Gaikai

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Gaikai
Logo
Stato Stati Uniti Stati Uniti
Forma societaria Sussidiaria
Fondazione novembre 2008
Fondata da
Sede principale Aliso Viejo
Gruppo Sony Computer Entertainment
Settore Informatico
Prodotti videogiochi
Sito web

Gaikai ("oceano aperto" in giapponese) è un servizio cloud-based che consente agli utenti di giocare a videogiochi di ultima generazione eseguiti su server remoti via streaming da una pagina web o un dispositivo connesso a internet.[1] Il 2 luglio 2012 Sony Computer Entertainment ha annunciato che è stato raggiunto un accordo formale per l'acquisizione della compagnia per $380 milioni di dollari, con l'intenzione di realizzare il proprio servizio di cloud gaming.[2]

Attualmente fa parte del servizio di cloud gaming PlayStation Now.

Partnerships[modifica | modifica wikitesto]

  • 17 giugno 2010: Electronic Arts
  • 20 luglio 2010: Intel
  • 20 luglio 2010: Limelight Networks
  • 8 marzo 2011: Video Games Blogger
  • 5 aprile 2011: Bigfoot Networks
  • 2 giugno 2011: The Escapist
  • 8 giugno 2011: Gamer4Eva
  • 8 giugno 2011: Eurogamer
  • 21 giugno 2011: Walmart
  • 5 luglio 2011: Capcom
  • 22 agosto 2011: CD Projekt
  • 11 ottobre 2011: Level 3 Communications
  • 20 ottobre 2011: YouTube
  • 4 gennaio 2012: Best Buy
  • 4 gennaio 2012: Ubisoft
  • 10 gennaio 2012: LG
  • 12 gennaio 2012: Green Man Gaming
  • 2 marzo 2012: GAME
  • 8 marzo 2012: Warner Bros.
  • 30 aprile 2012: Gamesload
  • 2 maggio 2012: WikiPad
  • 15 maggio 2012: Nvidia
  • 15 maggio 2012: Meteor Entertainment
  • 22 maggio 2012: Autodesk
  • 4 giugno 2012: En Masse
  • 5 giugno 2012: Samsung
  • 6 giugno 2012: Machinima

Investitori[modifica | modifica wikitesto]

Gaikai è finanziato da Intel Capital, Limelight Networks, Rustic Canyon Partners, Benchmark Capital, TriplePoint Capital, New Enterprise Associates e Qualcomm.[3][4]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]