Teyana Taylor

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Teyana Taylor
Teyana Taylor Wikipedia.jpg
Taylor al Diesel Fashion Show nel giugno 2008
NazionalitàStati Uniti Stati Uniti
GenereRhythm and blues
Hip hop
Periodo di attività musicale2007 – in attività
EtichettaDef Jam, GOOD (attuale)
Interscope, Star Trak (precedente)
Album pubblicati5
Studio2
Raccolte1
Sito ufficiale

Teyana Taylor (Harlem, 10 dicembre 1990) è una cantante, attrice, ballerina e modella statunitense.

Nel 2007, Taylor firmò un contratto discografico con la Star Trak Entertainment di Pharrell Williams, prima di fare la sua prima apparizione nazionale su My Super Sweet 16 di MTV. Nel 2012, ha firmato con l'etichetta GOOD Music di Kanye West attraverso la Def Jam, dopo aver chiesto la sua uscita da Star Trak.[1]

Taylor ha lavorato e scritto per artisti come Usher, Chris Brown e Omarion.

Attualmente è la protagonista del programma di VH1, Teyana & Iman, insieme al marito Iman Shumpert.[2]

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Teyana Taylor è nata il 10 dicembre 1990 a Harlem, New York.[3] È di discendenza afro-trinidadiana, è figlia unica ma suo padre ha due figli e un'altra figlia da una relazione diversa. La madre, attualmente è la sua manager. All'età di nove anni, prese un microfono davanti a una folla e iniziò a esibirsi. Taylor è stata iscritta a diverse competizioni di talenti, tra cui la ricerca di talenti dell'Apollo Theater National All-Stars, sebbene non abbia mai vinto. Crescendo, Taylor ha avuto forti influenze da Lauryn Hill, Stevie Wonder, Janet Jackson e Michael Jackson.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Inizi della carriera (2006-2011)[modifica | modifica wikitesto]

Nel settembre 2006, Teyana Taylor è stata accreditata come coreografa nel video musicale per il singolo di Beyoncé, Ring the Alarm.[4][5] Nel gennaio 2007, Taylor firmò un accordo con la casa editrice americana di Pharrell Williams, la Star Trak Entertainment, attraverso la Interscope Records. Nel febbraio 2007, appare in un episodio di My Super Sweet Sixteen, un reality che mostra feste di compleanno esagerate per adolescenti ricchi. Sempre nel 2007, compare nel video musicale per singolo Blue Magic di Jay-Z. Nel febbraio 2008, pubblica il suo primo singolo, chiamato Google Me.[6] La canzone è stata rilasciata come singolo principale per il mixtape di debutto, intitolato From a Planet Called Harlem, pubblicato il 16 agosto dello stesso anno.[7]

Nell'agosto 2010, Taylor ha iniziato la sua carriera in recitazione, apparendo nel sequel di Stepping - Dalla strada al palcoscenico, intitolato Stepping 2 - La strada del successo[8] e in Madea's Big Happy Family.[9] Successivamente tornò alla musica nel singolo Party Tonight di Randyn Julius, che ha visto la partecipazione anche di Jim Jones e Cam'ron.[10]

GOOD Music era e VII (2012-2017)[modifica | modifica wikitesto]

Nel gennaio 2012 è stato annunciato che a Taylor è stata concessa la sua liberazione dal contratto con Interscope e Star Trak.[11][12][13] Taylor ha dichiarato che lei e il fondatore di Star Trak, Pharrell Williams, sono rimasti amici. Lei lo ha accreditato come un "fratello maggiore" e vede la firma con la Star Trak come una "benedizione".[13] Taylor ha affermato in molte occasioni che la sua uscita dall'etichetta era necessario perché voleva avere un livello di indipendenza nell'industria musicale.

Come artista indipendente al momento della sua uscita, aveva iniziato a preparare il suo secondo mixtape, The Misunderstanding of Teyana Taylor.

Il 14 giugno 2012 firma con la GOOD Music e la Def Jam.[1] Sempre nello stesso anno, appare nella compilation, Cruel Summer nelle canzoni: To the World, con Kanye West e R. Kelly, Sin City, che includeva anche John Legend, Cyhi the Prynce, Malik Yusef e Travis Scott, e in Bliss con John Legend.[14]

Il 27 luglio 2014, tramite Twitter, Taylor ha annunciato che il titolo del suo album di debutto in studio sarà VII. L'album, pubblicato il 4 novembre dello stesso anno, ha debuttato al n°19 della Billboard 200, vendendo 16.000 copie negli Stati Uniti nella prima settimana.[15] Nella seconda settimana, l'album è sceso al n°78, vendendo 5.000 copie.[16] Nella terza settimana, l'album è sceso al n°160, vendendo 3.000 copie e portando le vendite totali di album a 24.000 copie.[17]

Nel 2015, diventò giudice di America's Best Dance Crew.[18] Il 25 agosto dello stesso anno, pubblicò l'EP, The Cassette Tape 1994.[19]

Il 17 giugno 2016, Taylor pubblicò il singolo "Freak On", insieme a Chris Brown.[20] Successivamente Taylor ha annunciato che sarà il singolo principale del suo prossimo album in studio. Nell'agosto del 2016, appare nel video musicale del singolo di Kanye West, Fade, insieme al marito Iman Shumpert.[21]

Keep That Same Energy (2018-presente)[modifica | modifica wikitesto]

Il 19 aprile 2018, Kanye West twittò che il secondo album della Taylor, intitolato K.T.S.E. (Keep That Same Energy), sarebbe stato pubblicato il 22 giugno 2018.[22] L'album sarà l'ultimo dei cinque album prodotti da West in uscita nell'estate del 2018, dopo l'uscita di Daytona di Pusha T. L'album succederà l'uscita di Daytona, Ye, Kids See Ghosts e Nasir di Nas.

Altre iniziative[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2013, Taylor ha firmato un accordo per progettare e rilasciare due paia di scarpe da ginnastica con Adidas. Attualmente è focalizzata sulla progettazione e sul rilascio del suo secondo paio di sneakers con il marchio.[23] Nel marzo 2017, ha lanciato il suo programma di allenamento Fade 2 Fit, un allenamento di novanta giorni incentrato sulla danza e le routine di fitness. L'ispirazione per questo programma e gli elementi di danza incorporati provengono dal suo lavoro nel video musicale di Fade. Ha anche pubblicato una linea di abbigliamento da allenamento, chiamata Fade2Fit.

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

Il 16 dicembre 2015, Taylor ha dato alla luce una figlia, Iman "Junie" Tayla Shumpert Jr..[24] Il 20 settembre 2016, nel Wendy Williams Show, Taylor ha rivelato che lei e Iman Shumpert erano segretamente sposati, anche se all'epoca era falso; la coppia in realtà non si è sposata fino al 1 ottobre 2016.[25][26]

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Album in studio[modifica | modifica wikitesto]

Compilation[modifica | modifica wikitesto]

EP[modifica | modifica wikitesto]

Mixtape[modifica | modifica wikitesto]

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) Teyana Taylor Signs to Kanye West's G.O.O.D. Music, in Rap-Up. URL consultato il 10 giugno 2018.
  2. ^ http://edgemagazinesite.com/follow-the-leader-teyana-taylor/, su edgemagazinesite.com. URL consultato il 10 giugno 2018.
  3. ^ (EN) Emilia Petrarca, Everything You Need to Know About Teyana Taylor, the Dancer in Kanye West's "Fade" Video, in W Magazine. URL consultato il 10 giugno 2018.
  4. ^ (EN) 13 Things to Know About Teyana Taylor, the Star of Kanye West's New Music Video for "Fade", in Cosmopolitan, 29 agosto 2016. URL consultato il 10 giugno 2018.
  5. ^ (EN) Teyana Taylor Music Videos as Choreographer | IMVDb, su IMVDb. URL consultato il 10 giugno 2018.
  6. ^ (EN) Google Me - Single by Teyana Taylor, 5 febbraio 2008. URL consultato il 10 giugno 2018.
  7. ^ Star Trak Presents.....from A Planet Called Harlem: The Mixtape Mixtape by Teyana Taylor Hosted by DJ Tre'i Starzz, su DatPiff. URL consultato il 10 giugno 2018.
  8. ^ Rob Hardy, Pooch Hall e Tika Sumpter, Stomp the Yard 2: Homecoming, 25 gennaio 2011. URL consultato il 10 giugno 2018.
  9. ^ (EN) Trailer: Teyana Taylor, Bow Wow Star in 'Madea's Big Happy Family', in Rap-Up. URL consultato il 10 giugno 2018.
  10. ^ (EN) Randyn Julius – Party Tonight feat. Jim Jones, Cam’Ron, Teyana Taylor & Alphared (Duane DaRock) | The Neptunes #1 fan site, all about Pharrell Williams and Chad Hugo, su theneptunes.org. URL consultato il 10 giugno 2018.
  11. ^ (EN) Teyana Taylor Released from Star Trak/Interscope, Readies Free EP, in Rap-Up. URL consultato il 10 giugno 2018.
  12. ^ (EN) Teyana Taylor Officially Released from Pharrell's Star Trak Label - Singersroom.com, su singersroom.com. URL consultato il 10 giugno 2018.
  13. ^ a b Sway's Universe, Teyana Taylor explains why she asked to be released from Pharrell's Star Trak, 2 maggio 2012. URL consultato il 10 giugno 2018.
  14. ^ (EN) Kanye West Presents Good Music Cruel Summer by Various Artists, 1º gennaio 2012. URL consultato il 10 giugno 2018.
  15. ^ Teyana Taylor Debuts at No. 1 on Top R&B/Hip-Hop Albums, in Billboard. URL consultato il 10 giugno 2018.
  16. ^ (EN) HipHopDX - http://hiphopdx.com, Hip Hop Album Sales: Big K.R.I.T., T.I., Chris Brown, in HipHopDX. URL consultato il 10 giugno 2018 (archiviato dall'url originale il 21 novembre 2014).
  17. ^ (EN) HipHopDX - http://hiphopdx.com, Hip Hop Album Sales: Big K.R.I.T., T.I., Chris Brown, in HipHopDX. URL consultato il 10 giugno 2018.
  18. ^ (EN) Meet The Six All-Star Crews Vying To Be 'America's Best Dance Crew', in MTV News. URL consultato il 10 giugno 2018.
  19. ^ (EN) Stream Teyana Taylor’s Cassette Tape 1994 EP, in The FADER. URL consultato il 10 giugno 2018.
  20. ^ (EN) Teyana Taylor And Chris Brown Throw It Back With “Freak On”, in The FADER. URL consultato il 10 giugno 2018.
  21. ^ (EN) Teyana Taylor, The Girl In Kanye’s Racy ‘Fade’ Video, Was An Early MTV Star, in MTV News. URL consultato il 10 giugno 2018.
  22. ^ Kanye West Announces Album Release Dates for Pusha T & Teyana Taylor, in Billboard. URL consultato il 10 giugno 2018.
  23. ^ (EN) Home of Hip Hop Videos & Rap Music, News, Video, Mixtapes & more, su Home of Hip Hop Videos & Rap Music, News, Video, Mixtapes & more. URL consultato il 10 giugno 2018 (archiviato dall'url originale il 21 settembre 2013).
  24. ^ (EN) Iman Shumpert delivered his daughter with his bare hands. URL consultato il 10 giugno 2018.
  25. ^ (EN) Teyana Taylor Reveals She’s Married to Iman Shumpert, in Us Weekly, 21 settembre 2016. URL consultato il 10 giugno 2018.
  26. ^ (EN) Teyana Taylor Reveals She's Already Married to Iman Shumpert!, in Entertainment Tonight. URL consultato il 10 giugno 2018.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN175706453 · LCCN (ENno2011140710 · WorldCat Identities (ENno2011-140710