Portale:I Simpson

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Cartella arancione.jpg
Simpsons tv icon.svg
I Simpson
La stella dei Simpson sulla Hollywood Boulevard

Benvenuto nel portale riguardante la serie televisiva I Simpson, creata da Matt Groening alla fine degli anni ottanta e attualmente in produzione.

La serie narra le vicende dell'omonima famiglia, i Simpson, composta dal padre Homer, dalla madre Marge e dai figli Bart, Lisa e Maggie, che abita nella città di Springfield ed è una parodia satirica della società e dello stile di vita statunitensi poiché tratta in chiave umoristica molti aspetti della condizione umana, così come la cultura, la società in generale e la stessa televisione.

La serie va in onda dal 17 dicembre 1989, al momento sono andate in onda 26 stagioni per un totale di 574 episodi e, oltre alla serie televisiva, è stata pubblicata anche una serie di fumetti ed è stato realizzato anche un lungometraggio, I Simpson - Il film (2007).

Oltre allo show televisivo, i personaggi de I Simpson sono protagonisti di vari spot pubblicitari, di diversi videogiochi e sono presenti in molti oggetti di merchandising legati alla serie.

Pix.gif


Cartella arancione.jpg
Simpsons tv icon.svg
I protagonisti

La famiglia protagonista della serie è composta da:

  • Homer Simpson (Homer Jay Simpson) è il padre. Pigro, stupido, rozzo, egoista, panciuto, inetto, irresponsabile ed incompetente, lavora come ispettore di sicurezza settore 7G della centrale nucleare di Springfield; all'apparenza senza sentimenti, adora strafogarsi di cibo, soprattutto ciambelle e costolette di maiale, e bere birra Duff. Passa molto tempo a guardare la TV con una birra in mano. Passa molto tempo al bar di Boe Szyslak con gli amici Barney, Lenny e Carl. Le sue frasi più famose sono "D'oh", "Mi-ti-co!" e "Brutto Bagarospo" (quest'ultima la dice mentre strangola Bart).
  • Marge Simpson (Marjorie Jacqueline Bouvier) è la madre ed è per la maggior parte della serie il ritratto della tipica madre e casalinga statunitense: iperprotettiva nei confronti dei figli e dotata di una spiccata "moralità". Talvolta si fa coinvolgere nelle stramberie di Homer, ma alla fine riesce sempre a tenere unita la famiglia. Nella puntata della 21ª stagione "Il colore giallo" rivela di essere di origine francese da parte di padre.
  • Bart Simpson (Bartholomew JoJo Simpson) è il primogenito, di 10 anni, furbo e insofferente alle regole: ama lo skateboard e la TV. La sua attività preferita è combinare scherzi insieme al suo amico Milhouse Van Houten, soprattutto ai danni del barista Boe Szyslak e del preside della sua scuola, Seymour Skinner. Dimostra di avere un buon cuore e di voler bene alla sorella in più occasioni. La sua frase più famosa è "Ciucciati il calzino" (in inglese "Eat my shorts").
  • Lisa Simpson (Lisa Marie Simpson) è la secondogenita, di 8 anni, con un altissimo Q.I.; vegetariana, buddhista, intellettuale, femminista, sensibile e anticonformista si ritrova spesso coinvolta nell'attivismo progressista. La sua aspirazione è diventare presidente degli Stati Uniti e la sua passione è suonare il sassofono.
  • Maggie Simpson (Margaret Evelyn Simpson) è la figlia neonata. Non riesce a camminare e ogni volta che ci prova cade in avanti; spesso viene dimenticata davanti al piccolo schermo. Non si è mai sentita la sua voce, tranne in estemporanee eccezioni: nella puntata La prima parola di Lisa, nella quale Maggie dice "papà"; in Bart sfida il giorno del ringraziamento, dove Maggie appare nel sogno di Bart e lo rimprovera; in Arrivando in Homerica, dove parla in norvegese; e in I Simpson - Il film, dove nei titoli di coda dice "Continua". Maggie molte volte si rivela piena di intelletto ed anche molto astuta, con un grande senso di responsabilità (molto più del padre e del fratello maggiore).
  • Piccolo aiutante di Babbo Natale, il cane;
  • Palla di neve, il gatto.
Pix.gif


Cartella arancione.jpg
Simpsons tv icon.svg
La città

Springfield è il nome della cittadina immaginaria in cui sono ambientati gli episodi del cartone animato I Simpson

Il nome Springfield è stato usato storicamente per denominare parecchie città degli USA (ne esistono 71 in 36 Stati diversi), rientrando nell'obiettivo della serie di porsi come parodia del cittadino medio statunitense.

L'ubicazione della città non è mai stata resa nota: gli stessi creatori hanno inserito diversi indizi nel cartone animato, ma molti di essi sono contraddittori.

Nello scudo con il simbolo della città di Springfield, campeggia la scritta "Corruptus in extremis" o la storica frase del fondatore, Jebediah Springfield: "un animo nobile titaneggia anche nel più piccolo degli uomini".

La città storicamente rivale è l'immaginaria Shelbyville.

Pix.gif


Cartella arancione.jpg
Mplayer.svg
Al cinema

La serie televisiva ha anche avuto un adattamento cinematografico con I Simpson - Il film, diretto da David Silverman. Il film è incentrato su una disattenzione di Homer che causa una pesante crisi ambientale a Springfield e per questo motivo viene preso di mira, insieme alla famiglia, dall'intera città. Dopo una lunga fuga, Homer riuscirà a salvare la città dalla distruzione voluta da Russ Cargill che riteneva Springfield ormai irrecuperabile dal punto di vista ambientale. Il film, così come la serie, ha la presenza di varie guest star come i Green Day e Tom Hanks, vari omaggi a diversi film ed è stato proceduto da un'importante operazione di marketing.

Pix.gif


Cartella arancione.jpg
Nuvola apps bookcase.png
Il creatore

Matthew Abram Groening (Portland, 15 febbraio 1954) è un autore di fumetti statunitense, ideatore delle serie televisive I Simpson e Futurama, per le quali lavora attualmente come consulente creativo.

Prima di iniziare a lavorare in televisione, Groening creò la striscia Life in Hell, che continua tuttora ad essere pubblicata su numerose riviste settimanali ed è stata raccolta in una serie di libri, tra cui School is Hell, Love is Hell, Work is Hell e The Big Book of Hell.

Groening concepì i personaggi della famiglia Simpson nel 1986 nell'atrio dell'ufficio del produttore James L. Brooks. Groening era stato chiamato per creare una serie di corti animati per il The Tracey Ullman Show e aveva intenzione di presentare un adattamento del suo fumetto Life in Hell. Quando si rese conto che l'animazione di quest'opera avrebbe richiesto l'annullamento dei diritti di pubblicazione, egli decise di fare un'altra scelta e creò una versione di una famiglia atipica, dando ai vari componenti i nomi della propria famiglia.

Pix.gif


Cartella arancione.jpg
Nuvola apps bookcase.png
Altri autori
Pix.gif


Cartella arancione.jpg
Nuvola apps bookcase.png
Il doppio episodio

Chi ha sparato al signor Burns? è un episodio in due parti della serie I Simpson. La prima puntata costituisce il finale della sesta stagione ed è andata in onda per la prima volta il 21 maggio 1995 negli Stati Uniti sul canale televisivo Fox, mentre la seconda parte è la prima puntata della settima ed è stata trasmessa originariamente il 17 settembre 1995 in America.

Il doppio episodio è incentrato sul personaggio di Montgomery Burns, ricco magnate e proprietario della centrale nucleare di Springfield. Dopo aver sottratto alla città un giacimento di petrolio, Burns viene ferito da un'arma da fuoco da un ignoto. La polizia tenterà di trovare il colpevole, mentre i due maggiori sospettati si riveleranno essere Waylon Smithers e Homer Simpson.

Entrambe le puntate vennero scritte da Bill Oakley e Josh Weinstein; la prima parte venne diretta da Jeffrey Lynch, mentre la seconda da Wes Archer. Il musicista Tito Puente appare come guest star nel ruolo di se stesso.

Chi ha sparato al signor Burns? fu concepito dal creatore della serie Matt Groening e lo staff degli scrittori decise di trasformarla in un giallo deduttivo in due parti.

Pix.gif
Cartella arancione.jpg
Simpsons tv icon.svg
Influenza culturale

L'impatto culturale dei Simpson è stato considerato notevole, fino al punto da spingere la rivista Time, 1998, a proclamare Bart Simpson la quaranteseiesima persona più influente del XX secolo. Il personaggio era già apparso sulla copertina della rivista il 31 dicembre 1990. Bart, insieme a Lisa, si è anche classificato all'undicesimo posto nella classifica dei "50 migliori personaggi animati di tutti i tempi", pubblicata sulla rivista TV Guide.

Negli Stati Uniti, I Simpson furono la seconda serie animata a essere programmata in prima serata, preceduti solo dai Flintstones. Questo perché durante gli anni ottanta si pensava che i cartoni fossero esclusivamente destinati a un pubblico di bambini ed era troppo costoso produrre cartoni dalla qualità sufficientemente alta da poter comparire in prima serata.

Molti neologismi coniati ne I Simpson sono divenuti particolarmente popolari. La più famosa è l’esclamazione di Homer: "D'oh!", tanto diffusa da essere stata recepita nell'Oxford English Dictionary, ma senza l’apostrofo. Anche altre espressioni sono divenute popolari: "Eccellente" pronunciata da Charles Montgomery Burns; il trionfante "Woohoo!" di Homer e il derisorio "Ha-ha!" di Nelson Muntz. La sbeffeggiante definizione dei francesi data dal giardiniere Willie di "arrendevoli scimmie mangia-formaggio" è stata usata dal settimanale statunitense di stampo conservatore National Review quando, nel 2003, la Francia si oppose alla guerra in Iraq; la stessa frase è stata poi ripresa da altre testate. "Do il benvenuto ai nostri insetti signori supremi" (in originale "I, for one, welcome our new insect overlords"), frase pronunciata da Kent Brockman in Homer nello spazio profondo è stata usata più volte dai media Usa, come il magazine divulgativo New Scientist, per esprimere scherzosamente la più totale sottomissione a qualcuno.

Pix.gif
Cartella arancione.jpg
Fairytale bookmark.png
Indice tematico

Personaggi

Episodi e Film

Doppiaggio

Altro

D'oh! · Doppiaggio · Duff Beer · Grattachecca e Fichetto · Guest star · I corti · Fumetti · Do the Bartman · The Simpsons 20th Anniversary Special - In 3-D! On Ice! · Immagini commons · I Simpson e la filosofia

Pix.gif
Cartella arancione.jpg
Portal.svg
Portali correlati


Animation.svg
Animazione
Speech balloon.svg
Fumetti
Flag of the United States.svg
Stati Uniti d'America
Television.svg
Televisione


Pix.gif