Radio Italia TV

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Radio Italia TV
Logo dell'emittente
Stato Italia Italia
Lingua italiano
Tipo musicale
Target tutti
Slogan Solo musica italiana
Versioni Radio Italia TV 576i (SDTV)
(data di lancio: 15 aprile 2004)
Radio Italia TV HD 1080i (HDTV)
(data di lancio: 18 gennaio 2017)
Share 0,20% (aprile 2014 [1])
Canali affiliati Radio Italia
Gruppo Gruppo Radio Italia
Editore Radio Italia SMI
Sito radioitalia.it
Diffusione
Terrestre

TIMB 3
Radio Italia TV (Italia)
DVB-T - FTA
Canale 70 SD

Mux locali
Radio Italia TV HD (Italia)
DVB-T - FTA
Canale 570 HD
Satellite
Sky Italia
Hot Bird 13D
13.0° Est
Radio Italia TV HD (DVB-S2 - FTA)
11662 V - 27500 - 3/4
Canale 725 HD
Tivùsat
Hot Bird 13D
13.0° Est
Radio Italia TV HD (DVB-S2 - FTA)
11662.00 V - 27500 - 3/4
Canale 35 HD
Streaming
Radio Italia Radio Italia TV Streaming dal sito

Radio Italia TV è un'emittente televisiva italiana musicale.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Radio Italia TV nasce il 15 aprile 2004, proponendosi come alternativa gratuita all'emittente a pagamento Video Italia, quindi come canale dedicato alla musica italiana. In questo decennio, Radio Italia TV è ricevibile sul digitale terrestre in chiaro, nel multiplex Dfree e sul satellite in modalità FTA (free to air), ossia visibile in chiaro e su una qualunque piattaforma satellitare. Su Sky, l'emittente è memorizzata sul canale 858[2].

Dal 2005, Radio Italia TV abbandona il digitale terrestre, rimanendo visibile 24 ore su 24 solo via satellite, e trasmettendo in syndication su alcune televisioni locali per una parte della giornata.
Il canale propone conduzioni, programmi e musica rivolti ai giovanissimi; oltre alle classifiche, in onda tutti i giorni, il palinsesto offre informazione e interviste grazie alla collaborazione con Radio Italia.

Negli anni successivi, le televendite assumono un peso maggiore nella programmazione[3] rispetto ai video musicali italiani. Il 1º luglio 2009 terminano le trasmissioni di Radio Italia TV[4] che dunque abbandona la frequenza satellitare e cessa di esistere.

Radio Italia TV rinasce il 4 marzo 2011: anche questa volta l'emittente è completamente gratuita. È visibile sul canale 70 del digitale terrestre, rivolgendosi a un pubblico di ragazzi e giovani adulti[5].

Dal 1º gennaio 2013 Radio Italia TV effettua un radicale cambiamento, inglobando nella propria programmazione i contenuti del canale Video Italia[6] che era stato chiuso definitivamente il giorno precedente.

Il 19 ottobre 2013[4] Radio Italia TV riacquisisce la frequenza satellitare di Hot Bird, sulla quale trasmette in modalità free to air e di conseguenza è visibile da quella data in tutta Europa, in Medio Oriente e in Nordafrica. L'emittente viene quindi inserita nelle piattaforme satellitari: Sky Italia assegna a Radio Italia TV la posizione 725 sui propri set-top box, mentre Tivùsat gli assegna la numerazione automatica 35.

L'emittente trasmetteva nel tradizionale formato 4:3, talvolta utilizzando la modalità letterbox per i videoclip girati in 16:9, talvolta tagliando o deformando i videoclip. In data 18 settembre 2015[7] Radio Italia TV inizia a trasmettere regolarmente nel formato panoramico 16:9, ma i videoclip musicali continuano ad essere tagliati o schiacciati dalle bande nere.

Dal 18 gennaio 2017 il canale trasmette in HD nativo su Tivùsat e su Sky.

Dal 27 gennaio 2017 il canale trasmette in HD nativo anche sul digitale terrestre sul canale 570 veicolato da vari mux locali.

Il 25 luglio 2017 chiude la versione SD del canale sul satellite.

Ascolti[modifica | modifica wikitesto]

Share 24h* di Radio Italia TV[modifica | modifica wikitesto]

Anno Gen Feb Mar Apr Mag Giu Lug Ago Set Ott Nov Dic Media
anno
2011 - - - - - - - - - - - 0,08%
2012 0,07% 0,08% 0,08% 0,10% 0,13% 0,15% 0,19% 0,17% 0,16% 0,16% 0,16% 0,19% 0,13%
2013 0,16% 0,14% 0,16% 0,19% 0,19% 0,22% 0,23% 0,23% 0,20% 0,18% 0,19% 0,23% 0,19%
2014 0,18% 0,16% 0,16% 0,20% 0,17% 0,22% 0,19% 0,22% 0,21% 0,20% 0,18% 0,20% 0,19%
2015 0,17% 0,17% 0,20% 0,23% 0,23% 0,25% 0,24% 0,24% 0,20% 0,19% 0,17% 0,24% 0,21%
2016 0,18% 0,20% 0,25% 0,25% 0,25% 0,25% 0,21% 0,18% 0,21% 0,20% 0,24% 0,25% 0,22%
2017 0,19% 0,19% 0,24% 0,18% 0,18% 0,24% 0,30% 0,25% 0,19% 0,22% 0,20% 0,22% 0,22%
2018 0,19% 0,18% 0,19% 0,22%
  • Giorno medio mensile su target individui 4+

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Rilevazioni Auditel
  2. ^ Radio Italia TV, su Storia di Radio e TV. URL consultato il 31 luglio 2012.
  3. ^ Molte novità fra le Tv via satellite | Millecanali, in Millecanali, 17 luglio 2009. URL consultato il 28 dicembre 2017.
  4. ^ a b kingofsat, Storia delle news - KingOfSat, su it.kingofsat.net. URL consultato il 28 dicembre 2017.
  5. ^ Il ritorno di Radio Italia TV, in Digital-Sat, 5 marzo 2011. URL consultato il 1º agosto 2012.
  6. ^ Radio Italia TV: pronto il rilancio del canale con nuovi contenuti e appuntamenti, in Digital Sat.it, 20 dicembre 2012. URL consultato il 31 dicembre 2012.
  7. ^ RETE A MUX 1 - L'ITALIA IN DIGITALE - LA TV DIGITALE TERRESTRE IN ITALIA, su sites.google.com. URL consultato il 28 dicembre 2017.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]