Reti Televisive Italiane

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Reti Televisive Italiane S.p.A.
Logo
StatoItalia Italia
Forma societariaSocietà per azioni
Fondazione1982
Sede principaleCologno Monzese
GruppoMediaset
Persone chiave
SettoreMedia
Prodotti
  • produzioni televisive
  • reti televisive
  • pay-tv
  • Sito web

    Reti Televisive Italiane S.p.A. (acronimo RTI) è una società del Gruppo Mediaset[1].

    Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

    Nata nel 1979 come emittente televisiva locale (zona di Roma) di proprietà di Carlo Perrone, a partire dal 1982 aderisce al neonato network nazionale Rete 4 del gruppo Mondadori. Dopo l'acquisizione dell'emittente da parte dalla Fininvest, anche R.T.I. è stata inglobata nella società finanziaria di Silvio Berlusconi.

    Confluita in Mediaset nel 1996, è diventata la società licenziataria delle concessioni televisive del gruppo e, a differenza di quasi tutte le altre società televisive del Gruppo Mediaset, continua ad avere la sua sede legale a Roma, mentre la sede amministrativa e operativa è a Cologno Monzese, in viale Europa 44/46.[2]

    Società partecipate[modifica | modifica wikitesto]

    L'elenco comprende:[1]

    La sigla[modifica | modifica wikitesto]

    Il jingle della sigla che dal 1994 introduce gran parte dei programmi prodotti da RTI è opera di Franz Di Cioccio e Patrick Djivas, entrambi membri della Premiata Forneria Marconi, che avevano già "firmato" le identità musicali di TG5 e Meteo 5. Questo motivo, nel corso degli anni, ha avuto vari arrangiamenti ad opera di Silvano Chimenti, Marco Rinalduzzi e Paolo Carta.

    Note[modifica | modifica wikitesto]

    1. ^ a b Struttura del Gruppo Mediaset, su mediaset.it. URL consultato il 23 marzo 2012.
    2. ^ Contatti - MediaShopping, su www.mediashopping.it. URL consultato il 23 agosto 2017.

    Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]