VH1

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi VH1 (disambigua).
VH1
Logo dell'emittente
Stato Stati Uniti Stati Uniti
Versioni VH1 SDTV
(data di lancio: 1º gennaio 1985)
VH1 HD HDTV
(data di lancio: 2005)
Nomi precedenti VH1: Video Hits One (1985-1994)
Gruppo ViacomCBS
Editore ViacomCBS Domestic Media Networks
Sito vh1.com
Diffusione
Satellite
DirecTV

VH1 ( - )
- -
335 SDTV


VH1 HD ( - )
- -
335 HDTV
Dish Network

VH1 ( - )
- -
162 SDTV


VH1 HD ( - )
- -
162 HDTV
Via cavo
Vari provider
(USA)
VH1
Vari LCN
Vari provider
(USA)
VH1 HD
Vari LCN
Streaming
Sito ufficiale VH1
IPTV
Verizon Fios VH1 ( - SDTV ch. 217)
VH1 HD ( - HDTV ch. 717)
AT&T U-verse VH1 ( - SDTV ch. 518)
VH1 HD ( - HDTV ch. 1518)
Roku VH1 ( - SDTV ch. 601)
VH1 HD ( - HDTV ch. 1601)
Sling TV VH1 ( - )

VH1 è una rete televisiva a pagamento statunitense nata nel 1994.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

VH1 è un canale satellitare che fu creato nel gennaio del 1985 negli Stati Uniti d'America dalla Warner-Amex Satellite Entertainment, all'epoca una divisione di Warner Communications (ora WarnerMedia) e amministratori di MTV. VH1 e i suoi canali spin-off fanno parte della ViacomCBS Domestic Media Networks, divisione di ViacomCBS.

Dopo quattro anni VH1 riuscì ad avere successo tra gli adolescenti, trasmettendo soprattutto video musicali che includevano artisti di fama come Bon Jovi, Tina Turner, Elton John, Sting, Diana Ross, Kenny G e Anita Baker. La speranza della rete era di raccogliere pubblico nella fascia d'età 18-35 anni e anche possibilmente più "anziana". Inoltre occasionalmente il canale trasmette degli speciali riguardanti l'hard rock e l'heavy metal, come ad esempio VH1 Rock Honors, che iniziò nel 2006.

Il canale ha anche storicamente trasmesso video della scena R&B e raramente mostra video rap o hip-hop. Il canale americano trasmette ancora videoclip, ma il palinsesto è occupato soprattutto da speciali (noto è quello dedicato a The Day the Music Died), retrospettive, programmi di gossip e reality show riguardanti il mondo delle celebrità e della pop culture, fra i quali i discussi The Surreal Life e il recente Celebrity rehab.

Versioni estere[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1994 viene lanciata una versione britannica (chiusa il 7 gennaio 2020), successivamente distribuita anche nel resto d'Europa. Dal 1995 il canale è stato disponibile anche in lingua tedesca. Nel 2002 viene creata una versione europea separata da quella britannica.

Dal 1º ottobre 2007 il canale, nella sua versione europea, è stato disponibile anche in Italia a pagamento sul satellite per i clienti Sky al canale 708, e anche su IPTV di Telecom Italia. Questa è stata chiusa il 18 ottobre 2010, sostituita da MTV+, tornando così a non essere più disponibile nello scenario televisivo italiano.

La versione europea è stata ricevibile nel resto d'Europa con un unico palinsesto e ha continuato ad essere disponibile solo in altre nazioni sempre in forma criptata nei rispettivi bouquet di pay tv fino al 2 agosto 2021, quando ha chiuso definitivamente i battenti per far posto a MTV 00s.

Il 1º luglio 2016 iniziano le trasmissioni della versione italiana in chiaro sul digitale terrestre, andando a sostituire MTV Music sul canale 67.

Loghi[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]