Logical channel number

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

L'LCN (sigla dei termini inglesi "logical channel numbering" e "logical channel number") è una funzione presente in alcuni apparecchi televisivi (televisori, set-top box, videoregistratori, ecc.) che consente di assegnare automaticamente a ogni servizio televisivo ricevuto una posizione predefinita all'interno della lista che li elenca[1]. Tale funzione è stata implementata in molti paesi.

Può accadere che due o più emittenti siano state associate al medesimo numero (il cosiddetto "conflitto"), in particolare in Italia e Francia, dove esistono le versioni regionali dei canali pubblici Rai 3 e France 3. In casi del genere viene lasciata facoltà all'utente di decidere quale canale manterrà la numerazione automatica.

Nell'agosto 2010 il Comitato Radio Tv Locali rilasciò un comunicato secondo cui l'introduzione dell'ordinamento mediante LCN penalizzava fortemente l'emittenza locale[2]. Sulla base di ciò suggerì come soluzione una modificazione del sistema di numerazione impostandolo su tre cifre: iniziando infatti dal canale 100, analogamente a quanto accade con la numerazione automatica implementata sui decoder Sky Box di Sky Italia, sarebbe venuto a meno lo svantaggio causato dalle ultime posizioni.

A partire dal 26 novembre 2010, il Ministero dello Sviluppo Economico iniziò il processo di assegnazione in via definitiva relativo alla numerazione delle emittenti, nazionali e regionali[3].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Vedi definizione di "LCN" sul sito ufficiale della RAI - Radiotelevisione Italiana: Rai.it.
  2. ^ LCN - Ricomincia la protesta delle tv locali, tv-zone.it. (archiviato dall'url originale il 28 agosto 2010).
  3. ^ Tv: al via l'ordinamento automatico dei canali in concomitanza con il passaggio alla televisione digitale dell'area 3 - Ministero dello Sviluppo Economico

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]