Mediaset Infinity

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Mediaset Infinity
Mediaset Infinity.svg
Stato Italia Italia
Tipologia IPTV
Trasmissione FTA, Pay TV
Editore RTI
Gruppo Gruppo Mediaset
Data di lancio 2007
Slogan Riempi la tua vita di emozioni.
Sito www.mediasetplay.mediaset.it
Linea ADSL2+, VDSL2, fibra ottica, 3G, 4G, 5G

Mediaset Infinity è una piattaforma streaming italiana per la visione di contenuti in streaming via Internet, sia in diretta che in modalità on demand, gratuiti e a pagamento. La piattaforma è edita da RTI, società controllata dal Gruppo Mediaset.

È disponibile anche come app per Android, iOS e per le Smart TV con tecnologia MHP o HbbTV.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

«La tv del giorno dopo.»

(precedente slogan del sito sotto la denominazione "Video Mediaset")

Antefatti e denominazioni[modifica | modifica wikitesto]

Il primo sito web di Mediaset nasce nel 1999 sotto la denominazione Mediaset.it. Inizialmente si trattava di un portale televisivo dedicato a Canale 5, Rete 4 e Italia 1. Nel corso degli anni è stato esteso a tutte le reti Mediaset. Era possibile accedere alla guida TV, all'elenco completo dei programmi Mediaset e alle informazioni sulla copertura del DTT.

Nel 2007 nasce Rivideo. Il servizio, come dice il nome stesso, permetteva di rivedere a pagamento le fiction Mediaset, video, film, episodi di serie televisive, cartoni animati e anime trasmessi sulle reti Mediaset. Inoltre permetteva anche di rivedere le partite di calcio della serie A. È stato attivo solo sul territorio italiano fino all'11 gennaio 2010, giorno in cui è stato sostituito dalla versione aggiornata della catch-up-tv Video Mediaset[1]. Quest'ultima introduce la possibilità di rivedere film, episodi di serie televisive, cartoni animati e anime trasmessi sulle reti Mediaset. Inoltre, qui diventa possibile seguire la diretta dei canali.

Il 7 ottobre 2015 Mediaset.it e Video Mediaset confluiscono in Mediaset On Demand, che dava la possibilità di seguire la diretta dei canali, riguardare i programmi già andati in onda, e sono presenti diverse sezioni dedicate alle news, esclusive web, anteprime dei film e interviste[2]. Esisteva anche l'app per smartphone e tablet Mediaset Fan, che permetteva di guardare i programmi in diretta o rivedere le repliche, la guida TV, e votare nei reality show tramite il televoto[3]. Dal 29 marzo 2017 la piattaforma è diventata un vero e proprio servizio Video On Demand.

Mediaset Play[modifica | modifica wikitesto]

Il 5 luglio 2018 Mediaset On Demand diventa Mediaset Play[4], inglobando anche i siti dei canali televisivi gratuiti e introducendo alcune nuove funzioni che vanno ad aggiungersi a quelle già esistenti nel precedente portale. Una di queste è Restart, che consente di rivedere dall'inizio il programma che sta andando in onda in un determinato momento su un canale televisivo del gruppo.

In occasione del Grande Fratello e del Grande Fratello VIP, viene attivato temporaneamente il canale Grande Fratello MultiRegia, che consente la visione della diretta quotidiana da tre differenti regie.

Il 22 ottobre 2018 viene lanciato sul portale il canale di televendite M4C, chiuso poi il 31 dicembre 2019.

Nel dicembre 2018 viene attivato Mediaset Play Cult, servizio con il quale vengono diffusi spezzoni e documenti relativi a personaggi e programmi che hanno fatto la storia delle reti Mediaset, mentre da settembre 2019 è disponibile Mediaset Play Remix, contenente tutti i format originali di Mediaset Play.

Dal 14 gennaio 2020 viene trasmesso in diretta web ed in contemporanea con le piattaforme social e YouTube vari speciali e puntate extra dei programmi Mediaset, disponibili anche on demand.

Mediaset Play Infinity/Mediaset Infinity[modifica | modifica wikitesto]

Il 2 dicembre 2020 viene annunciata la fusione tra Mediaset Play e Infinity TV[5]. Il 5 marzo 2021 viene confermato che il servizio di streaming si sarebbe chiamato Infinity+, mentre l'intera piattaforma avrebbe preso il nuovo nome di Mediaset Play Infinity[6][7][8]. Il rebranding è avvenuto l'8 aprile successivo, con un relativo aggiornamento del logo e, di conseguenza, dell'interfaccia grafica[9].

Il 2 aprile 2021 viene annunciato il lancio di Toonami, rete televisiva edita da WarnerMedia dedicata all'animazione e rivolta a un pubblico prevalentemente adolescenziale[10]. Il servizio arriverà sulla piattaforma ad un costo di 4,99 euro mensili.

Il 17 maggio successivo la piattaforma cambia nuovamente nome e logo in Mediaset Infinity, mantenendo tuttavia inalterate tutte le sue funzionalità e il dominio del sito[11].

Offerta[modifica | modifica wikitesto]

Panoramica piattaforma[modifica | modifica wikitesto]

La piattaforma mette a disposizione la diretta delle reti Mediaset e le puntate dei programmi in onda su queste. Il pubblico può accedere anche ad un’offerta opzionale: una serie di "premium channel" indirizzati a serie tv, sport, documentari e offerte per i più piccoli[12][13].

Channel[modifica | modifica wikitesto]

I channel di Mediaset Infinity sono delle offerte aggiuntive che permettono di ampliare il catalogo con dei costi aggiuntivi. Tra questi è presente:

Logo di Infinity+
  • Infinity+: è l'offerta a pagamento di Mediaset nell'ambito dell'intrattenimento. Al suo interno vi è una sezione dedicata al noleggio di film, cartoni animati, serie TV e contenuti disponibili anche in lingua originale, con sottotitoli e in 4K, precedentemente inseriti nel catalogo di Infinity TV. Offre anche la diretta dei canali a pagamento Premium Action, Premium Crime, Premium Stories, Premium Cinema 1, Premium Cinema 2 e Premium Cinema 3. Da agosto 2021 offre anche le partite della UEFA Champions League 2021-2022 per un totale di 92 partite, di cui 8 dei playoff[14] e 84 dei gironi[15][16].
  • Blaze Play: include programmi dedicati al factual entertainment, come docu-reality, survivor series e competition show.
  • Crime+Investigation Play: comprende la visione di programmi su fatti di cronaca nera.
  • History Play: consente di guardare una selezione dei documentari e delle produzioni History Channel.
  • Juventus TV: è il servizio di streaming a pagamento della società calcistica Juventus.
  • Midnight Factory: include film horror e thriller, con titoli inediti, classici e cult di genere.
  • Moonbug Kids: comprende la visione di contenuti per bambini come avventure educative, filastrocche e cartoni animati in inglese e italiano.
  • Starz Play: permette di vedere un catalogo di film e serie tv, inclusi programmi STARZ Original disponibili in contemporanea con il lancio negli Stati Uniti.

Loghi[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Rivideo, su DavideMaggio.it. URL consultato il 27 maggio 2021.
  2. ^ Mediaset.it: Programmi TV, Video on Demand e Live, su web.archive.org, 15 aprile 2017. URL consultato il 2 aprile 2021 (archiviato dall'url originale il 15 aprile 2017).
  3. ^ Mediaset, GUARDA IN DIRETTA I CANALI TV MEDIASET, su Mediaset.it. URL consultato il 2 aprile 2021.
  4. ^ Mediaset Play, cos'è e come funziona la nuova piattaforma online, su Digitale Terrestre Facile, 7 luglio 2018. URL consultato il 2 marzo 2019.
  5. ^ Alessandro Papa, Infinity: il servizio di streaming nato nel 2013 si unisce a Mediaset play, su Tecnoandroid, 4 dicembre 2020. URL consultato il 10 aprile 2021.
  6. ^ Infinity diventa Infinity+, su Help Infinity. URL consultato il 16 marzo 2021.
  7. ^ Simone Nicolosi, Infinity diventa Infinity+ nella nuova Mediaset Play Infinity: promo a 1,99 euro a ex clienti, su MondoMobileWeb.it, 12 marzo 2021. URL consultato il 9 aprile 2021.
  8. ^ Con Mediaset Play Infinity nasce Infinity+, promo per gli ex clienti, su tuttotech.net, 15 marzo 2021. URL consultato il 16 marzo 2021.
  9. ^ Mediaset Play Infinity, ecco la nuova piattaforma - mediasetplay, su Mediaset Play Infinity, 8 aprile 2021. URL consultato il 9 aprile 2021.
  10. ^ Toonami su Mediaset Play. Il nuovo canale pay degli anime giapponesi, in UpGo.news, 2 aprile 2021. URL consultato il 9 aprile 2021.
  11. ^ Fabio Fabbretti, Mediaset Infinity (senza Play), 19 maggio 2021. URL consultato il 19 maggio 2021.
  12. ^ Nasce "Mediaset Infinity": dalla tv generalista alla Champions, tutto in un unico servizio, su tgcom24.mediaset.it, 26 maggio 2021. URL consultato il 27 maggio 2021.
  13. ^ Fabio Fabbretti, Mediaset Infinity: Champions League a 7,99 euro al mese (inclusi Serie e Film), su davidemaggio.it, 26 maggio 2021. URL consultato il 27 maggio 2021.
  14. ^ Ad eccezione della partita che va in onda su Italia 1 (il martedì sera) e su Amazon (il mercoledì sera).
  15. ^ Ad eccezione di quella che va in onda su Canale 5 (il martedì sera) e su Amazon (il mercoledì sera).
  16. ^ OFFERTA COMMERCIALE AUTUNNO 2021 | CHAMPIONS LEAGUE - FASE A GIRONI (PDF), su publitalia.it.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]