Comcast

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Comcast Corporation
Logo
Stato Stati Uniti Stati Uniti
Tipo public company
Borse valori
ISIN US20030N2009
Fondazione 1963 a Tupelo (Mississippi)
Fondata da Ralph J. Roberts
Sede principale Filadelfia
Filiali
  • Comcast Cable
  • NBCUniversal
  • Comcast Spectacor
  • Comcast Interactive Media
  • Comcast Ventures
Persone chiave Brian L. Roberts, Presidente e Amministratore delegato
Settore Media
Fatturato 62 Miliardi di $[1] (2012)
Sito web

Comcast Corporation è ad oggi il più grande operatore via cavo degli Stati Uniti e una delle principali industrie mediatiche del mondo, avendo acquistato nel gennaio del 2011 la maggioranza del gruppo multimediale internazionale NBCUniversal[2]. La sua attività consiste principalmente nella fornitura di servizi di tv via cavo, internet e di digital phone presentandosi sul mercato americano attraverso il marchio Xfinity.

Dal gennaio 2011, con l'acquisizione del gruppo mediatico internazionale NBCUniversal[3] è anche un produttore di contenuti televisivi e cinematografici, possedendo numerosi canali satellitari e via cavo, due canali nazionali (NBC e Telemundo), uno studio cinematografico di primo livello (Universal Pictures), numerosi parchi tematici e diverse proprietà internet. Comcast Corporation è inoltre proprietaria dei Philadelphia Flyers; una squadra che milita nel campionato NHL e di numerose arene sportive a marchio Global Spectrum.

Comcast Corporation ha sede al Comcast Center di Filadelfia, nello Stato della Pennsylvania, che risulta essere il più alto grattacielo della città.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità ISNI: (EN0000 0001 0505 062X