Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Hulu

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Hulu
Logo
Stato Stati Uniti Stati Uniti
Forma societaria Joint venture
Fondazione 29 agosto 2007
Sede principale Los Angeles, California
Gruppo NBCUniversal, News Corp
Persone chiave Jason Kilar, CEO
Settore intrattenimento
Fatturato Green Arrow Up.svg 1 miliardo $ (2013)
Slogan «Watch your favorites. Anytime. For free.»
Sito web

Hulu è un servizio internet di video su richiesta operante nella distribuzione di film, serie televisive e altri contenuti d'intrattenimento.

L'azienda fornisce video in formato Flash con una risoluzione maggiore rispetto a quella di YouTube, ma minore di quella offerta da una classica televisione. Inoltre, si presenta come una rete sociale in quanto permette agli utenti di creare videoclip da poter pubblicare in altre comunità online.

Fornitore di contenuti[modifica | modifica wikitesto]

Hulu distribuisce i propri video attraverso sia il proprio sito sia altri siti che li ospitano. In aggiunta ai programmi di NBC e Fox, Hulu trasmette anche quelli da altri network come Comedy Central, PBS, USA Network, Bravo, Fuel TV, FX, SPEED Channel, Sci Fi, Style, Sundance, E!, G4, Versus e Oxygen.

Hulu offre episodi interi o parti di essi da oltre quattrocento trasmissioni televisive, alcune che non vengono più trasmesse, altre ospitate su diversi servizi video e la maggior parte di esse visibili solamente negli Stati Uniti. Inoltre, Hulu permette agli utenti di condividere e modificare parti di tali video.

Dal 2011, Hulu realizza produzioni la cui distribuzione avviene anche in territorio internazionale. Segue un elenco delle produzioni originali pubblicate da Hulu per anno di debutto.[1]

Serie televisive originali[modifica | modifica wikitesto]

Serie live action[modifica | modifica wikitesto]

Serie animate per adulti[modifica | modifica wikitesto]

Serie proseguite[modifica | modifica wikitesto]

Film[modifica | modifica wikitesto]

Hulu offre oltre cento produzioni cinematografiche, includendo sia i grandi classici sia i film più recenti. I contenuti cinematografici vengono forniti da case produttrici come Universal Pictures, 20th Century Fox, MGM, Lionsgate Entertainment e Sony Pictures. In aggiunta a questo, Hulu offre anticipazioni per i nuovi film e per quelli in uscita. I film con contenuto non adatto ad alcune fasce della popolazione sono visibili non censurati solo per gli utenti registrati.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

L'iniziativa Hulu fu inizialmente annunciata nel marzo del 2007 con AOL, MSN, MySpace e Yahoo! inizialmente come partner distributivi. Jason Kilar, precedentemente ad Amazon.com, viene nominato amministratore delegato in giugno. Il nome Hulu viene scelto alla fine di agosto, quando il sito venne finalmente pubblicato con un solo annuncio al riguardo ma nessun contenuto. In ottobre Hulu inizia una fase di beta privata sia per gli utenti che avevano precedentemente lasciato il loro indirizzo di posta elettronica sia per i loro amici tramite un sistema ad inviti. Hulu lancia definitivamente il servizio il 12 marzo del 2008. Hulu, società di ventura tra NBC Universal e News Corp., ha ricevuto anche fondi da Providence Equity Partners per un importo pari a 100 milioni di dollari e il 10% di azionariato. Il nome Hulu viene da un proverbio cinese (宝葫芦) che significa "detentore di cose preziose". Letteralmente si riferisce in cinese alla zucca a fiasco.

Espansione territoriale[modifica | modifica wikitesto]

Ad oggi, Hulu è accessibile in due soli Paesi: Stati Uniti e Giappone.[2]

Nel 2010, la nota rivista The Financial Times rivelò per la prima volta la volontà da parte dell'azienda di intraprendere un'espansione territoriale, identificando nel Regno Unito e nel Giappone i primi potenziali mercati dove esportare Hulu più agevolmente.[3] Difatti, il 1º settembre 2011, il servizio è stato lanciato in Giappone.[4]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Hulu originals, Hulu. URL consultato il 9 novembre 2014.
  2. ^ (EN) Why can't I use Hulu internationally?, Hulu. URL consultato il 12 giugno 2015.
  3. ^ (EN) Matthew Garrahan, Hulu eyes launching global pay platform, su The Financial Times, 8 luglio 2010.
  4. ^ (EN) Hulu to Launch in Japan, su The Hollywood Reporter, 1º settembre 2011.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]