Portale:Cinema

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Portale Cinema
« Fare un film significa migliorare la vita, sistemarla a modo proprio, significa prolungare i giochi dell'infanzia »
(François Truffaut)

Benvenuto al Portale Cinema della Wikipedia in lingua italiana.
Questo portale è stato pensato come pagina di riferimento e punto di partenza per chi è interessato al cinema. Da qui si può accedere facilmente alle voci e alle sezioni di maggiore interesse, verificare il lavoro da svolgere, proporre la creazione di nuove voci...

Se non vedi le ultime modifiche, prova a svuotare la cache

In evidenza
Vista-keditbookmarks.png

Il cinema di fantascienza (o fantascientifico) è uno dei generi cinematografici più popolari.

In esso, i temi tipici della fantascienza sono colonna portante per lo sviluppo della trama. Nei film di fantascienza, il meccanismo narrativo viene innescato dalla presenza di elementi scientifici immaginari o ipotetici, come potrebbero essere ad esempio la formulazione di una nuova teoria matematica, l'invenzione di apparecchiature tecnologiche innovative o la scoperta di nuovi e promettenti sviluppi nel campo della bioingegneria. Solitamente questo genere di film viene ambientato in un contesto legato a una visione più o meno lontana del futuro, come quello dei viaggi interstellari, quello del contatto con entità extraterrestri, quello dei conflitti nucleari o delle catastrofi climatiche globali.

Leggi la voce...

Wikimedaglia oro.png

Guardie e ladri è un film del 1951 diretto da Mario Monicelli e Steno. Fu prodotto da Dino De Laurentiis e Carlo Ponti e interpretato da Totò e Aldo Fabrizi. Il film, che s'innestava nella corrente neorealista, è una delle opere più importanti nate dalla collaborazione artistica tra i registi Monicelli e Steno nonché uno dei migliori di Totò, la cui interpretazione è ancora oggi riconosciuta come una delle sue prove attoriali più apprezzate.

Il film può essere considerato simbolicamente quello che segna l'addio di Totò al varietà e alla rivista. In effetti nella scena finale, da sottofondo proveniente da un'osteria, vi è proprio la musica della rivista dell'epoca; la canzone suonata è La fioraia del Pincio, un motivo che Anna Magnani cantava nel 1940 in Quando meno te l'aspetti, compagnia Grandi Riviste Totò.

Leggi la voce...

Novità su it.wiki
Studi e case di produzione
Correnti cinematografiche
Vuoi contribuire?
Clapboard Plexiglass.png

Come fare

Se sei interessato a contribuire su questo argomento, sei pregato di seguire gli standard e le indicazioni di omogeneità fornite dal Progetto:Cinema.
Per tutte le critiche, i commenti ed i suggerimenti puoi fare riferimento al Drive In, il bar tematico del progetto.

Importante

Dai un'occhiata a...

Professioni legate al cinema
Produzione
Film