Portale:Televisione

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Portale Televisione

Il Portale Televisione si propone di presentare in modo organico argomenti riguardanti questo mezzo di comunicazione di massa e invitare alla navigazione secondo le diverse aree tematiche organizzate nelle apposite categorie.

Buona [tele]visione! ... tenendo in debito conto quanto è stato detto di lei ...

« La televisione riempie molte solitudini. »
(Enzo Biagi)
Un apparecchio televisivo

PortaleProgettoBar catodicoCategorieImmagini

Elenco delle serie televisive trasmesse in Italia:
0-9 | A | B | C | D | E | F | G | H | I | J | K | L | M | N | O | P | Q | R | S | T | U | V | W | X | Y | Z
Elenco dei serial televisivi trasmessi in Italia: 0-9 | A | B | C | D | E | F | G | H | I | J | K | L | M | N | O | P | Q | R | S | T | U | V | W | X | Y | Z
 
La televisione

La televisione (dal greco τῆλε, "a distanza", e dal tema verbale Vid del verbo greco οραω vedere, in sigla TV), è la diffusione contemporanea di medesimi contenuti visivi e sonori, fruibili in tempo reale o con un breve ritardo, ad utenti situati in aree geografiche servite da apposite reti per telecomunicazioni e dotati di specifici apparecchi elettronici ed eventualmente impianti per telecomunicazioni.
Da un punto di vista sociologico la televisione è uno dei mezzi di comunicazione di massa tra i più diffusi e apprezzati e naturalmente anche tra i più discussi. Dal punto di vista del pubblico, la semplicità d'uso e l'attuale basso costo l'hanno portata ad affiancare sempre più efficacemente la stampa e la radio come fonte di informazione e soprattutto di svago grazie agli innumerevoli spettacoli offerti. Da un punto di vista tecnologico la televisione è invece un'applicazione delle telecomunicazioni.
Il termine "televisione" venne stabilito il 10 marzo 1947 durante la conferenza mondiale delle radiocomunicazioni di Atlantic City dai delegati di 60 nazioni che, altresì, stabilirono di adottare come abbreviazione la sigla "TV".

continua...
 
Foto del giorno
Super Girl Contest

Un'immagine dall'edizione 2005 di Super Girl, show-contest irradiato dall'emittente satellitare Hunan (Repubblica Popolare Cinese). Il programma si ispira alla trasmissione britannica Pop idol.
 
Storia ed emittenti

L'American Broadcasting Company (ABC) è uno storico network televisivo statunitense. Creata nel 1943 da una stazione radio della NBC, è controllata dalla Walt Disney Company ed è parte della Disney-ABC Television Group. I primi programmi furono lanciati nel 1948. Il quartier generale si trova a Manhattan, mentre gli uffici della programmazione si trovano a Burbank, in California, accanto ai Walt Disney Studios e alla sede della Walt Disney Company. La ABC è, al 2008, il network televisivo con più ascolti negli Stati Uniti. Il nome formale è American Broadcasting Companies, Inc., e ciò appare su tutti i diritti di copyright e su tutti i documenti di proprietà. A volte ci si riferisce alla ABC con il nome di "Network dell'Alfabeto", dato che corrisponde alle prime tre lettere dell'alfabeto latino. Dall'organizzazione delle prime stazioni radiofoniche negli anni venti, la televisione negli Stati Uniti venne dominata da due compagnie: la CBS e la NBC. Prima della formazione della NBC, la RCA ha acquistato alcune stazioni di New York come: la WEAF, la WFAN. Tutto ciò fino agli anni trenta ha determinato che negli Stati Uniti ci fossero due distinte televisioni che trasmettevano programmi TV.

continua...
 
Immaginario

Jungle Jim è una serie TV che segue i sedici film di successo di Jungle Jim interpretati dallo stesso attore Johnny Weissmuller nei sette anni precedenti. Alla serie furono però aggiunti nuovi personaggi come il figlio di Jim, Skipper (interpretato dell'attore-ragazzo Martin Huston) e l'assistente, l'indigeno Kaseem.
La serie venne trasmessa dalla Columbia Pictures per una sola stagione e si compose di 26 episodi della durata di 30 minuti ciascuno.

continua...
 
Utilità
Personalità
Loretta Goggi nel 1986

Loretta Goggi (Roma, 29 settembre 1950) è una cantante, attrice, conduttrice televisiva, showgirl e imitatrice italiana. Si è avvicinata al mondo dello spettacolo ancora giovanissima: fu notata da Silvio Gigli che la propose per il concorso radiofonico "Disco magico", di Dino Verde presentato da Corrado Mantoni con l'orchestra diretta da Gianni Ferrio. Vinse in coppia con Nilla Pizzi. Dopo il provino a nove anni per Sotto processo (con la regia di Anton Giulio Majano) ha partecipato in seguito a numerosi sceneggiati televisivi della Rai (I miserabili, Demetrio Pianelli, Una tragedia americana, La cittadella, Delitto e castigo, Robinson non deve morire, Prima di cena ecc.). In Vita di Dante è stata Beatrice Portinari ed ha lavorato anche in Scaramouche con Domenico Modugno, ne Il cavaliere senza armatura e in un cameo nel film di Pietrangeli Io la conoscevo bene. Ha avuto un ruolo interessante nel (1966) in un episodio de Le inchieste del commissario Maigret e ha preso parte a film musicarelli con Al Bano, Gianni Morandi e Bobby Solo.
(nell'immagine: Loretta Goggi nel 1986 in Il bello della diretta)

continua...
 
Approfondimento

Uno sceneggiato televisivo, o anche semplicemente sceneggiato se è chiaro il contesto televisivo, è una fiction televisiva italiana, anche coprodotta con altre nazioni, a forte carattere culturale del periodo che va dagli inizi della televisione in Italia, nel 1954, fino agli anni ottanta del XX secolo. Fino all'arrivo delle televisioni private negli anni settanta del XX secolo, periodo nel quale esistevano solo televisioni pubbliche, Programma Nazionale (inizio trasmissioni regolari 3 gennaio 1954), l'attuale Rai Uno, e Secondo Programma (inizio trasmissioni regolari 4 novembre 1961), l'attuale Rai Due, quasi tutte le fiction televisive erano sceneggiati televisivi. Il termine sceneggiato televisivo è andato progressivamente in disuso sostituito da termini quali, appunto, "fiction televisiva" (termine che diventa di uso comune a partire dagli anni novanta del XX secolo), "miniserie televisiva", "film per la televisione", "serie televisiva". Anche se non del tutto, a volte è usato ancora oggi per indicare una fiction televisiva italiana con forti connotazioni culturali. Per quanto riguarda il formato, quasi tutti gli sceneggiati televisivi sono miniserie televisive ad eccezione di qualche film per la TV e serie televisiva. Nei decenni in cui lo sceneggiato televisivo era in voga veniva distinto in romanzo sceneggiato, o teleromanzo, e originale televisivo, termini andati completamente in disuso.

continua...