MTV (Italia)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da MTV Italia)
Jump to navigation Jump to search
MTV
Logo dell'emittente
Stato Italia Italia
Lingua italiano
Tipo tematico
Target giovani, adulti
Versioni MTV (1ª versione) 576i (SDTV)
(data di lancio: 1º settembre 1997)
MTV HD (1ª versione) 1080i (HDTV)
(data di lancio: 16 ottobre 2013)
MTV (2ª versione) 576i (SDTV)
(data di lancio: 1º agosto 2015)
MTV HD (2ª versione) 1080i (HDTV)
(data di lancio: 1º agosto 2015)
Data chiusura 1º agosto 2015 (1ª versione)
25 marzo 2021 (SD 2ª versione)
Nomi precedenti MTV Next (2015-2016)
Sostituisce TMC 2
Canali affiliati MTV Music
Gruppo Paramount Global
Editore Paramount Global Italy
Direttore Cecilia Padula
Sito mtv.it
Diffusione
Satellite
Sky Italia
Hot Bird 13B
13° Est
MTV HD (DVB-S2 - PAY)
11842.00 V - 29900 - 3/4
Canale 131 HD
Streaming
Sky Italia MTV HD Sky Go
MTV HD Now

MTV è un canale televisivo tematico italiano edito da Paramount Global Italy, con una programmazione rivolta principalmente a un target giovanile.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La nascita[modifica | modifica wikitesto]

Gli U2 inaugurano l'inizio trasmissioni di MTV in Italia nel 1997.

Il 1º settembre 1997 prendono ufficialmente il via le trasmissioni della versione italiana di MTV[1] con il primo MTV Day, tra i cui headliner figuravano gli U2. In diretta, vengono trasmesse le prime quattro canzoni del concerto della band irlandese. MTV veniva trasmesso sia su Rete A per 22 ore e mezza al giorno (praticamente tutta la giornata tranne dalle 9:00 alle 10:00 e dalle 19:00 alle 19:30, orari in cui la rete continuava a trasmettere il contenitore di televendite e cartomanti Shopping Club e il TGA), sia all'interno della nuova piattaforma satellitare D+ (dove il canale musicale copriva anche gli orari mancanti). Sia Rete A che D+ attingevano il segnale della versione italiana di MTV sempre dalla piattaforma digitale di MTV Networks Europe, dove fino a quel momento era stato indicato come "MTV 3".

Con il lancio di MTV in Italia aumenta la quantità dei programmi in lingua italiana, anche se per quasi tutta la stagione 1997/1998 il palinsesto resta estremamente simile alla storica versione europea: continuano infatti a essere riproposti quasi tutti i programmi paneuropei dell'emittente in lingua inglese non sottotitolati. Con l'arrivo in Italia di MTV debuttano nuovi vj italiani come Victoria Cabello, Alessandra De Siati e Andrea Pezzi, che naturalmente andavano in onda dagli studi di Londra e si alternavano con gli altri vj di MTV Networks Europe fino al novembre 1997. Successivamente fa la sua prima apparizione Daniele Bossari su Dancefloor Chart, la classifica dance di MTV, nel marzo 1998.

Per quanto riguarda Dancefloor Chart, invece, subito prima dell'avvento di Bossari, quindi fino a febbraio 1998, anche su MTV Italia veniva trasmessa settimanalmente l'edizione paneuropea del programma, condotta in inglese da Eden Harel, prima vj israeliana della versione europea del network. Oltre al lancio delle versioni italiane di alcuni programmi, nel 1998 viene concesso sempre più spazio ad Andrea Pezzi, vj carico di idee tanto particolari quanto innovative; seguono quindi alcuni format originali da lui ideati come Tokusho e Kitchen. Nell'estate 1998 arrivano altre due nuove vj, Kris Grove e Kris Reichert, sempre presenti in coppia e meglio note come Kris & Kris. A loro verrà affidata la conduzione di Dancefloor Chart, che presentano ogni settimana fino all'estate 2001. Nel settembre 1998 arriva anche Giorgia Surina, seguita da Marco Maccarini. Con l'aumento dei vj italiani cresce sempre di più il numero di programmi in lingua italiana e diminuisce lo spazio riservato alle trasmissioni paneuropee.

Il 30 giugno 1998, ad esempio, va in onda l'ultima puntata di Alternative Nation, programma settimanale dedicato alla musica alternativa, indie, elettronica e underground nato il 2 luglio 1995 dalle ceneri di 120 Minutes, uno dei programmi più di culto nella storia di MTV, sia in Europa che in America. Alla fine di dicembre 1998 anche le leggendarie edizioni paneuropee di Chill Out Zone, Party Zone e Superock lasciano il palinsesto. Questi tre programmi torneranno poi gradualmente a farvi parte negli anni successivi con alcune differenze editoriali rispetto agli show curati in UK.

La MTV Regeneration e i 10 anni di MTV in Italia[modifica | modifica wikitesto]

Rete A e MTV restano assieme fino al 1º maggio 2001, giorno della MTV Regeneration. Nel 2001, infatti, Telecom Italia Media, ramo della compagnia telefonica Telecom Italia che si occupa di mass media, dopo aver acquistato le frequenze di Telemontecarlo (canale generalista) e TMC 2 (canale anch'esso generalista, ex Videomusic), trasforma rispettivamente le due reti in LA7 e MTV, abbandonando quindi le frequenze di Rete A. Dopo il suo trasferimento su TMC 2, MTV viene in possesso dell'archivio di Videomusic fatto di programmi, interviste, concerti e videoclip inerenti agli anni d'oro della musica italiana e internazionale realizzati in 17 anni di Videomusic e TMC 2. Rete A-MTV diventa dunque Rete A-Viva; il marchio di TMC 2, inizialmente affiancato a quello di MTV, scompare poi definitivamente alcuni mesi dopo (analogamente a quanto accaduto con il marchio di TMC sulla neonata LA7).

Con il cambio di frequenze, il palinsesto di MTV rimane invariato per numerosi anni, introducendo allo stesso tempo numerosi anime e programmi di attualità che hanno da sempre caratterizzato la seconda serata della rete. Proseguono le puntate di Total Request Live che, per l'occasione, si trasferisce definitivamente negli uffici del Centro Culturale Sardo che affacciano su Piazza Duomo, di MTV Select, che nel suo salotto continua ad ospitare numerosi volti del mondo della musica e di Brand:New, programma dedicato a coloro che vogliono scoprire le nuove tendenze musicali. Sono inoltre numerosi gli inediti show lanciati in questo periodo che riescono comunque a godere di un discreto successo: primo tra tutti MTV Supersonic che offre 90 minuti di musica live di uno specifico artista, Videoclash, Loveline, e molti altri ancora.

Tra il 2003 e il 2004 viene inoltre allargata notevolmente l'offerta di MTV sulla piattaforma satellitare Sky Italia con il lancio di MTV Hits, MTV Brand New, Paramount Comedy (che nel 2007 diventerà Comedy Central) e Nickelodeon.

Nel 2007, MTV Italia festeggia i suoi primi dieci anni di vita e per l'occasione il tradizionale appuntamento dell'MTV Day viene spostato per la prima volta da Bologna alle due più importanti città italiane: Roma, in Piazza San Giovanni, e Milano, nella cornice di Piazza del Duomo[2]. Tutti i vj, che nel frattempo avevano abbandonato MTV per proseguire la carriera altrove, si riuniscono in occasione del decimo anniversario della rete. Vengono inoltre rispolverati dagli archivi di MTV Italia numerosi show che hanno fatto la storia della rete, i quali sono stati riproposti sotto forma di classifica, condotta da Francesco Mandelli per rivivere gli anni di gloria del canale. Il 1º ottobre 2007 cominciano su Sky le trasmissioni dei nuovi canali MTV Gold, MTV Pulse e VH1 Europe.

Pauly D e Mike, due dei protagonisti del reality show Jersey Shore, programma di successo negli Stati Uniti.

Con il passare degli anni continuano, però, ad aumentare le produzioni americane non musicali, come A Shot at Love with Tila Tequila, America's Most Smartest Model, The Hills, Jersey Shore, i quali almeno per un primo momento sembrano occupare almeno la seconda — o addirittura la terza — serata di MTV Italia.

La crisi di MTV[modifica | modifica wikitesto]

Il 1º luglio 2009 MTV uniforma il suo look a quello delle versioni europee cambiando il logo e tutte le grafiche inerenti ai videoclip musicali. Il nuovo set di ident è composto da dei personaggi o temi in versione animata a cui vi è un'interazione del logo, il quale per la prima volta nella storia del canale, viene spostato in alto a sinistra e viene incorniciato in un quadrato bianco.

Nel corso dell'anno, MTV Italia vive un momento di difficoltà legato alla crisi che colpisce anche altre emittenti televisive e questo si traduce con il mancato rinnovo di contratto diversi collaboratori a progetto. Questa decisione provoca il primo sciopero nella storia italiana dell'azienda e le dimostrazioni di solidarietà da parte di ex VJ come Marco Maccarini.

Il 17 maggio 2010 sul digitale terrestre sbarca MTV+ (che poi diventerà MTV Music dal 1º marzo 2011), canale dedicato solamente alla musica. Da questo momento in poi, MTV trasmette perlopiù programmi non musicali italiani e statunitensi, per la maggior parte dedicati all'attualità o al mondo dei giovani. Lo spazio alla musica occupa le prime ore della notte e quelle del primo mattino nei giorni feriali. Alcuni programmi che per un notevole periodo han resistito alla trasformazione di MTV sono stati Hitlist Italia, la classifica dei dischi più venduti in Italia, Total Request Live, la classifica dei 10 video più richiesti dai telespettatori alternati da esibizioni dal vivo ed interviste, e Loveline, programma dedicato al mondo del sesso e del sentimento rivolto a un pubblico di qualsiasi età.

Il 10 gennaio 2011 viene rinnovato nuovamente il bouquet dei canali satellitari targati MTV su Sky con il lancio di MTV Classic (già MTV Gold), MTV Rocks (al posto di MTV Brand New) e MTV Dance (al posto di MTV Pulse)[3], ai quali si aggiunge dopo circa un anno MTV Live HD, che trasmette esclusivamente videoclip e concerti in alta definizione.

Dal 2008 al 2012 l'azienda ha gestito MTV Mobile Italia, un operatore virtuale di telefonia mobile che utilizzava la rete TIM per erogare i propri servizi.

La svolta generalista[modifica | modifica wikitesto]

Il 1º luglio 2011 MTV si uniforma alla rispettiva versione statunitense lanciando un nuovo logo, privo della tagline "Music Television", e un nuovo sito web. Dalla stessa data inizia la trasmissione in 16:9[4]. Col nuovo anno, precisamente il 23 febbraio 2012, vengono ufficializzati i cambiamenti della nuova stagione, che vedono l'arrivo di numerose serie televisive statunitensi come Buffy l'ammazzavampiri, Girls, Modern Family, New Girl, nuove produzioni locali ispirate dal successo del docureality Ginnaste - Vite parallele e nuovi format originali per l'Italia come Mario e La prova dell'otto di Caterina Guzzanti.

Conseguentemente si decide di spostare tutta la programmazione musicale su MTV Music, dove continuano a essere trasmesse alcune delle produzioni abbandonate dal canale madre come Behind the Music, Storytellers o Hitlist Italia (quest'ultimo ridotto a semplice contenitore di video), i vari concerti organizzati da MTV in Europa con MTV World Stage, le classifiche dei dischi più venduti e rotazioni dei videoclip principalmente del presente[5]. Su MTV, invece, viene dedicata una parte sempre più esigua del palinsesto alla trasmissione dei videoclip con il contenitore Only Hits, che dapprima occupa le prime ore del mattino, poi quelle della tarda notte, per sparire definitivamente nel 2014. Gli unici programmi musicali che resistono sono dunque i grandi eventi dal vivo come gli MTV Video Music Awards, MTV Europe Music Awards, i TRL Awards (fino al 2012) e gli MTV Awards italiani (dal 2013 al 2017).

Dal 16 settembre 2012 MTV viene rilevato dall'Auditel[6] e, contestualmente, dal 17 settembre 2012 il canale è disponibile nella piattaforma satellitare Tivùsat[7]. Dal 16 ottobre 2013 il canale inizia a trasmettere anche in alta definizione solo sulla piattaforma Sky Italia, retrocedendo dal canale 108 al 121[8]. Inoltre, dal 2015, cominciano a essere trasmessi in prima e seconda serata numerosi film.

Il passaggio su Sky Italia[modifica | modifica wikitesto]

Il 13 giugno 2015 il quotidiano la Repubblica annuncia l'acquisto dell'LCN 8 da parte di Sky Italia[9][10]. L'operazione avviene il 31 luglio, quando Sky acquista la società MTV Italia S.r.l e di conseguenza la posizione 8 del digitale terrestre, lasciando a Viacom la proprietà del marchio MTV[11] (e poi MTV8) fino al 18 febbraio 2016, quando quest'ultimo diventa TV8. Di conseguenza, il giorno dopo viene lanciato il nuovo canale MTV Next, esclusivamente a pagamento all'interno dell'offerta televisiva di Sky Italia con una programmazione simile alla precedente, che dal 28 marzo 2016 ha ripreso il nome originale[12].

Logo di MTV Next

Dal 2016 il volto di MTV Italia è Elettra Lamborghini, che appare spesso sul canale con Super Shore, Riccanza e dal 2017 nello show esclusivo Super Shore all'Italiana e nella seconda stagione di Riccanza.

Dal 4 giugno 2018 passa al canale 130. Dal 26 settembre va in onda Ex on the Beach Italia condotto da Elettra Lamborghini.

Il 21 febbraio 2020 la versione in definizione standard di MTV chiude sul satellite, pur restando visibile su Sky Go fino al 25 marzo 2021.

Il 1º luglio 2021, in seguito ad una riorganizzazione di alcuni canali Sky, si trasferisce sulla LCN 131. Il 14 settembre MTV rinnova logo e grafiche, uniformandosi alla versione statunitense.

Canali tematici[modifica | modifica wikitesto]

Attivi[modifica | modifica wikitesto]

Logo Nome Inizio trasmissioni Descrizione
MTV Music 2021 logo.svg MTV Music 17 maggio 2010 Nato come MTV+, inizialmente trasmetteva videoclip, classifiche musicali e reality a tema musicale. Dal 1º luglio 2016 è visibile esclusivamente a pagamento su Sky Italia sul canale 704 e, da luglio 2020, anche sul canale 132. Sul digitale terrestre è stato rimpiazzato da VH1.

Chiusi[modifica | modifica wikitesto]

Logo Nome Inizio trasmissioni Fine trasmissioni Descrizione
MTV Hits 2013 logo.svg MTV Hits 28 agosto 2003 1º agosto 2015 Trasmetteva i videoclip delle canzoni e degli artisti più in voga del momento.
MTV Brand New.svg MTV Brand New 14 settembre 2003 10 gennaio 2011 Trasmetteva videoclip di brani appartenenti a generi di nicchia, come indie, elettronica e metal.
Mtv-gold.jpg MTV Gold 1º ottobre 2007 10 gennaio 2011 Trasmetteva brani del passato. È stato sostituito da MTV Classic.
MTV Pulse.svg MTV Pulse 1º ottobre 2007 10 gennaio 2011 La sua programmazione era composta dai videoclip dei brani più amati dai giovani.
MTV Live HD 2013.png MTV Live HD 15 settembre 2008 1º ottobre 2014 Lanciato con il nome di MTVNHD, trasmetteva interviste, dietro le quinte, videoclip musicali e concerti da tutto il mondo con la qualità dell'alta definizione. Dal 1º febbraio 2012 al 1º ottobre 2014 il canale è stato visibile a pagamento sulla piattaforma satellitare Sky.
MTV Classic 2013 logo.svg MTV Classic 10 gennaio 2011 1º agosto 2015 Era visibile esclusivamente a pagamento su Sky Italia sul canale 705. La sua programmazione si componeva di videoclip di brani del passato, databili dagli anni '70 agli anni '90.
MTV Rocks 2017 logo.svg MTV Rocks 10 gennaio 2011 2 maggio 2020 Aveva una programmazione composta da videoclip e classifiche di brani rock e alternative.
MTV Dance 2013.png MTV Dance 27 maggio 2014 1º agosto 2015 Aveva una programmazione composta da videoclip e classifiche di brani dance, house e tutti i loro sottinsiemi.

Palinsesto[modifica | modifica wikitesto]

Arrows-folder-categorize.svg Le singole voci sono elencate nella Categoria:Programmi televisivi di MTV (Italia)

Attualmente in onda[modifica | modifica wikitesto]

Vengono qui di seguito elencati i programmi che sono attualmente in onda su MTV.

Video a rotazione[modifica | modifica wikitesto]

Reality show[modifica | modifica wikitesto]

Documentari[modifica | modifica wikitesto]

Show[modifica | modifica wikitesto]

Serie TV[modifica | modifica wikitesto]

Precedentemente in onda[modifica | modifica wikitesto]

Intrattenimento[modifica | modifica wikitesto]

Reality show[modifica | modifica wikitesto]

Serie TV[modifica | modifica wikitesto]

Programmi musicali[modifica | modifica wikitesto]

Video a rotazione[modifica | modifica wikitesto]

  • Chill Out Zone (1997 – 2010)
  • MTV Gold (2007 – 2008)
  • Hits Non Stop (1997 – 2006)
  • Insomnia (2006 – 2010)
  • Into the Music (2006 – 2010)
  • Party Zone (1997 – 2011)
  • Pure Morning (1997 – 2010)
  • So '80s (1997 – 2008)
  • So '90s (2001 – 2008)
  • Summer Hits (1998 – 2010)
  • Superock (1997 – 2010)
  • Wake Up (1997 – 2010)

Eventi[modifica | modifica wikitesto]

  • MTV Africa Music Awards (2008)
  • BET Awards (2009)
  • MTV Brand:New Nights (2003 – 2009)
  • MTV Celebrates (2009)
  • Club Generation (2004 – 2005)
  • Coca Cola Live @ MTV (2003 – 2010)
  • MTV Crazy Week (2005)
  • MTV Cribs Awards (2009)
  • MTV Day (1998 – 2009)
  • MTV Days (2010 - 2012)
  • Download Day (2009)
  • MTV Friday Fever (2006)
  • MTV Hip Hop Week (2005)
  • MTV Hot & Love Week (2005)
  • Live Earth (2007)
  • Los Premios Latino (2006 – 2009)
  • MTV Mobile Live (2008 – 2009)
  • MTV Music Week (2005 – 2009)
  • No Mafie Day (2008)
  • MTV Oldies But Goldies Week (2005)
  • Stand Up Day (2007 – 2008)
  • MTV Sunset (2004 – 2008)
  • MTV Super Friday (2009)
  • TRL Awards (2006 – 2012)
  • MTV Wanna Be Week (2005)
  • Week In Rock (1999)

Informazione e approfondimento[modifica | modifica wikitesto]

  • MTV 4 Peace (2009)
  • All Access (2003 – 2009)
  • All Eyes On (2003 – 2006)
  • A Scuola Di Emozioni (2010)
  • Avere Ventanni (2004 – 2007)
  • The Bedroom Diaries (2009)
  • Behind the Scenes (1997 – 2006)
  • Behind the Screen (2010)
  • Busted (2009 – 2010)
  • Celebrity Bites (2010)
  • Cinematic (1998 – 2001)
  • Crispy News (2007 – 2010)
  • Drug Line (2004)
  • MTV Element (2010)
  • E.T. - Entertainment Today (2001)
  • Fabri Fibra: In Italia (2010)
  • The Fabulous Life of... (2003 – 2009)
  • Famous Crime Scene (2010)
  • Flash (2000 – 2010)
  • Loveline (2001 – 2008, 2010)
  • Never Before Scene (2006 – 2008)
  • News (2001 – 2010)
  • No Excuse 2015 (2005 – 2008)
  • Non cresce l'erba (2012)
  • Play 4 Your Rights (2008)
  • Prof. Sex (2012)
  • Pugni in tasca (2007 – 2008)
  • Radio Emilia 5.9 - La mia vita dopo il terremoto (2013)
  • Retrosexual: The 80's (2004)
  • Sex... With Mom And Dad (2009)
  • MTV Sports (1998)
  • Stylissimo! (1998 – 1999)
  • Tocca a noi (2008 – 2009)
  • True Line (2005)
  • Voice (2006)
  • When I Was 17 (2011 – 2012)

Game show[modifica | modifica wikitesto]

  • Best Driver (2008 – 2009)
  • Fist of Zen (2008 – 2009)
  • Kiss & Tell (2002 – 2003)
  • Navigator (2011)
  • Trick It Out (2005)
  • Vale tutto (2007, 2009 - 2010)

Reality show[modifica | modifica wikitesto]

Reality musicali[modifica | modifica wikitesto]

Reality game[modifica | modifica wikitesto]

Cartoni animati[modifica | modifica wikitesto]

Anime[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Anime Night.

Conduttori e VJ[modifica | modifica wikitesto]

La figura del VJ risale alla nascita del canale statunitense MTV nel 1981, per essere poi riproposta nella versione italiana del canale. I VJ che si sono succeduti negli anni sono stati numerosi: fra i volti noti, vi sono stati Enrico Silvestrin, Andrea Pezzi, Fabio Volo, Victoria Cabello, Camila Raznovich, Giorgia Surina, Marco Maccarini, Alessandro Cattelan, Paola Maugeri, Valeria Bilello, Francesco Mandelli, Federico Russo, Carolina Di Domenico, Daniele Bossari. Tramite il programma Cercasi VJ, una sorta di video-casting, alcuni ragazzi sono diventati conduttori della rete. Con la radicale trasformazione del canale, divenuto rete generalista, oltre ai programmi musicali scompare anche la figura del VJ.

Direttori[modifica | modifica wikitesto]

Nome Periodo
Antonio Campo Dall'Orto 1997-2011
Antonella Di Lazzaro 2011-2014
Giuliano Tranquilli 2014-2015
Cecilia Padula dal 2016[13]

Ascolti sul DTT[modifica | modifica wikitesto]

Share 24h di MTV dal 2012 al 2015[modifica | modifica wikitesto]

Dati Auditel relativi al giorno medio mensile sul target individui 4+[14].

Anno Gen Feb Mar Apr Mag Giu Lug Ago Set Ott Nov Dic Media

anno

2012 - - - - - - - - - 0,52% 0,48% 0,51% 0,13%
2013 0,50% 0,49% 0,53% 0,55% 0,58% 0,63% 0,57% 0,55% 0,60% 1,48% 0,72% 0,62% 0,58%
2014 0,79% 0,67% 0,62% 0,68% 0,73% 0,71% 0,70% 0,73% 0,65% 0,58% 0,54% 0,69% 0,67%
2015 0,67% 0,58% 0,62% 0,70% 0,73% 0,90% 0,92% 0,77% 0,87% - - - 0,55%

Notiziari[modifica | modifica wikitesto]

Il racconto dell'attualità è stato e continua a essere una delle componenti fondamentali dell'offerta editoriale di MTV Italia.

Fino al 28 febbraio 2010 andava in onda il notiziario Flash, la cui linea editoriale si fondava su esteri, attualità, cronaca e politica legata al mondo dei giovani, cultura, spettacolo e sport. Nel corso degli anni MTV Italia produce numerosissimi, speciali, reportage e talk show dedicati all'attualità e all'informazione. Da ricordare tra il 2000 e il 2001 True Life Italia: serie di documentari che approfondiscono tematiche di rilevanza sociale. Programmi settimanali di approfondimento in studio e talk show (Drugline condotto da Camila Raznovich, sull'informazione e prevenzione nell'uso di droghe – 2004; Voice condotto da Camilla Raznovich su temi di attualità – 2006; Pugni in tasca, talk show condotto da Mario Adinolfi e dedicato all'attualità giovanile (stagione 2007-2008)

Dal 2004 al 2007 MTV Italia ha prodotto e trasmesso Avere vent'anni, serie documentaristica scritta e condotta da Massimo Coppola, oltre 50 reportage sulla condizione sociale, lavorativa, culturale e religiosa dei giovani in Italia. Fra i tanti servizi dello show anche l'intervista ai lavoratori della ThyssenKrupp qualche anno prima dei tragici avvenimenti di Torino.

Dal 1º marzo 2010 MTV Italia lancia il suo nuovo notiziario MTV News, che racconta un reportage di attualità sui giovani italiani. Finora oltre 500 le storie raccontate, con un mosaico che fotografa in presa diretta la realtà dei ragazzi. Il programma raccoglie consensi e riconoscimenti importanti come il Premio Ilaria Alpi (2011 - Miglior Reportage Lungo per Libia: i ragazzi e la Rivoluzione; 2007 – Miglior documentario lungo per No Excuse Speciale: I capitani al World Social Forum 2007); l'International Civis Media Prize 2009 (Miglior documentario europeo lungo per True Life: Lampedusa porta d'Europa); Premio Sodalitas per il Giornalismo Sociale 2009 (Miglior documentario per True Life: Lampedusa porta d'Europa). MTV News chiude il 31 luglio 2015, in seguito all'acquisto del canale 8 del digitale terrestre da parte di Sky Italia (la quale lancia il nuovo canale TV8) e il conseguente passaggio sulla piattaforma Sky di MTV.

MTV Video (Teletext)[modifica | modifica wikitesto]

Dal 2000 al 2010 MTV Video è stato il teletext del canale e forniva classifiche musicali, il suo palinsesto e quello di LA7 e la descrizione dei programmi che andavano in onda, pubblicità di suonerie e altro.
Il servizio era disponibile solo sul canale principale di MTV Italia.
MTV Video nacque dopo il trasloco dalle frequenze di Rete A a quelle di TMC 2.

Comunicazione sociale[modifica | modifica wikitesto]

Fin dai suoi esordi in Italia, MTV ha prodotto campagne di sensibilizzazione dedicate a temi come effetti delle droghe, sessualità, AIDS, sicurezza stradale, abuso di alcool, sotto il brand “Free your Mind”. Accanto alle campagne sono stati sviluppati numerosi documentari e programmi di approfondimento sulle stesse tematiche. Ad esempio, MTV ha dedicato alla prevenzione dell'AIDS una giornata di programmazione speciale (il 1º dicembre) informando diffusamente sulla prevenzione.

Nel 2005 è stata lanciata la campagna sociale di Mtv Italia per “No Excuse 2005”, contro la povertà estrema e per uno sviluppo mondiale sostenibile, in collaborazione con le Nazioni Unite. La campagna si è conclusa nel 2007 con la pubblicazione di un “Libro Bianco” con le richieste dei giovani italiani alle istituzioni per un futuro globale migliore. Anche l'ambiente e lo sviluppo sostenibile sono sempre stati al centro delle attività sociali di MTV (con spot, reportage, giornate speciali, organizzazione di concerti e manifestazioni a impatto zero), tanto che, proprio alla luce dell'impegno di MTV in campo ambientale, Al Gore ha concesso l'esclusiva in Italia al canale per la trasmissione nel 2007 del concerto Live Earth, trasmesso per 24 ore in collaborazione con La7.

Dal 2004 al 2009 MTV ha sviluppato anche una comunicazione sociale dedicata alla legalità e alla lotta alle mafie, con le giornate speciali “No Mafie”, eventi sul territorio, reportage, inchieste e spot. Nel novembre 2008 ha creato la campagna “Tocca a Noi”, il primo esperimento di web-democracy creato da una rete televisiva per far scrivere ai ragazzi e portare in parlamento una legge di iniziativa popolare. La campagna si compone di spot, programmi, eventi speciali sul territorio, attività nelle università per la stesura delle proposte di legge e la raccolta delle firme utili per presentare la proposta di legge di iniziativa popolare, Tra il 2008 e il 2010 circa 2 milioni di giovani italiani partecipano in vario modo al progetto. Nel 2010 MTV lancia “Io Voto”, campagna multimediale per spingere i giovani alla partecipazione sociale e politica attraverso il voto e la candidatura personale a partire dalla scuola fino ad arrivare in Parlamento al fine di creare la classe dirigente del futuro.

Loghi[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ MTV, UN PIENO DI MUSICA SULLE ONDE DI RETE A - la Repubblica.it, su Archivio - la Repubblica.it. URL consultato il 18 agosto 2021.
  2. ^ MTV DAY 2007 - Notizie online MTV
  3. ^ News: Mtv comincia il 2011 con quattro nuovi canali su Sky su MTV News, su mtvnews.it. URL consultato il 15 gennaio 2011 (archiviato dall'url originale il 26 settembre 2017).
  4. ^ DM LIVE24: 2 LUGLIO 2011. MTV IN 16:9, SITUAZIONE AMARA PER AGRODOLCE, D'URSO-MARKETTA EDITORIALE MA CASUALE, LA CIPRIANI SENZA UNA CHIAPPA, su DavideMaggio.it. URL consultato il 18 agosto 2021.
  5. ^ » L’autunno 2012 di MTV… cambiamento verso l’intrattenimento, arrivano Girls, New Girl, Modern Family e Buffy! Antonio Genna Blog, su antoniogenna.com. URL consultato il 18 agosto 2021.
  6. ^ Mtv entra in Auditel e nella prima rilevazione sfiora l'1% sul target individui - Digital-News, su Digital-News.it, 17 settembre 2012. URL consultato il 18 agosto 2021.
  7. ^ TivùSat: arriva MTV sulla piattaforma satellitare, in tivusat.tv, 20 settembre 2012. URL consultato il 23 gennaio 2020.
  8. ^ Simone Rossi, MTV in HD dal 16 ottobre al canale 121 della guida Epg di Sky, su digital-sat.it, 11 settembre 2013. URL consultato il 17 settembre 2013.
  9. ^ Sky tratta con MTV e punta al tasto 8 del telecomando, su calcioefinanza.it. URL consultato il 27 giugno 2015.
  10. ^ Mina TeleNorba sulle mire di Sky per il canale 8 del digitale, su calcioefinanza.it. URL consultato il 27 giugno 2015.
  11. ^ Sky Italia acquista da Viacom il canale 8 del digitale terrestre, su digital-news.it.
  12. ^ Sky si compra Mtv e il canale 8 del digitale terrestre, su repubblica.it, 31 luglio 2015. URL consultato il 23 gennaio 2020.
  13. ^ Cecilia Padula è il nuovo direttore di Mtv, su primaonline.it. URL consultato il 12 luglio 2016.
  14. ^ Televisione | Prima Comunicazione, su www.primaonline.it. URL consultato il 18 agosto 2021.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]