Smart TV

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Una smart TV

La smart TV definisce commercialmente la categoria di apparecchiature elettroniche di consumo che hanno come principale caratteristica l'integrazione di funzioni e di servizi legati a internet, e in particolare al cosiddetto Web 2.0, all'interno di apparecchi televisivi. La stessa locuzione è utilizzata in modo più generico per definire la tendenza alla convergenza tecnologica tra il mondo dei personal computer e quello della televisione.

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

Questi dispositivi, tramite il collegamento alla rete, offrono la possibilità di usufruire di servizi online tipicamente destinati a normali personal computer, quali navigazione internet, video on demand, Internet TV, multimedialità, servizi in streaming, social network, ecc., mantenendo o potenziando alcune caratteristiche di interattività dei televisori e dei dispositivi collegati messi in commercio dopo la nascita della televisione digitale terrestre e satellitare.

L'appellativo smart (traducibile dalla lingua inglese come "intelligente") è stato utilizzato per questa categoria di dispositivi in analogia a quanto avvenuto nel mondo della telefonia mobile con l'introduzione degli smartphone, cioè telefoni cellulari dotati di avanzate caratteristiche multimediali e interattive.

La tecnologia alla base del concetto di smart TV può essere integrata all'interno dell'apparecchio televisivo o può essere resa disponibile tramite set-top box, cioè dispositivi esterni destinati ad aumentare le funzionalità dei televisori tradizionali, così come all'interno di lettori di dischi ottici, console di gioco, sistemi televisivi centralizzati.

Piattaforme televisive intelligenti e middleware[modifica | modifica wikitesto]

Tier 1[modifica | modifica wikitesto]

Venditore specifica[modifica | modifica wikitesto]

Middleware[modifica | modifica wikitesto]

Tier 2[modifica | modifica wikitesto]

Inview Technology

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Simone Cinelli. Smart TV: scopriamo come LG si muove in un mercato molto competitivo, p.1. Ninja Marketing, 16 maggio 2013.
  2. ^ Roberto Faggiano, Mivar resiste e presenta la sua prima Smart TV Android, DDAY, 2 giugno 2013, p. 1. URL consultato il 3 giugno 2013.
  3. ^ Nicola Zucchini Buriani, Mivar: Smart TV Android da 40 pollici, avmagazine, 3 giugno 2013, p. 1. URL consultato il 3 giugno 2013.
  4. ^ Andrea Splendore, La Mivar, storico marchio italiano di televisori, presenta la sua prima Smart TV Android, il Domani dello Sport, 3 giugno 2013, p. 1. URL consultato il 3 giugno 2013 (archiviato dall'url originale il 9 giugno 2013).
  5. ^ Copia archiviata, su nettv.philips.com. URL consultato il 5 maggio 2012 (archiviato dall'url originale il 25 aprile 2012). Philips NetTV Homepage
  6. ^ [1] Open IPTV Forum Homepage
  7. ^ [2] Samsung 2011 CES Wrap-up: Products for a Smarter Life
  8. ^ The Wonder of Samsung Smart TVs, su Samsung.com. URL consultato il 17 gennaio 2012.
  9. ^ http://www.samsungsmarttvchallenge.eu Samsung Smart TV Challenge
  10. ^ IBC 2011: Smart TV Q&A with iomega’s Olivier D’Eternod [collegamento interrotto], su Scoop.intel.com, 15 settembre 2011. URL consultato il 17 gennaio 2012.
  11. ^ Google TV 2.0 gains Honeycomb, Android Market, su linuxfordevices.com (archiviato dall'url originale il 5 settembre 2012).
  12. ^ Canonical outs Horizon TV OpenTV Ubuntu TV: Brave or stupid?, su Extremetech.com, 9 gennaio 2012. URL consultato il 17 gennaio 2012.
  13. ^ Unity-based Ubuntu TV takes on Google TV, su linuxfordevices.com (archiviato dall'url originale il 6 settembre 2012).

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]