Lauryn Hill

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Lauryn Hill
Lauryn Hill 2012.jpg
Lauryn Hill al RBC Royal Bank Bluesfest di Ottawa nel 2012
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Genere Contemporary R&B
Neo soul
Rap
Reggae
Folk
Periodo di attività 1993 – in attività
Strumento voce, chitarra, piano
Etichetta Columbia, Ruffhouse
Album pubblicati 2 (da solista) 2 (con i The Fugees)
Studio 1
Live 1
Sito web

Lauryn Hill, all'anagrafe Lauryn Noelle Hill (East Orange, 25 maggio 1975[1]), è una cantautrice, rapper, polistrumentista e attrice statunitense.

Ha fatto parte del gruppo hip-hop The Fugees, dove spesso si riferiva a se stessa con il soprannome L. Boogie. Nel 1998 ha pubblicato il suo album di debutto come solista, The Miseducation of Lauryn Hill, che ha interamente prodotto, scritto e arrangiato. L'album ha sbancato le classifiche mondiali, arrivando a contare oltre diciotto milioni di copie vendute[2] ed è stato acclamato dalla critica come uno dei migliori album di sempre, per i suoi testi impegnati e per la sua struttura originale, oltre che per le già note capacità vocali e di rapper della Hill.

L'album è stato inserito in diverse rassegne dei migliori album di sempre, arrivando anche a occupare la prima posizione: compare anche nella Lista dei 500 migliori album secondo Rolling Stone, stilata nel 2004 dalla famosa rivista musicale. Grazie all'album, la Hill è diventata la prima donna a ottenere cinque Grammy Awards in una sola serata, nel 1999, record poi eguagliato solo da altre quattro artiste - Alicia Keys (2002), Norah Jones (2003), Beyoncé (2004) e Amy Winehouse (2008) - e infine battuto nel 2010 da Beyoncé, che ne ha vinti 6 ed eguagliato nel 2012 da Adele.[3]

Dopo il successo dell'album, la Hill si è ritirata dalla scena musicale, dichiarando di non amare l'ambiente dello show-business e preferendo dedicarsi alla crescita dei suoi cinque figli, insieme al marito Rohan Marley, figlio di Bob Marley.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Lauryn Hill è nata il 25 maggio 1975 nel New Jersey. Dopo alcune esperienze come attrice in vari telefilm e soap opera, tra cui Così gira il mondo, ottiene una parte nel film Sister Act 2 - Più svitata che mai con Whoopi Goldberg dove interpreta Rita Watson, una studentessa che ama il canto, e così grazie a questa parte si fa notare anche per le sue doti canore. Dal 1996 è legata a Rohan Marley, figlio di Bob, col quale ha avuto 5 figli: Zion David (1997), Selah Louise (1998), Joshua Omaru (2002), John Nesta (2003) e Sarah (2008) . Amici d'entrambi dicono che la coppia abbia deciso di separarsi e dal 2004 Lauryn vive con tutti i figli nella casa che ha a Miami Beach mentre Rohan pare che sia rimasto nel New Jersey. Al primogenito è dedicata la canzone "To Zion", presente nell'album "The Miseducation Of Lauryn Hill".

The Fugees[modifica | modifica wikitesto]

Assieme a Pras Michel e a Wyclef Jean, forma i The Fugees, gruppo hip-hop soul che ottiene un successo internazionale con l'album The Score, in special modo con la cover del brano di Roberta Flack Killing me softly. L'album vende quasi 18 milioni di copie in tutto il mondo, quadruplicando la vendite del precedente, Blunted on Reality[4]. Dopo la fine del tour la Hill diventa mamma di Zion, avuto dal compagno Rohan Marley. Il gruppo si è sciolto nel 1997 e i componenti hanno perseguito carriere da solisti, nel caso di Lauryn, o di produttori come Wyclef.

Carriera solista[modifica | modifica wikitesto]

The Miseducation of Lauryn Hill[modifica | modifica wikitesto]

Hill performing in Central Park, New York, 2005

Nel 1998 pubblica il suo primo album solista, The Miseducation of Lauryn Hill; l'album è una miscela di hip-hop, soul, R&B e reggae ed è un enorme successo commerciale: vende in tutto oltre 18 milioni di copie[2], giungendo alla prima posizione sia in America che in Inghilterra. Viene considerato uno dei primi esempi di neo soul, ma soprattutto il primo album di questo genere ad ottenere tale successo commerciale. Il lavoro della Hill riesce dunque a diffondere il neo soul su scala mondiale, anche al di fuori dell'America. Il primo singolo estratto dall'album è Doo-wop (that thing), che raggiunge la prima posizione nella classifica americana Billboard Hot 100, seguito da Ex-factor e Everything is everything, entrambi posizionatisi in top-40. Per questo lavoro la Hill ha ottenuto diversi premi e riconoscimenti, tra cui 5 Grammy nel 1999 su 11 nomination, diventando la prima donna a stabilire questo primato. Lo stesso è ospite in Italia nel varietà condotto da Gianni Morandi su Rai1 C'era un ragazzo.

MTV Unplugged No. 2.0[modifica | modifica wikitesto]

Dopo la nascita della secondogenita Selah Louise, nel 2002 pubblica MTV Unplugged No. 2.0, album live registrato negli studi di MTV nel luglio del 2001. Mediamente apprezzato dalla critica, l'album vende quasi un milione e mezzo di copie.

La ricongiunzione dei The Fugees[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2004, dopo aver ciascuno seguito un proprio progetto solista, i vari membri dei Fugees tornano insieme e lavorano ad un nuovo album, di cui un brano, Take It Easy, viene lanciato su internet e poi pubblicato come singolo. I critici bocciano il lavoro, ma la band non si scoraggia e parte per un tour europeo.

Ha cantato anche per lo spettacolo di FIAT 500 tenutosi il 4 luglio 2007 a Torino per l'inaugurazione della nuova autovettura ridisegnata dopo 50 anni esatti.

Dal 2010 a oggi[modifica | modifica wikitesto]

Primi accenni di un ritorno sulle scene si ebbero nel corso del 2009, concretamente realizzatisi solo nel 2010 con la pubblicazione di un singolo Repercussion, entrato nelle classifiche statunitensi di R&B. Al singolo seguirono alcune date in concerto a partire dal 10 giugno 2010 con varie performance negli USA, da San Bernardino a San Francisco, da New York a Washington.[5] Un nuovo stop nella carriera dell'artista si è avuto tuttavia nel giugno 2012, con l'arresto per evasione fiscale.[6]

Il 4 maggio 2013 Ms. Hill torna sulle scene con un nuovo singolo, Neurotic Society (Compulsory Mix).[7] L'anno successivo prestò invece la voce come narrante nel film Concerning Violence, un documentario sulla decolonizzazione dell'Africa negli anni '60 e '70, toccando i temi del razzismo e della libertà sociale.[8]

Nel 2015 realizza una acclamata versione di Feeling Good, più quelle di altri cinque brani, per il documentario What Happened, Miss Simone? dedicato alla cantante e attivista Nina Simone[9]

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Album studio[modifica | modifica wikitesto]

Singoli[modifica | modifica wikitesto]

Anno Titolo Posizione in classifica Album
Billboard Hot 100 R&B/Hip-Hop Tracks chart Rap Tracks chart UK Singles Chart
1998 "Can't Take My Eyes off You" 35 45 The Miseducation of Lauryn Hill
"Deep In My Heart"
"Doo Wop (That Thing)" 1 2 1 3
1999 "Lost Ones" 27
"Ex-Factor" 21 7 4
"Everything Is Everything" 35 14 19
"To Zion" 77
"Nothing Even Matters"
(featuring D'Angelo)
105 25

Altri singoli[modifica | modifica wikitesto]

Anno Titolo Posizione in classifica Album
Billboard Hot 100 R&B/Hip-Hop Tracks chart Rap Tracks chart UK Singles Chart
1996 "If I Ruled the World (Imagine That)"
(Nas featuring Lauryn Hill)
53 15 17 12 It Was Written
1997 "The Sweetest Thing" 7 18 Love Jones colonna sonora
"All My Time"
(Paid & Live featuring Lauryn Hill)
57 All My Time
"Turn Your Lights Down Low"
(con Bob Marley)
86 49 15 Chant Down Babylon
2002 "Mr. Intentional" MTV Unplugged No. 2.0
2005 "So High"
(John Legend featuring Lauryn Hill)
105 53 118 Get Lifted
2006 "Say"
(Method Man featuring Lauryn Hill)
66 4:21... the Day After
2007 "Lose Myself" Surf's Up (film) colonna sonora

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ The Rolling Stone encyclopedia of rock | http://books.google.it/books?id=9lYYAAAAIAAJ&q=lauryn+hill+may+26&dq=lauryn+hill+may+26&hl=it
  2. ^ a b articolo wordpress, ossigeno.wordpress.com. URL consultato il 19 ottobre 2008.
  3. ^ grammy.com. URL consultato il 21 novembre 2015.
  4. ^ lastampa.it. URL consultato il 12 ottobre 2008.
  5. ^ Top 100 Music Hits, Top 100 Music Charts, Top 100 Songs & The Hot 100, in Billboard. URL consultato il 13 novembre 2011.
  6. ^ Vicki Hyman, Lauryn Hill reportedly faces eviction; tax evasion sentencing Monday, in The Star-Ledger (Newark), 19 aprile 2013. URL consultato il 30 giugno 2003.
  7. ^ Madeline Boardman, 'Neurotic Society (Compulsory Mix),' Lauryn Hill's New Track, Released By Singer, in The Huffington Post, 5 maggio 2013. URL consultato il 25 maggio 2013.
  8. ^ Concerning Violence: watch a clip from the documentary about colonialisation, narrated by Lauryn Hill, in The Guardian (London), 4 novembre 2014.
  9. ^ Kory Grow, Hear Lauryn Hill's Sultry Nina Simone Cover 'Feeling Good', in Rolling Stone, 17 giugno 2015.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN69824970 · LCCN: (ENno98114456 · ISNI: (EN0000 0001 1447 4010 · GND: (DE123011663 · BNF: (FRcb14017491v (data)