Maud Powell

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Maud Powell nel 1919 circa

Maud Powell (Peru, 22 agosto 1867Uniontown, 8 gennaio 1920) è stata una violinista statunitense.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Minnie ‘Maud’ Powell fu la prima violinista statunitense a raggiungere fama internazionale. Intorno ai 7 anni iniziò a prendere lezioni di violino e pianoforte ad Aurora (Kane County, Illinois) e all’età di 9 anni proseguì gli studi di pianoforte con Agnes Ingersoll e violino con William Lewis a Chicago. A 13 anni continuò la sua istruzione musicale in Europa. Studiò con Henry Schradieck al Conservatorio di Lipsia, Charles Dancla al Conservatorio di Parigi e József Joachim alla Hochschule di Berlino. Nel 1885 debuttò col Concerto n. 1 di Bruch con i Berliner Philharmoniker sotto la direzione di Joachim e dopo il suo ritorno negli Stati Uniti con la New York Philharmonic sotto la direzione di Theodore Thomas.

Il 7 aprile 1894 eseguì il Concerto per violino di Dvořák con la New York Philharmonic e la direzione di Anton Seidl nella Carnegie Hall di New York sotto la supervisione del compositore.

Powell è stata un’autorevole sostenitrice della musica americana, delle donne compositrici e dei compositori di colore, tra cui Samuel Coleridge-Taylor. Fu una delle prime interpreti statunitensi a proporre famosi concerti violinistici di Lalo, Čajkovskij, Saint-Saëns, Dvořák, e in particolare del Concerto (1903-05) di Sibelius[1]. Nel 1904 è stata tra i primi strumentisti ad eseguire registrazioni per la Victor Talking Machine Company. Il 27 novembre 1919 a St. Louis, Missouri, crollò sul palco dopo un attacco di cuore. Morì di infarto l'8 gennaio 1920 mentre era in tournée a Uniontown, in Pennsylvania.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Voce Powell Maud, in Dizionario Enciclopedico Universale della Musica e dei Musicisti, p. 101

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Maud Powell, the Violinist, Is Dead, in The New York Times, 9 gennaio 1920
  • Boris Schwarz, Maud Powell, in Great Masters of the Violin: From Corelli and Vivaldi to Stern, Zukerman and Perlman, Londra, Robert Hale, 1983, pp. 495-497
  • Voce Powell Maud, in Dizionario Enciclopedico Universale della Musica e dei Musicisti (diretto da Alberto Basso) in Le Biografie, Vol. VI, Utet, Torino, 1988, p. 101
  • Karen A. Shaffer - Neva Garner Greenwood, Maud Powell, Pioneer American Violinist, prefazione di Yehudi Menuhin, Iowa State University Press, Ames, Iowa, 1988
  • Karen A. Shaffer, Maud Powell, Legendary American Violinist, Maud Powell Foundation Publications, Arlington, Virginia, 1994
  • Henry Roth, Maud Powell, in Violin Virtuosos, From Paganini to the 21st Century, California Classics Books, Los Angeles 1997, pp. 240-242
  • Mark Katz, The Violin, A Research and Information Guide, New York-Londra, Routledge, 2006, pp. 350-351

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN56813447 · ISNI (EN0000 0001 1648 9718 · LCCN (ENn85173128 · GND (DE119335689 · BNF (FRcb14055877r (data)