WWE Network

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Coordinate: 37°31′22″N 122°15′18″W / 37.522778°N 122.255°W37.522778; -122.255

WWE Network
Logo
Stato Stati Uniti Stati Uniti
Forma societaria Public company
Borse valori Borsa di New York
Fondazione 24 febbraio 2014
Fondata da Vince McMahon
Sede principale Stamford, Connecticut
Slogan «It's Way Over the Top»
Sito web

Il WWE Network è un servizio di video streaming di proprietà della federazione di wrestling statunitense della World Wrestling Entertainment (WWE), lanciato negli Stati Uniti il 24 febbraio 2014.[1]

In Italia il WWE Network è stato attivato il 13 gennaio 2015.[2][3]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Nel settembre 2011 la WWE aveva annunciato di lanciare il WWE Network. La WWE aveva fatto un sondaggio chiedendo se la gente avrebbe pagato il WWE Network nel caso fosse un canale a pagamento. La WWE ha intervistato i loro fan su cosa ne pensano del WWE Network e i fan hanno scelto di mandare in onda i pay-per-view per gli abbonati. La WWE ha inoltre rivelato che avrebbe mandato in onda le vecchi puntate di Raw e SmackDown, oltre che filmati della World Championship Wrestling, Extreme Championship Wrestling, National Wrestling Alliance e American Wrestling Association. Il 17 ottobre 2011 è stato rivelato – in un sondaggio online da parte della WWE – è stato rivelato che WrestleMania Rewind sarebbe stato il primo show a far parte del WWE Network. La data originaria del lancio era il 1º aprile 2012, che di fatto avrebbe coinciso con WrestleMania XXVIII. Sul suo sito ufficiale la WWE aveva fatto partire un conto alla rovescia che sarebbe scaduto il 1º aprile 2012, ma esso è stato rimosso. Nel gennaio 2014 la WWE ha annunciato che avrebbe promosso un annuncio l'8 gennaio a Las Vegas: l'8 gennaio 2014 la WWE ha ufficialmente rivelato che il WWE Network sarebbe stato lanciato a partire dal 24 febbraio 2014 negli Stati Uniti. Il WWE Network sarebbe stato disponibile tramite l'applicazione ufficiale della WWE, Roku, Android, iOS, Kindle Fire, Xbox 360, PlayStation 3, PlayStation 4 e Xbox One. Il 31 gennaio 2014 WWE Classics on Demand ha chiuso il proprio servizio per fare spazio al WWE Network.[4] Vince McMahon ha annunciato che, a partire da WrestleMania XXX, tutti i pay-per-view sarebbero stati inclusi nel WWE Network senza alcun costo aggiuntivo.[5][6] Durante la puntata di Raw del 6 giugno 2015 è stato annunciato che il WWE Network sarebbe stato disponibile nel Regno Unito, in Italia (che avrebbe mantenuto il partenariato con Sky) e in Francia a partire dal 7 giugno 2015 su tutti i dispositivi sopracitati, a esclusione di PlayStation 3 e PlayStation 4, che sono state abilitate a trasmettere il WWE Network pochi giorni prima della messa in onda di SummerSlam nell'agosto 2015. Il costo è di 9.99$ (USD).

Programmazione[modifica | modifica wikitesto]

La programmazione è stata annunciata al Consumer Electronics Show includendo:

  • tutti i pay-per-view della WWE
  • WrestleMania Rewind, dove si possono rivivere i momenti e match più memorabili di WrestleMania
  • Monday Night War, dove si possono vedere gli episodi della World Wrestling Federation e della World Championship Wrestling quando queste due federazioni erano in guerra di ascolti
  • WWE Countdown, un programma interattivo
  • Pre e post show degli eventi della WWE
  • Messa in onda in diretta di Main Event
  • Messa in onda settimanale di NXT
  • Messa in onda settimanale di Superstars
  • WWE Library, più di 1.500 ore di contenuti disponibili in streaming e on-demand

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) WWE Network, su wwe.com, WWE, 24 febbraio 2014. URL consultato il 2 agosto 2016.
  2. ^ (EN) Jeremy Thomas, WWE Announces Launch of WWE Network, su 411mania.com, 411MANIA, 8 gennaio 2014. URL consultato il 2 agosto 2016.
  3. ^ (EN) WWE Announces New WWE Network Details [collegamento interrotto], su geekyuniverse.com, Geeky Universe, 8 gennaio 2014.
  4. ^ (EN) WWE Network Coming 2.24.14 [collegamento interrotto], su wwe.com, WWE, 5 febbraio 2014. URL consultato il 2 agosto 2016.
  5. ^ (EN) Joe Flint, WWE launching over-the-top network, in Los Angeles Times, 8 gennaio 2014. URL consultato l'8 gennaio 2014.
  6. ^ (EN) Mark Graser, WWE Network to Launch in February as Streaming Service, in Variety, 8 gennaio 2014. URL consultato il 2 agosto 2016.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]