Roxy Bar

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Roxy Bar
PaeseItalia
Anno1992-2001, 2013-2017
Generemusicale
Durata125 min
Lingua originaleitaliano
Crediti
ConduttoreRed Ronnie
IdeatoreRed Ronnie
RegiaClaudio Lelli Simone Barbuti, Piero Lelli, Filo Baietti
Rete televisivaVideomusic
TMC
TMC2

Roxy Bar è stata una trasmissione musicale ideata e condotta da Red Ronnie andata in onda in Italia dal 1992 al 2001 sulle reti televisive e dal 2013 al 2017 sul web.

Il nome[modifica | modifica wikitesto]

Il nome deriva dalla canzone del 1983 di Vasco Rossi Vita spericolata, nella quale il rocker modenese cita il nome di un ipotetico locale, il "Roxy Bar"; nome inventato nel 1959 da Leo Chiosso nella canzone Che notte, portata al successo da Fred Buscaglione.

Il nome (divenuto ormai famoso) è stato poi sfruttato da diverse attività in Italia, fra cui anche un bar di Bologna, in via Rizzoli a due passi dalle Due torri, che ha annunciato la chiusura il 17 aprile 2014[1], e che spesso è stato erroneamente considerato "il Roxy Bar originale".

La trasmissione[modifica | modifica wikitesto]

La prima puntata viene trasmessa su Videomusic il 12 dicembre 1992. L'ultima puntata, la numero 250, va in onda su TMC2 il 17 aprile 2001.

La trasmissione vuole essere un punto di incontro dei giovani con i loro idoli musicali, che vengono messi sullo stesso piano del pubblico, dialogando a tu per tu con i presenti. Non si parla solo di musica, ma anche di educazione alimentare, di società e attualità.

La trasmissione ha successo e vince tre Telegatti nel giro di tre anni (1994, 1995, 1996), superando la concorrenza di trasmissioni come il Festival di Sanremo e il Festivalbar, interrompendo così l'egemonia del duopolio Rai-Mediaset nel Premio televisivo.

Degna di nota l'esibizione della band Melvins nel dicembre 1994, prima esibizione di una band grunge nell'intero palinsesto italiano.

Fu il primo programma europeo che ospitò nel 1999 una giovanissima Britney Spears, che si esibì col suo singolo d'esordio ...Baby One More Time e Sometimes.

Per un breve periodo, Roxy Bar viene trasmesso su TMC2. In quest'ultima stagione, Red Ronnie fa esordire come co-conduttrice una ragazza ventunenne che si esibisce anche come cantante, Maria Chiara Fraschetta, poi divenuta nota alla fine del decennio con lo pseudonimo di Nina Zilli. A fine aprile 2001 sulle frequenze di TMC2 iniziò a trasmettere MTV Italia e il programma fu chiuso. L'ultima puntata andò in onda il 17 aprile 2001.

Roxy Bar è stato uno dei primi programmi in Italia ad inserire attivamente Internet e chat al suo interno, interagendo con la IRC e i giovani e meno giovani che volevano intervenire nel programma.

Particolarità di rilievo, nella realizzazione delle dirette, era che non si seguiva una scaletta precisa: gli eventi – che spesso proseguivano ben oltre la diretta TV – potevano essere improvvisati e variati in qualsiasi momento, e tutti potevano esprimere opinioni o commenti, dal pubblico, agli artisti e perfino ai cameraman.

Roxy Bar TV[modifica | modifica wikitesto]

Il 12 dicembre 2011 Red Ronnie dà vita a un nuovo esperimento, una sua web TV: Roxy Bar TV[2]. Red mette a disposizione 24 ore su 24 (in rotazione e anche in modalità on demand) video che includono le sue esperienze più diverse: dalle interviste a grandi personaggi della musica, dell'arte e della cultura, ai reperti storici di programmi come Be Bop A Lula, Help! e Roxy Bar. L'unica diretta è generalmente in onda al lunedì sera dalle 21 alle 24 e s'intitola "Premiato circo volante del Barone Rosso". L'unico schema della trasmissione è che non ci sono schemi: si passa dall'ascolto di vinili alle esibizioni live di artisti noti e meno noti alle interazioni con chi segue da casa (via twitter e skype), ecc.

Nel programma vengono fatti anche dei contenitori per reportage come Still on the Road inaugurato da Noemi nel 2012, proseguito dalla stessa cantante nel 2013; il logo di Still on the Road è stato realizzato da Noemi stessa; nasce da un'idea di Red Ronnie e di Noemi in conseguenza del fatto che il 6 novembre 2012 la cantante è partita per Londra, dove starà tre mesi; da qui l'idea di raccogliere materiale sulla musica a Londra, le origini, i gusti, ecc.[3]

Dal 13 ottobre 2013 al 15 dicembre 2013 il Roxy Bar è ritornato in onda sulla stessa web tv ogni domenica sera dalle 20.30.

Dalle 24 il Roxy Bar diventa " Musica Libera Tutti" con improvvisazioni continue da parte degli artisti ospiti che si comnentano in brani, lontani dal loro genere, a vicenda.

Il 9 ottobre 2016 inizia una nuova edizione del Roxy Bar nella solita collocazione serale della domenica[4] in onda a livello mondiale in HD sull'applicazione"Flipps". Il programma conclude definitivamente il 18 dicembre 2016, chiudendo così un ciclo durato quasi 25 anni.

Puntate speciali del programma vengono realizzate, in diretta sul web, il 26 giugno 2017 a Mestre e il 7 dicembre 2017 al Teatro Ariston di Sanremo.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Chiude Roxy Bar cantato da Vasco Rossi, in ANSA, 17 aprile 2014. URL consultato il 17 aprile 2014.
  2. ^ Visibile sulla piattaforma internet Streamit.
  3. ^ Intervista di Red Ronnie a Noemi il 5 novembre 2012
  4. ^ quotidiano.net, http://www.quotidiano.net/magazine/roxy-bar-1.2577999/////.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Joseph Baroni. Dizionario della Televisione pag 390-392. Raffaello Cortina Editore. ISBN 88-7078-972-1.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]