, James Valentine, Matt Flynn e Jesse Carmichael.[2] Il gruppo ha raggiunto un enorme successo planetario grazie a brani come This Love, She Will Be Loved, Makes Me Wonder, Moves Like Jagger, Payphone, Girls Like You a tanti altri. Nel corso della sua carriera, la band ha venduto 120 milioni di copie in tutto il mondo.[11]

Storia del gruppo[modifica | modifica wikitesto]

Inizio carriera e Songs About Jane (1997-2005)[modifica | modifica wikitesto]

Il gruppo nasce dalle ceneri del gruppo Kara's Flowers grazie all'idea dei due statunitensi Adam Levine (voce e chitarra) e Jesse Carmichael (tastierista) e dell'italo-scozzese Ryan Dusick (batteria), tutti compagni del liceo Brentwood di Los Angeles. Il gruppo pubblica il primo album, The Fourth World, nel 1997 in maniera indipendente. Successivamente, dopo l'arrivo di James Valentine alla chitarra, il gruppo prende nome in "Maroon 5", l'origine del quale viene mantenuta segreta all'interno del gruppo. La band a questo punto firma un contratto con la Octone Records.

Nel 2002, il gruppo pubblica il singolo Harder To Breathe, ottenendo un moderato successo in USA. Nel giugno del 2002, con l'uscita di un nuovo album, Songs About Jane, il gruppo intraprende una serie di tour insieme ad artisti quali Sheryl Crow, John Mayer, Nikka Costa e Phantom Planet. L'album ottiene inizialmente risultati moderati, ma le cose cambiano completamente nel 2004: la band lancia il singolo This Love, ottenendo uno straordinario successo internazionale. Successivamente accade lo stesso con la ballad She Will Be Loved: il successo di questi brani incrementa notevolmente il successo dell'album, che arriva a vendere 10 milioni di copie.[12]

In seguito a questo successo, i Maroon 5 vincono il Grammy nella categoria miglior artista esordiente nel 2005.[13] Nella stessa serata, il gruppo si esibisce con This Love.[13] Per tutto il 2005, i Maroon 5 hanno continuato a portare avanti il loro tour di debutto.

It Won't Be Soon Before Long (2007 - 2009)[modifica | modifica wikitesto]

Nel marzo 2007 esce l'album It Won't Be Soon Before Long, anticipato dal singolo Makes Me Wonder, che raggiunge la prima posizione della classifica Billboard Hot 100.[14] Gli altri singoli estratti sono Wake Up Call, Won't Go Home Without You e Goodnight Goodnight. Il singolo If I Never See Your Face Again viene ripubblicato in una nuova versione che vede come ospite la cantante Rihanna.[15] L'album viene definito da Adam Levine come più forte e sexy del precedente.[16] L'album ha venduto oltre 2 milioni di copie nel mercato statunitense.[17]

In un primo momento, il gruppo esegue concerti in piccole venue ed apre un tour dei Police per promuovere il progetto.[18] Successivamente, il gruppo parte tuttavia per un progetto ben più ampio: il vero e proprio It Won't Be Soon Before Long Tour dà luogo a ben 112 concerti, con numerose star come Justin Timberlake, OneRepublic, Kanye West e Sara Bareilles in qualità opening acts.[19] Il 9 dicembre 2008 esce una raccolta di remix, Call and Response: The Remix Album. Il tour continua fino al termine del 2018, toccando tutti e 5 i continenti. Nel gennaio 2009, il gruppo si esibisce alla presenza dell'allora presidente degli Stati Uniti Barack Obama.[20] Sempre nel 2009, il gruppo viene coinvolto nell'album His Way, Our Way, un progetto atto ad omaggiare lo storico cantante Frank Sinatra.[21]

Hands All Over, Overexposed (2010-2014)[modifica | modifica wikitesto]

Il 21 settembre 2010 esce il terzo album, Hands All Over, anticipato dal singolo Misery. Gli altri singoli estratti sono Give a Little More, uscito il 17 agosto e Never Gonna Leave This Bed. I singoli e l'album ottengono un successo moderato, inferiore rispetto a quanto atteso visti i risultati dei precedenti lavori. Nel 2011, mentre Adam Levine inizia la sua lunga esperienza di giudice nel programma televisivo The Voice, il gruppo inizia a lavorare su una riedizione dell'album.[22]

Il 22 giugno 2011 esce il singolo Moves Like Jagger, che vede la collaborazione della cantante Christina Aguilera: la collaborazione nasce proprio a The Voice, dove anche la Aguilera lavora come giudice[23] Il singolo ottiene un grandissimo successo internazionale e raggiunge la numero 1 della Billboard Hot 100.[24] Viene dunque pubblicato Hands All Over (Revised), e il gruppo parte per un tour mondiale da 6 leg non appena la prima stagione di The Voice si conclude.[25] Viene dunque pubblicato Sono le Guest Stars nel 2º episodio della quinta stagione di C.S.I.: New York.[26]

Il 26 giugno 2012 esce il quarto album, Overexposed: il primo singolo, Payphone, è stato pubblicato il 16 aprile negli Stati Uniti. Il singolo ottiene un successo enorme in tutto il mondo: 7 platini in USA,[17] 5 in Australia e Canada,[27][28] 2 in UK e Italia.[29][30] L'album ha raggiunto il traguardo di platino vendendo 2,2 milioni di copie solo nel 2012. Gli altri singoli pubblicati sono One More Night, che ha persino superato il successo del precedente singolo, Daylight e Love Somebody. Il tour atto a promuovere l'album ha toccato 4 continenti ed è durato fino al 2014.[31]

V, Red Pill Blues (2014 - 2018)[modifica | modifica wikitesto]

Dopo il tour mondiale durato quasi due anni in sostegno dell'album, il gruppo annuncia il ritorno di Jesse Carmichael, che era in pausa dal 2012. Il gruppo firma inoltre un contratto con la Interscope Records per poi annunciare l'uscita prevista per il 2 settembre 2014 del nuovo album V, preceduto dal singolo Maps, pubblicato il 16 giugno 2014.[32] Il 25 agosto 2014 viene pubblicato il secondo singolo estratto Animals, il quale raggiunge la posizione 3 della Billboard Hot 100.[14] L'album ha ottenuto 3 dischi di platino in USA per aver venduto 3 milioni di copie equivalanti.[17]

Il 13 gennaio 2015 viene pubblicato il terzo singolo estratto dal loro quinto album Sugar, il cui video è stato girato a Los Angeles e il quale contiene anche degli spot Nissan. Il 19 maggio 2015 è uscito il quarto singolo dal titolo This Summer's Gonna Hurt Like a Mother Fucker che anticipa l'uscita della nuova versione dell'album V. Il 15 settembre 2015 viene estratto il quinto singolo, Feelings. Nel 2016 vengono pubblicati i singoli Don't Wanna Know con Kendrick Lamar e Cold con Future.[33] In questo frangente, il gruppo dà inizio ad un tour che durerà fino al 2018, promuovendo anche il successivo album del gruppo.

Il 30 agosto 2017 esce il singolo What Lovers Do con SZA: il brano che anticipa l'album Red Pill Blues, uscito il 3 novembre 2017.[34] Il 30 maggio 2018 esce il singolo Girls Like You, pubblicato anche in una versione remix con Cardi B.[35] Entrambi i singoli hanno ottenuto un notevole successo internazionale. Il 20 settembre 2019 esce il singolo Memories, seguito il 9 ottobre dal nuovo video. Il singolo, così come il video, sono stati dedicati allo storico manager della band Jordan Feldstein, morto nel dicembre 2017.[36]

Super Bowl, nuovi singoli (2019 - presente)[modifica | modifica wikitesto]

Nel febbraio 2019, il gruppo si esibisce in qualità di headliner durante l'halftime show del Super Bowl del 2019.[37] Nei mesi successivi, il gruppo tiene varie altre performance[38] e pubblica il singolo Memories. Il gruppo avrebbe dovuto partire per un tour nell'estate 2020, tuttavia l'impegno è stato posticipato al 2021 a causa della pandemia da COVID-19.[39] A fine giugno 2020, il bassista del gruppo Mickey Madden viene arrestato per violenze domestiche: nei giorni successivi, il musicista dichiara a People di aver deciso di lasciare il gruppo.[40] Il 20 luglio 2020, il gruppo pubblica il primo singolo senza Madden, Nobody's Love.[41]

Stile musicale e influenze[modifica | modifica wikitesto]

I Maroon 5 hanno citato Elita 5, Michael Jackson, The Police, The Bee Gees, Justin Timberlake, Stevie Wonder, Tonic, Prince, Tupac Shakur e Marvin Gaye come maggiori influenze.[42] Adam Levine ha citato anche Stevie Wonder come uno dei suoi "eroi musicali". Il tema fondamentale trattato nelle canzoni è l'amore.

I Maroon 5 hanno spesso cambiato il loro sound da un album all'altro. L'album Songs About Jane contiene, per la maggior parte, canzoni su una ex fidanzata di Adam Levine, appunto Jane. In It Won't Be Soon Before Long affrontano temi meno personali e vengono utilizzati più spesso i sintetizzatori, creando quasi uno stile retro. In Hands All Over ritroviamo il tema dell'amore. L'album viene poi ripubblicato con l'aggiunta di una nuova canzone, Moves Like Jagger, una canzone elettropop che vede la partecipazione di Christina Aguilera. Overexposed, invece, viene giudicato dal chitarrista James Valentine come il loro album più pop. Tra le canzoni di maggiore successo troviamo Payphone, One More Night e Daylight.

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

Jesse Carmichael e Adam Levine al MuchMusic Video 2007

Attuale[modifica | modifica wikitesto]

Ex componenti[modifica | modifica wikitesto]

Timeline[modifica | modifica wikitesto]

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Discografia dei Maroon 5.

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

American Music Awards
Anno Candidatura Premio Risultato
2011 Maroon 5 Favorite Pop/Rock Band/Duo/Group Vincitore/trice
2012 Maroon 5 Favorite Pop/Rock Band/Duo/Group Vincitore/trice
2012 Maroon 5 Favorite Adult Contemporary Artist Vincitore/trice
Billboard Music Awards
Anno Candidatura Premio Risultato
2005 Maroon 5 Digital Artist of the Year Vincitore/trice
This Love Top Hot Adult Top 40 Track Vincitore/trice
2007 It Won't Be Soon Before Long Top Digital Album Vincitore/trice
2013 Maroon 5 Top 100 Artist Vincitore/trice
Gaon Chart K-pop Awards
Anno Candidatura Premio Risultato
2011 Moves Like Jagger International Song of the Year Vincitore/trice
2012 Payphone International Song of the Year Vincitore/trice
2014 Maps International Song of the Year Vincitore/trice
Grammy Awards
Anno Candidatura Premio Risultato
2005 Maroon 5 Best New Artist Vincitore/trice
2006 This Love Best Pop Performance By A Duo Or Group With Vocals Vincitore/trice
2007 Makes Me Wonder Best Pop Performance By A Duo Or Group With Vocals Vincitore/trice
MTV Asia Awards
Anno Candidatura Premio Risultato
2005 She Will Be Loved Best Video Vincitore/trice
MTV Europe Music Awards
Anno Candidatura Premio Risultato
2004 Maroon 5 Best New Act Vincitore/trice
MTV Video Music Awards
Anno Candidatura Premio Risultato
2004 This Love Best New Artist Vincitore/trice
MTV Video Music Awards Latin America
Anno Candidatura Premio Risultato
2004 Maroon 5 Best Rock Artist, International Vincitore/trice
Maroon 5 Best New Artist, International Vincitore/trice
NRJ Music Awards
Anno Candidatura Premio Risultato
2005 Maroon 5 International Revelation of the Year Vincitore/trice
This Love International Song of the Year Vincitore/trice
NRJ Radio Awards
Anno Candidatura Premio Risultato
2005 Maroon 5 International Breakout Act Vincitore/trice
This Love Best International Song Vincitore/trice
People's Choice Awards
Anno Candidatura Premio Risultato
2012 Maroon 5 Favorite Band Vincitore/trice
2013 Maroon 5 Favorite Band Vincitore/trice
2015 Maroon 5 Favorite Group/Band Vincitore/trice
Radio Disney Music Awards
Anno Candidatura Premio Risultato
2015 Sugar So Happy — Best Song That Makes You Smile Vincitore/trice
Q Awards
Anno Candidatura Premio Risultato
2004 Maroon 5 Best New Act Vincitore/trice
Teen Choice Awards
Anno Candidatura Premio Risultato
2004 Maroon 5 Choice Breakout Artist Vincitore/trice
This Love Choice Rock Track Vincitore/trice
2012 Payphone Choice Break Up song Vincitore/trice
2013 Maroon 5 Summer Music Star: Group Vincitore/trice
World Music Awards
Anno Candidatura Premio Risultato
2004 Maroon 5 World's Best New Group Vincitore/trice

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c Andrew Leahey, Maroon 5 | Biography, AllMusic (archiviato dall'url originale il 9 settembre 2014).
  2. ^ a b c Maroon 5 V Album Review, in Rolling Stone.
  3. ^ Mikael Wood, Intimacy issues? Not for Maroon 5, in Los Angeles Times, 4 giugno 2007. URL consultato il 10 ottobre 2016.
  4. ^ Josh Bell, NOISE: No Rest for the Funky, in Las Vegas Weekly, 9 settembre 2004. URL consultato il 10 ottobre 2016 (archiviato dall'url originale il 28 giugno 2017).
  5. ^ Allison Stewart, Quick spin: 'Overexposed,' by Maroon 5, in The Washington Post, 25 giugno 2012. URL consultato il 10 ottobre 2016.
  6. ^ John Serba, Maroon 5: Charting the course of the band's newly astronomical success, Mlive.com, 20 febbraio 2013. URL consultato il 10 ottobre 2016.
  7. ^ Stephen Thomas Erlewine, Maroon 5 – Hands All Over, AllMusic. All Media Network. URL consultato il 10 ottobre 2016.
  8. ^ (EN) Jody Rosen, Maroon 5 – Hands All Over, in Rolling Stone, 20 settembre 2010. URL consultato il 18 gennaio 2019.
  9. ^ Jayson Greene, Maroon 5: Red Pill Blues, Pitchfork, 8 novembre 2017. URL consultato il 9 novembre 2017.
  10. ^ Maroon 5, 'Overexposed': Track-By-Track Review, Billboard, 26 giugno 2012. URL consultato il 29 novembre 2017.
  11. ^ (EN) CONCERT ANNOUNCEMENT: Maroon 5 at Rogers Place Aug. 12 on 2020 Tour, su Edmonton Journal. URL consultato il 12 agosto 2020.
  12. ^ (EN) Jeff Leeds, Second CD by Maroon 5 Faces Great Expectations, in The New York Times, 21 maggio 2007. URL consultato il 12 agosto 2020.
  13. ^ a b (EN) Maroon 5, su GRAMMY.com, 19 maggio 2020. URL consultato il 12 agosto 2020.
  14. ^ a b Maroon 5 - Chart history | Billboard, su www.billboard.com. URL consultato il 24 luglio 2016.
  15. ^ TV.com, CSI: NY: Page Turner, su TV.com. URL consultato il 24 luglio 2016.
  16. ^ Maroon 5 Dominates iTunes Sales Chart With Three Simultaneous Number One’s, su web.archive.org, 4 settembre 2017. URL consultato il 12 agosto 2020 (archiviato dall'url originale il 4 settembre 2017).
  17. ^ a b c (EN) Gold & Platinum, su RIAA. URL consultato il 12 agosto 2020.
  18. ^ No Need to 'Wonder' - Maroon 5 Debuts at #1, su web.archive.org, 6 dicembre 2008. URL consultato il 12 agosto 2020 (archiviato dall'url originale il 6 dicembre 2008).
  19. ^ (EN) Jane Emery, Maroon 5 Announces Their World Tour: It Won't Be Soon Before Long, su LA's The Place | Los Angeles, Magazine, 13 luglio 2007. URL consultato il 12 agosto 2020.
  20. ^ (EN) Maroon 5 & John Legend Rock Inaugural ‘Declare Yourself' Event, su NBC 5 Dallas-Fort Worth. URL consultato il 12 agosto 2020.
  21. ^ (EN) Maroon 5 covers Frank Sinatra's 'The Way You Look Tonight': Hear it here, su EW.com. URL consultato il 12 agosto 2020.
  22. ^ www.amazon.com, https://www.amazon.com/Hands-All-Over-Revised-Maroon/dp/B005EVVESM. URL consultato il 12 agosto 2020.
  23. ^ Maroon 5 - Moves Like Jagger Lyrics | MetroLyrics, su www.metrolyrics.com. URL consultato il 24 luglio 2016.
  24. ^ Maroon 5, Christina Aguilera's 'Jagger' Moves to No. 1 on Hot 100, su Billboard, 31 agosto 2011. URL consultato il 12 agosto 2020.
  25. ^ Maroon 5 Announces Fall Tour Dates, su Billboard, 28 giugno 2010. URL consultato il 12 agosto 2020.
  26. ^ CSI: NY: Stasera in onda su Italia 1 l'episodio 5x02, su ComingSoon.it. URL consultato il 12 agosto 2020.
  27. ^ (EN) Gold/Platinum, su Music Canada. URL consultato il 12 agosto 2020.
  28. ^ http://www.aria.com.au/pages/aria-charts-accreditations-singles-2013.htm, su www.aria.com.au. URL consultato il 12 agosto 2020.
  29. ^ certificazioni UK, su bpi.co.uk.
  30. ^ Certificazioni - FIMI, su www.fimi.it. URL consultato il 12 agosto 2020.
  31. ^ (EN) JadePublished: March 5, 2013, Maroon 5 Overexposed Tour Featuring Neon Trees + Owl City Concert Review — St. Paul, MN, su MIX 94.9. URL consultato il 12 agosto 2020.
  32. ^ V - Maroon 5 | Songs, Reviews, Credits | AllMusic, su AllMusic. URL consultato il 24 luglio 2016.
  33. ^ Maroon 5 Debut New Single & Lyric Video for 'Cold' Featuring Future! - KiSS 103.1, su www.kiss1031.ca. URL consultato il 7 maggio 2019.
  34. ^ RTL 102 5 Hit Radio s.r.l, Maroon 5, annunciato il nuovo album Red Pill Blues, su https://www.rtl.it/, 8 maggio 2019. URL consultato il 7 maggio 2019.
  35. ^ Girls Like You (feat. Cardi B) - Single di Maroon 5 su Apple Music, su archive.fo, 10 luglio 2018. URL consultato il 7 maggio 2019.
  36. ^ 9 October 2019, Maroon 5: il significato del video di "Memories" ti farà commuovere, su News Mtv Italia, 9 ottobre 2019. URL consultato il 10 ottobre 2019.
  37. ^ Super Bowl 2019: le ultime sull'Halftime Show dei Maroon 5, su GQ Italia. URL consultato il 12 agosto 2020.
  38. ^ (EN) Maroon 5 have us all reminiscing at the Summertime Ball, su Capital. URL consultato il 12 agosto 2020.
  39. ^ (EN) Upcoming Maroon 5 doc will show "how unique they actually are," says director David Dobkin - Music News - ABC News Radio, su abcnewsradioonline.com. URL consultato il 12 agosto 2020.
  40. ^ (EN) Maroon 5's Mickey Madden Taking 'Leave of Absence' After Arrest: 'I Do Not Want to Be a Distraction', su PEOPLE.com. URL consultato il 12 agosto 2020.
  41. ^ (EN) Maroon 5 Confirms Late Thursday/Early Friday Release Date For New Song 'Nobody's Love', su Headline Planet, 20 luglio 2020. URL consultato il 12 agosto 2020.
  42. ^ Maroon 5 Photo Gallery : Rolling Stone, su rollingstone.com, 24 agosto 2007. URL consultato il 24 luglio 2016 (archiviato dall'url originale il 24 agosto 2007).

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN153905399 · ISNI (EN0000 0001 0791 4268 · LCCN (ENno2003015956 · GND (DE3059376-1 · BNF (FRcb14580019n (data) · WorldCat Identities (ENlccn-no2003015956
Rock Portale Rock: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di rock