Activision Blizzard

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Activision Blizzard
Logo
StatoStati Uniti Stati Uniti
Forma societariapublic company
Borse valoriNASDAQ: ATVI
ISINUS00507V1098
Fondazione2008
Fondata daRobert Kotick
Sede principaleSanta Monica
SettoreProduzione di videogiochi
ProdottiActivision:
Crash Bandicoot (serie)
Guitar Hero (serie)
Call of Duty
Prototype (videogioco)
Tony Hawk
Spider-Man
Spyro the Dragon (serie)
Blizzard Entertainment:
Warcraft (serie)
StarCraft (serie)
Diablo III
Candy Crush Saga
Fatturato4,755 miliardi di USD (2011)
Utile netto1.085 milioni di USD (2011)
Dipendenti7.738 (2011)
Sito web

Activision Blizzard (NASDAQ: ATVI) è un'azienda statunitense produttrice e distributrice di videogiochi. La società è nata dalla fusione fra la Activision e la Blizzard Entertainment. La fusione è stata annunciata il 2 dicembre 2007.[1] e l'accordo vale 18,8 miliardi di dollari[2]. La nuova società prenderà nome dai due marchi più noti della fusione, Activision e Blizzard Entertainment. Essa è stata completata nel luglio del 2008. [3][4]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Activision.

Nel dicembre 2007 venne diffuso l'annuncio che la società Activision si sarebbe fusa con la Vivendi Games per formare la Activision Vivendi. René Penisson attuale presidente di Vivendi Games è diventato presidente della nuova società. Robert Kotic presidente e CEO dell'Activision è diventato CEO della nuova società. Vivendi controlla il 52% della nuova società mentre gli azionisti Activision controllano il rimanente 48%. La Vivendi diviene una sussidiaria dell'Activision sotto il controllo della società statunitense.[4]

Nel luglio 2012, l'agenzia di stampa Reuters diffonde l'annuncio che Vivendi sia intenzionata a vendere la propria quota di Activision Blizzard per far fronte ai propri debiti. Tra le compagnie interessate alla quota ci sono Time Warner e Microsoft.[5]

Nel 2018, l'azienda ha siglato un accordo con la Nielsen, marchio specializzato nei servizi di rating, al fine di stabilire il valore del proprio marchio nel settore degli eSports in Italia.[6]

Gli Studios[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Vivendi and Activision to create Activision Blizzard – World’s Largest, Most Profitable Pure-Play Video Game Publisher, Activision, Vivendi, 2-12-2007. URL consultato il 2-12-2007.
  2. ^ Video game giants in $18bn merger, BBC, 2-12-2007. URL consultato il 3-12-2007.
  3. ^ FAQ for Activision Blizzard, Blizzard Entertainment. URL consultato il 3-12-2007 (archiviato dall'url originale il 4 dicembre 2007).
  4. ^ a b Activision Blizzard: fusione approvata, Hardware Upgrade, 10-7-2008. URL consultato il 10-7-2008.
  5. ^ Vivendi tests appetite for Activision: sources, Reuters, 8-7-2012.
  6. ^ Agipronews.it | eSports: Activision, accordo con Nielsen per misurare il valore del brand, in Agipronews.it. URL consultato il 20 aprile 2018.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN304598559 · GND (DE1036623203