Billie Eilish

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Billie Eilish
Billie Eilish at Pukkelpop (48590443381) (cropped).jpg
Billie Eilish in concerto nel 2019
NazionalitàStati Uniti Stati Uniti
GenereElettropop[1]
Indie pop[1]
Periodo di attività musicale2015 – in attività
Strumentovoce, ukulele, chitarra, pianoforte
EtichettaDarkroom, Interscope
Album pubblicati3
Studio2
Live1
Logo ufficiale
Sito ufficiale

Billie Eilish (IPA: aɪlɪʃ), all'anagrafe Billie Eilish Pirate Baird O'Connell[2] (Los Angeles, 18 dicembre 2001) è una cantautrice statunitense.

È salita alla ribalta nel 2016 con il singolo Ocean Eyes, diventato virale su Spotify. Ad esso ha fatto seguito l'EP di debutto Don't Smile at Me, pubblicato nell'agosto 2017. Ad ottobre è stata nominata UpNext da Apple Music.[3] Nel 2019 viene pubblicato l'album in studio di debutto When We All Fall Asleep, Where Do We Go?, che ha registrato un forte successo commerciale a livello globale, debuttando in cima alla Billboard 200, risultando l'album con le migliori prestazioni del 2019 negli Stati Uniti e diventando il numero uno nel Regno Unito; è stato trainato dai singoli When the Party's Over, Bury a Friend e il numero uno nella Billboard Hot 100 Bad Guy, che ha reso Eilish la prima artista nata negli anni duemila ad aver registrato questo risultato.[4]

Con 65 milioni di dischi venduti tra album e singoli digitali,[5] Billie Eilish è una degli artisti di maggior successo del XXI secolo, e tra i più premiati del panorama musicale globale, nonostante la giovane età. Nel solo 2019 si è aggiudicata trentaquattro riconoscimenti, tra cui due American Music Awards, tre MTV Video Music Awards, due Guinness World Records e due MTV Europe Music Awards e un Brit Awards. Oltretutto, nell'ambito dei Grammy Awards 2020, ottiene sei diverse candidature e si aggiudica cinque statuette (di cui quattro nelle categorie principali: album dell'anno, registrazione dell'anno, canzone dell'anno e miglior artista esordiente). Così facendo, diventa la più giovane cantante di sempre e la prima artista donna in assoluto a riuscire nell'impresa in un'unica notte.[6] Nel 2020 è diventata la persona più giovane sulla classifica annuale di Forbes delle cento celebrità più pagate al mondo, con guadagni di 53 milioni di dollari.[7]

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nasce il 18 dicembre 2001 a Los Angeles, in California,[8] figlia di Maggie Baird e Patrick O'Connell, entrambi nel settore dello spettacolo.[9][10][11] Sua madre, Maggie Baird, è un'insegnante, attrice e sceneggiatrice teatrale e musicale; suo padre, Patrick O'Connell, è un operaio edile che ha lavorato part-time come attore, apparendo in film come Iron Man. Entrambi i suoi genitori sono musicisti dilettanti. Il secondo nome della cantante, Eilish, originariamente doveva essere il suo nome, scelto dai genitori prima che nascesse, mentre guardavano un documentario sui gemelli irlandesi Katie ed Eilish Holton. Ma quando Maggie era incinta, suo nonno Bill è venuto a mancare, e così hanno deciso di chiamarla Billie, nome che alla cantante non piace, in quanto le sembra un «nome da capra adattato a un essere umano»,[12] mentre Pirate (proposto da suo fratello Finneas, di quattro anni più grande) doveva essere il suo secondo nome. È stata concepita tramite fecondazione in vitro, per via delle difficoltà riscontrate da sua madre a concepire un secondo bambino naturalmente.

Di origini irlandesi e scozzesi,[13] Eilish è cresciuta nel quartiere di Highland Park di Los Angeles.[8][14][15] Ha frequentato la scuola da casa e all'età di 8 anni si è unita al Los Angeles Children's Chorus.[16] Mentre era a scuola, sua madre insegnò a lei e Finneas le basi della scrittura di canzoni. All'età di 11 anni inizia a cantare le sue canzoni, ispirandosi al fratello Finneas O'Connell, che già componeva brani con la sua band.[16] La passione per la musica dei due fratelli è molto sostenuta dai loro genitori che li hanno incoraggiati ad esprimersi ed esplorare ciò che volevano, tra cui arte, danza e recitazione. Billie aveva partecipato ad alcune audizioni di recitazione, cosa che non le piaceva; tuttavia, le è piaciuto registrare i dialoghi di sottofondo per crowd scene e ha lavorato ai film Diario di una schiappa , Ramona e Beezus e alla serie X-Men. All'età di sei anni ha scritto la sua prima canzone con l'ukulele, e la prima canzone suonata con questo strumento è stata I Will dei Beatles.[17] Si è esibita in vari talent show all'età di sei anni e si è unita al coro dei bambini di Los Angeles all'età di otto anni.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

2012–2017: esordi e Don't Smile at Me[modifica | modifica wikitesto]

Billie scrisse il suo primo brano in assoluto, Fingers Crossed, a undici anni. Esso è stato pubblicato esclusivamente sulla piattaforma SoundCloud, e in seguito rimosso poiché definito da lei stessa «brutto».[18][19] La cantante stessa ha dichiarato:

«[...] ma la prima canzone che ho scritto per davvero è stata Fingers Crossed, che è su SoundCloud. Riguarda un'apocalisse zombie. L'ho scritta in merito a un compito che ci era stato assegnato durante uno dei corsi che teneva mia madre sulla scrittura delle canzoni [...] la quale chiedeva di scrivere un testo che si ispirasse a qualche programma televisivo. Per cui ho guardato The Walking Dead, era il mio preferito all'epoca, e mi dava tante idee. L'ho scritta pensando all'apocalisse nella mia testa, [...]. Non ricordo se è stata questa oppure un'altra la prima canzone che ho scritto sulla morte. [Ride]. Tetro. Davvero tetro.»

(Intervista a Billie Eilish per Discovery)

Nell'ottobre del 2015 registra il primo brano, scritto inizialmente dal fratello Finneas per la band, ma poi re-inciso, Ocean Eyes; successivamente invia il brano all'insegnante di danza per la coreografia di un ballo.[16][20] Ocean Eyes viene pubblicato su Soundcloud tramite le etichette Darkroom e Interscope Records come singolo di debutto nel 2016; il video musicale è stato pubblicato il 24 marzo dello stesso anno. Nel mese di luglio, il singolo Six Feet Under viene presentato in anteprima durante il programma radiofonico Beats 1 di Apple Music, seguito il 22 novembre dal videoclip della coreografia di danza moderna di Ocean Eyes, che vede come protagonista la stessa Eilish.[16][21]

(EN)

«The song is pure pop; a ballad about longing for reconciliation with an ex. I can imagine it becoming a major hit»

(IT)

«Il brano è pop puro; una ballata sul desiderio di riconciliazione con l'ex. Posso immaginare che diventi un grande successo»

(Chris DeVille di Stereogum)
Billie Eilish in concerto a Los Angeles nel 2017

Ad agosto 2016, Eilish ha firmato un contratto discografico con l'etichetta discografica Darkroom Records, che fa parte della Interscope Records. Il 14 gennaio 2017 viene pubblicato un EP contenente quattro remix di Ocean Eyes.[22] Dopo il successo dei remix di Ocean Eyes, pubblica il singolo Bellyache il 14 febbraio 2017,[23] composto e prodotto dal fratello Finneas. Il video musicale diretto da Miles e AJ è stato pubblicato il 22 marzo 2017. Il 30 marzo viene pubblicato il brano Bored, come colonna sonora della serie televisiva Tredici.[24] Il videoclip di Bored è stato pubblicato il 26 giugno 2017. Il 30 giugno Eilish pubblica il singolo Watch,[25] e il mese successivo il brano Copycat, in contemporanea all'annuncio della pubblicazione del suo EP di debutto Don't Smile at Me. Ogni venerdì di luglio, la cantante aggiunse un brano all'EP,[26] fino all'11 agosto, quando il progetto venne pubblicato interamente dalla Interscope.[27]

Il 18 settembre 2017 pubblica il videoclip di Watch. Nel novembre dello stesso anno viene annunciato il primo tour della cantante, il Where's My Mind Tour, con date in Europa e Nord America tra i mesi di febbraio e aprile 2018.[28] A dicembre, Billie ha collaborato con il rapper Vince Staples per il remix di Watch, intitolato &Burn. Nello stesso mese, Apple Music ha nominato Eilish il loro artista Up Next, seguito da un breve documentario, un EP di una sessione dal vivo e un'intervista con Zane Lowe su Apple Music. Quel mese venne pubblicato l'EP dal vivo intitolato Up Next Session: Billie Eilish.

2018–2020: When We All Fall Asleep, Where Do We Go? e il successo commerciale[modifica | modifica wikitesto]

Nell'ambito del Record Store Day ad aprile 2018, vengono commercializzati il brano Party Favor in vinile e una cover acustica del brano Hotline Bling.[29] Pochi giorni dopo, incide il singolo Lovely con Khalid, parte della colonna sonora della seconda stagione della serie televisiva Tredici.[30] Lovely, pubblicato il 19 aprile, riscuote molto successo a livello globale; certificato disco di platino negli Stati Uniti, si pone alle prime cinque posizioni delle classifiche in Australia e Nuova Zelanda.[31]

Il 18 luglio pubblica il singolo You Should See Me in a Crown,[32] utilizzato come colonna sonora del videogioco FIFA 19 e nella serie televisiva americana Euphoria, a cui ha fatto seguito, il 17 ottobre dello stesso anno, When the Party's Over.[33] Quest'ultimo, era stato eseguito per la prima volta dal vivo il 30 gennaio dello stesso anno in un concerto ad Auckland, in Nuova Zelanda, e sarebbe entrato a far stabilmente parte della scaletta del tour successivo.[34] When the Party's Over si piazza alla quattordicesima posizione in Canada e alla ventunesima in Regno Unito. Lewis Capaldi ne ha anche realizzato una cover. Nel giorno della pubblicazione del singolo, Eilish è stata inserita in Vanity Fair's 73 questions, la serie questionario di Joe Sabia che ha rivisitato una precedente intervista da ottobre 2017 fino a un'altra intervista più recente, entrambe che mostrano la crescita della sua popolarità nell'arco di un anno. Ha firmato un contratto per talenti con NEXT Management per sponsorizzazioni di moda e bellezza nell'ottobre 2018.[35]

Dal 20 ottobre ha inizio il secondo tour 1 by 1 Tour, con date in tutto il mondo[36] e la cantante ha anche aperto alcune date nordamericane dell'High as Hope Tour del gruppo musicale dei Florence and the Machine.[37] Il 29 marzo 2018 pubblica un nuovo singolo, intitolato Bitches Broken Hearts, mentre il 20 viene messo in commercio l'inedito Come Out and Play, utilizzato per la campagna pubblicitaria natalizia di Apple Share Your Gifts.[38] È stata inserita nell'elenco Forbes 30 Under 30 del 2018 in quello stesso mese, e il 9 gennaio 2019 la cantante pubblica un nuovo singolo, When I Was Older, le cui sonorità sono ispirate dall'acclamato film messicano Roma, di Alfonso Cuarón.[39] Nello stesso mese, l'EP di Eilish Don't Smile at Me raggiunge un miliardo di riproduzioni su Spotify, rendendola l'artista più giovane ad ottenere tale traguardo.[40]

Billie Eilish a MTV International nell'aprile del 2019

Il 30 gennaio dello stesso anno viene annunciato che l'album di debutto When We All Fall Asleep, Where Do We Go?, contenente quattordici tracce, sarebbe stato pubblicato il 29 marzo.[41] Parallelamente a questo annuncio, viene estratto il singolo Bury a Friend, accompagnato dal rispettivo videoclip musicale.[42] Oltre a Bury a Friend, sono stati inclusi nel disco i singoli You Should See Me in a Crown e When the Party's Over.[41] Il 4 marzo, data in cui si conclude il 1 by 1 Tour, viene pubblicato un altro estratto, il singolo Wish You Were Gay,[43] che raggiunge la 31ª posizione negli Stati Uniti e viene certificato disco di platino dalla RIAA.[44]

Al momento della sua pubblicazione, When We All Fall Asleep, Where Do We Go? ottiene ampi consensi da parte di critica e pubblico, debuttando al primo posto della classifica degli album di diciotto Paesi nel mondo. Inoltre, tutte le tracce presenti nel disco, ad eccezione di Goodbye, riescono a debuttare nella Billboard Hot 100, la classifica dei singoli statunitense.[45] L'album ha debuttato al numero uno della Billboard 200 e della UK Albums Chart, rendendo Eilish la prima artista nata negli anni 2000 ad avere un album numero uno negli Stati Uniti e la donna più giovane ad avere un album al primo posto nel Regno Unito. Al debutto dell'album, Eilish ha battuto il record per la maggior parte di canzoni in contemporanea nella Hot 100 di un'artista donna. Parallelamente all'uscita dell'album viene pubblicato come quinto estratto Bad Guy e il rispettivo videoclip musicale,[46] che raggiunge la vetta di numerose classifiche internazionali tra cui Australia, Canada e Nuova Zelanda. A distanza di cinque mesi dalla pubblicazione del singolo, Bad Guy conquista anche il primo posto della Billboard Hot 100, declassando Old Town Road dopo diciannove settimane consecutive.[47] È anche la prima artista nata negli anni 2000 e la più giovane dai tempi di Lorde con Royals ad ottenere questo risultato. L'11 luglio viene pubblicato il remix ufficiale di Bad Guy, in collaborazione con il cantante canadese Justin Bieber, cantante maggiormente apprezzato da Billie durante la sua infanzia.[48]

Da aprile a novembre 2019 ha avuto luogo il When We All Fall Asleep Tour con date in Oceania, Nord America, America latina ed Europa.[49] La seconda parte del tour, ovvero il Where Do We Go? World Tour, si sarebbe dovuta svolgere nel corso di tutto il 2020, ma è stato interamente cancellata a causa della pandemia di COVID-19 dopo appena tre date svolte nel mese di marzo.[50]

Nell'ambito degli annuali MTV Video Music Awards, celebrati in quello stesso agosto, Billie riesce ad aggiudicarsi tre premi su dieci candidature complessive.[51] Il 6 settembre viene estratto come sesto singolo il brano All the Good Girls Go to Hell, per cui viene realizzato anche un videoclip musicale diretto da Rich Lee.[52] Qualche giorno dopo essersi aggiudicata due MTV Europe Music Awards nel mese di novembre, Billie annuncia la pubblicazione di un nuovo singolo, intitolato Everything I Wanted e messo in commercio a partire dal successivo 13 novembre.[53] Il 24 novembre, agli American Music Awards 2019 la cantante ha vinto il premio come miglior nuova artista dell'anno e miglior artista alternativa e due giorni più tardi viene eletta donna dell'anno da Billboard.[54][55]

Il 4 dicembre, agli Apple Music Awards, ottiene i riconoscimenti come artista dell'anno e album dell'anno per When We All Fall Asleep, Where Do We Go?, e cantautrice dell'anno insieme al fratello Finneas.[56] Il giorno successivo viene pubblicato il videoclip del brano Xanny, diretto dalla stessa Eilish che segna il suo debutto come regista.[57][58] Il successivo 26 gennaio, nell'ambito dei Grammy Awards 2020, Billie Eilish diventa la più giovane artista nella storia della musica nonché la prima donna in assoluto ad aggiudicarsi la vittoria nelle quattro categorie principali di album dell'anno, registrazione dell'anno, canzone dell'anno e miglior artista esordiente. In aggiunta, vince il premio di miglior album pop vocale, riscuotendo in tal modo cinque dei sei premi in cui era stata candidata.[59]

Nel gennaio 2020 viene annunciato che la cantante è stata scelta per interpretare No Time to Die, colonna sonora dell'omonimo film, il venticinquesimo capitolo della fortunata saga cinematografica di James Bond. Così facendo, diventa la più giovane artista di sempre a cimentarsi nell'impresa.[60] Il brano, registrato con la composizione e direzione orchestrale di Hans Zimmer, è stato pubblicato il 14 febbraio 2020 e ha debuttato in vetta alla Official Singles Chart, regalando a Billie la sua prima numero uno in territorio britannico.[61][62] Il 10 aprile 2020, a seguito di una ripresa nelle riproduzioni in streaming, Ilomilo è stato inviato alle radio italiane come ultimo singolo estratto dall'album.[63]

2020-presente: Happier than Ever[modifica | modifica wikitesto]

Il 24 luglio 2020 l'artista ha annunciato sui suoi canali social la pubblicazione di un nuovo singolo, My Future, distribuito il 30 luglio successivo e accompagnato dal corrispettivo videoclip animato, come primo estratto dal secondo album in studio.[64] Ad esso ha fatto seguito Therefore I Am, pubblicato il 12 novembre 2020 insieme al relativo videoclip, quest'ultimo diretto dalla stessa Eilish, che ha raggiunto la seconda posizione negli Stati Uniti, divenendo il secondo miglior piazzamento per la cantante.[65] Il brano è ispirato al fenomeno del body shaming, di cui Eilish stessa è stata vittima, specialmente sui social.[66]

Il 21 gennaio 2021 è stato pubblicato il singolo Lo vas a olvidar in collaborazione con la cantante spagnola Rosalía, in cui la stessa Eilish canta in lingua spagnola. Tale brano ha fatto poi parte della colonna sonora della serie televisiva Euphoria.[67] Il 26 febbraio 2021 esce invece su Apple TV+ un documentario intitolato Billie Eilish: The World's a Little Blurry sulla sua esperienza di essere diventata famosa all'età di 16 anni e sul suo ultimo tour Where Do We Go? World Tour.[68] La notte del 14 marzo 2021 la cantante viene premiata con il Grammy Award alla registrazione dell'anno per Everything I Wanted.[69]

Il 27 aprile 2021, dopo la pubblicazione di uno snippet della title-track, la cantante ha annunciato tramite i suoi canali social il suo secondo album in studio Happier than Ever, svelando copertina, tracklist e data di pubblicazione avvenuta il 30 luglio successivo.[70][71] Il terzo singolo Your Power è uscito due giorni dopo, mentre Lost Cause è stato reso disponibile come quarto estratto il 2 giugno;[72][73] il 9 luglio 2021 è stata poi la volta del quinto singolo NDA.[74] Tutti e tre i brani si sono classificati entro la top fourty della Hot 100 statunitense.[75] L'album debutta al vertice della Billboard 200 statunitense con 153 000 copie pure e 113,87 milioni di riproduzioni in streaming, mentre nel Regno Unito apre al numero uno con 19,8 milioni di stream e 23 550 copie vendute.[76][77] Diventa inoltre il primo album della cantante a raggiungere il primo posto in Francia, Germania e Italia.[78][79][80]

Stile ed influenze musicali[modifica | modifica wikitesto]

Billie Eilish al iHeart Radio Music Award

Billie e Finneas compongono assieme i brani, dichiarando che «amano inventare cose e personaggi e realizzare narrazioni fittizie».[81][82] Finneas ha dichiarato che quando scrive canzoni per sua sorella cerca «di aiutarla a raccontare qualsiasi storia lei stia cercando di esprimere» e usare un linguaggio che si adatti alla sua voce.[83] Eilish ha dichiarato che un certo numero di canzoni derivano anche dalle esperienze che lei e suo fratello hanno vissuto: «Cerchiamo di dire cose che non devono essere così profonde [...] , ma tu dici qualcosa di molto più profondo che ha senso non avendoci riflettuto così tanto.»

Billie Eilish è cresciuta ascoltando Beatles, Green Day, Avril Lavigne e Justin Bieber.[84] Il suo genere preferito è l'hip hop, nonché la più grande ispirazione. Secondo la cantante, l'ascolto su YouTube del brano Runaway di Aurora è stato di grande aiuto per intraprendere una carriera musicale. Anche Tyler, The Creator e Childish Gambino hanno influenzato il suo stile musicale; altre influenze includono Earl Sweatshirt, Amy Winehouse, le Spice Girls, Marina Diamandis, Nicki Minaj e Lana Del Rey.[85] È stata paragonata dai media a Lorde e a Lana Del Rey, non accettando però alcun accostamento a quest'ultima.[86] Nel 2019 la cantante ha inoltre dichiarato di ammirare molto Ariana Grande per le sue abilità vocali.[87]

Il più importante punto di riferimento sul piano artistico di Billie Eilish è la cantante canadese Avril Lavigne.[88] Billie ha anche preso parte a un concerto della cantante a settembre 2019. Commentando il conseguente incontro con la cantante, Billie Eilish ha voluto ringraziarla per averla ispirata.[89]

Immagine pubblica[modifica | modifica wikitesto]

Estetica[modifica | modifica wikitesto]

Sul suo aspetto ha affermato: «Sono molto diversa da tante persone e cerco di esserlo. Non mi piace affatto seguire le regole e la moda.[90][91] Se qualcuno inizia a indossare qualcosa in un certo modo, indosserò l'esatto contrario di quello. Ho sempre indossato quello che volevo e dicevo sempre quello che volevo dire.[92] Mi piace essere ricordata, quindi mi piace sembrare memorabile. Penso di aver dimostrato alle persone che sono più importante di quanto pensino. Sono un po' intimidatoria, quindi la gente mi ascolterà. Sono un po' spaventosa. Molte persone sono semplicemente terrorizzate da me.»[93][94]

Nel 2019, Billie è apparsa in un annuncio di Calvin Klein, in cui ha rivelato di usare dei vestiti larghi in modo da impedire alle persone di criticare il suo corpo.[95][96] Ritiene Rihanna un'ispirazione per questa scelta di stile, dopo aver definito la moda il suo «meccanismo di difesa».[97]

Prodotti e sponsorizzazioni[modifica | modifica wikitesto]

Nell'aprile 2019, Eilish ha distribuito vestiti in collaborazione con Takashi Murakami,[98][99] ispirati al suo video musicale per You Should See Me in a Crown, anch'esso diretto e animato da Murakami, oltre a una figura in vinile in edizione limitata di se stessa dal video.[100] Eilish ha anche collaborato con Adobe Creative Cloud lo stesso mese per una serie di pubblicità[101] e un concorso di arte sui social media, in cui gli utenti presentavano la grafica con l'hashtag "#BILLIExADOBE".[102][103]

Il suo debutto nella campagna pubblicitaria I Speak My Truth In #MyCalvins di Calvin Klein nel maggio 2019, così come la campagna Seize the Awkward dell'Ad Council, mirava a creare una consapevolezza della salute mentale.[104][105][106] Ha diretto la campagna pubblicitaria dell'autunno 2019 di MCM Worldwide nel luglio 2019,[107] e nello stesso mese ha collaborato con il marchio di abbigliamento con sede a Los Angeles Freak City per una linea di abbigliamento.[108][109][110] Sempre nel luglio 2019, si è esibita a una cena organizzata da Chanel a Shelter Islandper celebrare il pop-up yacht club del marchio.[111][112]

Nell'agosto 2019, Eilish ha collaborato con Apple per consentire ai clienti dell'Apple Store di sperimentare la sua canzone "You Should See Me in a Crown" nelle sessioni di Music Lab nei suoi negozi.[113] La collaborazione di Eilish con la compagnia di abbigliamento Siberia Hills[114][115] fu accolta con polemiche dopo che fu rivelato che la compagnia aveva usato disegni plagiati di fan art del personaggio Nozomi Tojo di Love Live!, disegnato dall'artista Makoto Kurokawa, per la linea di abbigliamento di Eilish.[116] Il marchio in seguito chiarì che la stessa Eilish non era a conoscenza del plagio.[117][118]

Nel settembre 2020, Eilish collabora con Fender e lancia sul mercato un nuovo ukulele, progettato da lei stessa. I guadagni ricavati saranno designati esclusivamente per far fronte all'emergenza sanitaria causata dal Covid-19 all'Aloha Mele Fund, fondo istituito dall'Hawaii Community Foundation, che sarà impiegato nelle operazioni di supporto alla popolazione isolana per fronteggiare tale emergenza.[119]

“La cosa bella di questo ukulele è che è lo stesso che Billie suona sui palchi davanti a più di 30mila persone e che tu puoi comprare in un qualsiasi negozio per meno di 300 dollari”, ha dichiarato Michael Schulz, a capo delle operazioni signature. Lo strumento è dotato di un preamplificatore integrato ed è completamente designato con il logo blohsh della cantante.[17]

«Penso che l’ukulele dia un’impronta diversa ad ogni singola canzone, e ispira un diverso tipo di scrittura. Strumenti diversi mi fanno sempre scrivere in modo diverso. Le regole dell’ukulele sono: se conosci tre accordi, puoi suonare qualsiasi canzone tu voglia.»

(Billie Eilish)

Impegno sociale[modifica | modifica wikitesto]

La cantante è molto impegnata per una maggiore protezione del clima ed esorta i suoi fans a impegnarsi nel movimento per il clima. Il video musicale di All the good girls go to hell è una metafora di un pianeta che deve essere riparato. Il video includeva un messaggio di Eilish nella descrizione che invitava le persone a partecipare agli scioperi globali per il clima. «La nostra Terra si sta riscaldando a una velocità senza precedenti, le calotte polari si stanno sciogliendo, i nostri oceani si stanno alzando, la nostra fauna selvatica è stata avvelenata e le nostre foreste stanno bruciando», ha scritto sotto il videoclip su YouTube.[120]

Nel 2020, Eilish ha firmato una lettera aperta, intitolata "Face the Climate". La lettera chiede ai leader mondiali di smetterla di fingere che possiamo risolvere la crisi climatica ed ecologica senza trattarla come una crisi.[121]

L'artista sostiene regolarmente sui social media i diritti degli animali, disprezzando il settore lattiero-caseario,[122] di produzione di lana,[123] e gli allevamenti intensivi per le pellicce di visone.[123] Nel 2019 ha vinto il premio PETA "Best Voice for Animals" per il suo attivismo.[124]

Nel 2020, Eilish si è anche impegnata a sostenere i diritti di voto degli Stati Uniti, suggerendo ai suoi fans di scegliere un gruppo che lavorasse per registrare gli elettori da sostenere.[125][126] Nell'agosto 2020, Eilish si è esibita alla Convenzione Nazionale Democratica del 2020 e ha annunciato il suo appoggio alla campagna presidenziale di Joe Biden,[127] affermando che Trump "sta distruggendo l'America".[128]

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

Billie Eilish all'"ALTer EGO" Concert 2020

Il 27 novembre 2018, in seguito alla divulgazione di alcuni video che mostrano la cantante manifestare dei tic nervosi, attraverso Instagram dichiara di essere affetta dalla sindrome di Tourette e dalla sinestesia[129][130] e di esserne a conoscenza da quando era bambina.[131]

Sull'uso di droghe, in un'intervista al The Guardian: «Non ho mai fatto uso di droghe, non me ne sono mai innamorata, non ho mai fumato nulla nella mia vita, non lo trovo interessante».[132] È cresciuta vegetariana ed è vegana dal 2015; sostiene regolarmente il suo stile sui social media.[133]

Billie vive attualmente da sola a Los Angeles.[134]

In un'intervista radiofonica concessa nel 2020, i suoi genitori hanno rivelato di aver in passato considerato l'idea di portarla in terapia per la sua ossessione infantile per Justin Bieber.[135][136][137]

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Discografia di Billie Eilish.

Album in studio[modifica | modifica wikitesto]

Album dal vivo[modifica | modifica wikitesto]

Tournée[modifica | modifica wikitesto]

Artista principale[modifica | modifica wikitesto]

Artista d'apertura[modifica | modifica wikitesto]

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Premi e riconoscimenti di Billie Eilish.

Eilish ha ricevuto vari riconoscimenti, tra cui sette Grammy Awards, due American Music Awards, tre Billboard Music Awards, quattro iHeartRadio Music Awards, due MTV European Music Awards, tre MTV Video Music Awards e un NRJ Music Award.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) Neil Z. Yeung, Billie Eilish, su AllMusic, All Media Network. URL consultato il 30 gennaio 2019.
    «Los Angeles-based singer/songwriter who blends ethereal indie electro-pop with dark thematic tones.».
  2. ^ (EN) Mark Savage, Billie Eilish: Is she pop's best new hope?, su bbc.com, BBC News, 15 luglio 2017.
  3. ^ (EN) Allison Stubblebine, Billie Eilish Is Apple's New UpNext Artist: Exclusive, su billboard.com, Billboard, 20 settembre 2017.
  4. ^ (EN) Matthew Strauss, Listen to Billie Eilish’s New Album WHEN WE ALL FALL ASLEEP, WHERE DO WE GO?, su pitchfork.com, Pitchfork, 29 marzo 2019.
  5. ^ (EN) Emily Blake, Emily Blake, By the Numbers: Billie Eilish's Number One Album Was Miles Ahead Of Anyone Else, su Rolling Stone, 10 gennaio 2020. URL consultato il 24 gennaio 2021.
  6. ^ (EN) Sandra Gonzalez, Billie Eilish has a history-making night at the Grammys, su cnn.com, CNN. URL consultato il 27 gennaio 2020.
  7. ^ (EN) Billie Eilish, su Forbes. URL consultato l'11 novembre 2020.
  8. ^ a b (EN) Billie Eilish on Apple Music, su Apple Music, iTunes (US). URL consultato il 7 giugno 2018.
  9. ^ (EN) A Day In The Life Of Billie Eilish, in LNWY. URL consultato il 7 giugno 2018.
  10. ^ (EN) The Groundlings, su The Groundlings Website. URL consultato il 7 giugno 2018 (archiviato dall'url originale il 16 gennaio 2018).
  11. ^ (EN) Scrumptious Mom Maggie Baird - October 2013, su Scrumptiousmoms, 1º ottobre 2013. URL consultato il 7 giugno 2018.
  12. ^ Billie Eilish e la rivincita del disagio, su Rolling Stone Italia, 1º agosto 2019. URL consultato il 17 settembre 2020.
  13. ^ (EN) Ed Power, An Interview with Billie Eilish: Pop's Ferocious New Enigma, su Hotpress. URL consultato il 16 luglio 2019.
  14. ^ (EN) Get to Know: Billie Eilish, MTV UK. URL consultato il 7 giugno 2018.
  15. ^ (EN) Mark Savage, Is Billie Eilish pop's best new hope?, in BBC News, 15 luglio 2017. URL consultato il 7 giugno 2018.
  16. ^ a b c d (EN) Meet Billie Eilish, Pop’s Next It Girl, in Vogue. URL consultato il 7 giugno 2018.
  17. ^ a b Guarda l’ukulele che Billie Eilish ha disegnato per Fender, su Rolling Stone Italia, 8 settembre 2020. URL consultato il 7 novembre 2020.
  18. ^ (EN) Fingers Crossed, su Billie Eilish Wiki. URL consultato il 13 settembre 2020.
  19. ^ (EN) Discovery: Billie Eilish, su Interview Magazine, 27 febbraio 2017. URL consultato il 13 settembre 2020.
  20. ^ (EN) 15-Year-Old Pop Prodigy Billie Eilish Announces Debut EP & First-Ever Tour, Billboard. URL consultato il 7 giugno 2018.
  21. ^ (EN) Six Feet Under by Billie Eilish, iTunes (US), 17 novembre 2016. URL consultato il 7 giugno 2018.
  22. ^ (EN) Ocean Eyes (The Remixes) - EP by Billie Eilish, iTunes (US), 18 novembre 2016. URL consultato il 7 giugno 2018.
  23. ^ (EN) Billie Eilish's "Bellyache" Is Totally Psycho and Perfectly Pop, su Noisey, 24 febbraio 2017. URL consultato il 7 giugno 2018.
  24. ^ (EN) Billie Eilish – “Bored”, in Noiseporn. URL consultato il 7 giugno 2018.
  25. ^ (EN) BWW News Desk, Billie Eilish Releases New Single 'Watch' Today; Teases Debut EP. URL consultato il 7 giugno 2018.
  26. ^ popcrush.com, http://popcrush.com/billie-eilish-copycat-debut-ep-dont-smile-at-me/.
  27. ^ (EN) Billie Eilish releases lush debut EP "dont smile at me" - EARMILK, in EARMILK, 11 agosto 2017. URL consultato il 7 giugno 2018.
  28. ^ (EN) Billie Eilish announces 2018 Where's My Mind? headlining tour, su axs.com, AXS, 27 novembre 2017.
  29. ^ (EN) Party Favor/Hot Line Bling, su recordstoreday.com, Record Store Day.
  30. ^ (EN) Interscope Records Preps To Release "13 Reasons Why" Season 2 Soundtrack With Proceeds Going To Charity - Clizbeats.com, in Clizbeats.com, 10 maggio 2018. URL consultato il 7 giugno 2018.
  31. ^ (EN) Billie Eilish & Khalid - Lovely, su ultratop.be, Ultratop. URL consultato il 1º febbraio 2019.
  32. ^ (EN) Billie Eilish Drops Dramatic Track 'You Should See Me in a Crown': Listen, su billboard.com, Billboard. URL consultato il 1º febbraio 2019. inserita nella playlist di FIFA 19.
  33. ^ (EN) Nicole Engelman, Billie Eilish Releases Haunting New Song 'When The Party's Over': Listen, su billboard.com, Billboard, 17 ottobre 2018.
  34. ^ (EN) when the party's over, su genius.com, Genius. URL consultato il 1º febbraio 2019.
  35. ^ Hugh Garry, Formats Unpacked: Billie Eilish - Same Interview One Year Apart, su formatsunpacked.com. URL consultato l'11 novembre 2020.
  36. ^ (EN) Randall Colbourn, Billie Eilish announces 2018 North American headlining tour, su Consequence of Sound, 23 luglio 2018.
  37. ^ (EN) Florence and the Machine and Billie Eilish, su Clture. URL consultato il 1º febbraio 2019 (archiviato dall'url originale il 2 febbraio 2019).
  38. ^ Billie Eilish: ecco il nuovo, malinconico singolo “Come out and play”, su rnbjunk.com. URL consultato il 2 febbraio 2019.
  39. ^ (EN) Wandera Hussein, Stream Billie Eilish's new song "When I Was Older", su The Fader, 9 gennaio 2019. URL consultato il 4 luglio 2021.
  40. ^ (EN) Is Billie Eilish Really That "Weird"?, su BuzzFeed News. URL consultato l'11 novembre 2020.
  41. ^ a b Billie Eilish, il suo primo disco uscirà a marzo: ecco la tracklist di "When We All Fall Asleep, Where Do We Go?", su news.mtv.it, MTV, 31 gennaio 2019. URL consultato il 4 luglio 2021.
  42. ^ Billie Eilish, ecco il videoclip di Bury a Friend, su rtl.it, RTL 102.5, 30 gennaio 2019. URL consultato il 4 luglio 2021.
  43. ^ Billie Eilish: ascolta il nuovo singolo "Wish You Were Gay", su Rockol, 4 marzo 2019. URL consultato il 15 marzo 2019.
  44. ^ (EN) Billie Eilish - Wish You Were Gay – Gold & Platinum, su riaa.com, Recording Industry Association of America. URL consultato l'11 novembre 2020.
  45. ^ (EN) Xander Zellner, Billie Eilish Earns First Hot 100 Top 10, Breaks Record For Most Simultaneous Hits Among Women, su billboard.com, Billboard, 9 aprile 2019.
  46. ^ (EN) Lars Brandle, Billie Eilish's Debut LP 'When We All Fall Asleep, Where Do We Go?' Has Arrived: Stream It Now, su billboard.com, Billboard, 29 marzo 2019.
  47. ^ (EN) Gary Trust, Billie Eilish's 'Bad Guy' Hits No. 1 on Billboard Hot 100, Dethroning Lil Nas X's 'Old Town Road' After Record 19 Weeks on Top, su billboard.com, Billboard. URL consultato il 19 agosto 2019.
  48. ^ (EN) Madeline Roth, It's Here: Billie Eilish And Justin Bieber Are 'Bad Guys' On New Collab, su MTV. URL consultato l'11 novembre 2020.
  49. ^ (EN) Billie Eilish Announces When We All Fall Asleep World Tour, su Billboard. URL consultato il =11 novembre 2020.
  50. ^ (EN) Glenn Rowley, Billie Eilish Postpones Remaining World Tour Dates Due to Pandemic, su Billboard, 14 maggio 2020.
  51. ^ (EN) Anna Lewis, Here’s why Billie Eilish wasn’t at the MTV VMAs last night, su cosmopolitan.com, Cosmpolitan, 27 agosto 2019.
  52. ^ Billie Eilish ha pubblicato il videoclip di "All the Good Girls Go to Hell", su news.mtv.it, MTV, 5 settembre 2019.
  53. ^ Billie Eilish, il nuovo singolo è 'everything i wanted', su Rolling Stone Italia. URL consultato l'11 novembre 2019.
  54. ^ BILLIE EILISH AGLI AMAS 2019 CON UNA MASCHERA D'APICOLTORE D'ALTA MODA!, su news.mtv.it, MTV. URL consultato il 25 novembre 2019.
  55. ^ BILLIE EILISH È STATA ELETTA DONNA DELL’ANNO DA BILLBOARD, su news.mtv.it, mtv. URL consultato il 27 novembre 2019.
  56. ^ (EN) Apple announces first ever Apple Music Awards, su apple.com, Apple. URL consultato il 5 dicembre 2019.
  57. ^ Billie Eilish - xanny, su youtube.com, www.youtube.com. URL consultato il 5 dicembre 2019.
  58. ^ (EN) Koltan Greenwood, Billie Eilish makes directorial debut with eerily minimalist "xanny" video, su Alternative Press, 9 dicembre 2019. URL consultato il 9 dicembre 2019.
  59. ^ Paolo Mastrolilli, Grammy, musica da cameretta: trionfo per la teenager Billie Eilish e il fratello, su lastampa.it, La Stampa. URL consultato il 29 gennaio 2020.
  60. ^ È di Billie Eilish la canzone guida del prossimo James Bond ‘No Time to Die’, su rollingstone.it, Rolling Stone Italia. URL consultato il 14 gennaio 2020.
  61. ^ (EN) Rania Aniftos, Billie Eilish's James Bond Theme, 'No Time to Die,' Gets a Release Date, su billboard.com, Billboard, 12 febbraio 2020.
  62. ^ (EN) Alan Jones, Charts analysis: Billie Eilish scores biggest first week sale for a Bond theme, su musicweek.com, Music Week, 21 febbraio 2020. URL consultato il 1º agosto 2020.
  63. ^ BILLIE EILISH "ilomilo" | (Radio Date: 10/04/2020), su radiodate.it. URL consultato l'11 novembre 2020.
  64. ^ (EN) Rania Aniftos, Billie Eilish Announces New Song 'My Future', su billboard.com, Billboard. URL consultato il 1º agosto 2020.
  65. ^ (EN) Gary Trust, 24kGoldn & Iann Dior's 'Mood' Tops Hot 100 for Fifth Week, Billie Eilish's 'Therefore I Am' No. 2, su billboard.com, Billboard. URL consultato il 28 aprile 2021.
  66. ^ (EN) Thomas Smith, Billie Eilish's new song 'Therefore I Am' is an existential banger (and might boast her best chorus yet), su nme.com, New Musical Express. URL consultato il 12 novembre 2020.
  67. ^ Billie Eilish e Rosalía: ascolta l'atteso duetto su 'Lo vas a olvidar', su rockol.it, Rockol. URL consultato il 27 gennaio 2021.
  68. ^ (EN) Billie Eilish: The World's a Little Blurry, su Rotten Tomatoes. URL consultato il 28 aprile 2021.
  69. ^ (EN) Billie Eilish Wins Record of the Year at 2021 Grammys-but Says Megan Thee Stallion Deserved It, su People. URL consultato il 28 aprile 2021.
  70. ^ (EN) Jem Aswad, Billie Eilish to Drop New Album, 'Happier Than Ever,' on July 30, su Variety. URL consultato il 28 aprile 2021.
  71. ^ Billie Eilish, il nuovo album si intitola 'Happier Than Ever' e uscirà tra poco, su Rolling Stone Italia. URL consultato il 28 aprile 2021.
  72. ^ (EN) Craig Jenkins, Billie Eilish's Real Power Might Be Her Ability to Still Surprise, su vulture.com, Vulture. URL consultato il 30 luglio 2021.
  73. ^ (EN) Jordan Darville, Billie Eilish shares new song/video "Lost Cause", su thefader.com, The Fader. URL consultato il 30 luglio 2021.
  74. ^ (EN) Condé Nast, BTS, Billie Eilish, and More Best New Music, su teenvogue.com, Teen Vogue. URL consultato il 30 luglio 2021.
  75. ^ (EN) Billie Eilish Drops 'Happier Than Ever' — Where to Find All the Limited Edition Vinyl, su etonline.com, Entertainment Tonight. URL consultato il 30 luglio 2021.
  76. ^ (EN) Keith Caulfield, Billie Eilish Earns Second No. 1 Album on Billboard 200 Chart With 'Happier Than Ever', su billboard.com, Billboard. URL consultato il 14 agosto 2021.
  77. ^ (EN) James Masterton, Charts analysis: Ed Sheeran's Bad Habits spends sixth week at summit, su musicweek.com, Music Week. URL consultato il 14 agosto 2021.
  78. ^ (FR) Top Albums : Billie Eilish numéro un, Prince plébiscité avec son disque posthume, su chartsinfrance.net. URL consultato il 14 agosto 2021.
  79. ^ (DE) BILLIE EILISH IST HAPPY AUF PLATZ EINS DER OFFIZIELLEN DEUTSCHEN CHARTS, su offiziellecharts.de, Offizielle Deutsche Charts. URL consultato il 14 agosto 2021.
  80. ^ BILLIE EILISH debutta alla numero uno nella classifica album e vinili. Tra i singoli ancora primi BLANCO e SFERA EBBASTA, su newsic.it, Newsic. URL consultato il 14 agosto 2021.
  81. ^ (EN) Don't Wanna Be You: Billie Eilish Interviewed, su Clash Magazine. URL consultato il 12 luglio 2019.
  82. ^ (EN) Pop Newcomer Billie Eilish Wants to Make Sure You Never Forget Her, su PAPER, 16 marzo 2017. URL consultato il 12 luglio 2019.
  83. ^ (EN) Wholehearted Obsession: A Conversation with FINNEAS - Atwood Magazine, su atwoodmagazine.com, 27 aprile 2018. URL consultato il 12 luglio 2019.
  84. ^ (EN) Kaitlin Reilly, Billie Eilish Meeting Justin Bieber While Ariana Grande Performs Is Pure Art, su refinery29.com. URL consultato il 12 luglio 2019.
  85. ^ (EN) Elle Australia, 15-Year-Old Music Prodigy Billie Eilish On Influences, Inspiration And What She's Listening To RN, su www.elle.com.au. URL consultato il 1º dicembre 2019.
  86. ^ (EN) PAPER, Billie Eilish Wants the Lana Del Rey Comparisons to Stop, su www.papermag.com. URL consultato il 1º dicembre 2019.
  87. ^ (EN) Billie Eilish on Relating to Ariana Grande, su Teen Vogue. URL consultato il 7 gennaio 2020.
  88. ^ (EN) Whitney Shoemaker, Billie Eilish thanks Avril Lavigne for inspiring her in wholesome photo, su altpress.com, Altpress, 13 luglio 2019.
  89. ^ (EN) Lyndsey Havens, Avril Lavigne Is Back on the Road & Still Inspiring Artists Like the 'Extremely Talented' Billie Eilish, su billboard.com, Billboard, 24 settembre 2019.
  90. ^ Billie, la popstar col broncio è la nuova it girl da seguire, su www.ilgazzettino.it. URL consultato il 25 aprile 2019.
  91. ^ Chi è Billie Eilish, la diciottenne da 18 milioni di follower, su Luxgallery, 17 aprile 2019. URL consultato il 25 aprile 2019.
  92. ^ (EN) Matt Stopera, I Just Want To Talk About The Clothes Billie Eilish Wears, su BuzzFeed. URL consultato il 25 aprile 2019.
  93. ^ (EN) Pop Newcomer Billie Eilish Wants to Make Sure You Never Forget Her, su PAPER, 16 marzo 2017. URL consultato il 25 aprile 2019.
  94. ^ Billie Eilish odia i suoi capelli blu, ma deve tenerseli per forza, su MTV Italia, 18 aprile 2019. URL consultato il 25 aprile 2019.
  95. ^ (EN) Condé Nast, Billie Eilish Wears Baggy Clothes So the World Doesn't Know "Everything" About Her, su Teen Vogue. URL consultato il 12 luglio 2019.
  96. ^ (EN) De Elizabeth, Billie Eilish Wears Baggy Clothes So the World Doesn't Know "Everything" About Her, su Teen Vogue. URL consultato il 7 novembre 2020.
  97. ^ (EN) Frida Garza, Billie Eilish Says She Uses Fashion As a 'Defense Mechanism', su Jezebel. URL consultato il 12 luglio 2019.
  98. ^ (EN) Kelsey Stiegman, Billie Eilish Just Dropped a Sick Clothing Collection Inspired By Her "You Should See Me in a Crown" Video, su Seventeen, 4 aprile 2019. URL consultato il 7 novembre 2020.
  99. ^ Takashi Murakami & Billie Eilish Release More Collaborative Merch, su HYPEBEAST. URL consultato il 7 novembre 2020.
  100. ^ Watch Billie Eilish and Takashi Murakami's Music Video, su V Magazine. URL consultato il 7 novembre 2020.
  101. ^ (EN) Stephen Price, Billie Eilish x Adobe "Synesthesia" by Laundry, su Motion design - STASH, 26 giugno 2019. URL consultato il 7 novembre 2020.
  102. ^ (EN) #BILLIExADOBE | Make it with Adobe Creative Cloud, su Adobe. URL consultato il 7 novembre 2020.
  103. ^ (EN) https://twitter.com/billieeilish/status/1114275262823161861, su Twitter. URL consultato il 7 novembre 2020.
  104. ^ (EN) Nerisha Penrose, Calvin Klein Debuts New #MyCalvins Campaign With Billie Eilish, Noah Centineo, and More, su Elle, 9 maggio 2019. URL consultato il 7 novembre 2020.
  105. ^ (EN) Billie Eilish Gets Candid About Coping With Her Mental Health, su Paper, 23 maggio 2019. URL consultato il 7 novembre 2020.
  106. ^ Billie Eilish Talks Mental Health In "Seize The Awkward" PSA, su Stereogum, 23 maggio 2019. URL consultato il 7 novembre 2020.
  107. ^ (EN) Fleur Burlet, Fleur Burlet, EXCLUSIVE: Billie Eilish Fronts MCM Campaign, su WWD, 17 luglio 2019. URL consultato il 7 novembre 2020.
  108. ^ (EN) Lauren Rearick, We Can Now Dress Like Billie Eilish, su Teen Vogue. URL consultato il 7 novembre 2020.
  109. ^ (EN) Kelsey Stiegman, Billie Eilish Announces New '90s-Inspired Freak City Clothing Collection, su Seventeen, 19 luglio 2019. URL consultato il 7 novembre 2020.
  110. ^ (EN) Billie Eilish Unveils Freak City Clothing Collaboration, su Billboard. URL consultato il 7 novembre 2020.
  111. ^ (EN) Brooke Bobb, Billie Eilish Shut Down Shelter Island With an Intimate Performance at The Chanel J12 Yacht Club, su Vogue. URL consultato il 7 novembre 2020.
  112. ^ (EN) Leigh Nordstrom, Leigh Nordstrom, Billie Eilish Brings the Heat to Shelter Island With Chanel, su WWD, 21 luglio 2019. URL consultato il 7 novembre 2020.
  113. ^ (EN) Michael Steeber, Billie Eilish and Apple create new Today at Apple Music Lab, su 9to5Mac, 1º agosto 2019. URL consultato il 7 novembre 20207.
  114. ^ Billie Eilish & Siberia Hills Link up on an Anime-Inspired Capsule, su HYPEBEAST. URL consultato il 7 novembre 2020.
  115. ^ (EN) Lauren Rearick, The Billie Eilish and Siberia Hills Clothing Collection Was Cancelled After Artwork Plagiarism Claims, su Teen Vogue. URL consultato il 7 novembre 2020.
  116. ^ (EN) Love Live! Fans Angry Over New Billie Eilish Merch Allegedly Stealing Art, su Anime. URL consultato il 7 novembre 2020.
  117. ^ (EN) Billie Eilish's merch pulled off website after admitting to using stolen anime art, su The Daily Dot, 11 agosto 2019. URL consultato il 7 novembre 2020.
  118. ^ (EN) Kelsey Stiegman, People Are Slamming Billie Eilish for Her Latest Merch Collab, su Seventeen, 12 agosto 2019. URL consultato il 7 novembre 2020.
  119. ^ Billie Eilish e Fender hanno collaborato per creare un ukulele esclusivo, su Billboard Italia, 8 settembre 2020. URL consultato il 7 novembre 2020.
  120. ^ (EN) 6 Times Billie Eilish Spoke Out Against the Climate Crisis, su Global Citizen. URL consultato il 6 novembre 2020.
  121. ^ (EN) Climate Emergency EU!, su Face the climate emergency!. URL consultato il 6 novembre 2020.
  122. ^ (EN) Is Billie Eilish Vegan? Plus 10 Other Celebs You Didn't Know Were Plant-Based, su Yahoo!. URL consultato il 7 novembre 2020.
  123. ^ a b (EN) Billie Eilish says she's "disgusted" by people who wear mink fur, su New Musical Express, 21 ottobre 2019. URL consultato il 7 novembre 2020.
  124. ^ (EN) Billie Eilish and Millie Bobby Brown honoured at PETA Awards, su Metro, 10 dicembre 2019. URL consultato il 7 novembre 2020.
  125. ^ (EN) Billie Eilish is getting fans registered to vote for the US election, su New Musical Express, 6 marzo 2020. URL consultato il 7 novembre 2020.
  126. ^ (EN) Vote, su Billie Eilish, 13 agosto 2020. URL consultato il 7 novembre 2020 (archiviato dall'url originale il 10 novembre 2020).
  127. ^ Madeline Holcombe CNN, Billie Eilish says to 'vote like our lives depend on it' in DNC performance, su CNN. URL consultato il 7 novembre 2020.
  128. ^ (EN) Billie Eilish is ‘destroying our country' says leaked Trump document, su Dazed, 29 ottobre 2020. URL consultato il 7 novembre 2020.
  129. ^ (EN) Billie Eilish Explains How Synesthesia Affects Her Music, su iHeartRadio. URL consultato il 7 novembre 2020.
  130. ^ (EN) She's a Rainbow, su Psychology Today. URL consultato il 7 novembre 2020.
  131. ^ (EN) Nicole Engelman, Billie Eilish Reveals She Has Tourette Syndrome After Compilation of Her Tics Emerges Online, su billboard.com, Billboard, 27 novembre 2018.
  132. ^ (EN) Hannah Ewens, Billie Eilish: the pop icon who defines 21st-century teenage angst, in The Guardian, 29 marzo 2019. URL consultato il 25 aprile 2019.
  133. ^ (EN) Is Billie Eilish vegan?, su PopBuzz. URL consultato il 12 luglio 2019 (archiviato dall'url originale il 28 marzo 2019).
  134. ^ (EN) Joe Mathews, What Billie Eilish's Highland Park Neighborhood Tells Us About 21st-Century California | Connecting California, su Zócalo Public Square, 21 gennaio 2020. URL consultato il 7 novembre 2020.
  135. ^ (EN) Callie Ahlgrim, Billie Eilish almost went to therapy for her childhood obsession with Justin Bieber, su Insider. URL consultato il 7 novembre 2020.
  136. ^ (EN) Hannah Sparks, Billie Eilish's mom almost put her in therapy over Justin Bieber obsession, su New York Post, 8 luglio 2020. URL consultato il 7 novembre 2020.
  137. ^ (EN) Emily Kirkpatrick, Billie Eilish Almost Went to Therapy Over Her Justin Bieber Obsession, su Vanity Fair. URL consultato il 7 novembre 2020.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN19151246542344130590 · ISNI (EN0000 0004 6748 058X · LCCN (ENno2017154277 · GND (DE1182709559 · WorldCat Identities (ENlccn-no2017154277