App Store

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
App Store
Logo
L'applicazione App Store su iOS 10.
L'applicazione App Store su iOS 10.
Sviluppatore Apple Inc.
Data prima versione 10 luglio 2008
Ultima versione macOS: 2.2 (24 giugno 2016)
Sistema operativo iOS
macOS
Genere Distribuzione digitale (non in lista)
Licenza Proprietaria
(licenza non libera)
Lingua italiano
Sito web

L'App Store è uno strumento realizzato da Apple disponibile per iPhone, iPod touch e iPad che permette agli utenti di scaricare e acquistare applicazioni disponibili in iTunes Store. Le applicazioni possono essere sia gratuite che a pagamento, e possono essere scaricate direttamente dal dispositivo o su un computer. L'App Store è stato aperto il 10 luglio 2008 tramite un aggiornamento software di iTunes[1]. Al 13 giugno 2016 sono disponibili in App Store più di 2.000.000 applicazioni sviluppate da terze parti, con oltre 130 miliardi di download.

Dopo il successo dell'App Store e il lancio di servizi analoghi da parte dei concorrenti, il termine "App Store" è stato coniato per indicare qualsiasi servizio simile a quello lanciato da Apple[2], sebbene il concetto fosse già stato introdotto nel 1993 dalla distribuzione Linux Debian con i repository.

Il servizio App Store è accessibile da iPhone, iPod touch, e iPad solo attraverso l'applicazione nativa "App Store". Prima della versione finale, è stata resa disponibile al pubblico la versione beta dell'iPhone SDK che permetteva agli sviluppatori di provare il sistema di sviluppo. Nel luglio 2008 è stata mesa in commercio da Apple la versione finale dell'iPhone SDK insieme all'iPhone 3G.

Le applicazioni possono esclusivamente essere vendute tramite l'iTunes Store per Mac e Windows oppure tramite l'applicazione "App Store" presente su iPhone, iPod touch, e iPad. Dal 6 gennaio 2011 è disponibile anche sui computer Mac, a partire dalla versione di sistema OS X Snow Leopard, con il nome di Mac App Store[3].

A inizio settembre, Apple ha dichiarato di voler rimuovere dall'App Store le app più datate, rimuovendone 47.300.

Con iOS 10.3, gli sviluppatori sono in grado di rispondere alle recensioni delle proprie applicazioni. Inoltre, gli utenti possono votare una recensione come utile o non[4].

macOS[modifica | modifica wikitesto]

L'App Store di macOS (precedentemente chiamato Mac App Store), è stato annunciato per la prima volta il 20 ottobre 2010 all'evento Back to the Mac tenuto dal CEO Apple Steve Jobs. Dal 3 dicembre 2010, gli sviluppatori hanno iniziato a inviare le loro applicazioni in vista della futura pubblicazione sul Mac App Store[5], distribuito il 6 gennaio 2011 come parte dell'aggiornamento a OS X Snow Leopard[6].

In un comunicato ufficiale di Apple è stato annunciato che, in sole 24 ore dal lancio, il Mac App Store ha superato il milione di download[7], con oltre 1.000 applicazioni immediatamente disponibili[6]. A fine aprile 2012 il negozio ha raggiunto le 10.000 applicazioni scaricabili[8].

A ottobre 2014, le applicazioni disponibili si sono quadruplicate: circa 40.000. A novembre dello stesso anno, Apple ha ridisegnato il Mac App Store[9] con una grafica più Flat per riflettere lo stile di OS X Yosemite.

Simile all'App Store disponibile per i dispositivi iOS, Apple ha adottato diverse restrizioni anche per il Mac App Store. Prima di poter essere acquistate, le applicazioni devono essere preventivamente approvate dalla stessa Apple.

È persino possibile scaricare il sistema operativo del Mac direttamente dal Mac App Store.

iPhone SDK[modifica | modifica wikitesto]

L'iPhone SDK è stato annunciato per la prima volta all'evento Software Roadmap tenutosi il 6 marzo 2008. L'SDK permette agli sviluppatori di creare applicazioni utilizzando il codice Xcode che verranno poi eseguite su iPhone, iPod touch e iPad. Gli sviluppatori riceveranno il 70% di fatturato sulle vendite delle loro applicazioni.

Applicazioni disponibili e scaricate[modifica | modifica wikitesto]

Marchio riservato alle applicazioni disponibili su App Store.

Il 10 luglio 2008, il CEO Steve Jobs ha dichiarato ai microfoni di Usa Today che l'App Store conteneva 500 applicazioni di terze parti per iPhone e iPod touch, e il 25% di queste erano gratis[10]. Le applicazioni vanno dall'intrattenimento all'istruzione. L'11 luglio 2008, l'App Store viene aperto permettendo agli utenti di acquistare le applicazioni tramite il proprio dispositivo. Nella prima settimana sono state scaricate 10 milioni di applicazioni[11].

Il 16 gennaio 2009, Apple ha annunciato sul proprio sito web di aver raggiunto il traguardo di 500 milioni di applicazioni scaricate[12]. La miliardesima applicazione è stata scaricata il 23 aprile 2009[13].

A differenza delle applicazioni native presenti su iPhone, iPod touch e iPad, le applicazioni scaricate dall'App Store possono essere rimosse.

Formato delle App[modifica | modifica wikitesto]

IPA è il formato di file. usato per le applicazioni del'App Store. I file IPA sono file eseguibili associati ad una app iOS, questo significa che ogni app che risiede nella App Store ha un file con estensione IPA associato.

Di solito è criptato con la tecnologia FairPlay DRM. Questi file possono essere installati su un'iPhone, iPod o iPad. I file IPA possono essere decompressi rinominando l'estensione in .zip e estraendone il contenuto.

Download[modifica | modifica wikitesto]

Date Applicazioni disponibili Download accumulati Media di download per applicazione
11 luglio 2008[14] 500 0 0
14 luglio 2008[15] 800 10.000.000 12.500
9 settembre 2008[16] 3.000 100.000.000 18.334
22 ottobre 2008[17] 7.500 200.000.000 26.667
16 gennaio 2009[18] 15.000 500.000.000 33.334
5 marzo 2009[19] 25.000 800.000.000[20] 32.000
23 aprile 2009[21][22] 35.000 1.000.000.000 28.551
8 giugno 2009[23] 50.000 1.000.000.000+ ~20.000
14 luglio 2009[24] 65.000 1.500.000.000 23.077
28 settembre 2009[25] 85.000 2.000.000.000 23.529
4 novembre 2009[26] 100.000 2,000,000,000+ ~20.000
5 gennaio 2010[27] 120.000 3.000.000.000+ ~25.000
20 marzo 2010[28] 150.000+ 3.000.000.000+ ~20.000
29 aprile 2010[29] 200.000+ 4.500.000.000+ ~22.500
7 giugno 2010[30] 225.000+ 5.000.000.000+ ~22.222
1 settembre 2010[31] 250.000+ 6.500.000.000+ ~26.000
20 ottobre 2010[32] 300.000+ 7.000.000.000 ~23.334
22 gennaio 2011[33] 325.000+ 10.000.000.000+ ~28.571
6 giugno 2011[34] 425.000+ 14.000.000.000+ ~32.941
7 luglio 2011[35] 425.000+ 15.000.000.000+ ~35.294
4 ottobre 2011[36] 500.000+ 18.000.000.000+ ~36.000
28 febbraio 2012 500.000+ 24.000.000.000+ ~40.000
3 marzo 2012[37] 500.000+ 25.000.000.000+ ~50.000
11 giugno 2012[38] 650.000+ 30.000.000.000+ ~46.154
12 settembre 2012[39] 700.000+ 35.000.000.000+ ~50.000
28 gennaio 2013[40] 800.000+ 40.000.000.000+ 50.000
23 aprile 2013 825.000+ 45.000.000.000+ 50.000
16 maggio 2013[41] 850.000+ 50.000.000.000+ 50.000
10 giugno 2013 900.000+ 50.000.000.000+ 50.000
22 ottobre 2013[42] 1.000.000+ 60.000.000.000+ 60.000
2 giugno 2014[43] 1.200.000+ 75.000.000.000+ 62.500
9 settembre 2014[44] 1.300.000+ 75.000.000.000+ 62.500
16 gennaio 2015[45] 1.400.000+ 75.000.000.000+ 62.500
8 giugno 2015[46] 1.400.000+ 100.000.000.000+ 62.500
13 giugno 2016[47] 2.000.000+ 130.000.000.000+ 62.500

Inoltre Apple ha indetto un concorso con rispettivi premi in gadget per il miliardesimo download.

Il concorso è stato vinto da un ragazzo tredicenne di Weston che ha scaricato la miliardesima applicazione ed ha ricevuto in premio una iTunes Gift Card da 10.000 dollari, un iPod touch, una Time Capsule e un MacBook Pro. Nel giugno 2010 Apple ha dichiarato che gli sviluppatori hanno guadagnato più di un miliardo di dollari dalla vendita delle applicazioni.

Sempre su App Store è stato raggiunto, il 22 gennaio 2011, il decimiliardesimo download di una App per iPad, iPhone o iPod touch. Il concorso – che metteva in palio 10 000 dollari in iTunes Gift Card – è stato vinto da Gail Davis di Orpington, nel Regno Unito[48].

Il 2 marzo 2012, App Store ha registrato la 25 miliardesima applicazione scaricata. Ad aggiudicarsi la consuetudinaria iTunes Gift Card da 10.000 dollari è stato il cinese Chunli Fu, scaricando l'app Dov'è la mia acqua? (Where's My Water?)[49].

Nel 2012 da parte di Adeven è stato studiato come l'elevatissimo numero di applicazioni presenti tenda ad offuscare quasi il 60% delle applicazioni presenti e che non vengono scaricate neanche 1 volta[50].

Il 16 maggio 2013, dopo un conto alla rovescia durato diversi giorni, l'App Store ha contato la 50 miliardesima app scaricata nel mondo. Il primo premio per lo storico traguardo è stato l'abituale iTunes Gift Card da 10.000 dollari. I successivi 49 download sono stati premiati con altrettante iTunes Gift Card dal valore di 500 dollari ciascuna. Il vincitore è stato un ragazzo dell'Ohio e l'app numero 50.000.000.000 in questione è stata Say the Same Thing.

Età raccomandate[modifica | modifica wikitesto]

Apple in base al contenuto delle applicazioni stabilisce l'età opportuna. Dal firmware 3.0 l'iPhone permette di bloccare le applicazioni tramite le restrizioni.

Età Descrizione
4+ Non contiene materiale inappropriato.
9+ Potrebbe contenere rara o infrequente violenza di cartoni, fantasia o realistica, e infrequenti temi di horror che potrebbero non essere adatti a bambini al di sotto di 9 anni.
12+ Potrebbe anche contenere rara o infrequente violenza di cartoni, fantasia o realistica, e infrequenti temi di horror che potrebbero non essere adatti a bambini al di sotto di 12 anni.
17+ Potrebbe contenere frequenti scene di horror, contenuto sessuale, nudità, alcool, tabacco e droghe, che potrebbero non essere adatti a ragazzi sotto i 17 anni.

Tutte le applicazioni che funzionano tramite un browser, come ad esempio Facebook, sono state classificate da Apple con 17+ a causa dei contenuti accessibili su Internet.

Approvazioni[modifica | modifica wikitesto]

Per prevenire gli abusi, le applicazioni devono essere preventivamente approvate da Apple. Il processo di approvazione prevede che due operatori provino in modo indipendente l'applicazione al fine di fornire un giudizio obiettivo e imparziale. Le applicazioni possono essere rifiutate per una serie di motivazioni di carattere tecnico/commerciale. Applicazioni malfunzionanti o che fanno un eccessivo utilizzo delle connessioni telefoniche sono vietate, altresì sono vietate applicazioni pornografiche[51] o che entrino in competizione diretta con i prodotti Apple. Il gruppo di approvazione è composto da quaranta operatori e ad agosto 2009 tra applicazioni nuove e aggiornamenti sono state verificate più di 200.000 applicazioni. Il 95% delle applicazioni viene testato in meno di due settimane e il 20% delle applicazioni viene rifiutato per i motivi esposti sopra[52]. Inoltre gli stessi utenti che effettuano il download di una determinata applicazione possono aiutare gli sviluppatori delle app con consigli o suggerimenti scrivendo una recensione (con feedback da un massimo di 5 stelle) oppure aiutare gli operatori nel controllo delle applicazioni segnalandogli eventuali errori dell'app o contenuti offensivi. Malgrado i filtri Apple a riguardo delle Applicazioni, il download di alcune app può risultare dannoso per il proprio dispositivo, poiché gli sviluppatori possono incorporare funzioni alle app di mala intenzione.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ App store è online con 500 applicazioni | ITespresso.it
  2. ^ In app store war, BlackBerry, Google hold own | Reuters
  3. ^ Distribute your App - iOS Developer Program - Apple Developer
  4. ^ Apple rilascia iOS 10.3 per iPhone, iPad e iPod Touch [Link Download], in iSpazio. URL consultato il 27 marzo 2017.
  5. ^ Apple invita gli sviluppatori ad inviare le loro applicazioni per il Mac App Store, iSpazio.net. URL consultato il 7 dicembre 2010.
  6. ^ a b Articolo lancio Mac App Store su Macity.
  7. ^ Mac App Store: un milione di download nel primo giorno, Melablog.it, 7 gennaio 2011. URL consultato il 7 gennaio 2011.
  8. ^ Mac App Store a quota 10 000 app, TheAppleLounge.com, 28 aprile 2012. URL consultato il 30 aprile 2012.
  9. ^ Mac App Store si aggiorna con grafica flat per Yosemite | iSpazio.net, ispazio.net.
  10. ^ Jobs: App Store launching with 500 iPhone applications, 25% free - Engadget
  11. ^ Apple - Press Info - iPhone App Store Downloads Top 10 Million in First Weekend
  12. ^ http://www.theregister.co.uk/2009/01/16/half_billion_iphone_apps/
  13. ^ http://www.apple.com/ca/press/2009_04/app_store.html
  14. ^ iPhone 3G on Sale Tomorrow, Apple Press Release, 10 luglio 2008. URL consultato il 17 gennaio 2009.
  15. ^ (EN) Apple - Press Info - iPhone App Store Downloads Top 10 Million in First Weekend, su www.apple.com. URL consultato il 9 febbraio 2017.
  16. ^ App Store Downloads Top 100 Million Worldwide, Apple Press Release, 9 settembre 2008. URL consultato il 10 novembre 2008.
  17. ^ Apple Reports Fourth Quarter Results, Apple Press Release, 21 ottobre 2008. URL consultato il 17 gennaio 2009.
  18. ^ Apple.com, Apple Website Frontpage, 16 gennaio 2009. URL consultato il 17 gennaio 2009.
  19. ^ Appl Store, accelera il rilascio di applicazioni, macitynet.it, 5 marzo 2009. URL consultato il 6 marzo 2009.
  20. ^ iPhone 3.0: 100 novità con copia e incolla e MMS, Macitynet.it, 17 marzo 2009. URL consultato il 17 marzo 2009.
  21. ^ iTunes, superato il miliardo di applicazioni scaricate, www.Macitynet.it, 23 aprile 2009. URL consultato il 24 aprile 2009.
  22. ^ Apple’s Revolutionary App Store Downloads Top One Billion in Just Nine Months
  23. ^ Apple agli sviluppatori: vi offriamo il mercato su un piatto d'argento
  24. ^ 1,5 miliardi di download da App Store in un anno
  25. ^ App store, superati i due miliardi di applicazioni scaricate
  26. ^ Apple Announces Over 100,000 Apps Now Available on the App Store
  27. ^ Tre miliardi di applicazioni scaricate da App Store
  28. ^ App Store Downloads Top 100 Million Worldwide, Apple Press Release, 9 settembre 2008. URL consultato il 10 novembre 2008.
  29. ^ (EN) Thoughts on Flash - Apple, su www.apple.com. URL consultato il 9 febbraio 2017.
  30. ^ (EN) Apple says App Store has made developers over $1 billion, su AppleInsider. URL consultato il 9 febbraio 2017.
  31. ^ (EN) Archive, web.archive.org.
  32. ^ (EN) Jobs speaks! The complete transcript, in Macworld. URL consultato il 9 febbraio 2017.
  33. ^ 10.000.000.000 setteB.IT 10 miliardi di download.
  34. ^ WWDC 2011: tutti i numeri di iTunes Store, melablog.it, 9 giugno 2011. URL consultato il 9 giugno 2011.
  35. ^ Apple festeggia 15miliardi di download da App Store, macity.it, 7 luglio 2011. URL consultato il 9 giugno 2011.
  36. ^ (EN) Apple - Apple Events - Apple Special Event October 2011, web.archive.org, 21 aprile 2012. URL consultato il 9 febbraio 2017.
  37. ^ (EN) Mobile Game Development (iOS, Android) - Snyxius, in - Snyxius, 3 agosto 2012. URL consultato il 9 febbraio 2017.
  38. ^ (EN) Apple: 30B apps downloaded, 400M App Store accounts set up, in CNET. URL consultato il 9 febbraio 2017.
  39. ^ (EN) Darrell Etherington, iOS App Store Boasts 700K Apps, 90% Downloaded Every Month, su TechCrunch. URL consultato il 9 febbraio 2017.
  40. ^ (EN) Apple - Press Info - Apple Updates iOS to 6.1, su www.apple.com. URL consultato il 9 febbraio 2017.
  41. ^ (EN) Roberto Baldwin, Apple Hits 50 Billion Apps Served, in WIRED. URL consultato il 9 febbraio 2017.
  42. ^ (EN) Nathan Ingraham, Apple announces 1 million apps in the App Store, more than 1 billion songs played on iTunes radio, su The Verge, 22 ottobre 2013. URL consultato il 9 febbraio 2017.
  43. ^ (EN) Sarah Perez, iTunes App Store Now Has 1.2 Million Apps, Has Seen 75 Billion Downloads To Date, su TechCrunch. URL consultato il 9 febbraio 2017.
  44. ^ (EN) Nick Summers, Apple's App Store Boasts 1.3M iOS Apps, in The Next Web, 9 settembre 2014. URL consultato il 9 febbraio 2017.
  45. ^ (EN) Steve Ranger, iOS versus Android. Apple App Store versus Google Play: Here comes the next battle in the app wars | ZDNet, in ZDNet. URL consultato il 9 febbraio 2017.
  46. ^ (EN) Nathan Ingraham, Apple's App Store has passed 100 billion app downloads, su The Verge, 8 giugno 2015. URL consultato il 9 febbraio 2017.
  47. ^ (EN) Jordan Golson, Apple’s App Store now has over 2 million apps, su The Verge, 13 giugno 2016. URL consultato il 9 febbraio 2017.
  48. ^ Dieci miliardi di applicazioni scaricate da App Store
  49. ^ Chunli Fu vince l'iTunes Gift Card da 10.000 dollari per aver scaricato la 25 miliardesima app.
  50. ^ L'App Store ha 400mila applicazioni che prendono polvere
  51. ^ AppStore, fuori le applicazioni sexy | Sitissimo.com
  52. ^ Apple cede alle pressioni e spiega il processo di approvazione di App Store | Macitynet

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]