Cyndi Lauper

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Cyndi Lauper
Cyndi Lauper nel 2008.
Cyndi Lauper nel 2008.
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Genere Pop rock[1]
New wave[1]
Periodo di attività 1980 – in attività
Etichetta Portrait / Epic (1982–1986)
Epic (1987–1998)
Edel (1999–2002)
Daylight / Epic (2003–oggi)
Album pubblicati 12 (+ 2 EP + 2 video live)
Studio 10 (+ 2 EP)
Live 2 videoconcerti
Raccolte 2 (ufficiali)
Sito web
Logo2556.png

Cyndi Lauper, nome d'arte di Cynthia Ann Stephanie Lauper (New York, 22 giugno 1953), è una cantante e attrice statunitense.

Ha fatto parte di molte cover band prima degli inizi della sua carriera, cantando principalmente brani di Jefferson Airplane, Led Zeppelin e Bad Company.

Nel 1978, grazie all'interessamento di Ted Rosenblatt (suo manager), forma insieme a John Turi il gruppo Blue Angel.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Cyndi Lauper diventa molto popolare con il suo primo album She's So Unusual, del 1983, spopolando soprattutto tra i teenagers, in parte per il suo look anticonformista che prende spunto dal punk rock delle origini e soprattutto per la voce così particolare: potente e melodica al tempo stesso, pulita e graffiante al momento giusto. Le sono valsi, nel 1985, un Grammy Award come "Best New Artist" («Migliore Artista Esordiente»), una nomination nella categoria "Album of the Year" («Album dell'anno»), per She's So Unusual ed una nomination nella categoria "Song of the Year" («Canzone dell'anno»), per Time after Time.

Complice è stato anche il nuovo canale musicale statunitense MTV che agli albori della sua storia, ha saputo lanciare Cyndi Lauper come una delle prime icone pop a livello mondiale; la rotazione continua dei suoi video, come Girls Just Want to Have Fun (Best Female Video agli "MTV Music Awards" del 1984) e Time after Time, ha contribuito al proprio successo. In un cameo, Cyndi Lauper si nota nel film del 1985, I Goonies, in cui canta il tema principale (The Goonies 'R') Good Enough.

Insieme ad altri artisti interpreta il brano We Are the World, nel progetto di beneficenza USA for Africa, dove, vince il premio per il "National Academy of Recording Arts & Sciences Award" come Vocalist on Record Of The Year. Dopo aver partecipato ad alcuni show del wrestling nella WWE, registra anche delle backing vocals per la compilation The Wrestling Album" con lo pseudonimo di Mona Flambé. Con il secondo album, True Colors, del 1986, Cyndi Lauper rivela un sound più maturo ed una maggiore sensibilità, sia vocale che sociale: oltre a riprendere Maybe He'll Know, vecchio brano del 1980 dei Blue Angel, dalle spiccate sonorità anni sessanta, reinterpreta What's Going On di Marvin Gaye.

L'album vanta, inoltre, una delle canzoni più conosciute della Lauper, True Colors ed anche il brano di apertura Change of Heart; due singoli più di successo tratti dal long playing. Tra gli altri brani del disco, spicca il brevissimo episodio tribale di Iko Iko e Boy Blue, quarto singolo estratto dall'album, canzone scritta e dedicata ad un amico molto vicino alla Lauper, affetto dal virus HIV. È nota la versione live a Le Zénith di Parigi di Boy Blue, pubblicata nel 1989 come lato B per I Drove All Night e da cui è stato tratto il videoclip, a suo tempo sponsorizzato molto da MTV America.

Nel 1987, Cyndi Lauper viaggia per l'Unione Sovietica, in un progetto di collaborazione con scrittori sovietici ed ha intrapreso, verso la fine degli anni '80, anche una carriera cinematografica. Il terzo album, A Night to Remember del 1989, è ben accetto dalla critica, ma non altrettanto dal pubblico: nonostante i numerosi singoli estratti, l'unica vera hit è I Drove All Night di Billy Steinberg e Tom Kelly, scritta in origine per Roy Orbison. Nel 1990, al concerto di Roger Waters, The Wall, a Berlino, esegue una performance di Another Brick in the Wall Part II; nel 1992, prende parte a Tycoon, versione inglese dell'opera rock franco-canadese Starmania, dove reinterpreta la cover di "Le monde est stone" diventata "The World is Stone" insieme ad un'altra canzone, "Les uns contre les autres" in "You Have to Learn to Live Alone".

Il quarto album, Hat Full of Stars del 1993, viene premiato dalla critica come un album maturo, sia per le tematiche affrontate nelle canzoni che per le doti vocali di Cyndi Lauper; non ha promozione dalla casa discografica e in termini di vendite l'album non ha un buon successo, ma la title-track, "Who Let In The Rain" e "Sally's Pigeons" entrano a far parte del suo repertorio classico. Stessa sorte per il successivo quinto album, Sisters of Avalon del 1997; suo personale tributo alla donna, nelle cui note di copertina rovescia la classica frase, scrivendo: «Dietro ogni donna vincente si nasconde un'altra donna»: il riferimento è alla produttrice e coautrice della maggior parte dei brani, Jan Pulsford. Tra i pezzi dell'album, oltre alla title-track, spicca "The Ballad of Cleo & Joe", che narra la storia di un uomo, Joe, che, terminato il lavoro diurno, torna a casa per traverstirsi e diventa la drag queen Cleo.

È co-director nel video "I Drove All Night" del 1989 e regista di alcuni altri suoi videoclip. Ha composto le musiche per il film thriller Terror Island del 2002. Nel 2004 pubblica, per il solo mercato giapponese, l'album Shine. Si è dedicata inoltre a due progetti alternativi: nel 2003, reinterpreta alcuni classici del passato, inserendoli nell'album di cover At Last; nel 2005, riarrangia in The Body Acoustic alcuni pezzi dal suo repertorio, come "True Colors", in chiave acustica. Molte le partecipazioni: Shaggy, Ani DiFranco, Adam Lazzara, Jeff Beck, Puffy AmiYumi e Sarah McLachlan.

Fino al 2005, ha venduto sessanta milioni di copie (album) nel mondo. Per la reinterpretazione di "Unchained Melody", presente nell'album "At Last", ai Grammy Awards del 2005 Cyndi Lauper ha ricevuto una nomination nella categoria Best Instrumental Composition Accompanying a Vocal («Migliore composizione strumentale di accompagnamento a una performance vocale»). Nel 2006, ha debuttato anche a teatro, a Broadway, nel remake di The Threepenny Opera e ha diretto la pubblicità per l'edizione Totally 80's del gioco da tavolo Trivial Pursuit della Hasbro.

Il 16 ottobre 2006, è entrata a far parte della Long Island Music Hall of Fame. Nel 2007, ha ideato e organizzato il True Colors Tour, una lunga tournée a favore della comunità GLBT con l'appoggio della Human Rights Campaign, con ospiti ed artisti musicali. Il tour è stato riproposto nel 2008, nei mesi di giugno e luglio. Nel 2008 esce un nuovo album dalle sonorità dance: Bring Ya to the Brink, disponibile per un primo periodo in Giappone e negli Stati Uniti. L'album è il primo ad essere pubblicato anche in una versione digitale insieme ai singoli estratti quali "Same Ol' Story" e "Into the Night Life" che riescono a scalare la classifica "Dance" di Billboard. Inoltre in Giappone, dove è famosissima, è stata riedita una lussuosa retrospettiva, intitolata The Essential Cyndi Lauper; con una breve ma esaustiva biografia, foto, testi e traduzioni in lingua giapponese.

Cyndi Lauper è stata impegnata inoltre in un tour mondiale che si è svolto tra Giappone, Europa e America Latina. Bring Ya to the Brink ha ricevuto, nel mese di dicembre, una nomination per i Grammy Awards, come "Best Electronic/Dance Album". Nel 2009, Cyndi Lauper viene premiata con 3 "PAM Awards", nella categoria «Best International Female Solo Artist» («Migliore Artista Solista Femminile Internazionale»); il brano "Into The Night Life" viene premiato, nella categoria «Best song by an International Artist» («Miglior Canzone di un Artista Internazionale»); viene premiato, inoltre, l'album Bring Ya to the Brink, come «Best Pop/Dance Album by an International Artist» («Miglior Album Pop/Dance di un Artista Internazionale»).

Nel 2010 oltre a promuovere insieme a Lady Gaga una linea di rossetti per una raccolta fondi a scopo benefico, Cyndi Lauper lascia trapelare l'uscita di Memphis Blues, un album di cover in chiave Blues, registrato a Memphis, la cui data di pubblicazione è fissata per il prossimo 22 giugno. Negli USA "Just Your Fool", primo singolo tratto dall'album, è uscito il 17 maggio e disponibile su iTunes. Cyndi Lauper è sposata con l'attore David Thornton dal 1991, hanno un figlio, Declyn Wallace Thornton Lauper, nato il 19 novembre 1997.

Cyndi Lauper è, tra l'altro, una grande amica di Patty Labelle (madrina del figlio), nonché di Boy George che le ha ceduto l'intro storica di True Colors, già intro della canzone che dà il titolo al secondo e più famoso album dei Culture Club (il gruppo storico del cantante) Colour by Numbers del 1983. Piuttosto curiosamente, questa canzone comparirà nella ristampa del 2004 come bonus track. Infatti Colour by Numbers originariamente era un lato B inedito; pur se risuonata dai musicisti della Lauper, la breve introduzione, interamente basata sulle percussioni che Cyndi suona anche all'inizio del video di True Colors, sembra quasi campionata dall'originale Colour by Numbers dei Culture Club.

Sperimentando nuovi stili in ogni album, Cyndi Lauper è stata riconosciuta come artista eclettica o Indie. Fin dagli anni Ottanta Cyndi Lauper è stata messa a confronto con Madonna, dall'acconciatura stravagante al modo di esibirsi davanti al pubblico, sebbene talvolta in maniera del tutto fuorviante.[non chiaro]

Biografia dettagliata[modifica | modifica wikitesto]

Cyndi Lauper (Cynthia Ann Stephanie Lauper) è nata il 22 giugno 1953, a Ozone Park, Queens, New York, da Fred Lauper e Catrine Dominique Mey (padre di origine teutonica e madre di origine palermitana). È in contatto per lo più epistolare coi parenti siciliani di Palermo. All'età di 12 anni, inizia a suonare la chitarra e a scrivere le prime canzoni. Abbandona le scuole superiori e inizia a viaggiare, soprattutto per il Canada, ritornando poi a New York.

Gli inizi[modifica | modifica wikitesto]

Nella metà degli anni Settanta, Cyndi Lauper fa parte di molte cover band, cantando canzoni di Jefferson Airplane, Led Zeppelin, Bad Company. Nel 1978 crea una sua band pop rock insieme a John Turi, i Blue Angel. Il gruppo era formato da 5 componenti: Cyndi Lauper (voce); John Turi (tastiere); Johnny "Bullet" Morelli (percussioni); Lee Brovitz (basso) e Arthur "Rockin' A" Neilson (chitarra). Il gruppo era stato messo insieme anche grazie all'aiuto di Ted Rosenblatt (manager). Nel 1980 i cinque realizzano il primo album, l'omonimo Blue Angel, ma poco dopo la band si scioglie. La Lauper, a corto di denaro, inizia a lavorare come commessa, continuando comunque a coltivare la propria passione e a scrivere canzoni.

Tra le canzoni dei Blue Angel, nel 1986 Cyndi Lauper ha riproposto Maybe He'll Know, dal suo secondo album, True Colors, e nel 1995 ha reinterpretato I'm Gonna Be Strong, per il suo primo greatest hits: Twelve Deadly Cyns... and Then Some. Nel 2008, Cyndi Lauper ha riproposto Anna Blue nella seconda edizione del True Colors Tour, durante l'esibizione live del 19 giugno, in Florida, al Bank Atlantic Center.

1983-1987[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1981, mentre canta in un locale newyorkese, la Lauper incontra David Wolff, che diventa suo manager e riesce a procurarle un contratto con la Portrait Records, una sottoetichetta della Columbia Records.

She's So Unusual[modifica | modifica wikitesto]

Nel dicembre del 1983 esce l'album solista di Cyndi Lauper: She's So Unusual, album di debutto che presenta un mix equilibrato di ottima fattura di pop-rock che strizza l'occhio sia agli adolescenti che alla musica dance; con voci che si rifanno a un punk dal sound new wave.L'album viene promosso per lo più nel 1984 e diventa subito un successo internazionale.

She's So Unusual è un titolo programmatico che suona letteralmente: «lei è così inusuale», ma meglio traducibile come «lei è così fuori dal comune» oppure come «lei è così fuori dagli schemi», che forse rende ancora meglio l'idea. Cyndi Lauper, in relazione al personaggio da lei adottato, compare sulla coloratissima immagine di copertina davanti a un locale che cade a pezzi come una zingara: a piedi scalzi e con i vestiti stracciati e coloratissimi. Le sole scarpe sono ritratte anche sul retro dell'album ed in copertina, in un quartiere evidentemente disagiato, con un muro pieno di graffiti sullo sfondo; dove le scarpe,con un vistoso buco sulla suola, sono lasciate al suolo come abbandonate a sé stesse.

Curiosamente, il brano che funge praticamente da semi-title-track presenta invece il pronome personale al maschile he in "He's So Unusual": penultimo brano del disco, brevissimo e tagliente nel testo, essenziale e per niente ermetico, anzi, lapalissiano è dir poco; dove si parla di un personaggio evidentemente effeminato in cui la musica da bistrot, col suo incedere retrò, suggerisce infatti che la vicenda si svolga in un'epoca ormai lontanissima, visto che siamo nel Nuovo Millennio ormai, per l'esattezza l'inizio del secolo scorso, in cui, se si vuole proprio parlare di omosessualità, sarebbe più corretto riferirsi ad un generico status di effeminatezza o tutt'al più ad una omosessualità ante litteram.

"He's So Unusual" inaugura una tradizione che Cyndi ripeterà puntualmente negli album successivi, almeno fino a un certo punto, che consiste nell'inserire sempre un brano del genere, con temi diversi, ma con una base fondata sempre su un pezzo brevissimo, accompagnato per tutta la sua breve durata da un disco gracchiante campionato da un vero vinile (questo permette un allontanamento cronologico dalla vicenda, il che permette, a sua volta, di prendere o meno le dovute distanze dall'argomento trattato), il cui testo è spesso l'unico dell'intera tracklisting ad essere riportato in una trascrizione manuale, invece che con caratteri a stampa, computerizzati o di altro tipo, comunque non manuale, mentre la musica è caratterizzata, oltre che dall'atmosfera datata e dal sample del vinile che gracchia, da un volume estremamente ridotto, ai limiti dell'udibile, con la voce di Cyndi che sembra quasi registrata a distanza. Su A Night to Remember, per esempio, il brano della serie in questione sarà "Kindred Spirit", le cui uniche due strofe che lo compongono vengono poste per intero in chiusura del lavoro, con la prima delle due che funge anche da Intro, sfumando sull'inizio del primo singolo estratto e brano d'apertura del long playing, "I Drove All Night". Le variazioni sul tema comunque non mancano: sullo stesso She's So Unusual, il brano "He's So Unusual", che costituisce la penultima traccia, si conclude sull'inizio del brano intitolato "I'll Kiss You" (pubblicato, tra l'altro, anche come promo), durante il quale si può udire chiaramente la Lauper continuare a cantare frasi spezzate, evidentemente appartenenti al testo del brano precedente.

Il primo singolo scelto per promuovere l'album è Girls Just Want to Have Fun («le ragazze vogliono soltanto divertirsi»); diventa presto un vero e proprio inno, non esclusivamente femminista. Altre hit sono Time after Time, una ballata che sarà successivamente riproposta da oltre 70 artisti. "She Bop" è un altro inno, stavolta alla masturbazione femminile. Il piccante testo recita, tra l'altro: «Dicono che farei meglio a smettere, se non voglio diventare cieca» e «Spero che almeno Lui lassù capisca», con il riferimento diretto a Dio - oltre al pronome personale maschile He, «lui», che è infatti inequivocabilmente scritto in maiuscolo, accanto compare una freccia che punta verso l'altro, come ad esprimere il concetto «Lui che sta lassù» - che le crea non pochi problemi da parte dei bempensanti.

Un altro singolo che ottiene un grandissimo successo è il brano di apertura, che col suo titolo altrettanto inequivocabile, "Money Changes Everything" («Il denaro cambia tutto»), e un testo che narra la storia di una ragazza che molla il suo fidanzato per un uomo più ricco, sembra spiazzare tutti coloro che si sono fatti un'idea ben precisa della ragazza scalza dai capelli multicolore e gli abiti stracciati da zingara, ma bisogna precisare che il brano, non composto né da Cyndi né da nessuno del suo entourage, è in realtà una cover, che non fa che mettere in risalto anche le straordinarie doti interpretative della trasgressiva cantante.

Le doti di Cyndi Lauper non vacillano neanche nel difficile compito di cimentarsi con un brano di Prince, "When You Were Mine". Molti hanno creduto a lungo che il pezzo fosse un duetto della Lauper con lo stesso Prince, perché il brano è quasi tutto a due voci, in due diverse tonalità, una più alta e una più bassa, mentre, in realtà, tutte le voci, anche quelle più basse, sono della stessa Cyndi, che ha cercato di fare suo il brano, senza snaturare troppo l'originale, riuscendoci a tal punto che, a tratti, sembra veramente di sentire cantare Prince.

USA for Africa[modifica | modifica wikitesto]

« Well, well, well, let's realize that a change can only come (Cyndi Lauper)

When we (Kim Carnes) stand together as one (Kim Carnes/Cyndi Lauper/Huey Lewis) »

(Cyndi Lauper in una strofa di "We Are The World")

Nel 1985, partecipa al progetto di beneficenza USA for Africa, cantando in "We Are the World". Si ricorda il momento in cui insieme a Kim Carnes (reduce dal successo di Bette Davis Eyes) chiude l'ultimo verso della seconda strofa, emettendo una serie di acuti, prima del ritornello. Vince un Grammy Award per la categoria Best New Artist («Miglior Artista Emergente») e riceve anche una nomination nella categoria Album of the Year («Album dell'anno») per l'album di debutto She's So Unusual.

Conta diverse partecipazioni nel mondo del wrestling WWE.

(The Goonies 'R') Good Enough[modifica | modifica wikitesto]

Fa il suo debutto cinematografico per pochissimi secondi nel film di Richard Donner e Steven Spielberg: I Goonies; interpretato dall'allora tredicenne Sean Astin e da Josh Brolin. In un cameo canta il tema principale: "(The Goonies 'R') Good Enough". Questa pezzo viene pubblicato come singolo; sul lato B c'è anche "What a Thrill", un'altra canzone di importanza minore per la colonna sonora del film ed in generale episodio tra i meno riusciti della sua discografia. Per "(The Goonies 'R') Good Enough" vengono realizzati due videoclip, collegati l'uno all'altro ed ispirati alla trama del film. La popolarità di "(The Goonies 'R') Good Enough" non è paragonabile al successo di Girls Just Want to Have Fun anche se resta uno dei successi per cui Cyndi Lauper viene ancora oggi ricordata.

True Colors[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1986 Cyndi Lauper pubblica il suo secondo album, True Colors rivelando un sound più maturo e una maggior sensibilità. Collaborano all'album Nile Rodgers, Aimee Mann, Billy Joel e The Bangles. Anche se l'album non ottiene il successo del precedente, presenta comunque diverse hit: la title-track "True Colors", il brano di apertura "Change of Heart" e una cover di un pezzo storico di Marvin Gaye, intitolato "What's Going on". Tra gli altri brani del disco spiccano il brevissimo episodio tribale costituito dalla vecchissima "Iko Iko" (che in una ben più lunga performance dal vivo, Cyndi suona anche le percussioni) e "Boy Blue", scritta e dedicata ad un amico molto vicino alla Lauper, affetto dal virus HIV e poi deceduto.

"Boy Blue" è il quarto singolo estratto dall'album e pubblicato nel 1987 il cui ricavato è stato donato per la ricerca all'AIDS. È nota un'altra versione di "Boy Blue" da cui è stato tratto il videoclip del singolo, sponsorizzato molto da MTV America; è quella del concerto del 1986, ripreso anche in VHS, tenutosi a Le Zenith di Parigi. La versione "live" di "Boy Blue" verrà poi pubblicata nel 1989 come lato B nel singolo "I Drove All Night". Sul lato B del singolo "True Colors" troviamo invece un pezzo inedito, non inserito nell'album: "Heading for the Moon". Sempre nel 1987, la Lauper viaggia per l'Unione Sovietica, in un progetto di collaborazione con alcuni scrittori sovietici.

1988-1998[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1988, recita il suo primo vero ruolo da protagonista nella commedia Il segreto della piramide d'oro (Vibes), insieme a Jeff Goldblum e Peter Falk. Il film al box-office risulta un vero flop ed anche la sua colonna sonora, con "Hole in My Heart (All the Way to China)", interpretata dalla stessa Cyndi, non ottiene i risultati sperati.

A Night to Remember[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1989, esce il terzo album, A Night to Remember, che è ben accetto dalla critica, ma non altrettanto dal pubblico. L'unica hit è il primo singolo, "I Drove All Night", ma il lavoro contiene diverse altre canzoni degne di nota, come la ballad "Unconditional Love" (scritta dalla coppia inossidabile Steinberg/Kelly, poi reinterpretata dalla ex-Bangles Susanna Hoffs, in una versione leggermente modificata dagli autori, espressamente per la Hoffs), la title-track "A Night to Remember", la divertente "Insecurious" (crasi tra le parole insecure, «insicuro», e curious, «curioso», a creare un inesistente lemma «insicurioso»), la scatenata "Primitive" e la splendida "Heading West" (tra i singoli estratti). A detta di molti, l'insuccesso dell'album sarebbe dovuto al fatto che, in questo lavoro, Cyndi sceglie di cantare riducendo al massimo sia le tonalità più acute che i suoi leggendari urletti, preferendo invece un registro più basso e un tono di voce più caldo e melodioso.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1990, la Lauper canta "Another Brick in the Wall Part II", nella famosa performance di Roger Waters, The Wall - Live in Berlin, a Berlino. Nel 1992, prende parte, a fianco di Céline Dion, Tom Jones, Kim Carnes, Nina Hagen, Willy Deville e tanti altri, a Tycoon, versione inglese dell'opera rock franco-canadese Starmania, dove reinterpreta la reinterpretazione di "Le monde est stone" ed un'altra canzone, "Les uns contre les autres", che diventa invece "You Have to Learn to Live Alone". "The World Is Stone" è una ballata, composta da Michel Berger; il testo originale, in francese, è stato scritto da Luc Plamondon. L'adattamento in inglese di "The World Is Stone" è a cura di Tim Rice.

Pur non essendo stato pubblicato negli Stati Uniti, il singolo "The World Is Stone" dove tra l'altro compare anche "You Have to Learn to Live Alone", ha un notevole successo in molti paesi: nel Regno Unito, per esempio, si piazza al 15#; in Francia si guadagna un doppio disco di platino, riuscendo a rimanere per ben 3 mesi nella "top five" dove arriva al 2#. Nel 1993, Cyndi continua la sua carriera nel cinema: recita a fianco di Michael J. Fox nel film Cercasi superstar, mentre per la TV comincia una serie di comparse, con il personaggio di Marianne Lugasso, nella sit-com Mad About You (in Italia, è Innamorati pazzi, ma è tradotto o conosciuto anche come Baci in prima pagina).

Hat Full of Stars[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1993 esce anche il suo quarto album, Hat Full of Stars, che non ottiene molto successo, nonostante contenga alcuni brani, come il brano d'apertura "Who Let in the Rain", la title-track "Hat Full of Stars" e la tenera ballata "Sally's Pigeons", entrati di diritto nel repertorio storico della cantante. Quest'ultima canzone è, per stessa ammissione di Cyndi, "un piccolo omaggio a Tiny Dancer", una delle più grandi canzoni di Elton John e Bernie Taupin. La cantante ha inoltre dichiarato che quella canzone la emozione ogni volta che l'ascolta[2].

Twelve Deadly Cyns... and Then Some[modifica | modifica wikitesto]

Cyndi Lauper con un'insolita pettinatura blu

Visti i recenti insuccessi commerciali, nel 1994 pubblica il suo primo greatest hits, il cui titolo è in pieno stile Lauper. Twelve Deadly Cyns... and Then Some presenta infatti, nella sua prima parte di titolo, un gioco di parole che vuol essere una specie di parodia ironica della frase inglese Seven Deadly Sins, che significa «I sette peccati mortali»; Cyndi ne aumenta il numero, fino a farlo corrispondere a quello delle tracce inserite nel disco, e inoltre modifica la grafia della parola «peccati», che in inglese è sins, creando così un'assonanza fono-grafica con il diminutivo del suo nome, cioè Cyn (che si pronuncia esattamente come sin).

La compilation, che contiene anche una versione inedita, rivisitata in chiave moderna, di "Girls Just Want to Have Fun", con un nuovo ritornello aggiunto, da cui deriva il nuovo sottotitolo, "Hey now", viene presentata anche in Italia: al Roxy Bar, condotto da Red Ronnie, e alla manifestazione Vota la voce, su Canale 5. MTV Europa accetta di trasmettere massicciamente il video di "Hey Now (Girls Just Want To Have Fun), diretto dalla stessa Lauper e ispirato ai film di Federico Fellini. Cyndi sfila insieme ad un gruppo di drag queen, perché "tutte le donne hanno diritto ad una vita felice", anche quelle che non sono donne all'anagrafe.

Poco dopo, anche Annie Lennox e Gloria Estefan useranno delle drag queen per i loro video, rendendo visibile un fenomeno di costume prima di allora poco conosciuto o visto con sospetto. La collection ottiene un buon successo di mercato in Europa e in Giappone, mentre ottiene un riscontro meno buono negli Stati Uniti, dove viene promosso in un secondo momento. Il secondo singolo estratto dal greatest hits è "I'm Gonna Be Strong", rifacimento di un brano di J. Pitney già usato ai tempi dei Blue Angel, che viene accompagnato da un video diretto dalla stessa Lauper e che MTV trasmise sporadicamente nel 1995. Il terzo singolo, Come on Home, usato per la promozione negli States e accompagnato da diversi remix da discoteca, non ebbe a supporto nessun video promozionale. Alla domanda "Adesso che sei tornata al successo commerciale cosa farai?", Cyndi risponde "Sto già scrivendo un nuovo album, ha iniziato a prendere forma mentre ero in Italia con le mie drag queen per fare promozione televisiva. Sarà un album in cui mi esprimerò liberamente, seguendo la rotta che ho intrapreso con Hat Full of Stars".

Sisters of Avalon[modifica | modifica wikitesto]

Cyndi Lauper torna con un nuovo album di inediti di studio soltanto nel 1997, quando pubblica Sisters of Avalon, dove affronta temi complessi e profondi, come il femminismo e l'omosessualità. Tra i brani, dalle sonorità molto diverse rispetto all'abituale stile della Lauper, spiccano la title-track "Sisters of Avalon" e l'unico episodio dance (nonostante il titolo fuorviante) del disco, "The Ballad of Cleo & Joe" (cfr., supra, l'Intro, per approfondire aspetti legati a questo album del 1997).

Merry Christmas... Have a Nice Life[modifica | modifica wikitesto]

Esce invece nel 1998 un album a tema natalizio: Merry Christmas... Have a Nice Life, ultimo album (come da contratto) pubblicato dalla Epic Records (sottoetichetta prima della CBS e poi della Sony).

2001-2006[modifica | modifica wikitesto]

Shine[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2001, Shine la vede tornare alla ribalta anche con sonorità più pop-rock. Purtroppo, l'uscita ufficiale dell'album è solo per il mercato giapponese e viene posticipata al 2004. Le cause sono dovute alla bancarotta della casa discografica Edel America Records (divisione della casa tedesca Edel Music): Cyndi ha così perso molto tempo, impegnata a riprendersi i diritti legati al disco, che era stato fatto uscire nel 2001 solo in via promozionale. Riesce comunque a trovare un'altra casa discografica disposta a pubblicare un EP nel 2002 e un remix del singolo della title-track "Shine", nel 2003.

Compone le musiche del film Terror Island, nel 2002, inserendovi anche una sua canzone, "Water's Edge". Sempre nel 2002, è stata in tour con Cher, in alcune date del Living Proof: The Farewell Tour come artista di supporto.

At Last[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2003 viene pubblicato At Last un album di cover in cui Cyndi Lauper, con un nuovo contratto della Sony-Epic, reinterpreta dei classici degli anni quaranta, cinquanta e sessanta.

Cyndi promuove l'album con tre brani: "Walk on By", scritta da Burt Bacharach ed interpretata, nel 1964, da Dionne Warwick; "Stay", scritta da Maurice Williams ed interpretata per la prima volta, sempre nel 1964, da Four Seasons; e "Until You Come Back to Me", scritta da Stevie Wonder nel 1960 insieme a Morris Broadnax e Clarence Paul, e reinterpretata, nel 1973, anche da Aretha Franklin.

At Last riesce a vendere 4 milioni e mezzo di copie. Sia in Australia che negli USA, l'album è nella Top 40 dei CD più venduti. Era dal 1994, con la raccolta Twelve Deadly Cyns... and Then Some, che un album di Cyndi Lauper non vendeva così tanto.

Nel 2004 la Lauper s'imbarca per "The At Last Tour", un tour internazionale in cui farà il giro del mondo tra USA, Australia e Giappone. Per il successo insaspettato dell'album, nato come un modesto side project, la Sony decide di pubblicare il DVD Live... At Last, in cui viene riproposta la performance di New York, registrata l'11 marzo 2004, al Town Hall.

VH1Divas Live e Grammy Awards[modifica | modifica wikitesto]

Cyndi Lauper ha preso parte allo show VH1 Divas Live. In apertura si è esibita con Patty Labelle e Jessica Simpson in "Lady Marmalade", con Sheila E. ha cantato "Stay", e ha poi reinterpretato la sua "Time after Time" insieme alla sola Patty Labelle. Un altro classico personale riproposto da Cyndi Lauper è stato "Girls Just Want to Have Fun", durante l'80 Medley Finale. Presenti alla manifestazione anche Debbie Harry (cantante storica dei Blondie di "Heart of Glass"), Joss Stone, Ashanti e le giovani scatenate Pussycat Dolls, con le quali si è esibita, in chiusura di concerto, con una ripresa di "New Attitude".

Nel 2005, ai Grammy Awards, Cyndi Lauper ha avuto una nomination per "Unchained Melody", nella categoria Best Instrumental Composition Accompanying a Vocal («Migliore composizione strumentale in accompagnamento a una performance vocale»).

The Body Acoustic[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2005 la Lauper pubblica The Body Acoustic, in cui reinterpreta stavolta alcuni dei suoi classici, come "True Colors" in chiave acustica, insieme anche ad altri artisti partecipanti, come Shaggy, Ani DiFranco, Adam Lazzara, Jeff Beck, Puffy AmiYumi e Sarah McLachlan. Sin dall'uscita dell'album Cyndi Lauper ha ricominciato a guadagnare consensi a tutti i livelli.

Teatro e Decades Rock Live[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2006, ha debuttato anche a teatro, a Broadway, nel rifacimento di The Threepenny Opera. Ha diretto la pubblicità dell'edizione Totally 80's del gioco da tavolo Trivial Pursuit. VH1 Classic le ha dedicato uno speciale: Decades Rock Live, in cui Cyndi Lauper ha avuto l'occasione di esibirsi e duettare con molti altri artisti, quali Shaggy, Scott Wieland (Velvet Revolver, Stone Temple Pilots), Pat Monahan (Train), Ani DiFranco e The Hooters. Il 16 ottobre 2006 è entrata a far parte della Long Island Music Hall of Fame.

2007-2009[modifica | modifica wikitesto]

True Colors Tour[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2007 ha ideato ed organizzato il True Colors Tour, una serie di concerti, in supporto alla comunità GLBT e all'organizzazione Human Rights Campaign. Il True Colors Tour ha toccato gli USA e il Canada, insieme ad ospiti e artisti musicali come Debbie Harry dei Blondie, Erasure, The Dresden Dolls, Rufus Wainwright, The Gossip. Il tour è stato seguito e sponsorizzato da Logo, network televisivo di MTV America.

Nel 2007 con gli Erasure, Cyndi Lauper ha registrato un nuovo pezzo, "Early Bird", in programma nella scaletta del True Colors Tour e pubblicato sull'extended play Storm Chaser del duo, formato da Vince Clarke e Andy Bell. Dopo il True Colors Tour, Cyndi Lauper è stata in Sudamerica e in Giappone, per alcuni concerti.

Nel 2007 è stato pubblicato il brano "The Lady in Pink", nella colonna sonora di un lungometraggio animato, della serie The Backyardigans. La Lauper è nel cast di un nuovo film, Here and There, diretto da Darko Lungulov; per la pellicola, Cyndi ha composto una nuova canzone, intitolata "Heart and Soul".

Bring Ya to the Brink[modifica | modifica wikitesto]

Il 10 febbraio 2008, Cyndi Lauper ha fatto parte della 50ª edizione dei Grammy Awards, dove ha premiato Amy Winehouse come Best New Artist («Migliore Artista Emergente»). Inoltre, la nuova "Set Your Heart" nel 2008 è stata utilizzata, in Giappone, per pubblicizzare il modello di auto MarkX Zio della Toyota. Nel 2008, per un breve periodo, sulla pagina MySpace dei Basement Jaxx, è stata inserita una canzone in cui Cyndi Lauper canta "I'm from NY". Nel 2008, a cavallo tra febbraio e marzo, la Lauper è stata in Australia, per la promozione di un mini-tour di 8 date tra Perth, Melbourne, Sydney e Brisbane. Viene poi data la notizia riguardo l'evento del True Colors Tour che si rinnova per i mesi di giugno e luglio, con la partecipazione di nuovi artisti e gruppi musicali.

Con largo anticipo, trapelano in rete sia il titolo che la data d'uscita sul mercato giapponese del nuovo album di Cyndi Lauper: alcuni siti musicali, come il sito della HMV giapponese, pubblicano una scheda dettagliata, con l'immagine della copertina, una tracklisting e la data, con informazioni tecniche per un eventuale prenotazione all'acquisto; si scopre così che, una volta scartato il titolo provvisorio Savoir Faire, il nuovo album s'intitola Bring Ya to the Brink (la copertina dell'album figura anche nel libretto interno della citata raccolta giapponese The Essential Cyndi Lauper) e che in Giappone l'uscita è prevista per il 14 maggio 2008. La notizia della pubblicazione di un album imminente sul sito ufficiale di Cyndi Lauper viene invece data il 4 aprile: negli USA, Bring Ya to the Brink esce il 27 maggio.

Nel 2008 Cyndi Lauper ha collaborato insieme a David Byrne (Talking Heads), nel suo nuovo album: Here Love Lies. Un'altra artista che ha collaborato all'album, è stata Tori Amos. Cyndi Lauper promuove "Set Your Heart", in Giappone, con uno showcase e alcune apparizioni TV, dove rilascia interviste e dove si esibisce in varie performance dal vivo ("True Colors" con il dulcimer e "Set Your Heart"); annunciando inoltre il suo ritorno con alcune date ed un tour. Negli USA, viene pubblicato, il 6 maggio 2008 "Same Ol' Story", singolo digitale per ITunes, con 7 remix. "Same Ol' Story" è il primo singolo estratto da Bring Ya to the Brink. Negli USA, Cyndi Lauper ha partecipato in alcuni show televisivi, per promuovere sia "Same Ol' Story", l'album in uscita, che il True Colors Tour del 2008.

Il 19 maggio, partecipa a New York alla serata "NewNowNext", organizzata da Logo-MTV, in cui presenta le nomination in gara e si esibisce con un altro brano, "Into The Night Life". Il 20 maggio, viene girato allo Splash Bar di New York il videoclip per uno dei nuovi brani: "Into the Night Life". Partecipa alla registrazione di una nuova puntata di Così gira il mondo, soap-opera che negli Stati Uniti è mandata in onda dalla CBS, dove si esibisce con "True Colors" ed il nuovo brano "Into The Night Life"; Cyndi Lauper viene intervistata anche per il "dietro le quinte" del programma.

Il 31 maggio, ha invece inizio la seconda edizione del True Colors Tour; tra gli ospiti Rosie O'Donnell, The B-52's, Joan Jett and the Blackhearts, The Cliks, Indigo Girls, Kat Deluna, Joan Armatrading, Regina Spektor, Tegan and Sara, Nona Hendryx, Deborah Cox, Wanda Sykes. Carson Kressley di Queer Eye for the Straight Guy è stato l'MC. Sarah McLachlan è stata al concerto del "Burnaby", nel British Columbia.

In Europa, nel mese di maggio, su Channel ARTE canale franco-tedesco, visibile anche in rete, viene mandato in onda uno speciale su Cyndi Lauper, e le foto realizzate da Stephanie Schneider, per l'album Bring Ya to the Brink. Il 13 luglio Cyndi Lauper è stata al G-A-Y Club di Londra; special guest è stato Richard Morel. Cyndi Lauper ha eseguito 8 canzoni. L'8 settembre è uscito nel Regno Unito, "Into the Night Life" in formato digitale; secondo singolo estratto da Bring Ya to the Brink e primo singolo a sponsorizzare, ufficialmente in Europa, il nuovo album. Nell'articolo "Hope" pubblicato dal the Huffington Post, Cyndi Lauper si schiera a favore di Barack Obama, per le elezioni presidenziali degli Stati Uniti. Inoltre il 30 agosto 2008 si è esibita insieme a Thelma Houston, Melissa Etheridge e Rufus Wainwright alla Convention Nazionale Democaratica 2008, in vista delle elezioni americane.

Tour Mondiale di Bring Ya to the Brink[modifica | modifica wikitesto]

Tra settembre e novembre, Cyndi Lauper è stata in un tour mondiale che ha coinvolto il Giappone, l'Europa e l'America Latina. Il 23 settembre, parte da Osaka (Giappone) il tour mondiale "Bring Ya to the Brink". Osaka, oltre ad essere la prima città ad aprire ufficialmente il nuovo tour della cantante, risulta una delle quattro date giapponesi ad avere il tutto-esaurito.

Il tour mondiale prosegue nel mese di ottobre, in Europa; a cominciare da Manchester, prima data nel Regno Unito, che ha avuto il tutto esaurito, insieme a Londra. È stata poi la volta di Southampton, Birmingham e Glasgow. Dublino (tutto esaurito), è stata una delle due date irlandesi, insieme a Cork. L'unica data francese è stata a "Le Bataclan" di Parigi; insieme a Lussemburgo, sono state altre due date "tutto esaurito". Le altre città che hanno visto nel mese di ottobre Cyndi Lauper in tour per l'Europa, sono state Copenaghen, Oslo, Stoccolma, Vienna e all'"Ave Session" di Basilea ("tutto esaurito"). A novembre, ultime due date in Europa, Cyndi Lauper è stata all'"E-Werk" di Colonia, altra data "tutto esaurito" ed Amsterdam. Concerto cancellato invece in Finlandia, a Lempaala. In Europa, segue per alcune date del tour anche "Rosie and The Goldbug", come gruppo spalla.

La terza e ultima parte del tour mondiale si è svolta in America Latina. Il tour si è prolungato nel mese di novembre anche in Brasile (Belo Horizonte, San Paolo, Rio de Janeiro, Curitiba e Porto Alegre). Cyndi Lauper con il suo tour ha fatto tappa anche in Argentina (Buenos Aires e Córdoba), Cile (Santiago), Perù (Lima) e Venezuela (Caracas). Cyndi Lauper viene accolta molto bene dal pubblico e dai fans. L'ultima data del tour, a Caracas (Venezuela), è stata annullata.

Cyndi Lauper ha registrato "A Christmas Duel",un brano dal sapore natalizio, insieme alla band svedese "The Hives"; disponibile dal 19 novembre, solo come singolo-digitale. Nel mese di dicembre, l'album Bring Ya to the Brink ha ricevuto una nomination, per i Grammy Awards, come "Best Electronic/Dance Album".

Floor Remixes[modifica | modifica wikitesto]

In Giappone, il 21 gennaio 2009 esce "Girls Just Wanna Set Your Heart", un singolo-remix, accompagnato anche da un video, diretto da Karl Giant; nel mese di febbraio, segue anche la pubblicazione dell'album "Floor Remixes", da cui è tratto "Girls Just Wanna Set Your Heart" che racchiude versioni remixes di alcune canzoni, tratte in modo particolare da Bring Ya to the Brink.

Oltre ad aver partecipato alla 51ª edizione dei Grammy Awards, Cyndi Lauper viene premiata con 3 "PAM Awards", nella categoria «Best International Female Solo Artist» («Migliore Artista Solista Femminile Internazionale»); "Into The Night Life" nella categoria «Best song by an International Artist» («Miglior Canzone di un Artista Internazionale»); viene premiato, inoltre, l'album Bring Ya to the Brink, come «Best Pop/Dance Album by an International Artist» («Miglior Album Pop/Dance di un Artista Internazionale»).

il film Here and There e lo Spring/Summer 2009 Tour[modifica | modifica wikitesto]

Per l'album di Jake Shimabukuro, nel 2009 Cyndi Lauper ha registrato una nuova versione, della reinterpretazione "Across The Universe" dei Beatles; una versione differente rispetto a quella già registrata in passato, nel 1989, dalla stessa Lauper e non ancora pubblicata ufficialmente. Nel mese di aprile 2009, è stato presentato al Tribeca Film Festival di New York la première mondiale del film "Here and There", diretto da Darko Lungulov, con David Thornton e Cyndi Lauper.

Annullato il tour europeo, per promuovere il film "Here and There" in uscita, per Cyndi Lauper viene riorganizzato un altro tour, spostato, questa volta, negli Stati Uniti e suddiviso in 3 parti: 2 date, tra maggio e giugno, per lo "Spring 2009 Tour"; tra luglio e agosto, insieme anche a Rosie O'Donnell, con il tour "Girls Night Out" ed infine l'ultima parte, sempre nel mese di agosto, con altre 3 date per il "Summer 2009 Tour".

Bones e Celebrity Apprentice[modifica | modifica wikitesto]

Nel mese di settembre 2009 Cyndi Lauper ha partecipato ad un'altra edizione di "VH1 Divas Live" insieme a Sheryl Crow, Jennifer Hudson e Leona Lewis; la sera stessa è stato mandato in onda su Fox, la première della quinta stagione del serial Bones con l'episodio "La voce dei tarocchi" in cui ha il ruolo di una sensitiva. Nel 2009 Cyndi Lauper ha supportato Komen New York City Race For The Cure. Inoltre ha partecipato a "Celebrity Apprentice" insieme a Sharon Osbourne, Bret Michaels, Darryl Strawberry, giocatore di baseball e Sinbad, nome d'arte di David Adkins, entertainer e attore statunitense.

Nel 2009 Cyndi Lauper ha preso parte alla 82nd Annual Macy's Thanksgiving Day Parade, parata che si è tenuta a New York per il giorno del ringraziamento, ed insieme a Leighton Meester, ha presentato la categoria Woodie of the Year agli "mtvU Woodie Awards". Il 29 novembre 2009 sostituisce Rufus Wainwright al "True Colors Tour Cabaret", uno spettacolo per Broadway, legato al "True Colors Tour" che ha registrato il tutto esaurito. Per essere così vicina alla causa GLBT, Cyndi Lauper è stata nominata "Ally Of The Year" dalla rivista "Out", per "Out 100", che ha stilato per il 2009 un elenco dei 100 personaggi più influenti dell'anno.

2010-2012[modifica | modifica wikitesto]

Memphis Blues ed il tour mondiale '11-'12[modifica | modifica wikitesto]

Oltre a promuovere insieme a Lady Gaga due rossetti e due lipgloss, creati per una raccolta fondi del programma Viva Glam della MAC Cosmetics, il 23 maggio 2010 l'artista ha dato alle stampe l'album Memphis Blues, dedicato a un genere che da sempre ha influenzato la sua musica. L'album, registrato in analogico negli studi storici di Memphis, vanta nomi del calibro di Charlie Musselwhite, B.B. King, Anne Peebles e Johnny Lang. Memphis Blues è stato per 15 settimane consecutive al primo posto della classifica degli album Blues di Billboard. Uscito in Italia il 28 settembre, l'album include cover di classici blues quali Just your fool, estratto come primo singolo, anche Crossroads e Early in the morning che vedono la presenza anche di B.B. King.

La città di New York le riconosce un importante tributo il 27 gennaio 2011 dedicandole una linea di autotrasporti della Gray Line New York bus. L'artista, che campeggia sulla carrozzeria del pullman a due piani, ha tagliato il nastro per la prima corsa del mezzo al Metropolitan Museum of Art, luogo dove nel 1983 registrò il video di Girls Just Want to Have Fun.

Reduce da una trionfale tournée americana e da una nomination ai Grammy nella categoria Blues Album per l'album Memphis Blues, la Lauper ha iniziato a febbraio 2011 una tournée mondiale ottenendo ben presto il "tutto esaurito" che ha toccato Sud America, Giappone e Australia. Per l'estate la parte europea ha previsto alcune date, anche in Italia, in alcuni festival nel Regno Unito, e in Danimarca.

Women Who Rock e Home For The Holidays[modifica | modifica wikitesto]

Oltre ad alcuni show TV statunitensi come "The Rosie Showed", nel 2011 la Lauper è stata ospite nello speciale musicale "Women Who Rock". Inoltre il 12 novembre 2011 ha preso parte a LGBT Center's 14th Annual Women's Event in cui ha presentato e riconosciuto Wanda Sykes con un Celebrity Activist Award. La Lauper il 4 dicembre ha indetto un concerto-evento "Home For The Holidays" per sostenere il True Colors Fund, e a sua volta il True Colors Residence. Inoltre è uno dei volti che sostengono "Come Together", campagna contro l'Aids e l'HIV.

Cyndi Lauper ha pubblicato insieme a Norah Jones il singolo natalizio Home For The Holidays ed un'altra canzone Blue Christmas entrambe uscite il 1º novembre 2011 per Giappone, Austria, Germania, Francia, Regno Unito e USA, mentre il 2 novembre vede l'uscita di To Memphis, With Love CD+DVD registrato a Memphis, nel dicembre 2010. Tra il 6 ed il 12 gennaio 2012 Cyndi Lauper e Jon Sedaca hanno registrato negli Area 51 NYE Studios, a Manhattan un duetto Still I Rise, già presentato durante la manifestazione "Home For The Holidays".

Nel 2012 Cyndi Lauper ha continuato il tour di Memphis Blues, nel mese di marzo, in Giappone, tra Niigata, Tokyo, Osaka e Nagoya, con un ulteriore data il 17 marzo, a Manila, nelle Filippine. Il tour è proseguito tra febbraio, aprile e maggio, e per tutto il periodo estivo anche in alcune date negli USA, tra New Orleans, Orlando, Louisville, San Francisco, New York, e Boston. Un'ulteriore data anche in Canada.

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Discografia di Cyndi Lauper.

Blue Angel[modifica | modifica wikitesto]

Tournée[modifica | modifica wikitesto]

  • 1984-1985 - The Fun Tour
  • 1986-1987 - True Colors World Tour
  • 1989 - A Night to Remember World Tour
  • 1993-1994 - Hat Full of Stars Tour
  • 1994-1995 - Twelve Deadly Cyns World Tour
  • 1996-1997 - Sisters of Avalon Tour congiunto con il Wildest Dreams Tour di Tina Turner
  • 1999 - The Summer Tour congiunto con il Do You Believe? Tour di Cher
  • 2001 - The Shine Tour
  • 2003-2004 - The At Last Tour
  • 2005-2006 - The Body Acoustic Tour
  • True Colors Tour 2007 (USA e Canada: giugno 2007)
  • Tour in Australia (febbraio-marzo 2008: Perth, Melbourne, Sydney e Brisbane)
  • True Colors Tour 2008 (USA e Canada: giugno-luglio 2008)
  • 2008 - Bring Ya to the Brink World Tour (tour mondiale settembre, ottobre e novembre, tra Giappone, Europa e America Latina)
  • 2009 - Spring 2009 Tour (23 maggio e 12 giugno 2009 negli USA); Summer 2009 Tour: Girls Night Out with Rosie O'Donnell (luglio e agosto 2009 negli USA)
  • 2011-2012 - Memphis Blues Tour
  • 2013–2014 - She's So Unusual: 30th Anniversary Tour

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Cyndi Lauper recita il ruolo di Rose in Here and There: film drammatico, scritto e diretto da Darko Lungulov. Per la Serbia, il titolo originale del film è "Tamo i Ovde"; in post-produzione già nel 2008, Here and There è stato presentato per la sua première mondiale nel mese di aprile, al Tribeca Film Festival di New York.

Ruoli[modifica | modifica wikitesto]

  • Il segreto della piramide d'oro (Vibes), regia di Ken Kwapis (1988)
  • Mother Goose Rock 'n' Rhyme (film TV USA - 1990)
  • Cercasi colpevole disperatamente (titolo originale: Off and Running - 1991)
  • Cercasi superstar (titolo originale: Life with Mickey - 1993)
  • Innamorati pazzi (sit-com USA; titolo originale: Mad about You; episodio: "A Pair of Hearts" - 1993)
  • Innamorati pazzi (sit-com USA; titolo originale: Mad about You; episodio: "Money Changes Everything" - 1995)
  • Innamorati pazzi (sit-com USA; titolo originale: Mad about You; episodio: "Stealing Burt's Car" - 1999)
  • Innamorati pazzi (sit-com USA; titolo originale: Mad about You; episodio: "The Final Frontier" - 1999)
  • The Opportunists (2000)
  • That's So Raven (serie TV USA; stagione 3; episodio numero 13: "Art Breaker" - 2005)
  • Here and There (2009)
  • Bones (serie TV USA; stagione 5, episodio numero 1, 2009; stagione 8, episodio 9, 2012)
  • Happily Divorced (serie TV USA; stagione 2; episodio numero 17: "Follow the Leader" - 2012)


Nella prima puntata, della quinta stagione, della serie TV "Bones", Cyndi Lauper interpreta il personaggio di Avalon Harmonia, una sensitiva. Il personaggio ritorna nel nono episodio della ottava stagione.

Cameo[modifica | modifica wikitesto]

Guest star[modifica | modifica wikitesto]

  • Queer as Folk - The Final Season (serie TV USA; stagione 5, episodio numero 10 - 2005)
  • Così gira il mondo (soap opera USA; titolo originale: As the World Turns; episodio mandato in onda il 3 giugno 2008)
  • Gossip Girl (serie TV USA; stagione 2, episodio "Bonfire Of The Vanity", mandato in onda negli Stati Uniti, il 10 novembre 2008)

Nella quinta ed ultima stagione di Queer as Folk (USA) Cyndi Lauper è la special guest nell'episodio #10: prende parte come se stessa ad una serata raccolta-fondi, organizzata in un locale. In questo frangente Cyndi Lauper si esibisce con una coreografia piuttosto originale nella versione «Babylon Mix» di Shine.

In Italia Queer as Folk viene trasmessa diverse volte: prima su Gay.Tv, in lingua originale e con sottotitoli in italiano; poi con doppiaggio italiano sul canale satellitare Jimmy. In Italia Queer as Folk (USA) è stata trasmessa anche tarda notte sul canale IRIS (digitale terrestre).

Così gira il mondo è una soap-opera americana mandata in onda in Italia, su Retequattro, negli anni '80-'90; ma cancellata dal palinsesto della rete televisiva per i bassi ascolti. Negli Stati Uniti "As The World Turns" va in onda nel pomeriggio, in gergo ricopre la fascia "daytime", sul canale CBS.

Guest star a cartoni animati[modifica | modifica wikitesto]

Serie TV a cartoni animati:

  • The Super Mario Bros. Super Show! - episodio numero 52: "Robo Koopa/Captain Lou Is Missing" (USA - 1989)
  • I Simpson - episodio #AABF07: "Schermaglie fra generazioni"; titolo originale: "Wild Barts Can't Be Broken" (USA - 1999)

Altro[modifica | modifica wikitesto]

  • Co-director: "I Drove All Night" (1989)
  • Regista: "I'm Gonna Be Strong"; "Who Let In the Rain"; "That's What I Think"; "Sally's Pigeons"; "Hey Now! (Girls Just Want to Have Fun)"; "Above The Clouds" (2005)

Lo stesso film ha titoli differenti: Private Property (USA); Island of the Damned (UK).

  • Voce narrante: "There Was an Old Lady Who Swallowed a Fly" (2002)

Filastrocca per bambini pubblicata negli USA da Weston Woods, per la prima volta nel 2002, in un libro con allegata un'audiocassetta e/o un CD. Cyndi Lauper racconta e canta appunto la filastrocca intitolata "There Was an Old Lady Who Swallowed a Fly". Ri-edito in DVD nel 2004 da Weston Woods New Video.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b allmusic.com - Cyndi Lauper
  2. ^ John, Elton: Elton John, bernie taupin, madman across the water

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN116294553 · LCCN: (ENn84072418 · ISNI: (EN0000 0001 0719 4125 · GND: (DE134440536 · BNF: (FRcb13896380k (data) · NLA: (EN35582759