Discovery+

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Vai alla navigazione Vai alla ricerca
Discovery+
Stato Bandiera degli Stati Uniti Stati Uniti
Tipologia IPTV
Editore Warner Bros. Discovery Global Streaming & Interactive Entertainment
Gruppo Warner Bros. Discovery
Data di lancio 20 marzo 2020
Sostituisce Dplay
Nº abbonati Aumento 24 milioni (1º aprile 2022, )
Slogan Stream What You Love
Sito discoveryplus.it
Dati tecnici
Lingua Bandiera dell'Italia Italiano

Discovery+ (pronunciato come Discovery Plus), è una piattaforma streaming over-the-top di proprietà di Warner Bros. Discovery.

Il servizio combina elementi gratuiti e a pagamento.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Dplay[modifica | modifica wikitesto]

In Italia, il servizio viene lanciato con il nome Dplay il 16 giugno 2015 su smartphone, tablet, PC e Smart TV. Qui era possibile vedere la diretta streaming dei canali gratuiti del gruppo in alta definizione e rivedere i programmi già andati in onda[1].

Il 9 novembre viene lanciata la sezione "Kids", dedicata ai più piccoli, comprendente la diretta dei canali K2 e Frisbee e altri contenuti esclusivi[2].

Il 6 settembre 2018, dopo un accordo tra Walter Iuzzolino e Discovery Italia, nasce un servizio di contenuti esclusivi dedicato alle serie TV internazionali, trasmesse in lingua originale e sottotitolate in italiano tra cui Spin, The Adulterer e Spiral (Engrenages)[3].

Il 9 aprile 2019 viene attivato Dplay Plus[4], un servizio a pagamento che include le anteprime delle nuove serie dei programmi Discovery, documentari e contenuti in esclusiva, la diretta streaming di Discovery Channel, Discovery Science e di tutti i canali in chiaro del gruppo, i contenuti di Animal Planet e Investigation Discovery (visibili solo sulla piattaforma previa sottoscrizione di un abbonamento).

Il 6 luglio Dplay rinnova logo, grafica e slogan.

Il 2 febbraio 2020 anche HGTV diventa disponibile in streaming sulla piattaforma.

Il 10 marzo diventano disponibili, gratuitamente, i podcast dei programmi in onda sui vari canali gratuiti.

Il 13 aprile approdano sulla piattaforma i documentari BBC, in sostituzione delle dirette streaming di Discovery Channel e Discovery Science.

Il 19 viene inserita, in esclusiva su Dplay Plus, la serie The Facchinettis con Francesco Facchinetti[5].

Il 24 giugno viene annunciato il passaggio della WWE da Sky a Discovery. L'accordo stabilisce la possibilità di vedere dal 6 luglio su Dplay Plus, in diretta e on demand, Raw, SmackDown, NXT, WWE Bottom Line e WWE Afterburn in lingua originale.

Dal 14 settembre vengono inserite su Dplay Plus le dirette streaming di Eurosport 1 ed Eurosport 2.

Il 12 novembre HGTV inizia a trasmettere in sola versione HD sulla piattaforma.

Discovery+[modifica | modifica wikitesto]

Nell'autunno 2020 Discovery annuncia il lancio della nuova piattaforma di streaming on demand per l'inizio del 2021. Il 2 dicembre il gruppo ufficializza che il servizio si chiamerà Discovery+ e sostituirà Dplay[6][7]. Il lancio in Italia, previsto inizialmente per il 6 gennaio 2021[8], avviene di fatto il giorno prima.

Nel 2021 Discovery+ trasmette in esclusiva streaming i Giochi olimpici di Tokyo 2020, integrando al proprio interno Eurosport Player.

Dal 4 al 20 febbraio 2022 trasmette in streaming i Giochi Olimpici Invernali di Pechino 2022.

Nel febbraio 2022 viene rilanciata la sezione animazione, comprendente i programmi di K2 e Frisbee.

Con la fusione di Discovery e WarnerMedia in Warner Bros. Discovery, viene annunciata l'intenzione di semplificare l'offerta streaming del gruppo, composta principalmente da Discovery+ e HBO Max.

Ad agosto viene annunciato che, nell'estate 2023, sarebbe stata lanciata a partire dagli Stati Uniti una nuova piattaforma streaming, nata dalla fusione tramite Discovery+ e HBO Max[9], con l’arrivo in Italia previsto a inizio 2024[10]. Nel febbraio 2023 il progetto viene scartato, mantenendo comunque l’idea di un rebranding di HBO Max in Max e l’ipotetico lancio di un’ulteriore piattaforma: WBTV[11].

Il 30 ottobre diventa disponibile sulla piattaforma il nuovo canale Warner TV, che trasmette film e serie televisive del catalogo Warner Bros.[12]

Produzioni originali[modifica | modifica wikitesto]

La piattaforma propone una serie di produzioni originali, etichettati come Discovery+ Originals all'interno della stessa e riservati inizialmente agli abbonati.[13]

Lancio[modifica | modifica wikitesto]

Discovery+ ha debuttato il 20 marzo 2020 in India, il 12 novembre in Irlanda e Regno Unito e l'8 dicembre in Polonia. La piattaforma è disponibile dal 4 gennaio 2021 negli Stati Uniti e dal 5 gennaio in Danimarca, Finlandia, Italia[14], Norvegia, Spagna e Svezia[15].

Data Paese
20 marzo 2020 Bandiera dell'India India[16]
12 novembre 2020 Bandiera dell'Irlanda Irlanda, Bandiera del Regno Unito Regno Unito
8 dicembre 2020 Bandiera della Polonia Polonia
4 gennaio 2021 Bandiera degli Stati Uniti Stati Uniti
5 gennaio 2021 Bandiera della Danimarca Danimarca, Bandiera della Finlandia Finlandia, Bandiera dell'Italia Italia, Bandiera della Norvegia Norvegia, Bandiera della Spagna Spagna, Bandiera della Svezia Svezia

Loghi[modifica | modifica wikitesto]

In Italia[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Gianfranco Giardina, Nasce DPlay: i programmi di RealTime, DMax e Deejay TV in streaming HD, su DDay.it, 16 giugno 2015. URL consultato il 18 aprile 2020.
  2. ^ Marco Grigis, Dplay: arriva la sezione Kids, su Webnews, 9 novembre 2015. URL consultato il 18 aprile 2020.
  3. ^ TvSerialWeb, Serie tv gratis su Dplay con Walter Presents!, su Tvserial.it, 31 luglio 2019. URL consultato il 18 aprile 2020.
  4. ^ Nasce Dplay Plus, servizio on demand a pagamento di Discovery, su Il Sole 24 ORE, 8 aprile 2019. URL consultato il 18 aprile 2020.
  5. ^ The Facchinettis: la nuova serie con Francesco Facchinetti disponibile su DPlay Plus, su Movieplayer.it, 12 aprile 2020. URL consultato il 18 aprile 2020.
  6. ^ discovery annuncia il lancio globale di discovery+: il nuovo servizio streaming debutta il 4 gennaio 2021 (PDF), su discovery-italia.s3.amazonaws.com. URL consultato il 9 dicembre 2020 (archiviato dall'url originale il 3 dicembre 2020).
  7. ^ A gennaio arriva la piattaforma streaming Discovery+, su Wired, 2 dicembre 2020. URL consultato il 2 dicembre 2020.
  8. ^ Il 6 gennaio arriva in Italia il nuovo servizio streaming DISCOVERY+, su www.longtake.it. URL consultato il 28 ottobre 2022.
  9. ^ Warner Bros. Discovery: HBO Max & Discovery+ Combined Streamer To Launch In U.S. In Summer 2023.
  10. ^ HDblog.it, HBO Max e Discovery+ piattaforma unica dal 2023, su HDblog.it, 5 agosto 2022. URL consultato il 28 ottobre 2022.
  11. ^ Giovanni Ino, Warner Bros Discovery abbandona l'idea della fusione tra HBO Max e Discovery+, su Teleblog, 14 febbraio 2023. URL consultato il 28 marzo 2023.
  12. ^ Nuovo canale sul digitale terrestre: arriva Warner TV.
  13. ^ discovery+, su discoveryplus.com. URL consultato il 7 gennaio 2021.
  14. ^ Nove, Discovery annuncia il lancio di discovery+: il nuovo servizio streaming debutta il 5 gennaio 2021, su Nove, 5 gennaio 2021. URL consultato l'8 gennaio 2021.
  15. ^ DISCOVERY ANNOUNCES THE GLOBAL LAUNCH OF DISCOVERY+, THE DEFINITIVE STREAMING SERVICE FOR THE BEST REAL LIFE ENTERTAINMENT IN THE WORLD, DEBUTING JANUARY 4, 2021 – Discovery, Inc., su corporate.discovery.com. URL consultato il 5 gennaio 2021.
  16. ^ (EN) www.ETBrandEquity.com, Discovery launches OTT service Discovery Plus - ET BrandEquity, su ETBrandEquity.com. URL consultato il 5 gennaio 2021.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]