Nintendo eShop

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nintendo eShop
software
Logo
Generedistribuzione digitale
SviluppatoreNintendo
Data prima versione6 giugno 2011
Sistema operativoSoftware di sistema del Nintendo 3DS (non in lista)
Software di sistema di Nintendo Wii U (non in lista)
Software di sistema di Nintendo Switch (non in lista)
Sito webwww.nintendo.com/store/

Il Nintendo eShop è un negozio online lanciato nel giugno 2011 per la vendita di videogiochi e applicazioni; è presente su Nintendo 3DS, Wii U e Nintendo Switch.

Il negozio è il diretto successore del Canale Wii Shop e del Nintendo DSi Shop, chiusi rispettivamente il 31 gennaio 2019[1] e il 31 marzo 2017[2], e fu lanciato per la prima volta su Nintendo 3DS, tramite un aggiornamento software che aggiungeva l'icona del negozio digitale alla home.
Su Wii U e Switch, invece, fu lanciato in concomitanza con l'uscita delle console rispettivamente a novembre del 2012 e a marzo del 2017.

Il Nintendo eShop è accessibile in numerosi paesi dell'Europa, negli Stati Uniti d'America, in Canada e in Messico; alcune funzionalità sono disponibili per il Sudafrica, la Russia e il Brasile.[3][4][5]

Caratteristiche generali[modifica | modifica wikitesto]

Il negozio è adibito principalmente all'acquisto di videogiochi, scaricabili tramite la connessione a internet. Sono presenti, tuttavia, anche diverse applicazioni come piattaforme di streaming di contenuti multimediali gratis (YouTube, Crunchyroll) e a pagamento (Netflix, Amazon Prime Video[6], Hulu[7], Napster). Su Nintendo Switch, però, molte di queste applicazioni non erano presenti al momento del lancio della console e non lo sono ancora. Il presidente di Nintendo of America ha commentato al riguardo sostenendo che "Nintendo Switch è fatto per essere usato prima di tutto per giocare".[8]
Il negozio offre anche la possibilità di scaricare gratuitamente varie demo di videogiochi e applicazioni, e dà agli utenti la possibilità di recensire i prodotti acquistati.[9]

Nintendo 3DS[modifica | modifica wikitesto]

Il primo gioco vero e proprio disponibile nel negozio per Nintendo 3DS è stato New Super Mario Bros. 2, uscito ad agosto 2012 contemporaneamente in versione digitale e fisica. Per più di un anno dalla sua apertura, infatti, il catalogo del negozio era apparso sostanzialmente scarno: erano presenti una serie di minigiochi, piccole applicazioni (come Pokédex 3D) e alcuni giochi di console del passato distribuiti tramite il servizio Virtual Console, ma era impossibile acquistare i videogiochi principali che nel frattempo uscivano nei negozi fisici.[10]

A Febbraio 2022, Nintendo annuncia che il sistema operativo della Nintendo 3DS non sarà più disponibile il Nintendo eShop dal 27 Marzo 2023[11]

Wii U[modifica | modifica wikitesto]

Su Wii U il negozio è già integrato nel sistema operativo, ed è visitabile contemporaneamente sia sulla TV che sul Wii U GamePad. La schermata è caratterizzata da una colonna fissa a sinistra, che offre la possibilità di raggiungere velocemente l'home page, aggiungere denaro ai propri fondi, cercare tramite parole chiave un contenuto specifico, visualizzare il proprio profilo o tornare al menù della console. Il software è ottimizzato per il caratteristico gamepad di Wii U: la pagina può essere scorsa sia tramite leve e pulsanti sia col pennino utilizzando il touch screen. Dalla barra in alto è anche possibile raggiungere la sezione Notizie e la sezione Classifiche.[9]

A Febbraio 2022, Nintendo annuncia che il sistema operativo della Wii U non sarà più disponibile il Nintendo eShop dal 27 Marzo 2023[11]

Nintendo Switch[modifica | modifica wikitesto]

Screenshot della sezione "Notizie" del Nintendo eShop su Switch.

Su Nintendo Switch, l'eShop ha le stesse funzionalità di base della controparte su Wii U, eccetto la possibilità di accedere alla Virtual Console. Le novità sostanziali si trovano nella sezione "Notizie", completamente rinnovata. Questa è visibile già dalla schermata di blocco della console, dalla quale è possibile accedervi cliccando sulle notizie in primo piano. Al suo interno sono state aggiunte nuove funzioni: è possibile iscriversi a vari canali di informazione, consultare articoli e riprodurre video e trailer di applicazioni e giochi.[12]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Promemoria: il Canale Wii Shop chiuderà i battenti alle ore 07:00 del 31 gennaio 2019, su nintendo.it.
  2. ^ Informazioni importanti sulla chiusura del Nintendo DSi Shop, su nintendo.it.
  3. ^ (EN) In which countries is Nintendo eShop available for Nintendo 3DS?, su nintendo.co.uk, Nintendo.
  4. ^ (EN) In which countries is Nintendo eShop available on Wii U?, su nintendo.co.uk, Nintendo.
  5. ^ (EN) Nintendo eShop and Theme Shop Availability In Our Region, su en-americas-support.nintendo.com, Nintendo.
  6. ^ Solo negli Stati Uniti.
  7. ^ Solo negli Stati Uniti e in Giappone.
  8. ^ Antonio Candeliere, Switch: Netflix e altre video app sono in arrivo!, su Nintendo Player, 9 marzo 2017. URL consultato l'11 giugno 2020.
  9. ^ a b Giulio Tedesco, Guida al Nintendo eShop su Wii U e 3DS, su Ridble, 29 novembre 2015. URL consultato l'11 giugno 2020.
  10. ^ Luke Plunkett, New Super Mario Bros. 2 will be Nintendo's first proper downloadable game, su Kotaku, 26 aprile 2012. URL consultato l'11 giugno 2020.
  11. ^ a b Notice of End of Purchases in Nintendo eShop for Wii U and Nintendo 3DS – Update July 2022, su nintendo.co.uk.
  12. ^ Scopri le notizie e il Nintendo eShop di Nintendo Switch, su Nintendo, marzo 2017. URL consultato il 13 giugno 2020.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  Portale Nintendo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Nintendo