Roberta Flack

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Roberta Flack
Roberta Flack43.JPG
Roberta Flack nel 1992 a Deauville
NazionalitàStati Uniti Stati Uniti
GenereRhythm and blues[1]
Soul[1]
Soft rock[1]
Urban[1]
Periodo di attività musicale1969 – in attività
EtichettaAtlantic, Angel / Capitol
Album pubblicati27
Studio20
Live2
Raccolte5
Sito ufficiale

Roberta Flack (Black Mountain, 10 febbraio 1939) è una cantante e pianista statunitense.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Attiva nei generi jazz, soul e folk, la Flack è nota principalmente per il singolo Killing Me Softly with His Song, con il quale nel 1973 raggiunge la prima posizione nella Billboard Hot 100 per cinque settimane, vincendo il Grammy Award come miglior album del 1974, e Where Is the Love, uno dei suoi tanti duetti con Donny Hathaway.

L'album First Take con Ron Carter contenente il brano raggiungerà la prima posizione nella Billboard 200 per cinque settimane vincendo il disco di platino, la quarta in Canada con il disco d'oro e la nona posizione in Australia entrando nella Grammy Hall of Fame Award 2016.

Nel 1972 il singolo The First Time Ever I Saw Your Face, che fa parte della colonna sonora di Brivido nella notte, raggiunge la prima posizione nella Billboard Hot 100 per sei settimane risultando il disco più venduto dell'anno ed in Canada per tre settimane e la sesta in Olanda. Il brano è stato premiato nel 1973 con il Grammy Award for Record of the Year e Grammy Award for Song of the Year.

Nel 1974 il singolo Feel Like Makin' Love arriva primo nella Billboard Hot 100.

Negli anni settanta ha collaborato con Bob Dylan nella Rolling Thunder Revue, i cui concerti dell'autunno 1975 furono ripresi per poi essere inseriti nel film del 1978, scritto e diretto dallo stesso Dylan, Renaldo and Clara. Nel film interpreta il ruolo di una cantante ospite ai concerti di Dylan.

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Album in studio
Live
Colonne sonore
Raccolte
Singoli
  • 1969 - Compared to What
  • 1970 - How Many Broken Wings (feat. Les McCann)
  • 1970 - Reverend Lee
  • 1971 - Do What You Gotta Do
  • 1971 - You've Got a Friend (feat. Donny Hathaway)
  • 1971 - You've Lost That Lovin' Feelin' (feat. Donny Hathaway)
  • 1972 - Will You Still Love Me Tomorrow
  • 1972 - The First Time Ever I Saw Your Face
  • 1972 - Where Is the Love (feat. Donny Hathaway)
  • 1973 - Killing Me Softly with His Song
  • 1973 - Jesse
  • 1974 - Feel Like Makin' Love
  • 1975 - Feelin' That Glow
  • 1977 - 25th of Last December
  • 1978 - The Closer I Get to You
  • 1978 - If I Ever See You Again
  • 1978 - When It's Over
  • 1979 - You Are Everything
  • 1980 - You Are My Heaven (feat. Donny Hathaway)
  • 1980 - Back Together Again (feat. Donny Hathaway)
  • 1980 - Don't Make Me Wait Too Long
  • 1980 - Make the World Stand Still (feat. Peabo Bryson)
  • 1981 - Love Is a Waiting Game (feat. Peabo Bryson)
  • 1981 - You Stopped Loving Me
  • 1981 - Lovin' You (Is Such an Easy Thang to Do)
  • 1982 - Making Love
  • 1982 - I'm the One
  • 1982 - In the Name of Love
  • 1983 - Our Love Will Stop the World (feat. Eric Mercury)
  • 1983 - Tonight, I Celebrate My Love (feat. Peabo Bryson)
  • 1983 - Maybe (feat. Peabo Bryson)
  • 1983 - You're Lookin' Like Love to Me (feat. Peabo Bryson)
  • 1983 - Heaven Above Me (feat. Peabo Bryson)
  • 1984 - I Just Came Here to Dance (feat. Peabo Bryson)
  • 1984 - If I'm Still Around Tomorrow (feat. Sadao Watanabe)
  • 1986 - We Shall Overcome
  • 1988 - Oasis
  • 1989 - Uh-Uh Ooh-Ooh Look Out (Here It Comes)
  • 1989 - Shock to My System
  • 1991 - Set the Night to Music (feat. Maxi Priest)
  • 1992 - You Make Me Feel Brand New
  • 1994 - I Might Be You
  • 1996 - Killing Me Softly with His Song (Reborn Club Vox)
  • 1997 - The Christmas Song
  • 2011 - We Can Work It Out

Note[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Nick Logan e Bob Woffinden, Enciclopedia del rock, Milano, Fratelli Fabbri Editore, 1977.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN15676686 · ISNI (EN0000 0001 1599 6355 · LCCN (ENn91012004 · GND (DE123365775 · BNF (FRcb138939648 (data) · WorldCat Identities (ENn91-012004