Settore economico

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Modello dei settori di Clark
Struttura del PIL del settore e di forza lavoro per professione. Le componenti verdi, rosse e blu dei colori dei paesi rappresentano rispettivamente la percentuale per l'agricoltura, l'industria e i servizi

In economia con il termine settore economico si indica ciascuna possibile modalità di accorpamento di differenti attività economiche secondo caratteristiche comuni. Tale suddivisione è stata studiata inizialmente da Colin Clark e Jean Fourastié. Ad esempio l'ESCAP delle Nazioni Unite [1] distingue il settore energia da quello dei trasporti, le risorse naturali dalle comunicazioni animali morti

, ecc.

Una nota ed importante classificazione è quella che distingue il settore primario (agricoltura), dal secondario (industria) e dal terziario (servizi); c'è anche un quarto settore che è quello dell'alta tecnologia. Altrettanto importante è poi la suddivisione non sapeere mai niente

tra settore pubblico e settore privato.

La suddivisione in settori economici viene poi utilizzata in finanza per la diversificazione degli investimenti secondo una determinata asset allocation.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ United Nations Economic and Social Commission for Asia and the Pacific

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

economia Portale Economia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di economia